Title
Vai ai contenuti

Sito Web in Costruzione
Academy diretta dal Maestro Gaetano Lo Presti
Presidente Mondiale
World Original Israeli Krav Maga Federation

WOKM Federation
krav maga
Krav Maga
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Niente fonti!
Questa voce o sezione sull'argomento arti marziali non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti.
Puoi migliorare questa voce aggiungendo citazioni da fonti attendibili secondo le linee guida sull'uso delle fonti.

Imi Lichtenfeld, il creatore del krav maga
Il Krav Maga (קרב מגע) è un sistema di combattimento ravvicinato e autodifesa di origine israeliana, nato in ambienti ebraici dell'Europa centro-orientale e sviluppatosi nella stessa Israele durante la prima metà del '900. La parola krav maga, in ebraico moderno, significa letteralmente "combattimento con contatto/combattimento a corta distanza". È costruito estrapolando e semplificando i movimenti e le tecniche apprese attraverso lo studio delle arti marziali in modo da renderlo il più semplice ed efficace possibile durante un combattimento senza regole.

Indice  [nascondi]
1 Nascita e storia
2 Caratteristiche
3 Utilizzo presso forze di polizia o eserciti
4 Note
5 Voci correlate
6 Altri progetti
Nascita e storia[modifica | modifica wikitesto]

Parata alta da coltello

Disarmo coltello
Nacque nella prima metà del XX secolo grazie all'ufficiale dell'esercito israeliano, Imi Lichtenfeld, esperto in tecniche di lotta occidentali su richiesta dello stesso governo Israeliano. L'esigenza era quella di sviluppare un sistema di combattimento efficace ma rapido da apprendere, al fine di addestrare le neonate forze di difesa israeliane. L'esperienza personale di Lichtenfeld influenzò pesantemente lo stile e la filosofia del krav maga: infatti egli, grande ginnasta, pugile e campione di lotta libera, alla base teorica aggiunse una grande esperienza di lotta di strada, maturata in una gioventù in parte passata a lottare per la vita nei vicoli del suo paese natale, allora occupato dai nazisti.

Il risultato della sua opera fu un sistema di combattimento pensato espressamente per venire appreso efficacemente in tempi rapidi. Poiché risponde a criteri di natura militare e autodifesa, punta all'immediata neutralizzazione dell'avversario, includendo anche quei punti vitali del corpo, quali genitali, carotide, occhi etc, ritenute normalmente intoccabili negli sport da combattimento.

A ciò si aggiunga la grande attenzione che riveste la preparazione per fronteggiare nemici armati, anche di armi da fuoco. Le tecniche di krav maga (calci, pugni, gomiti, leve e proiezioni) trovano oggi particolare riscontro ed applicazione nel campo degli operatori della sicurezza, delle forze armate e dei corpi di polizia. Oltre che in Israele, esso è ormai diffuso in tutti paesi del mondo, dando vita a numerose scuole.

Krav Maga colore cinture/patches corrispondenti
Bianca Ceinture blanche.png Krav Maga P0 Patch.svg
Gialla Ceinture jaune.png Krav Maga P1 Patch.svg
Krav Maga P2 Patch.svg
Arancio Ceinture orange.png Krav Maga P3 Patch.svg
Krav Maga P4 Patch.svg
Verde Ceinture verte.png Krav Maga P5 Patch.svg
Krav Maga G1 Patch.svg
Blu Ceinture bleue.png Krav Maga G2 Patch.svg
Krav Maga G3 Patch.svg
Marrone Ceinture marron.png Krav Maga G4 Patch.svg
Krav Maga G5 Patch.svg
Nera Ceinture noire.png Krav Maga E1 Patch.svg
Krav Maga E2 Patch.svg
Krav Maga E3 Patch.svg
Krav Maga E4 Patch.svg
Krav Maga E5 Patch.svg
Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]
Il krav maga è un sistema di combattimento (i cui maestri e istruttori spesso preferiscono non definire come "arte marziale") frutto di tentativi volti alla semplicità e all'immediatezza.

Trae origine prevalentemente da judo e jujitsu (quest'ultima disciplina conosciuta sia dal fondatore che da suo padre), dalle quali ha mutuato, oltre alle tecniche di leva e proiezione, anche il sistema di Dan e cinture per definire il grado del praticante, ma non la divisa (il judogi) né l'impiego di kata.

Inoltre a differenza delle arti marziali tradizionali soprattutto di matrice orientale, non associa oltre all'insegnamento delle tecniche la componente culturale e filosofica dell'etica.

Comprende quindi una sintesi armonica di tecniche derivate dalle arti marziali, da sistemi di lotta a mani nude e dal sistema di close combat (combattimento ravvicinato) del Maggiore W.E. Fairbairn, metodo conosciuto col nome di Defendu. L'impostazione privilegiata prevede l'attacco a parti "sensibili" del corpo come occhi, gola o genitali, non ammesse nelle discipline sportive.

Questa impostazione, adatta ad ambienti ad alto rischio come i teatri operativi mediorientali, potrebbe essere fonte di problemi in situazioni di vita quotidiana: infatti l'approccio aggressivo e anticipatorio potrebbero portare a complicazioni di natura penale. Per questo, nell'ambito civile della difesa personale, il krav maga viene insegnato da istruttori esperti per essere usato solo in casi estremi di pericolo per la propria vita (violenza da strada, tentativi di stupro, aggressioni a mano armata, ecc.).

La classificazione del krav maga come sistema di combattimento ravvicinato (come bene evidenzia la traduzione del nome) si evidenzia anche nella sua scarsa attitudine a essere praticato come sport da competizione. Puntando soprattutto a zone del corpo (genitali, carotide, occhi, ecc.) ritenute normalmente intoccabili per altri sport di contatto, il krav maga difficilmente può essere praticato in forma sportiva, come avviene per karate, taekwondo e altri sport da combattimento.

A ciò si aggiunga la grande attenzione che riveste la preparazione per fronteggiare nemici armati, anche con armi da fuoco come pistole e fucili, per comprendere l'elevata specificità di impiego di questo sistema di combattimento, in cui lo scontro fra due avversari a mani nude è solo una delle possibilità.

Utilizzo presso forze di polizia o eserciti[modifica | modifica wikitesto]
Viene insegnato presso l'esercito israeliano[1] e la polizia di Los Angeles,[2] nonché agli operatori di sicurezza negli aerei di linea in Italia.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]
^ (EN) Elite soldiers fight it out in IDF’s first-ever Krav Maga tournament, idfblog.com, 27 maggio 2013.
^ Salvatore Santangelo, Sono ancora poliziotti?, huffingtonpost.it, 18 agosto 2014.
^ Massimo Lugli, In volo con gli sceriffi dell'aria. "La sicurezza è una missione", in la Repubblica, 23 giugno 2002, p. 5, sez. Roma.
Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]
Imi Lichtenfeld
Tate Krav Maga
Autodifesa
Combattimento corpo a corpo
Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]
Collabora a Wikimedia Commons Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Krav Maga


[mostra]
V · D · M
Arti marziali e sport da combattimento per Paese o territorio d'origine
Controllo di autorità GND: (DE) 4739540-0
Categoria: Arti marziali israeliane| [altre]
Menu di navigazione
Accesso non effettuatodiscussionicontributiregistratientraVoceDiscussioneLeggiModificaModifica wikitestoCronologiaRicerca

Cerca all'interno di Wikipedia
Vai
Pagina principale
Ultime modifiche
Una voce a caso
Vetrina
Aiuto
Sportello informazioni
Comunità
Portale Comunità
Bar
Il Wikipediano
Fai una donazione
Contatti
Strumenti
Puntano qui
Modifiche correlate
Carica su Commons
Pagine speciali
Link permanente
Informazioni pagina
Elemento Wikidata
Cita questa voce
Stampa/esporta
Crea un libro
Scarica come PDF
Versione stampabile
In altri progetti
Wikimedia Commons
In altre lingue
বাংলা
Cymraeg
Deutsch
Ελληνικά
English
Français
Scots
ייִדיש
中文
Altre 52
Modifica collegamenti
Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 5 nov 2017 alle 01:21.
Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo; possono applicarsi condizioni ulteriori. Vedi le condizioni d'uso per i dettagli.
Imi Lichtenfeld
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Imi Lichtenfeld
Grand masters small talk.jpg
Imi Lichtenfeld (sinistra)
Nome Imre Emerich Lichtenfeld
Nazionalità Israele Israele
Lotta Wrestling pictogram.svg
Pugilato Boxing pictogram.svg
Imre Emerich Lichtenfeld, noto come Imi anche con il nome ebraico Imi Sde-Or (Budapest, 26 maggio 1910 – Netanya, 9 gennaio 1998), è stato un artista marziale e militare israeliano, noto per essere stato il fondatore del metodo di combattimento e autodifesa krav maga.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]
Nacque a Budapest nel 1910 in una famiglia ebraico-ungherese ma crebbe a Presburgo (in ungherese: Pozsony, in slovacco: Bratislava). Fondamentale per l'educazione di Imi fu la figura del padre, Samuel Lichtenfeld, un acrobata circense esperto di lotta e sollevatore di pesi ed, in seguito, ispettore capo di un dipartimento investigativo della polizia.

In questo clima, sin da piccolo si mostrò una persona polivalente e, grazie al padre, Imi si appassionò all'arte circense (a 13 anni entrò a far parte di un circo itinerante), al nuoto e agli sport da combattimento, praticando boxe e wrestling, ove ottenne notevoli risultati (nel 1928 vinse il campionato giovanile di lotta libera in Cecoslovacchia e nel 1929 fu campione nazionale di lotta nella categoria Seniores e campione internazionale di pugilato). Esercitò anche ginnastica acrobatica, arti marziali come judo e jujitsu e partecipò a vari spettacoli teatrali, dedicandosi all'arte drammatica. Gli anni successivi furono un susseguirsi di successi sportivi che testimoniano la sua incredibile predisposizione per gli sport da combattimento, trovandosi ad affinare le sue tecniche di combattimento per le strade, infatti, assieme ad alcuni amici.

Negli anni trenta, le persecuzioni naziste contro gli ebrei di Bratislava imperversarono rapidamente e Imi Lichtenfeld, assieme ad altri lottatori della sua estrazione etnica, si impegnò nell'affrontare gli aggressori. Fu proprio questa esperienza a far capire ad Imi che la lotta di strada è una situazione ben diversa dal confronto sportivo e, in base alla pratica in queste circostanze, iniziò a sviluppare un proprio sistema di combattimento, adatto per affrontare i pericoli della vita quotidiana. Costituì anche un gruppo che si addestrava specificatamente a scontri con le bande sempre più numerose di antisemiti.

Imi, a seguito dell'occupazione nazista in Cecoslovacchia, per sfuggire all'olocausto fu costretto a fuggire assieme ad altri uomini lasciando Bratislava ed andando in Palestina (all'epoca sotto Mandato Britannico) nel 1940, dopo un viaggio molto travagliato (rischiò di perdere la vita per salvare alcune persone cadute dall'imbarcazione ed essa fu distrutta poi da forti correnti d'aria mentre si stava dirigendo a Creta).

Nel 1944 partecipò alla costituzione del neonato esercito israeliano, addestrando diverse unità di élite di Haganah e Palmach. Per oltre vent'anni mise a disposizione della forza di difesa israeliana la propria esperienza nel combattimento contribuendo a forgiare la leggenda delle unità speciali israeliane. Dopo anni passati al servizio dell'esercito si ritirò non rinunciando però a diffondere le tecniche apprese e raffinate negli anni.

Dopo la nascita dello stato di Israele nel 1948, divenne istruttore capo per l'addestramento fisico delle Forze di Difesa Israeliane. Proprio in questo periodo, Lichtenfeld, grazie alle sue esperienze di lotta maturate sia nelle competizioni sportive che per la strada, introdusse un sistema efficace e, allo stesso tempo, da apprendere in breve tempo: il krav maga.

Dopo essersi ritirato dal servizio militare nel 1964, Imi iniziò ad adattare il krav maga a metodo di difesa personale ed estendendolo anche alle forze di polizia e ai civili, a persone di ambo i sessi e di qualsiasi età. Per diffondere la sua disciplina, fece istituire due scuole a Tel Aviv e a Netanya, la città dove viveva.

Imi Lichtenfeld Signature.jpeg
Nel corso degli anni, vennero aperte sempre più scuole di krav maga, in modo da diffonderlo in tutto il mondo. Nel 1978, Lichtenfeld istituì la I.K.M.A. (Israeli Krav Maga Association), associazione atta alla promozione e divulgazione di questo metodo in Israele. Nel 1995 costituì la IKMF (International Krav Maga Federation) per diffondere in modo professionale il Krav Maga nel mondo. Dopo aver ricevuto numerosi riconoscimenti, morì nella città di Netanya il 9 gennaio del 1998.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]
Nathan Brown, The Everything Krav Maga for Fitness Book, Adams Media, 2007, ISBN 1-59869-424-3.
Ron Shillingford, Andrea Tranquilli, Combattimento a Mani Nude, Edizioni Mediterranee, 2002, ISBN 88-272-1329-5.
Tate Krav Maga
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Niente fonti!
Questa voce o sezione sull'argomento arti marziali non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti.
Puoi migliorare questa voce aggiungendo citazioni da fonti attendibili secondo le linee guida sull'uso delle fonti.
Abbozzo arti marziali
Questa voce sull'argomento arti marziali è solo un abbozzo.
Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia.
Il Tate Krav Maga è un metodo di combattimento israeliano derivato dal krav maga.

Quest'ultimo è stato sviluppato per essere impiegato in ambienti militari e si adatta poco all'uso nella vita civile. Il tipo di tecniche che lo caratterizzano mira infatti all'annientamento dell'avversario.

Il tate krav maga ha sviluppato tecniche più adatte all'uso quotidiano, laddove le leggi della civile convivenza non permettono di reagire per uccidere, salvo casi eccezionali. Con il termine "tate" si indica proprio lo studio di alcuni maestri di krav maga per adeguare i colpi di questo metodo di combattimento, mitigandone le conseguenze per l'avversario.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]
Autodifesa
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Niente fonti!
Questa voce o sezione sull'argomento voci comuni non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti.
Puoi migliorare questa voce aggiungendo citazioni da fonti attendibili secondo le linee guida sull'uso delle fonti. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento.

Tecniche di autodifesa descritte da un manuale della Marina Militare italiana
Con autodifesa, o difesa personale, si indica la capacità di difendersi dai pericoli e dalle minacce alla propria integrità fisica e psichica.

Essa può consistere anche nel saper gestire o evitare una disputa (non necessariamente sfociante in aggressione di tipo fisico e/o verbale) tra individui prima che essi, per svariati motivi, possano giungere ad uno scontro. Generalmente, gli ordinamenti giuridici moderni prevedono una scriminante collegata all'esercizio della difesa personale - ossia la legittima difesa - ma solo a precise condizioni e presupposti.

Indice  [nascondi]
1 Caratteristiche
2 Sistemi di difesa personale
3 Note
4 Voci correlate
5 Altri progetti
6 Collegamenti esterni
Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]
La difesa personale comprende tecniche e strategie per la difesa dalle aggressioni, a livello fisico, psicologico e verbale. In tema di autodifesa un concetto molto importate è quello della prevenzione che serve ad evitare inutili situazioni di rischio per la persona. La difesa personale deve quindi essere vista come una cultura di prevenzione adatta a tutti. Lo studio della difesa personale ha lo scopo di aumentare la fiducia in sé stessi e di far conoscere i vari tipi di rischi e violenze.

L'attività di difesa personale parte da due filosofie essenziali:

essere preparati;
serve solo per difesa e mai per offesa (per rispettare le normative vigenti).
Nella difesa personale a differenza che negli sport da combattimento/arti marziali agonistiche:

non esistono tecniche proibite;
la durata: mentre l'allenamento sportivo prepara l'atleta ad affrontare incontri molto lunghi, suddivisi magari in più round, quello di autodifesa prepara l'allievo ad affrontare scontri che magari possono durare pochi secondi. Lo scopo non è ovviamente quello di totalizzare più punti dell'avversario, ma quello di terminare lo scontro a proprio favore e nel più breve tempo possibile.
Sistemi di difesa personale[modifica | modifica wikitesto]
Le attività rivolte al miglioramento della difesa personale sono molte.

Si evidenziano, in particolare:

studio approfondito ed utilizzo del corretto atteggiamento mentale;
studio di arti marziali e/o di sport da combattimento;
uso di articoli dissuasivi (es. spray al gas OC);
conseguimento di licenza di porto d'armi, per l'acquisto, detenzione e possesso di armi;
ricorso all'opera di terzi soggetti quali guardie del corpo e/o di investigatori privati;
tecniche di difesa verbale e/o psicologica e di controllo della paura.[1]
Per quanto riguarda lo studio delle arti marziali e degli sport da combattimento si consiglia lo studio di sport da combattimento e arti marziali più complete possibili (come ad es. le MMA) che abbiano forme competitive dove sia possibile testare l'efficacia delle tecniche apprese contro avversari non collaborativi.

Per quanto riguarda gli articoli dissuasivi come spray urticanti, (generalmente, al gas OC) ed altri dispositivi (come taser, e tirapugni) ci sono stati a livello mondiale diversi dibattiti in proposito. Per il possesso e porto di armi le prescrizioni infatti si fanno più severe. È necessario il porto d'armi (almeno nel caso in cui si voglia portare con sé o trasportare l'arma) che viene rilasciato a fronte di molti documenti, non ultimo la verifica di pendenze penali.

Spesso si trovano, disponibili in commercio, diversi dispositivi dissuasivi concepiti per esigenze di difesa personale, tuttavia in alcuni Stati del mondo vi potrebbero essere problemi legali nel porto e nell'utilizzo di tali oggetti, anche se formalmente non qualificati come armi. Una alternativa può essere costituita dall'ingaggio di guardia del corpo, per la quale non ci sono prescrizioni medico/tecniche tranne la valutazione della reale necessità a causa del peso economico che potrebbe comportare, non ha sempre in tutti gli Stati formale riconoscimento giuridico.

Note[modifica | modifica wikitesto]
^ Si pensi, ad esempio, al metodo Hege in tema di mobbing o alla teoria del meccanismo di difesa nella psicoanalisi.
Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]
Aggressione
Arti marziali
Combattimento corpo a corpo
Gas OC
Guardia del corpo
Investigatore privato
Legittima difesa (diritto)
Licenza di porto d'armi
Meccanismo di difesa
Sicurezza
Sport da combattimento
Street Fighting
Violenza Combattimento corpo a corpo
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Corpo a corpo" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Corpo a corpo (disambigua).
Niente fonti!
Questa voce o sezione sull'argomento guerra non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti.
Puoi migliorare questa voce aggiungendo citazioni da fonti attendibili secondo le linee guida sull'uso delle fonti. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento.
Voce da controllare
Questa voce o sezione sull'argomento guerra è ritenuta da controllare.
Motivo: vedi discussione
Partecipa alla discussione e/o correggi la voce. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento.
La locuzione combattimento corpo a corpo indica una modalità di combattimento ravvicinato, tra due o più persone.

Essa viene utilizzata in special modo per confronti con esiti mortali, come nei combattimenti militari o di duello. Ciò lo distingue dalla disciplina sportiva (sport da combattimento), quest'ultima praticata anche per scopi di autodifesa.

La frase indica generalmente un tipo combattimento a mani nude disarmato, o che va ad utilizzare delle armi bianche o ad energia muscolare, quali manganelli, lame, fucili muniti di baionette.

Indice  [nascondi]
1 Storia
2 Caratteristiche
3 Stili e tipologie
4 Utilizzo
5 Note
6 Voci correlate
Storia[modifica | modifica wikitesto]
Le organizzazioni militari hanno sempre istruito i propri soldati nel combattimento disarmato da affiancare al combattimento armato. I soldati Cinesi sono stati addestrati nel combattimento disarmato fin dalla Dinastia Zhou (1022 a.C. - 256 d.C.).

L'addestramento rimase anche dopo cambiamenti tecnologici importanti nei conflitti quale l'uso della polvere da sparo nelle guerre napoleoniche, la mitragliatrice nella guerra russo-giapponese e nella guerra di trincea della Prima guerra mondiale. Per esempio, un metodo di combattimento corpo a corpo come quello con l'uso della baionetta è rimasto comune nell'addestramento militare moderno, benché l'importanza di addestramento convenzionale sia notevolmente declinata dopo il 1918.

Durante la seconda guerra mondiale, il combattimento con la baionetta non è stato sempre insegnato alle reclute: dal 1944 i fucili tedeschi cominciarono ad essere prodotti senza alette per l'innesto della baionetta.

Il combattimento corpo a corpo è passato in secondo piano dopo la Seconda guerra mondiale, ma insurrezioni e conflitti come la guerra del Vietnam, conflitti di bassa entità e guerra urbana hanno messo in evidenza l'utilità di addestrarsi in questa disciplina.

La tecnica di combattimento ravvicinato con le armi è denominato Close Quarters Battle CQB se coinvolge una squadra o un plotone, o Military Operations on Urban Terrain MOUT a livelli tattici elevati.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]
Queste arti di combattimento sono abilità militari essenziali anche nella guerra moderna. Le armi da fuoco possono essere perse o rotte, o possono non riuscire ad essere imbracciate. Quando le forze amiche e nemiche vengono a scontrarsi in campi ristretti e confusionali in cui le armi da fuoco e le granate non sono utilizzabili, l'abilità di combattimento corpo a corpo si trasforma in un bene vitale.

Vi sono antiche tradizioni di combattimento corpo a corpo. La maggioranza delle culture ha i propri dati storici particolari relativi al combattimento ravvicinato e specifici metodi di pratica.

Ci sono molte varietà all'interno delle arti marziali, compresa la boxe. Altre varianti includono i combattimenti dei gladiatori di Roma antica e degli eventi medioevali di torneo come le giostre.

Stili e tipologie[modifica | modifica wikitesto]
I vari tipi e sistemi di combattimento corpo a corpo sono il frutto del lavoro di dozzine e perfino di centinaia di istruttori dedicati e personali, conosciuti e sconosciuti. Altri sistemi di combattimento corpo a corpo moderni che hanno le loro origini nell'ambiente militare sono il cinese San Shou, il sovietico Sambo, il russo Systema, gli israeliani Kapap, Kalah, Hashita [1] e Krav Maga e l'italo-americano Wilding.

Il combattimento urbano in ambito, così come viene insegnato dai tempi della Seconda guerra mondiale, è stato in gran parte codificato da William Ewart Fairbairn e Eric Anthony Sykes, conosciuti principalmente per aver creato il coltello da combattimento Fairbairn-Sykes.

Fairbairn e Sykes lavorarono a Shanghai nella Polizia Municipale e contribuirono ad insegnare alle forze armate britanniche una tecnica rapida, efficace e semplice per combattimento con o senza armi in situazioni di mischia. Addestramento simile è stato fornito ai commando britannici, alla Brigata del diavolo, all'OSS, ai Rangers dell'esercito di Stati Uniti ed ai Raiders di Marina. Fairbairn chiamò questo sistema Defendu e scrisse varie pubblicazioni su di esso, come fece il suo collega americano Rex Applegate.

Attualmente la maggior parte delle forze speciali militari e dei corpi speciali delle forze di polizia (teste di cuoio) studiano e si allenano nelle arti marziali miste (MMA).

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]
Nella maggior parte dei casi il combattimento corpo a corpo viene insegnato ad agenti di polizia, per le arti marziali o per il combattimento sportivo, ma vi sono molti casi in cui vengono addestrati anche i civili per l'autodifesa.

La specializzazione e lo stile di addestramento al combattimento vengono sviluppati sia per corpi speciali addestrati per combattere in guerra, ad esempio i corpi d'élite e i commando: unità che tendono ad avere un addestramento molto più completo sul combattimento ravvicinato che la maggior parte degli altri militari, che per uomini che operano in contesti civili. In Italia ad esempio corpi di polizia istruiti alla disciplina sono i NOCS o il Gruppo di Intervento Speciale dei Carabinieri.

Note[modifica | modifica wikitesto]
^ HASHITA ITALIA Home Page Difesa Personale, su www.hashita-italia.it. URL consultato il 27 febbraio 2017.
Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]
Arma bianca
Arma contundente
Autodifesa
Combattimento
Sport da combattimento
[mostra]
V · D · M
Arte marziale
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Arti marziali)
Con arte marziale si intende un insieme di pratiche fisiche e mentali legate al combattimento. Originariamente utilizzate per aumentare le possibilità di vittoria del guerriero in battaglia, oggi sono una forma di percorso di miglioramento individuale e di attività fisica completa oltre che difesa personale.

Il termine è entrato nell'uso comune agli inizi degli anni sessanta quando vennero introdotte in occidente le arti marziali orientali e talvolta viene associata solo a queste ed in particolare alle arti marziali cinesi, giapponesi e coreane. In realtà già dal 1500 i sistemi di combattimento in Europa venivano definiti in questo modo, un manuale inglese di scherma del 1639 in particolare lo utilizzava riferendosi specificatamente alla "scienza e arte" del duello di spade, facendolo derivare dal latino poiché "arte marziale" significa letteralmente "arte di Marte", il dio romano della guerra.[1]

Oggi, le arti marziali vengono studiate per varie ragioni: ottenere abilità di combattimento, autodifesa, sport, salute fisica e forma di ginnastica, autocontrollo, meditazione, responsabilizzazione sull'uso della forza, acquisire confidenza col proprio corpo, sicurezza nelle proprie capacità e consapevolezza dei propri limiti. A questo scopo in Giappone e in Cina, si pratica il taiso un particolare tipo di allenamento associato alla preparazione atletica di chi pratica arti marziali. Alcune arti marziali sono considerate "tradizionali" e sono legate ad uno sfondo etnico, religioso o culturale, mentre altre sono moderni sistemi sviluppati da un fondatore o da un'associazione.

Indice  [nascondi]
1 Varianti e scopi
1.1 Per focalizzazione tecnica
1.2 Per applicazione o intento
2 Storia e diffusione
2.1 Arti marziali in Asia orientale
2.2 Arti marziali in Europa
2.3 Arti marziali nelle Americhe
2.4 Arti marziali in Africa
3 Note
4 Voci correlate
5 Altri progetti
6 Collegamenti esterni
Varianti e scopi[modifica | modifica wikitesto]
Esiste una grande varietà di arti marziali sviluppate in luoghi e periodi molto diversi tra loro. In generale, esse condividono un obiettivo comune: sconfiggere fisicamente una persona, o difendersi da un'aggressione fisica. In molte arti marziali, l'apprendimento va al di là dell'abilità di combattimento, includendo l'accrescimento delle capacità fisiche e mentali.

Le arti marziali possono essere suddivise sulla base di vari criteri, fra i quali:

arti tradizionali o storiche (e stili contemporanei di lotta popolare) rispetto a moderni sistemi ibridi o sistemi di difesa personale militari o paramilitari.
Origine regionale, soprattutto Arti Marziali Orientali rispetto ad Arti Marziali Occidentali.
Tecniche insegnate: combattimento armato o a mano nuda, e all'interno di questi per tipo di arma (scherma, bastone ecc.) o tipo di combattimento (lotta o percussioni); combattimento in piedi o combattimento al suolo).
Per applicazione o intento: autodifesa, sport da combattimento, coreografia o dimostrazione di forma, ginnastica, meditazione ecc.
Nella tradizione delle arti marziali cinesi: stili "esterni" o "interni".
Una caratteristica comune delle arti marziali è la codifica di tecniche di combattimento. Un metodo tradizionale di insegnamento, soprattutto nelle arti marziali dell'Asia orientale, è la "forma" (in cinese: lu 路, in giapponese: kata 型). Questa è una sequenza di tecniche prestabilite da eseguire contro uno o più avversari immaginari; in alcune discipline sono presenti forme in cui due o più praticanti si affrontano.

In generale, nei vari sistemi di combattimento si utilizzano una o più delle seguenti tecniche: tecniche di mano (pugni, mano aperta, gomiti), tecniche di gamba (calci, ginocchia), prese, proiezioni, leve articolari, pressione su punti vitali, armi.

Per focalizzazione tecnica[modifica | modifica wikitesto]
Disarmato
Le arti marziali a mano nuda possono essere raggruppate in quelle che si focalizzano sull'uso di colpi e quelle lottatorie, oltre che quelle che coprono entrambi i campi (spesso all'interno del contesto delle arti marziali ibride).

Percussioni

Pugno: Pugilato, Wing Chun, kudo,Panantukan
Calcio: Capoeira, Taekwondo, vari stili di Kung Fu, kudo
Altri tipi di colpo: Kaisendo, Karate, Shorinji Kempo, Muay Thai, Savate, Kickboxing, Sanshou, Wushu, Krav Maga, Wilding, Systema, Hek Ki Boen Wing Chun, kudo.
Lotta

Proiezione: Aikido, Glima, Hapkido, Judo, Sambo, Jujitsu, kudo, Kaisendo.
Sottomissione: Jujitsu, Judo, Kaisendo, Hapkido, Brazilian Jiu-Jitsu, kudo, Army Combatives
Immobilizzazione: Aikido, Judo, Jujitsu, Wrestling, Sambo, Brazilian Jiu-Jitsu, kudo.
Armato
Le arti marziali tradizionali che allenano il combattimento armato spesso includono un largo spettro di armi bianche, fra cui spade e armi inastate. Queste tradizioni si ritrovano soprattutto in arti come eskrima, silat, Kalarippayattu, kobudo e scherma tradizionale, specialmente quelle del rinascimento italiano e del rinascimento tedesco. Varie forme di arti marziali cinesi includono armi come parte del loro curriculum.

A volte, allenarsi con un'arma specifica può essere considerato uno stile di arti marziali di suo. Questo accade soprattutto nelle arti marziali giapponesi con discipline come il Kendo, lo Iaido ed il kenjutsu (spada), il Jodo ed il bojutsu (bastone) o il kyudo (arco). Similarmente, le arti marziali occidentali e gli sport da combattimento includono le discipline della scherma moderna e sistemi di combattimento col bastone come la canne de combat o il singlestick, nonché il tiro con l'arco.

Per applicazione o intento[modifica | modifica wikitesto]
Discipline orientate al combattimento
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Sport da combattimento e Difesa personale.
Nelle arti marziali occidentali, l'obiettivo principale è sempre principalmente la sconfitta di un avversario, soprattutto il suo annientamento per sopravvivere in un contesto di difesa personale o in uno scontro armato in un campo di battaglia, ma anche la semplice dimostrazione di superiorità tramite un duello, all'arma bianca (scherma tradizionale) o a mani nude ("noble art of self defense"[2][3]). Con lo sviluppo delle armi da fuoco e la regolamentazione di leggi sui diritti civili che limitavano o condizionavano certe pratiche, le arte marziali in occidente si sono gradualmente trasformate in particolari sport da combattimento (come la scherma sportiva, la lotta olimpica o il pugilato) oppure sono riemerse con la connotazione dei cosiddetti "metodi" o "sistemi" difesa personale (come Kaisendo, CQB, krav maga, combatives, kepap, hashita, wilding o sambo) per far fronte a esigenze di autodifesa in un contesto urbano o per scontri da strada.

Le arti marziali orientali in genere considerano il confronto fisico giustificabile solo come mezzo di difesa. Molte di loro per contrappeso possono risultare connesse anche con la religione e la spiritualità. Numerosi sistemi sono stati fondati o diffusi o praticati da vari tipi di monaco, per esempio. Per esempio, il gatka è un'arte marziale armata creata dai sikh della regione del Punjab, mentre la casta dei Kshatriya hanno un'altra loro corrispettiva arte marziale chiamata Shastar vidya. Gli stili giapponesi, quando si preoccupano delle qualità non fisiche del combattimento, vengono influenzate fortemente dalla filosofia zen. Concetti come "mente vuota" o "mente del principiante" sono ricorrenti. L'Aikido, per esempio, può avere una forte connotazione filosofica sul flusso dell'energia e sullo scaturire della pace, come idealizzato dal suo fondatore Morihei Ueshiba. Le arti marziali coreane pongono enfasi sullo sviluppo filosofico e spirituale del praticante. Un tema ricorrente in molti stili coreani, come il taekkyeon e il taekwondo, è il valore della "pace interiore" in un praticante, raggiungibile solo tramite la meditazione individuale e l'allenamento.

La disciplina russa del Systema mostra tecniche di respirazione e rilassamento, come elementi del pensiero della chiesa ortodossa russa, per raggiungere la consapevolezza di sé e la calma interiore, oltre che per rendere beneficio al praticante secondo vari livelli: fisico, psicologico e spirituale.[4]

Molte arti marziali, soprattutto asiatiche, includono nel loro insegnamento anche pratiche di medicina tradizionale. Questo è prevalente soprattutto nelle arti marziali indiane tradizionali che possono insegnare varie forme di medicina indiana tradizionale.[5] Le arti marziali tradizionali cinesi insegnano alcuni aspetti della medicina tradizionale cinese come il qigong, l'agopuntura, e l'agopressione.

Alcune arti marziali in varie culture possono essere praticate in una forma simile alla danza per varie ragioni, come per evocare la ferocia in preparazione della battaglia o come dimostrazione di abilità in una maniera stilizzata (quest'ultimo motivo fa sì anche che varie arti marziali si concentrino sull'esecuzione di forme o su coreografie). Alcune discipline incorporano musica, soprattutto percussioni ritmiche.

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Danza di guerra.
Storia e diffusione[modifica | modifica wikitesto]
La storia delle arti marziali è a doppia faccia, una militare ed una sportiva, a loro volta derivanti dalle esigenze più primordiali degli insediamenti umani e cioè la caccia e la difesa del territorio. Esse definivano rispettivamente il rapporto dell'uomo con l'ambiente e con altri uomini. In entrambi i casi, privo di armi naturali obiettivamente pericolose, l'uomo dovette ricorrere allo sviluppo tecnologico per la sopravvivenza.[6]

La storia delle arti marziali di tutto il mondo è complessa. Molti gruppi di persone hanno avuto bisogno di difendersi in qualche momento e hanno per questo sviluppato tecniche di combattimento. Sebbene queste tecniche di combattimento si siano rivelate col tempo obsolete, soprattutto con l'avvento delle armi da fuoco, le arti marziali sono sopravvissute. Questo è in parte dovuto all'importanza culturale che le arti marziali hanno rivestito in determinate aree, e in parte alle loro funzioni di ginnastica e allenamento fisico e mentale; altri motivi sono l'applicazione sportiva che alcune di queste hanno assunto col tempo, e l'utilizzo che ne viene fatto nell'addestramento militare di alcuni paesi.

Arti marziali in Asia orientale[modifica | modifica wikitesto]

Praticare arti marziali è ancora un'usanza molto diffusa in Cina
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Arti marziali cinesi, Arti marziali coreane e Arti marziali giapponesi.
La scarsa presenza di fonti storiche riguardanti le arti marziali in Asia non ci permette di stabilire con esattezza la nascita e l'evoluzione di queste arti. Si sa però che la maggior parte di esse deriva per lo più da alcune tecniche di lotta della Cina del nord sviluppatesi durante la dinastia Zhou (XI-III secolo a.C.). Da queste prese forma una serie di tecniche di combattimento che già allora erano considerate un'arte e che durante la dinastia Han (206 a.C. - 220 d.C.) venivano chiamate Chi Ch'iao, che significa "abilità e talento", o Shou Po, ossia "mano che colpisce a pugno".

Le tecniche di lotta diffuse in Cina entrarono in contatto con i principi filosofici del Buddhismo Chán intorno al VI secolo d.C.; questo incontro si fa tradizionalmente risalire all'arrivo del leggendario monaco Bodhidharma nel tempio di Shaolin, anche se questo avvenimento si confonde con la leggenda. I principi filosofici del buddhismo influenzarono moltissimo le arti marziali in Cina e in Giappone, elevandole da semplici metodi di combattimento ad arti per la ricerca della perfezione fisica e spirituale. Con la successiva diffusione di queste elaborate arti marziali per tutta la Cina, avvenne una gran differenziazione dovuta all'incontro con altre filosofie come il Taoismo e il Confucianesimo e alle condizioni geografiche in cui andarono a svilupparsi. Fu forte l'influenza che queste arti marziali provenienti dalla Cina ebbero sulle nascenti arti marziali nel resto dell'Asia.

L'insegnamento delle arti marziali in Asia ha storicamente seguito il tradizionale principio insegnante-discepolo, comune ad ogni tipo di apprendimento. Gli studenti apprendono attraverso uno stretto sistema gerarchico al cui vertice sta il maestro:

Sensei (先生?) in giapponese;
老師T, lǎo shīP, Lao ShihW, letteralmente "vecchio maestro" o 師傅T, Shī fuP, Shih fuW, letteralmente "maestro padre" in cinese;
Sabeomnim (사범님?) in coreano;
Guru (गुरू) in hindi;
Kallari Gurukkal in malayalam dell'India meridionale.
In alcune arti marziali influenzate dal confucianesimo, gli studenti più anziani sono considerati come fratelli e sorelle maggiori, quelli più giovani come fratelli e sorelle minori. Tali intime relazioni servono per formare un buon carattere, pazienza e disciplina.

Nella tradizione di alcune arti marziali gli studenti devono ricevere una certificazione da un maestro che gli permette di continuare negli studi; in altri sistemi, specialmente in Cina, lo studente non riceve alcuna certificazione rimanendo semplicemente per anni sotto la continua guida e valutazione di un maestro. Questa pedagogia, che è ancora preservata e rispettata in molti stili tradizionali, si è indebolita a vari gradi in altri ed è stata completamente rifiutata da alcune scuole, soprattutto in occidente.

In occidente l'interesse per le arti marziali dell'Asia orientale è iniziato alla fine del XIX secolo, a causa dell'incremento degli scambi commerciali tra l'America e Cina e Giappone. Le prime dimostrazioni di arti marziali erano fatte da asiatici negli spettacoli vaudeville, e questo le rese, agli occhi degli occidentali, mere esibizioni drammatiche. Con la permanenza in Giappone di molti militari statunitensi dopo la Seconda guerra mondiale, cominciò l'adozione in occidente di alcune tecniche e poi successivamente dell'intero sistema delle arti marziali, e dagli anni sessanta arti giapponesi come il karate e il Jūdō divennero molto popolari. Allo stesso modo, con la guerra in Corea, l'esercito statunitense ebbe la possibilità di scoprire la principale arte coreana, il Taekwondo, e farla conoscere in occidente. Dagli anni settanta il cinema di Hong Kong cominciò ad interessarsi alle arti marziali cinesi (lì fu coniato il termine Kung-fu per queste arti), soprattutto grazie alle grandi capacità dell'attore Bruce Lee, inventore del Jeet Kune Do, sulla base degli insegnamenti del maestro Yip Man nello stile da combattimento Wing Chun, il quale contribuì enormemente alla diffusione del genere dapprima negli USA e successivamente nel resto del mondo. Già dagli anni ottanta i film di kung fu divennero un grande successo anche ad Hollywood.

Anche in altre regioni dell'Asia si sono sviluppate complesse arti marziali che a loro volta si suddividono in svariati stili, che sono molto meno noti in occidente. Tra esse va citata lo sport da combattimento thailandese denominato Muay Thai noto per via di alcune pellicole cinematografiche (come Ong Bak). In Indonesia si trovano un gran numero di arti che vanno sotto il nome di Silat, tra cui il Kateda e il Sindo. In India si trova la complessa arte del Kalarippayattu, in Malesia il Kuantao, in Vietnam i più noti Vovinam Viet Vo Dao e Thuật Cổ Truyền Việt Nam (tra cui Lam Sơn võ đạo, Hóa Quyền Đạo- Phakwondo, Bình Định, Tây Sơn, Hồng Gia Việt Nam, Nhat-Nam, Sa Long Cương). È difficile stabilire le origini di queste arti, che alcuni ritengono siano nate in questi luoghi, ma che hanno molti aspetti in comune con le più antiche arti provenienti dalla Cina, ad eccezione delle arti marziali indiane che sembrano essere ancora più antiche, o delle arti marziali malesi, indonesiane e filippine (Kali, Arnis, Eskrima) che hanno effettivamente una discendenza diversa, soprattutto indiana ed araba pur avendo successivamente assorbito anche dalle arti cinesi con le quali sono venute in contatto.

Arti marziali in Europa[modifica | modifica wikitesto]

Il pugilato era praticato già nell'Antica Grecia

Il manoscritto MS I.33, datato circa al 1290, mostra scherma con spada e brocchiero.
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Arti marziali europee.
Alcune forme di arti marziali erano già presenti nelle civiltà classiche europee. Nell'antica Grecia lo spirito di combattimento faceva parte dello stile di vita e il pugilato (pygme, pyx), la lotta (pale) e il pancrazio (pankration, da pan che significa "tutto" e kratos che significa "forza") erano fra le forme di competizione olimpiche più apprezzate. A Roma erano praticate tecniche di pugilato derivanti dal pancrazio e nelle arene si scontravano gladiatori alle volte in combattimenti marziali.

Alcune forme di scherma tradizionale (quelle forme di scherma nate prima delle tre classiche armi da scherma inserite nei giochi olimpici moderni) sono sopravvissute, e molti gruppi stanno lavorando per ricostruire le antiche arti marziali europee. Il processo di ricostruzione avviene attraverso lo studio di dipinti e di rappresentazioni di diagrammi di movimento. Questo è comunque insufficiente a carpire la dinamica di un'arte marziale, e diventano necessari sperimentazioni pratiche. In genere le persone addette alla ricostruzione di un'arte marziale sono esperte anche in un'altra simile che abbia ancora una tradizione viva, dalla quale attingono principi comuni a entrambe.

Molte delle arti marziali praticate in Europa divennero presto obsolete con l'avvento delle armi da fuoco. Alcune come il pugilato, la lotta, la scherma sono sopravvissute divenendo sport. Anche in Italia c'erano diversi tipi di arti marziali, soprattutto quelle legate all'utilizzo di uno o due bastoni, spesso di lunghezze differenti, dato che non era spesso permesso a chi non era nobile di portare la spada. Un esempio sono il bastone genovese, il bastone pugliese o quello siciliano. Quest'ultimo, oggi denominato Liu Bo, era utilizzato prevalentemente dai ceti più poveri per autodifesa, ad esempio contro i briganti durante la dominazione borbonica, ed è ancora praticato. Arti marziali senza armi che sono sopravvissute sino ad oggi includono il pugilato inglese, la lotta olimpica, il savate francese, s'istrumpa sarda. Alcuni sistemi con armi sono sopravvissuti come sport tradizionali e come metodi di autodifesa, e sono ad esempio il Jogo do Pau del Portogallo, e il Juego del Palo delle isole Canarie.

Altre tecniche di arti marziali sono diventate sport a cui noi non diamo più un valore combattivo, tra queste ci sono alcuni esercizi ginnici come il cavallo con maniglie che simula la necessità di un cavaliere di cambiare posizione e di combattere sul dorso di un cavallo. Origini più antiche sono per il getto del peso e il lancio del giavellotto, entrambe armi usate specialmente dai romani, e le tecniche di scherma moderna nelle sue tre specialità: fioretto, spada e sciabola.

Arti marziali nelle Americhe[modifica | modifica wikitesto]
I popoli nativi del Nord America avevano i loro addestramenti marziali che cominciavano sin dall'infanzia. Molti nativi americani si consideravano guerrieri e si allenavano con archi, coltelli, lance, asce e mazze da guerra. Queste ultime erano considerate le armi marziali più nobili, con le quali si disputavano i duelli. I guerrieri acquistavano le loro abilità nell'arco e nella mazza per tutta la loro vita. Secondo le testimonianze storiche più recenti, dimostrarono un'impressionante abilità nell'uso delle mazze da guerra, tanto da essere paragonati ai maestri di spada europei.

Se si escludono le arti di combattimento degli indigeni americani, nel Nord America sono state principalmente importate quelle europee in seguito alla colonizzazione (come la boxe, la scherma e la lotta), e più tardi quelle asiatiche che hanno avuto una notevole diffusione e sviluppo nel XX secolo. Fa eccezione il jeet kune do, lo stile di combattimento elaborato dal celebre artista marziale e attore Bruce Lee. Sebbene fosse considerato dal suo stesso inventore un "non stile", il jeet kune do possiede tecniche e strategie di combattimento proprie. Questo sistema di combattimento si distingue principalmente per il background tecnico essenziale e per essere caratterizzato da movimenti molto fluidi e adattabili. Bruce Lee si ispirò ai principi del pugilato e della scherma ed in piccola misura al wing chun e ad altri stili di combattimento cinesi. Il jeet kune do è principalmente un'arte di combattimento da strada basata sull'attacco e sul contrattacco che mette al primo posto il principio dell'intercettazione.

Nell'America meridionale la più famosa e diffusa arte marziale è la Capoeira, creata dagli immigrati africani in Brasile intorno al XVI secolo. Per evitare di essere puniti dai padroni, gli schiavi neri che praticavano la Capoeira la dissimulavano in una danza. Col tempo questi due aspetti si sono uniti formando un'arte che è a metà tra un ballo acrobatico e una tecnica di combattimento. Un'altra arte marziale di origine brasiliana è il Ju jitsu brasiliano: è lo sviluppo, principalmente ad opera di Carlos ed Hélio Gracie, degli insegnamenti di jiu-jitsu impartiti dal Diplomatico e Maestro Mitsuyo Maeda durante la sua permanenza in Brasile. A metà del secolo scorso ha avuto inizio la diffusione del Vale Tudo.

Arti marziali in Africa[modifica | modifica wikitesto]
Il Moraingy è un'arte marziale tradizionale del Madagascar che ha avuto origine nella costa occidentale dell'isola durante la dinastia Maroseranana (1675-1896) del regno dei Sakalava, che con il tempo si è diffusa in tutto il Madagascar e nelle vicine isole Riunione, Comore, Seychelles e Mauritius.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]
^ John Clements, A Short Introduction to Historical European Martial Arts (PDF), in Meibukan Magazine, Special Edition No. 1, gennaio 2006, pp. 2-4.
^ (EN) the noble art (or science) (of self-defence), su Oxford Dictionaries. URL consultato il 6 giugno 2014.
^ (EN) The Noble Art Of Self Defence 1935, su British Pathé. URL consultato il 6 giugno 2014.
^ Philosophy aspects of Systema, Russian Martial Art - Systema Headquarters. URL consultato il 29 settembre 2011.
^ Internal Kung Fu, Chiflow.com. URL consultato il 7 novembre 2010.
^ Per una storia delle arti marziali
^ Ernest Ratsimbazafy, Moraingy, in Thomas Green e Joseph Svinth (a cura di), Martial Arts of the World: An Encyclopedia of History and Innovation, vol. 2, Santa Barbara (California), ABC CLIO, 2010, pp. 14–18, ISBN 978-1-59884-243-2.
Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]
Autodifesa
Copertura (arti marziali)
Lotta
Ryū (arti marziali)
Sport da combattimento
Iniziazione
Tricking (arte marziale)
Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]
Collabora a Wikiquote Wikiquote contiene citazioni sulle arti marziali
Collabora a Wikimedia Commons Wikimedia Commons contiene immagini o altri file sulle arti marziali
Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]
Arte marziale, in Thesaurus del Nuovo soggettario, BNCF, marzo 2013. Modifica su Wikidata
[mostra]
V · D · M
Arti marziali e sport da combattimento per Paese o territorio d'origine
Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport
Categorie: Arti marzialiSport individuali| [altre]
Il nostro staff tecnico vanta oltre 10 anni di esperienza in materia e si sottopone a continui aggiornamenti presso il Wingate Institute di Israele. Con grande umiltà abbiamo fatto nostri quei principi che hanno caratterizzato il Krav Maga sin dalla sua nascita.
Insegnare il Krav Maga, non significa solo trasmettere meccanicamente delle tecniche ma contribuire a creare una vera e propria mentalità difensiva, basata sulla valutazione ambientale, sulla scelta tattica dei tempi di intervento e su accorgimenti comportamentali efficaci, che accrescono la determinazione e la coscienza dei propri mezzi per ciascun individuo.
Il segreto custodito da KMI si cela nella metodologia di insegnamento e nella trasversalità delle nozioni. Offriamo una possibilità concreta per vincere lo scontro.
I PROSSIMI CORSI
21
Ott
COURSE INSTRUCTOR PRATICTIONER
21/22 ottobre 2017 – 27 maggio 2018
,    Google Map
21
Gen
COURSE INSTRUCTOR GRADUATE
21 GENNAIO 2018 – 22 APRILIE 2018
,    Google Map
Prenota la tua prima prova gratuita:
»
Novembre 2017
LUMAMEGIVESADO  123456789101112131415161718192021222324252627282930   
Powered by WP Booking Calendar
LTIME NOTIZIE FACEBOOK
Krav Maga Italia
KRAV MAGA ITALIA nasce con la volontà di contribuire al miglioramento delle capacità difensive delle persone di qualsiasi età, sesso e condizione sociale attraverso la pratica e l’insegnamento di ciò che è comunemente definito il miglior sistema di DIFESA PERSONALE esistente al mondo. La formazione proposta è mirata all’acquisizione di nozioni necessarie a sviluppare, prima di tutto la capacità di gestire sia situazioni di violenza, improvvisa ed ingiustificata, “da strada” che situazioni estremamente delicate della normale vita quotidiana, quali vessazioni, minacce o paure che minano l’integrità psico-fisica dell’individuo. Insegnare il kravmaga, per noi non significa quindi semplicemente trasmettere meccanicamente delle tecniche, ma contribuire a creare una vera e propria mentalità difensiva, basata sulla valutazione ambientale, sulla scelta tattica dei tempi di intervento e su valutazioni comportamentali efficaci, accrescendo la determinazione e le sicurezza dell’individuo, favorendo una migliore qualità della vita. Un aggressione fisica, deve essere gestita oltre che con le “mani” anche con la mente, i diversi programmi proposti da KRAV MAGA ITALIA vengono spesso integrati con attività di fitness, necessario oltre che a migliorare le perfomance in combattimento e ridurre le negatività. Il segreto custodito da KRAV MAGA ITALIA si cela quindi nella metodologia di insegnamento, nelle tecniche di allenamento e nella trasversalità delle nozioni. Grazie a questa filosofia lo staff tecnico può garantire risultati sorprendenti nell’apprendimento e nell’esecuzione delle tecniche, in tempi davvero rapidi. Il nostro scopo è quello di offrire una possibilità concreta per vincere lo scontro.
Krav Maga Italia is with Max Miranda and 7 others.giovedì, novembre 9th, 2017 at 12:55am
L’allenamento funzionale o cross training è un allenamento a corpo libero, che lavora su tutti i distretti muscolari senza isolarli; è una lotta contro se stessi pura e semplice che spinge a migliorarsi nei gesti di vita quotidiana e nell’ambito di sport prestativi o di combattimento. Un allenamento facile, adatto a tutti (professionisti o amatoriali), veloce e divertente. Un ritorno alle origini per riscoprire le funzioni basilari del corpo e allenare quelle capacità motorie primarie che per tanti anni sono state dimenticate. Siamo nati per correre, saltare, arrampicarci, muoverci! Un allenamento adatto a tutti, indipendentemente dal proprio stato di forma fisica Appuntamento al The Kave, via dell'arcoveggio 74/7 LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ 18.00 - 19.00www.kravitalia.it Info e prenotazioni: 3284531165 #fitforfight #functionaltraining #training #kmi #kravamagaitalia #bologna #corticella #thekave #bolognina
25 6    Guarda su Facebook
Krav Maga Italia is with Alice Bfo and 3 others.mercoledì, novembre 1st, 2017 at 11:17pm
The Kave, via dell'arcoveggio 74/7 Martedì e Giovedì dalle 18.00 alle 19.00 Corso propedeutico femminile, adatto a chi non ha mai praticato alcuna disciplina di combattimento (sportiva o marziale) e vuole avvicinarsi con calma ai nostri concetti base. www.kravitalia.it Aics Direzione Nazionale Stop Violence Against Women - AICS #kravmaga #selfdefence #kravamagaitalia#kravmagabologna #autodifesa #bologna #corticella #thekave #bolognina #castelmaggiore
8 6    Guarda su Facebook
Krav Maga Italiamartedì, ottobre 31st, 2017 at 7:15am
C'è un solo instructor Corso intermedio - The Kave Tutti i lunedì alle 19.30 #kmi #kravamagaitalia #bologna #corticella #thekave #bolognina #hulk #incredibile
12 1    Guarda su Facebook
Krav Maga Italia added 4 new photos.martedì, ottobre 31st, 2017 at 1:15am
Certe giornate non dovrebbero mai finire #KMIshooting #openday #fun&training
+1
1 3    Guarda su Facebook
Krav Maga Italiadomenica, ottobre 29th, 2017 at 3:06am
#bearfitness #kmi #thekave
13 1 1    Guarda su Facebook
Krav Maga Italia added 3 new photos.sabato, ottobre 28th, 2017 at 6:53pm
I nostri venerdì sera Our Friday night #kmidrills #corsoavanzato
2 1    Guarda su Facebook
Powered by Feed Them Social
PARTNER TECNICIPARTNER COMMERCIALIKRAV MAGA ITALIA - Associazione Sportiva Dilettantistica - C.F. 91380980374
I NOSTRI CORSI E LA METODOLOGIA
I nostri corsi hanno come obiettivo l’insegnamento del Krav Maga come tecnica di difesa personale e sono adatti a tutti, senza nessuna preparazione fisica, indipendentemente dall’età, sesso o condizione sociale; sono rivolti sia ai civili che agli operatori di sicurezza (pubblica e privata) e alle forze dell’ordine.
Le lezioni cominciano con un riscaldamento ed esercizi a corpo libero per raggiungere una buona capacità fisica, alla quale segue una seconda fase di spiegazione e pratica delle tecniche e degli aspetti psicologici dell’autodifesa.
L’iscrizione ai corsi è perciò continuativa: i nuovi iscritti possono cominciare in qualsiasi momento; durante l’anno accademico vengono inoltre organizzati eventi come stage, master class e seminari didattici.
La metodologia di allenamento proposta da KRAV MAGA ITALIA trae spunto dal metodo utilizzato presso la struttura formativa più importante di Israele, il WINGATE INSTITUTE, luogo dove Imi attivò, nel 1972 il primo corso ai civili.
L’insegnamento della tecnica, in una prima fase, avviene attraverso un attenta scomposizione della stessa, prestando grande attenzione ai dettagli che la caratterizzano, alla catena cinetica e all’utilizzo delle traiettorie.
Successivamente vengono stimolate le valutazioni ambientali, la determinazione, il miglioramento delle capacità fisiche e il coordinamento motorio.
Gli allievi “anziani” verranno poi indirizzati a sviluppare e a gestire la tecnica e la tattica in qualunque contesto.
Una particolare attenzione viene sempre data alla preparazione fisica, non è infatti possibile ritenere che la capacità difensiva sia uguale per tutti, un corpo allenato offrirà sicuramente una performance migliore, specie in contesti di confronto asimmetrico.
A tal proposito KRAV MAGA ITALIA propone un particolare metodo, appositamente ideato, denominato FIT FOR FIGHT (F4F), di conseguenza vengono proposti anche corsi paralleli di allenamento funzionale.
COME CRESCERE
Nel 1964, dopo aver completato il servizio militare, Imi iniziò ad insegnare a civili che indossavano magliette con loghi militari, successivamente Imi adottò per i propri allievi il Kimono di Judo e il sistema a cinture, e mantenne questo sistema per molto tempo.
Il sistema di gradi a cintura nel Krav Maga, passava da quella bianca per i principianti, fino a quella nera per gli esperti e rossa e bianca per gli istruttori di alto grado. Questo sistema rimase operativo fino agli inizi degli anni novanta, quando il sistema di gradi divenne specifico del metodo ed i kimono furono sostituiti con pantaloni comodi e t-shirt.
A metà degli anni 90, con la grande diffusione del Krav Maga, ogni associazione, scuola e organizzazione diede una propria interpretazione, ideando specifici livelli o gradi e creando personali patch a identificazione del grado. Questo sistema di riconoscimento delle capacità tecniche degli allievi è stato ritenuto più idoneo per un sistema come il Krav Maga, visto che non è un “arte marziale” nella sua accezione più stretta.KRAV MAGA ITALIA ha identificato, anche sulla base di quelli che sono i livelli generalmente condivisi, una suddivisione di 6 gradi per gli allievi.
HEAD INSTRUCTOR

logo_goldDanilo Levote

INSTRUCTOR EXPERT

logo_goldManuel Tagliatti

INSTRUCTOR GRADUATE

logo_goldTommaso Rossini

logo_goldCamillo Fabiani

logo_goldLoris Colpini

INSTRUCTOR PRATICTIONER

logo_goldAlessandro Provvisionato

logo_goldGianluigi Samorè

logo_goldSimone Castrignano

logo_goldMauro Vecchiatini

logo_goldDavide Brustolon

logo_goldLuca Leprotti

logo_goldSergio Mastropasqua

logo_goldClaudio Galvan

logo_goldLorenzo Gavioli

logo_goldMarco Pompili

logo_goldMarco Collini

logo_goldEnrico Corelli

logo_goldPierluigi Bachini

logo_goldFrancesco Di Tolla

logo_goldNicholas Svampa

ASSISTANT INSTRUCTOR PRATICTIONER

logo_goldLuca Marsigliani

COME DIVENTARE ISTRUTTORE KMI

Il raggiungimento del TITOLO DI ISTRUTTORE è un traguardo di grande importanza e responsabilità. Non può essere sottostimato e/o disprezzato, fornendo la certezza ed il pensiero che si possa divenire un punto di riferimento tecnico in poche ore.

KRAV MAGA ITALIA a.s.d. avendo ben presente quale sia la difficoltà ed il sacrificio che insegnare richiede ha ideato un percorso di inserimento alla carriera tecnica della durata di 5 anni (periodo minimo e sufficiente per acquisire ed assimilare le competenze necessarie per essere un valido formatore in ogni condizione) fermo restando che tutta lo STAFF tecnico è obbligato ad un continuo aggiornamento tecnico (in Italia o Estero).

Durante i 5 anni di formazione gli ISTRUTTORI matureranno conoscenza ed esperienza parallelamente.
INSTRUCTOR PRATICTIONER
La qualifica di ISTRUTTORE PRATICANTE viene riconosciuta dopo un esame di selezione che segue un corso di formazione base della durata di 80 ore. L’esame di certificazione è in linea con gli standard valutativi del WINGATE INSTITUTE di Israele.
Terminata la formazione di base, il TECNICO sarà abilitato all’insegnamento di uno specifico settore del programma tecnico e contestualmente sarà tenuto  a frequentare con cadenza regolare sessioni di MANTENIMENTO TECNICO e AGGIORNAMENTO
Il grado di INSTRUCTOR PRATICTIONER si identifica con il logo KMI lato cuore di colore arancione e con la scritta INSTRUCTOR del medesimo colore sulla schiena; su abbigliamento di colore NERO.
INSTRUCTOR GRADUATE
Il grado di INSTRUCTOR GRADUATE è il conseguente passaggio tecnico degli ISTRUTTORI PRATICANTI.
A detta qualifica si accede dopo un periodo di permanenza nel grado di PRATICANTE per un periodo non inferiore ai 24 mesi, aver maturato esperienza nell’insegnamento ed infine aver frequentato le sessioni di aggiornamento calendarizzate inerenti ad uno specifico corso di qualificazione della durata di 40 ore.
L’istruttore GRADUATO può per competenza collaborare alla formazione di futuri istruttori e far parte di specifiche commissioni tecniche
Il grado di INSTRUCTOR GRADUATE si identifica con il logo KMI lato cuore di colore rosso e con la scritta INSTRUCTOR del medesimo colore sulla schiena, su abbigliamento di colore NERO.
INSTRUCTOR EXPERT
Il grado di INSTRUCTROR EXPERT è l’ultimo passaggio della “CARRIERA TECNICA” di un istruttore KMI; il raggiungimento del titolo si ottiene dopo una permanenza minima nel grado di GRADUATO di minimo 36 mesi, aver frequentato i corsi di specializzazione e aggiornamento calendarizzati ed aver frequentato uno specifico corso di 20 ore.
Il grado di INSTRUCTOR EXPERT si identifica con il logo KMI lato cuore di colore oro e con la scritta INSTRUCTOR del medesimo colore sulla schiena, su abbigliamento di colore NERO.
HEAD INSTRUCTOR
Il grado di HEAD INSTRUCTOR è riservato al fondatore dell’associazione e agli INSTRUCTOR EXPERT particolarmente meritevoli dopo un periodo di permanenza nel grado di almeno 3 anni.
Il grado di HEAD INSTRUCTOR si identifica con il logo KMI lato cuore di colore oro e con la scritta INSTRUCTOR del medesimo colore sulla schiena, su abbigliamento di colore NERO.
Krav Maga Italia Shooting Division

Krav Maga Italia ha deciso di ampliare il proprio spettro di attività dedicate alla difesa personale, inserendo il tiro difensivo con arma corta tra le proprie attività.

I corsi, seguiti da istruttori di tiro certificati a livello nazionale, si svolgono prevalentemente durante il fine settimana, presso un campo di tiro sito nel comune di zocca (mo), debitamente attrezzato.

E’ comunque possibile concordare attività anche durante la settimana.

Corsi di tiro e tattiche difensive

i corsi proposti ai soci di krav maga italia sono particolarmente indicati per coloro che vogliono ampliare il loro livello conoscitivo in ambito di utilizzo delle armi da fuoco a scopo difensivo o che vogliono migliorare le loro abilità sportive in quanto sono stati programmati per fornire tutte le nozioni indispensabili ad un maneggio dell’arma rapido ed in piena sicurezza.

i corsi sono stati sviluppati per fornire un ottima base formativa dalla quale poi proseguire nella crescita tecnica e di gestione delle nozioni acquisite attraverso la pratica e l’eventuale frequentazione di corsi di livello intermedio ed avanzato.

suddivisione dei percorsi proposti:

livello base

cenni sulla normativa in materia di detenzione, classificazione e utilizzo delle armi da fuoco
importanza della buffetteria
posizione di tiro, impugnatura, estrazione e puntamento
tecniche di tiro “lento mirato” con tiro ad una e due mani.
livello intermedio

ingaggio multiplo di bersagli a varie distanze
il cambio caricatore tattico e d’emergenza
lo sfruttamento dei ripari (riconoscimento di ripari funzionali)
il tiro da diverse posizioni
tecniche di tiro “istintivo”
livello avanzato

tiro in movimento
gli spostamenti in sicurezza
esercizi di miglioramento delle tecniche acquiste
– tecniche difensive collegate alle armi (protezione dell’arma, disarmo) azioni compiute in “bianco” ovvero in piena sicurezza.
per ragioni legali ed assicurative i corsi proposti da kmi sono riservati esclusivamente a coloro che sono in possesso dei requisiti di legge previsti per il porto/trasporto di un arma e la sua detenzione, ovvero la licenza di porto d’armi (uso sportivo, difesa personale), oppure perché appartenenti ad un corpo di polizia.

per la partecipazioni ai corsi proposti è preferibile possedere il seguente equipaggiamento:

pistola
almeno 1 caricatore di scorta
cintura
fondina esterna e porta caricatore
cuffie e occhiali (eventualmente disponibili presso il campo)Sede The Kave

via dell'Arcoveggio 74/7 Bologna - 40129

Lunedì:

18.00/19.00 Functional Training (istruttore Tommaso Rossini)
19.30/20.30 Krav Maga corso intermedio (istruttore Tommaso Rossini)
20.30/22.00 Krav Maga corso base (istruttore Gianluigi Samorè)
Martedì:

13.30/14.30 Krav Maga corso base (istruttore Gianluigi Samorè)
18.00/19.00 corso propedeutico di Krav Maga femminile (istruttore Tommaso Rossini e Fabiana De Chiara)
21.00/22.30 corso krav maga base (istruttore Tommaso Rossini)
Mercoledì:

18.00/19.00 Functional training (istruttore Tommaso Rossini)
20.30/22.00 Krav Maga corso base (istruttore Gianluigi Samorè)
Giovedì:

14.00/18.00 Tiro dinamico sportivo difensivo (istruttore Danilo Levote)
18.00/19.00 corso propedeutico di Krav Maga femminile (istruttore Danilo Levote)
21.30/22.30 Krav Maga corso base (istruttore Tommaso Rossini
Venerdì:

18.00/19.00 Functional training (istruttore Tommaso Rossini)
19.00/20.00 Krav Maga Drills (istruttore Danilo Levote)
20.00/21.30 Corso avanzato di Krav Maga (istruttore Danilo Levote)
Sabato:

09.00/13.00 Tiro dinamico sportivo difensivo (istruttore Danilo Levote)
14.00/18.00 Tiro dinamico sportivo difensivo (istruttore Danilo Levote)

Nero Factory

Istr. Tommaso Rossini

Vicolo Broglio 1/F, Bologna
Lunedì 21:20 - 22:30
Giovedì 20:00 - 21:00


Palestra OZ TOSCANA



Dati mappa ©2017 Google
Termini e condizioni d'uso
Segnala un errore nella mappa



Mappa
Satellite
2 km


Centro Fitness Artemio Franchi

Istr. Davide Brustolon

Istr. Marco Pompili

V.le P. Nervi 6 (P.sso Stadio Artemio Franchi), Firenze
Martedì e Giovedì 21:30 - 22:30


Istr. Tommaso Rossini

Istr. Alessandro Provvisionato

Via Stalingrado 59, Bologna
Martedì e Venerdì 19:30 - 20:30


Palestra delle Scuole Fortuzzi

Istr. Gianluigi Samorè

Viale Steno Polischi 1, Bologna
Martedì e Giovedì  20:30 - 21:30


Sala Polivalente

Istr. Camillo Fabiani

Piazza Garibaldi 1, Pian di Macina
Lunedì e Venerdì  20:15 - 21:15


Palestra Vitalbi

Istr. Mauro Vecchiatini

Via Fratelli Cervi, Argelato
Mercoledì e Venerdì 20:00 - 21:00
FERRARA E PROVINCIA



Dati mappa ©2017 Google
Termini e condizioni d'uso
Segnala un errore nella mappa



Mappa
Satellite
10 km


Palestra A.s.d. Jujitsu Bondeno

Istr. Claudio Galvan

Istr. Lorenzo Gavioli

Istr. Marco Collini


Via Carlo Ragazzi 22, Bondeno
Lunedì e Giovedì 21:00 - 22:30 CHI SIAMO

KRAV MAGA ITALIA A.S.D. nasce nel 2012 con la volontà di offrire una nuova ed innovativa modalità di insegnamento del KRAV MAGA.

Nonostante l’associazione sia molto giovane il proprio personale tecnico vanta esperienze internazionali e pluriennali nell’insegnamento del metodo; ad oggi KRAV MAGA ITALIA è presente in numerose regioni d’Italia ed è inoltre riconosciuto in diversi Peasi d’Europa e del mondo, tra i quali il Perù e Israele, il Portogallo e Stati Uniti.

Il sistema di allenamento proposto si base su di un percorso strutturato e funzionale, che permette di apprendere già dai primi incontri i rudimenti del metodo, sino al raggiungimento delle competenze necessarie alla piena padronanza delle tecniche, favorendo in ognuno la possibilità di affrontare in modo adeguato ad eventuali situazioni di pericolo, di minaccia e/o di aggressione fisica.  

Il percorso formativo, segue una specifica linea di crescita ed evoluzione tecnica, sottoponendo gli allievi a diversi livelli di stimolazione e apprendimento, sulla base della loro preparazione ed esperienza, fino a eseguire attività in simulazione (S.I.T. Stress Inoculation Training).

KMI è una associazione sportiva riconosciuta ed iscritta a registro CONI, affiliata all’ente di promozione sportiva AICS con cui collabora alla direzione tecnica di settore, in ambito internazionale vanta il riconoscimento del Wingate Institute,  Ente Statale Israeliano.


KRAV MAGA ITALIA nasce con la volontà di contribuire al miglioramento delle capacità difensive delle persone di qualsiasi età, sesso e condizione sociale attraverso la pratica e l’insegnamento di ciò che è comunemente definito il miglior sistema di DIFESA PERSONALE esistente al mondo.

La formazione proposta è mirata all’acquisizione di nozioni necessarie a sviluppare, prima di tutto, la capacità di gestire sia situazioni di violenza, improvvisa ed ingiustificata, altrimenti definita “da strada”, che situazioni estremamente delicate della normale vita quotidiana, quali vessazioni, minacce, fenomeno di violenza intra-familiare o più semplicemente la gestione di stati di ansia che influiscono sull’integrità psico-fisica dell’individuo.

Insegnare il KRAV MAGA, per lo staff tecnico di KMI non rappresenta quindi il solo trasmettere meccanicamente l’impiego di tecniche, ma favorire lo sviluppo di una vera e propria mentalità difensiva, che trae le proprie radici sulla valutazione ambientale, sulla scelta tattica dei tempi di intervento e su valutazioni comportamentali efficaci, accrescendo la determinazione e le sicurezze dell’individuo e favorendo una migliore qualità della vita.

È pensiero di KMI, per altro supportato da ricerche in materia, che un aggressione fisica, per essere risolta, debba essere gestita oltre che con le “mani” anche con la mente.

Per questa ragione KRAV MAGA ITALIA, sviluppa diversi programmi formativi, adattando gli stessi alle caratteristiche intrinseche dei propri allievi e integrandogli con una speciale attività di allenamento fisico (fitness ad alta intensità), necessario a costruire le basi per una migliore gestione delle inevitabili modificazioni fisiologiche, che intervengono in contesti ad alto impatto stressogeno e a ridurre le negatività prodotte dagli eventi.

Il segreto custodito da KRAV MAGA ITALIA si cela quindi nella metodologia di insegnamento, nelle tecniche d’allenamento e nella trasversalità delle nozioni.

Grazie a questa linea d’azione, lo staff tecnico di KMI può garantire risultati sorprendenti nell’apprendimento e nell’esecuzione delle tecniche, in tempi davvero rapidi.

LO STAFF TECNICO


I nostri corsi  vengono condotti esclusivamente da personale altamente qualificato e preparato, abilitato all’insegnamento da una rigida commissione tecnica, e costantemente aggiornato su nuove metodologie di insegnamento, tecniche e materie trasversali.

Per diventare un tecnico KRAV MAGA ITALIA è necessario svolgere uno specifico corso di formazione finalizzato all’acquisizione delle competenze necessarie e svolgere con professionalità e competenza i propri corsi, prestando particolare attenzione non solo alla tecnica ma anche a materie quali diritto (civile e penale), psicologia dell’emergenza, didattica e cultura fisica.


Please specify image url.DANILO
LEVOTE
DIR. TECNICO E PRES. ASSOCIAZIONE

Certificazione Wingate Ins.
Please specify image url.TOMMASO
ROSSINI
VICE DIRETTORE TECNICO

Certificazione nazionale
Please specify image url.MANUEL
TAGLIATTI
CONSIGLIERE TECNICO

Certificazione nazionale
ABBIAMO TUTTO! ISTRUTTORI ALTAMENTE QUALIFICATI, CORSI ATTIVI NELLA TUA CITTÀ E ALLENAMENTI STRUTTURATI ADATTI A TUTTI!

TROVA LA SCUOLA TROVA IL CORSO

ITALIA KRAV MAGA Leader nel territorio per la corretta divulgazione del Krav Maga e dei suoi princìpi
HOME
CHI SIAMO
PROGRAMMI I.K.M
CORSI
KRAV MAGA
VIDEO
EVENTI
CONTATTACI
KRAV MAGA AUTODIFESA

Krav Maga Intro Tutti i nuovi studenti sono incoraggiati a partecipare a questa lezione introduttiva di 90 minuti durante e...

KRAV MAGA AUTODIFESA
HOME
BENVENUTO  IN  ITALIA  KRAV  MAGA

LEADER in ITALIA nella DIVULGAZIONE CORRETTA del KRAV MAGA e dei suoi princìpi

“Sei alla ricerca di un sistema di difesa personale serio e un metodo stimolante per migliorare la tua condizione fisica? Hai trovato il posto giusto”

pic6smallIl Krav Maga è un semplice ed efficace sistema di self defense che trasforma movimenti istintivi in tecniche pratiche e schemi di allenamento realistici. I nostri istruttori ti insegnano come analizzare, prevenire e risolvere un confronto.
La tua condizione fisica migliora insieme alla tua abilità nel difenderti e difendere un’altra persona.
Italia Krav Maga propone i programmi di self defense, fitness e fighting più avanzati in Italia. Sono studiati per chi cerca un metodo che permetta di migliorare la propria condizione fisica integrando nello stesso tempo reali conoscenze di self defense e fighting in un ambiente stimolante, divertente e sicuro.


“Ci sono persone che vengono per la self defense e migliorano la loro condizione fisica, altre hanno voglia di migliorare la loro condizione fisica e diventano più sicuri in loro stessi.”

Medici, fisioterapisti ed esperti nel settore del fitness concordano sul fatto che il Krav Maga provvede ad un allenamento completo del tuo corpo. Il Krav Maga ti aiuta ad aumentare la tua autostima, la tua forza e la fiducia in te stesso. Queste le caratteristiche peculiari di Italia Krav Maga che troverai nei nostri corsi:

applicazione del migliore sistema di self defense e fitness nel mondo
insegnamento basato su un approccio moderno dell’educazione fisica e del fitness
allenamento basato su scenari realistici e in tutta sicurezza per gli studenti
istruttori certificati e uno staff che comprende esperti internazionali
prodotti, servizi e programmi aggiornati annualmente




strettadimani

In provincia di Bergamo

Il campo di tiro di Italia Krav Maga
Corsi di tiro Tattico - Difensivo


Video Player
00:0000:25
"...vittime, non lo siamo tutti!"

HOME
CHI SIAMO
COSA PROPONIAMO
PERCHÉ SCEGLIERE ITALIA KRAV MAGA
IL NOSTRO MODO DI PRATICARE E DIVULGARE IL KRAV MAGA
RICONOSCIMENTI
PROGRAMMI I.K.M
KRAV MAGA DONNE
LAW ENFORCEMENT AND MILITARY
TACFIT E STRONGFIRST
KRAV MAGA AUTODIFESA
KRAV MAGA FIGHT PROGRAM
FORMAZIONE ISTRUTTORI
CORSI
CORSI DI TIRO TATTICO DA DIFESA
KRAV MAGA
DOMANDE E RISPOSTE
ARTICOLI E LETTURE
VIDEO
EVENTI
CONTATTACI
SEGUICI SU
SEGUICI SU
Search for:
Cerca...
AREA RISERVATA AGLI ISTRUTTORI I.K.M.
AREA RISERVATA PRENOTAZIONI CAMPO DI TIRO TATTICO-DIFENSIVO I.K.M.
Copyright Italia Krav Maga. All rights reserved.
COSA PROPONIAMO

Italia Krav Maga propone:

corsi collettivi aperti a tutti;
corsi collettivi per donne;
fitness e allenamento finalizzato alla self defense (Fit for Krav);
corsi privati;
formazione istruttori;
stages e seminari generici e mirati;
programmi e moduli generici e specifici per Enti pubblici e privati;
programmi e moduli generici e specifici per il personale aziendale
Il contatto per avere un preventivo gratuito è: info@italiakravmaga.it
PERCHÉ SCEGLIERE ITALIA KRAV MAGA

La sostanziale differenza tra Italia Krav Maga e le altre organizzazioni presenti sul territorio è data dal fatto che Italia Krav Maga è tecnicamente certificata e riconosciuta da un’azienda privata americana, Krav Maga Alliance, e non da un’organizzazione nazionale (Federazione).
Krav Maga Alliance è, a sua volta, tecnicamente riconosciuta dal Wingate Institute di Krav Maga di Netanya in Israele (luogo dove il Krav Maga è nato e dove attualmente si aggiorna e si sviluppa); Istituto nel quale annualmente gli istruttori di Italia Krav Maga hanno la possibilità di effettuare test e aggiornamenti tecnici.

In tema di aggiornamenti tecnici: gli istruttori di Italia Krav Maga, con cadenza trimestrale, devono partecipare agli upgrades organizzati dal direttore tecnico Giorgio Pannitto e, con cadenza annuale, devono essere visionati dal capo Istruttore di Krav Maga Alliance, John Whitman.

Con cadenza semestrale, il direttore tecnico di Italia Krav Maga, Istr. G.Pannitto, deve essere a sua volta visionato e aggiornato dal capo Istruttore di Krav Maga Alliance, John Whitman.

Operando sul suolo italiano Italia Krav Maga ha deciso di strutturarsi come un’organizzazione riconosciuta burocraticamente dal C.o.n.i. tramite la Libertas, sinonimo di garanzia e di sicurezza. Tutti gli istruttori di Italia Krav Maga possiedono le abilitazioni per poter insegnare. Non è stata presa in considerazione nessun’altra comoda scorciatoia burocratica per poter insegnare sul suolo italiano (società private o simili).
Con questo vogliamo invitare tutti coloro che si stanno avvicinando a questa disciplina a valutare in modo approfondito a chi ci si sta affidando, a quale organizzazione e a quale istruttore.
IL NOSTRO MODO DI PRATICARE E DI DIVULGARE IL KRAV MAGA
RICONOSCIMENTI
Krav Maga Worldwide™ Awards
kravmagaeu

hispagimnasios.com kmww kravmaganl.com karatedokranenburg.nl protectinvest.nl

  


Le prime cinture nere in Europa. Esaminatori: Kelly Campbell e Thierry Viatour (Krav Maga Worldwide)

Thierry Viatour
Giorgio Pannitto
Darren Levine Thierry Viatour
Giorgio Pannitto
Darren Levine
Thierry Viatour
Giorgio Pannitto
Darren Levine Thierry Viatour
Giorgio Pannitto
Darren Levine
Thierry Viatour
Giorgio Pannitto
Darren Levine Thierry Viatour
Giorgio Pannitto
Darren Levine Thierry Viatour
Giorgio Pannitto
Darren Levine
Thierry Viatour
Giorgio Pannitto
Darren Levine Thierry Viatour
Giorgio Pannitto
Darren Levine
Rutten, Perets, Levine
Chi è

Darren Levine


Kelly Campbell
Giorgio Pannitto
Kelly Campbell
Amir Perets
Sam Sade
Chi è

Kelly Campbell

Giorgio Pannitto
JohnWhitman Giorgio Pannitto
JohnWhitman
Vivian Cannon
Levine, Whitman, Perets, Rutten
Chi è

John Whitman

Pannitto Giorgio
Amir Perets Pannitto Giorgio
Amir Perets Pannitto Giorgio
Amir Perets Pannitto Giorgio
Amir Perets
Pannitto Giorgio
Amir Perets Pannitto Giorgio
Amir Perets Pannitto Giorgio
Amir Perets Pannitto Giorgio
Amir Perets
Pannitto Giorgio
Amir Perets Pannitto Giorgio
Amir Perets Pannitto Giorgio
Amir Perets Pannitto Giorgio
Amir Perets
Pannitto Giorgio
Amir Perets
Chi è

Amir Perets

Pannitto Giorgio
Eyal Yanilov Pannitto Giorgio
Eyal Yanilov Pannitto Giorgio
Eyal Yanilov
Chi è

Eyal Yanilov

Pannitto Giorgio
Mario Civalleri
John Whitman
Chi è

Mario Civalleri
Il Krav Maga è un sistema di combattimento estremo, nato in ambienti militari per esigenze di sopravvivenza, ultimo ritrovato per eliminare qualsiasi aggressore. Un micidiale sistema di autodifesa, il miglior metodo di close combat militare mai ideato e codificato. Questo, e tanto altro ancora, si dice per descrivere il Krav Maga.

Ma quanti veramente conoscono questa disciplina nata non negli anni quaranta del secolo scorso ma almeno un ventennio prima? Quanti sanno dove, come e perché il krav Maga, o meglio l’autodifesa israeliana, è nata?
Italia Krav Maga è guidata da persone che sono stanche di sentir parlare in modo errato della disciplina che da decenni significa un’opportunità in più per sopravvivere in un territorio spesso ostile: Israele.
Per andare alle origini del Krav Maga lo studiamo e lo pratichiamo seguendo i sani princìpi che lo caratterizzano da sempre e non riteniamo che tutti quelli in grado di dare un calcio o un pugno siano in grado di divulgarlo correttamente.
Come un tempo, quando per essere  esperti di Karate si credeva bastasse saper rompere tavolette di legno. Come ora, che non basta essere esperti di Karate, o di altre discipline marziali, per saper divulgare correttamente le tecniche ed i principi del Krav Maga. Proprio, e anche, perchè il Krav Maga non è un’arte marziale tradizionale non deve e non può essere insegnata come se lo fosse.

Un sistema di difesa personale efficace deve essere semplice,istintivo e con un filo logico e conduttore sul quale costruire tutte le tecniche,anche le più avanzate.

Non è infatti possibile insegnare 300 tipi di difese contro 300 tipi di attacchi diversi perché, sotto stress, è quasi impossibile pescare dalle 300 difese quella giusta e appropriata per quella determinata situazione, se non è istintiva e se non segue semplici e pochi principi base.

E poi, se foste attaccati con l’attacco numero 301?
Più opzioni vogliono dire più tempo per scegliere quella giusta e questo,per strada,potrebbe rivelarsi fatale.
Un sistema di difesa personale non nasce dalla sommatoria di tecniche prese qua e là dalle diverse arti marziali. Sarebbe troppo facile e potrebbe non funzionare in situazioni reali.
Sarebbe come pretendere di preparare una cena composta da antipasto, primo, secondo, contorno, dessert, frutta, caffè, vini e liquori, mettendo tutti gli ingredienti previsti nel menu in un unico contenitore e agitarlo per bene, affinché ne escano i piatti già pronti da servire in tavola.

Il Krav Maga, o Kapap Lotar (è la medesima cosa), come il Karate di un tempo, è ben altro  che ammazzare di botte o ferire gravemente una persona. Ma forse a tanti fa più comodo  diffondere un’immagine diversa e che stimoli, appunto, l’immaginario collettivo, e siccome si sa che in pubblicità i veicoli migliori per vendere un prodotto sono il sesso e la violenza, ecco  che il Krav Maga diventa il simbolo di quanti si sentono giustizieri della notte o novelli membri di un fantomatico Fight Club. No. In Israele e in America, dove docenti altamente specializzati insegnano la disciplina a tutti i livelli nel rispetto di tutti e delle diverse esigenze, lo scopo fondamentale è creare persone che abbiano più sicurezza in loro stessi,e che non abbiano, dunque, il bisogno di dimostrare niente agli altri,nel bene e nel male. Per questi motivi Italia Krav Maga non parla di tecniche micidiali che uccidono,ma di sicurezza,di prevenzione e, in ultima analisi, di combattimento con inevitabile contatto e neutralizzazione di un eventuale aggressore.
Tutto questo per far capire che ci dissociamo dal “movimento” generale di troppi praticanti di Krav Maga e dei loro maestri o istruttori.
La nostra filosofia è un’altra.
La nostra ricerca è diversa.
La nostra è una ricerca continua nella speranza di rendere questo mondo un luogo più sicuro dove vivere.
KRAV MAGA DONNE
I nostri corsi per le donne si focalizzano sulle tattiche e sulle tecniche di prevenzione degli stupri. Imparare ad individuare i segnali di pericolo e come difendersi quando questi segnali non ci sono stati di aiuto. Questo corso vi insegna a difendervi contro soffocamenti, prese, abbracci dell’orso e altri attacchi, incluso il combattimento a terra e quando minacciate con un’arma. Enfatizziamo scenari realistici e difese realistiche.

lara2Il Programma Krav Maga solo per Donne è stato attentamente sviluppato tenendo presente importanti informazioni ottenute da membri delle Forze di Polizia, membri della magistratura, psicologi, medici e membri di organizzazioni anti stupro. Questo corso tratta specificatamente del come e quando le donne sono solitamente aggredite.
Alle donne viene insegnato efficacemente come difendersi/respingere in sicurezza un’aggressione utilizzando pugni, ginocchiate, gomitate e calci. Ancora più importante, le donne imparano come difendersi nei peggiori scenari immaginabili, come per esempio quando si trovano già sottoposte a soffocamento, abbraccio dell’orso e blocco alla testa, sia che siano in piedi o a terra.
Il programma include metodi di insegnamento per costruire uno spirito combattivo e insegnare loro come rispondere, sia mentalmente che fisicamente, in caso di necessità, eliminando il pericolo di “paralizzarsi” o “bloccarsi” durante un confronto.
Le donne hanno la possibilità di addestrarsi in situazioni reali, come di fronte a un bancomat o in un parcheggio ecc. e sono aggredite da istruttori con tutte le necessarie protezioni in modo da fare esperienza sul cosa significa una reale aggressione.
PERCHÉ IL KRAV MAGA NON C’ENTRA NIENTE CON LA COCA COLA
1 COMMENTS
Krav Maga
Krav Maga: la verità che nessuno ha mai svelato prima!

L’altro giorno mi trovavo fuori per pranzo con un mio collaboratore e mentre chiacchieravamo in attesa che arrivasse il cibo siamo stati distratti dalle urla che venivano dal tavolo in fianco.

C’erano seduti un bambino con sua mamma e un altro signore che non era il papà del piccolo ma che verosimilmente poteva essere il nuovo spasimante della donna.

I due flirtavano in attesa del cameriere mentre il bambino particolarmente desideroso di attenzioni faceva baccano, ribaltava delle sedie e altre cose sui tavoli.

Le altre persone sedute al ristorante sembravano visibilmente scocciate e la mamma forse incrociando gli sguardi degli altri commensali deve aver capito che così era troppo.

Per calmare il piccolo e riportarlo al suo tavolo si rivolge a suo figlio e lo pressa con un po’ di domande a raffica:

“Cosa vuoi mangiare?”

“Vuoi mangiare la pizza?”

“Vuoi quella col Prosciutto?”

“Oppure vuoi quella col Wurstel?”

e il bambino smette di giocare con le sedie e dice:

“Quella col Wurstel”

La mamma:

“Se vieni qua prendiamo la Coca Cola”

E lui inizia iper-entusiasta a saltellare e strillare a ripetizione:

“Voglio la Coca Cola!!!”

“Voglio la Coca Cola!!!”

“Voglio la Coca Cola!!!”

Dopo aver ripetuto a voce alta un’altra decina di volte che voleva la Coca Cola, fortunatamente è tornato al suo tavolo e si è un po’ calmato.

Purtroppo però la cosa non è durata poi molto e già dopo pochi minuti il bambino ha ripreso a giocare in modo turbolento e molesto come prima.

Comunque sia non ti ho raccontato cosa mi è successo al ristorante per parlarti di disciplina o di come si educa un figlio ma, come forse avrai intuito dal titolo, per parlarti della Coca Cola.

E non te ne parlo perché la Coca Cola era l’unica cosa in grado di calmare quel bambino ma per illustrarti come ragionano gli uomini e come le persone acquistano.


Il potere del marketing
Nella vita di tutti i giorni dobbiamo compiere molte scelte: alcune molto importanti, altre quasi irrilevanti.

Il processo decisionale tuttavia richiede tempo ed energie e imparare a decidere velocemente è un abilità importante.

Quando dobbiamo acquistare qualcosa le marche ci aiutano a velocizzare il processo decisionale.

Questo ovviamente non è un articolo sul posizionamento di marca ma giusto per capirci un po’ meglio semplifico qui un paio di concetti.

Di solito per ogni categoria di prodotto le persone hanno in mente una o due marche preferite: per esempio Coca Cola e Pepsi…

…e sebbene in un mondo ideale potrebbe aver senso valutare con attenzione ogni singolo acquisto ed eseguire confronti approfonditi per valutare la scelta migliore la realtà è che di solito nessuno ha il tempo e le energie per farlo.

Per semplicità quindi le persone acquistano prevalentemente le marche Leader.

Le marche leader magari non sono la scelta migliore in assoluto ma vengono percepite come sicure perché essendo le più popolari vengono acquistate regolarmente dalla maggior parte delle altre persone.

Acquistare qualcosa di sicuro e socialmente approvato è un qualcosa che semplifica di molto il processo decisionale.

Per esempio nessuno ha il tempo di mettersi ad assaggiare tutte le centinaia di bevande a base di cola che esistono al mondo per decidere qual è la migliore e quindi la maggior parte delle persone sceglie la marca leader o la seconda più famosa.

In realtà ci sarebbero tantissime cose da dire su come le marche trovano spazio nella nostra mente ma per spiegarti dove voglio andare a parare per ora mi basta che tu abbia chiari due concetti e basta.

Il primo concetto è che le persone preferiscono acquistare dalle marche più famose:

infatti se vai a vedere un po’ di dati di mercato scoprirai che a fronte di quasi mille bevande al gusto di cola oltre il 90% del mercato è detenuto da Coca Cola e Pepsi.

Il secondo invece ha a che fare con quello che ti raccontavo prima del bambino e cioè che una marca fornisce nella mente delle persone l’idea di un esperienza standard.

Se compro Coca Cola ho la certezza che dovunque vada nel mondo assaggerò sempre lo stesso sapore.

La stessa cosa, in linea di massima, vale con tutti i prodotti per cui se per esempio compro uno specifico modello di BMW, di iPhone, di Rolex o di qualsiasi altra Marca, mi aspetto la stessa qualità sia che compri quel modello a Milano e sia che lo compri a New York.

Mi aspetto per così dire che a quell’acquisto corrisponda un esperienza standard e cioè quella che la specifica marca promette.

Il potere del marketing infatti è quello di associare a un marca una specifica categoria di prodotto e una specifica esperienza.

La differenza sostanziale tra un prodotto che ha un marchio famoso e uno sconosciuto o senza marchio spesso non è la qualità ma l’impossibilità da parte del consumatore di legare una parola, uno slogan, un esperienza o un beneficio all’acquisto del prodotto senza Brand.

Pensa se la mamma avesse detto al bambino:

“vuoi una bevanda fredda, dolciastra, gassata, di colore scuro, dal vago sentore di noce di cola e limone?”

Avrebbe solo complicato la vita al bambino e lui non avrebbe mai cominciato a saltellare felice.

Questo è il potere del marketing: legare un marchio ad una specifica categoria di prodotto e una specifica esperienza…

…e se la pubblicità comunica bene l’idea del marchio noi ci facciamo delle idee chiare anche se non lo abbiamo mai acquistato.

Magari non hai mai guidato una Ferrari, una Lamborghini o un Aston Martin però sai che sono auto sportive di lusso e puoi perfino immaginarti le emozioni o il ritorno d’immagine che potrebbe darti possederne una…

…e tutto questo anche se non ci sei mai salito sopra.

Per farti un altro esempio: Rolex per anni ha comunicato “orologi di lusso” e oggi le persone associano a Rolex questo attributo.

Sul mercato degli orologi esistono decine di produttori ben più preziosi e cari di Rolex ma dato che Rolex ha comunicato meglio di loro, le persone normali (e che quindi non sono esperte di orologi) riconoscono un Rolex ma non hanno idea di cosa sia o quanto valga un Vacheron Constantin.

Senza che mi dilunghi oltre, come probabilmente già saprai, noi tutti siamo abituati a ragionare in termini di marche e per acquistare qualcosa grossomodo ci fidiamo del marketing che le marche creano.


Anche nelle arti marziali è così…

…e c’è un sistema che grazie al marketing è riuscito ad associare il proprio nome a “Difesa Personale”: questo stile è il Krav Maga.

La maggior parte delle persone normali infatti associa l’arte israeliana alla parola Difesa Personale perché grazie al marketing le persone sono state guidate ad immaginare che al marchio Krav Maga corrisponda l’idea stessa di autodifesa.

Ma prima di parlare ancora di Krav Maga torniamo un attimo alla Coca Cola.

Cosa accadrebbe se quando compri una lattina di Coca Cola ci trovassi all’interno ogni volta una bevanda diversa?

Immagina di trovarci dentro una volta dell’acqua, una volta della Fanta, una volta della cedrata, una volta del chinotto e altre volte ancora una bevanda semplicemente imbevibile.

Come potresti fidarti di un marchio come Coca Cola se solo una volta su 100 potessi trovare la vera bevanda per cui acquisti quel marchio?

Sarebbe difficile; giusto?

Personalmente penso che poca gente comprerebbe ancora Coca Cola e sarebbe difficile per la compagnia di Atlanta mantenere le quote di mercato che ha oggi.

Tuttavia questo è esattamente quello che accade con il Krav Maga.

Chi acquista un corso di Krav Maga compra un prodotto che solo una volta su 100 corrisponde alle promesse.

Com’è possibile tutto cio?

C’è stata negli ultimi 10 anni un enorme opera di marketing per affermare quest’arte come il marchio di riferimento per la difesa personale ed è evidente che il marketing ha funzionato molto bene.

Il problema è, che a differenza di Coca Cola, che è un marchio a cui corrisponde sempre lo stesso prodotto, con il Krav Maga non è così.

Nel Krav Maga non esiste uno standard qualitativo che corrisponda al marchio.

Esistono, infatti, decine di federazioni e centinaia di istruttori in grado di rilasciare un attestato di istruttore di Krav Maga ma ognuno di loro prepara gli istruttori in modo diverso…

…e come scoprirai tra poco nella maggior parte dei casi la preparazione è completamente inadeguata e gli insegnanti di Krav Maga che escono da questi corsi non hanno le competenze per fare ciò che il marchio promette.

Anche se questa è la verità che tutti gli addetti ai lavori e molti consumatori conoscono purtroppo il marketing del Krav Maga è così capillare e ha abbastanza potere di fuoco per coprire ciò che si nasconde sotto la superficie.

Aggiungi poi che smascherare le fregature e le inadeguatezze nel mercato dei servizi e della formazione è molto difficile perché gli ignari clienti spesso non si accorgono nemmeno di non aver comprato ciò per cui hanno pagato.

Ma andiamo con ordine e per farti capire come stanno davvero le cose ho bisogno ti raccontarti velocemente come si è evoluto il mercato della difesa personale negli ultimi vent’anni.

Il problema parte da lontano e voglio provare in poche righe a darti la visione d’insieme.

Come probabilmente già saprai: la paura è forse una delle cose che funziona di più per spingere le persone ad acquistare.

Vendere la sicurezza di sapersi difendere ha quindi un grandissimo potenziale economico.

Ci sono 3 problemi però:

La paura fa fare acquisti impulsivi e non motiva le persone a intraprendere un percorso duraturo.
Le persone sono disposte a pagare ma vogliono tutto e subito.
Insegnare a un principiante in poco tempo delle tecniche che funzionino è impossibile perché sarebbe come cercare di far vincere una gara del Moto Mondiale a una persona che non è mai nemmeno salita su una bicicletta.
Come fare allora per massimizzare il potenziale di vendita dei corsi di Difesa Personale?

Semplice: occorre trovare un modo per inserire le 3 variabili di qui sopra nell’equazione che produce i soldi.

E nel concreto la soluzione è stata creare dei corsi basati su degli scenari.

Basta creare delle situazioni finte e molto facili da risolvere che assecondino le paure della gente.

L’importante non è creare un vera abilità ma basta che questi scenari sembrino verosimili agli occhi della persona inesperta che acquisterà il corso.

Ecco che così, per esempio, far vedere agli allievi come disarmare un coltello o una pistola creando ad hoc una situazione statica (o dinamica preordinata) facilmente risolvibile crea l’illusione del controllo in chi la studia…

…e non importa che queste conoscenze possano funzionare o meno anche nel mondo reale perché il loro scopo non è quello.

Il vero scopo di questi corsi di difesa personale non è rendere il praticante in grado di difendersi ma è vendere l’illusione della sicurezza.


Scopri i maestri disonesti


La nascita del business della difesa personale
A onore del vero va detto che in Italia questo modo di vendere difesa personale non l’ha inventato il Krav Maga ma è nato dal Karate, dal Ju Jitzu e dalle altre arti che avevano il monopolio della formazione marziale sulla nostra penisola 20/30 anni fa.

L’avvento poi in Italia di una marca specializzata e di derivazione militare che prometteva risultati ancora migliori ha solo mosso gli equilibri del mercato.

Il Krav Maga è diventato quindi la marca Leader nella difesa personale ma non ha fatto altro che ripetere quello che facevano gli altri.

Tra l’altro ci sono ancora oggi corsi di karate, ju jitsu, kung fu, ecc che si spacciano per difesa personale e che fanno esattamente le stesse cose che facevano 20 anni fa (e che sono praticamente uguali al Krav Maga)…

…solo che la loro quota di mercato oggi è irrilevante rispetto a quello dell’arte israeliana.


Il vero business del Krav Maga e degli altri corsi di difesa personale.

Gli insegnanti più furbi, hanno capito subito che i veri soldi non si fanno vendendo ai 4 gatti che abitano vicino alla palestra ma si fanno vendendo corsi agli aspiranti istruttori.

Infatti questi corsi essendo “Business to Business” sono in genere molto più cari dei normali corsi in palestra e per di più possono essere venduti anche a persone provenienti da altre città.

Il problema però, è che per formare un buon istruttore ci vuole tanto tempo…

…e quante persone credi che potrebbero essere interessate a intraprendere un percorso che magari per i prossimi 10 anni le porterà tutti i fine settimana a studiare in un altra città?

Te lo dico io: pochissime!

La domanda che questi insegnanti si sono posti è quindi:

come fare per rendere irresistibili i corsi istruttori?

Semplice: vendendo il corso istruttori nello stesso modo e alle stesse persone che comprano il corso allievi.

Pensaci un secondo: quale principiante può resistere alla tentazione di diventare istruttore in poche lezioni invece di dover perdere tempo a fare la parte dell’allievo?

Ovviamente di solito questi corsi costano tantissimo in proporzione a quello che offrono ma con la scusa del diploma da istruttore la gente si fa ingolosire ed è disposta a pagare anche 100 volte di più rispetto al vero valore del corso.

Per far soldi, quindi, non è fondamentale formare dei bravi insegnanti ma solo insegnare a queste persone a vendere 4 tecniche costruite su finti scenari che servono per rifilare sicurezza a altre persone che non ne capiscono niente.

Come potrai ben capire per fare una cosa del genere non servono più 10 anni studio…

…per vendere quattro tecniche bacate basta un fine settimana.

Ecco quindi nato il business milionario dei corsi istruttori da un fine settimana o due.

Il problema è che questa “non cultura” dopo 15 anni ha lasciato dei segni indelebili…

…e non c’è da stupirsi se oggi il livello tecnico medio nella difesa personale faccia pena.

Come potrebbe essere diversamente se la maggior parte delle persone è diventata istruttore a colpi di corsi da un fine settimana (e forse qualche stage) ???

Tutto il mondo della difesa personale è rimasto impoverito da una politica così scelleratamente attaccata al denaro…

…e oggi il sistema si è allontanato così tanto dal punto di partenza che sono perfino convinto che tanti istruttori di Krav Maga dicano bugie senza nemmeno accorgersene e in totale buona fede.

Sono stati ingannati loro quando hanno comprato il corso istruttori e da loro l’inganno è passato nelle mani dei loro allievi senza che se ne accorgessero.


Una macchina virtualmente inarrestabile
Due settimane fa ero al bar a bere un caffè con un istruttore di Krav Maga che mi raccontava che solo nei dintorni del paesino in provincia di Padova dove vive c’erano più di 100 altri istruttori.

Il risultato quindi di questo business dei corsi istruttori è che esistono decine di migliaia di insegnanti in Italia e che ognuno di questi istruttori fa pubblicità promuovendo il marchio Krav Maga come difesa personale.

Questa immensa e capillare opera di marketing rende sempre più forte questa associazione.

La rende quasi inarrestabile…

…ed è proprio questo il motivo per cui non c’è da stupirsi se, ciò che non va, rimane nascosto sotto la superficie.

Il messaggio Krav Maga = difesa personale è finanziato da migliaia di istruttori mentre l’eventuale disagio degli allievi che sono rimasti delusi dall’esperienza non ha nessun canale di comunicazione.

Sì, forse un po’ di passa parola ma niente di più…anche perché non esiste il corrispettivo di Trip Advisor per le arti marziali.


Le eccezioni
Sebbene questa sia la norma e ciò che ho detto si applichi alla maggior parte dei corsi di Krav Maga è vero anche che esistono dei corsi seri e degli insegnanti che meritano la fiducia degli allievi.

Sono davvero molto pochi ma esistono e io stesso ne ho conosciuto qualcuno.

Di solito sono insegnati che non si sono accontentati di diventare istruttori in un fine settimana ma che hanno studiato per molti anni e hanno integrato la loro preparazione con gli sport da combattimento e con altre conoscenze marziali.

Ci tengo anche a dire che questo non è un articolo per demonizzare il Krav Maga in assoluto perché per esempio ho un amica che ha lavorato per anni in zona di guerra con i Marines e mi ha confermato che quando era in terra santa ha avuto più volte modo di vedere che all’interno dell’esercito Israeliano le cose si fanno sul serio e fatte bene…

…e mi viene quindi da pensare che il Krav Maga non sia guasto in tutte le sue declinazioni ma che questa sia più che altro la situazione media dei corsi per civili che vengono organizzati in Italia.


Scopri i maestri disonesti



Conclusione
Sebbene il Krav Maga venga venduto come un marchio, di fatto non lo è, perché non corrisponde a un prodotto o a un esperienza standard.

Anzi nella stragrande maggioranza dei casi (insegnanti che sono diventati istruttori in pochi fine settimana di corso) siamo di fronte a percorsi molto scadenti che non offrono nessuna vera abilità di difesa personale.

Dato quindi che in Italia solo una volta su 100 il Krav Maga è sinonimo di vera difesa personale non ci si può basare sul marchio per acquistare.

Per dirla in altre parole: in Italia chi acquista difesa personale basandosi sul marchio 99 volte su 100 prenderà una cantonata.

Tieni presente infatti che questo articolo l’ho scritto sul Krav Maga perché per le persone questa è l’arte sinonimo di difesa personale ma la stessa cosa avrei potuta dirla sul Jeet Kune Do, su Systema o su qualsiasi altro corso di difesa personale.

In Italia, nessun marchio di arte che insegna difesa personale è sinonimo di qualità.

L’unico modo sicuro di acquistare difesa personale (ma in realtà vale la stessa cosa per le altre arti marziali) è quella di scegliere un buon insegnante.

Spesso c’è coincidenza tra un ottimo insegnante e un arte famosa ma non è vero il contrario e il Krav Maga, il Jeet Kune do, il Systema, ecc. ne sono la riprova.

Solo ogni cento corsi di difesa personale se ne trova uno con un buon insegnante per cui, per chi cerca un percorso serio, è meglio invertire il processo di scelta concentrandosi solo sulla ricerca di un buon insegnante.

E se hai bisogno di una mano qui sul blog trovi decine di articoli che ti possono aiutare a trovare un buon insegnante e perfino una guida rapida gratuita.


Infine prima di salutarti vorrei dirti che scrivere questo articolo mi costa molto perché so che attirerò l’odio di decine di migliaia di istruttori.

Questo peggiorerà la qualità della mia vita dato che riceverò, come è già successo con altri articoli che hanno rivelato scomode verità, insulti e minacce.

Ma è vero anche che nell’ultimo anno molte persone truffate da questi corsi mi hanno scritto per chiedermi di dare voce su Guerriero Efficace a questo problema…

…e ho deciso quindi di aiutare gli onesti invece che starmene buono buono nel mio angolino.

Far circolare la verità credo che sia la scelta giusta indipendentemente dalle conseguenze ma ho bisogno anche del tuo aiuto per far in modo che oltre all’odio ne esca qualcosa di buono e per questo ti chiedo di aiutarmi condividendo questo articolo su Facebook e lasciando un commento a questo articolo per darmi il tuo supporto.


AGGIORNAMENTO: sebbene l’articolo abbia un paio d’anni dice ancora delle verità che in Italia sono molto attuali e perciò non intendo modificarlo. L’unica cosa che mi sento di aggiungere è che oggi c’è una grande opportunità in più per chi vuole studiare la Difesa Personale, senza perdere tempo a studiare cose inutili e senza farsi truffare. Di recente ho realizzato una risorsa che ti sarà di enorme aiuto e che metterà nelle tue mani tutti gli strumenti di cui hai bisogno (nella pagina del link trovi anche le recensioni di chi l’ha già usata). La trovi qui: link


“oggi sii umile, sorridi e allenati perché presto sarà già domani”
L’ORNITORINCO E I DISARMI NELLA DIFESA PERSONALE
disarmo pistola difesa personale
 Molto probabilmente saprai che ho realizzato alcuni video su YouTube per sfatare i miti che circolano nel mondo della difesa personale sui disarmi da coltello e da pistola. Devo dire che a distanza di tempo dall’uscita del primo video…
Continue Reading →

CORSI TRUFFA, DIFESA PERSONALE
ECCO COME CAMBIARE L’ITALIA A SUON DI ARTI MARZIALI INSEGNATE BENE
truffa arti marziali
 Qui su Guerriero Efficace ho parlato molto spesso degli insegnanti disonesti e, in effetti, il problema è così serio che non passa giorno senza che riceva da parte di chi segue il blog almeno la segnalazione di uno tra…
Continue Reading →

CORSI TRUFFA, CORSO PRINCIPIANTI, DIFESA PERSONALE, SPORT DA COMBATTIMENTO
LE 5 RISPOSTE ALLE 5 DOMANDE SULLE ARTI MARZIALI CHE RICEVO PIÙ VOLTE AL GIORNO.
domande sulle arti marziali
 Fino a qualche anno fa non avrei mai immaginato che mi sarei ritrovato a investire più di 3 ore al giorno solo per dare informazioni a completi sconosciuti. Magari detta così può sembrare un po’ brutta ma la verità…
Continue Reading →

CORSI TRUFFA, CORSO PRINCIPIANTI, DIFESA PERSONALE, SPORT DA COMBATTIMENTO, STILI TRADIZIONALI
PERCHÉ SE FAI ARTI MARZIALI DEVI IMPARARE A ODIARE BABBO NATALE
babbo natale e arti marziali
 Anche quest’anno il Natale si avvicina a grandi falcate e così prima di essere tutti inebriati dal clima delle feste e appesantiti da cene e cenoni è il momento di un bell’articolo provocatorio.

CORSI TRUFFA, CORSO PRINCIPIANTI, DIFESA PERSONALE, SPORT DA COMBATTIMENTO, STILI TRADIZIONALI
SPORT DA COMBATTIMENTO: 3 CONSIGLI PER NON RESTARE FREGATI.
sport da combattimento
Luci e ombre degli sport da combattimento.   Inizialmente volevo scrivere solo un breve articolo rivolto a chi è interessato agli sport da combattimento nel quale parlare esclusivamente dei potenziali pericoli. Ma dato che, proprio mentre scrivevo l’articolo, ho ricevuto…
Continue Reading →

CORSI TRUFFA, GUIDE PRATICHE, SPORT DA COMBATTIMENTO
COME MI LIBERO SE UNO MI AFFERRA DA DIETRO PER STRANGOLARMI?
strangolamento
 Come sicuramente saprai ho un canale su YouTube che si chiama “Difesa Personale” e moltissime persone mi chiedono cose come quella descritta nel titolo. Il problema con questo tipo di domande è che chi le pone immagina la difesa…
Continue Reading →

CORSI TRUFFA, DIFESA PERSONALE
WING CHUN OLOGY… E L’OMBRA DELLA SCUOLA SETTA
wing chun
   Secondo la tradizione cristiana il mondo, gli animali e l’uomo sono stati creati da Dio. I punti salienti della genesi e delle vicende di interazione tra Dio e gli uomini sono raccolte in un libro chiamato Bibbia. Altre…
Continue Reading →

CORSI TRUFFA, STILI TRADIZIONALI
ANCHE TU STAI PARTECIPANDO AD UN CORSO DI SUICIDIO PERSONALE? (I° PARTE)
 Facebook, wikipedia, youtube, forum e chi più ne ha, più ne metta… …ma sei davvero sicuro di ottenere sempre le risposte giuste? In natura gli animali nascono con dei mezzi per difendersi: possono essere artigli, zanne, veleno o corna. Ma…
Continue Reading →

CORSI TRUFFA, CORSO PRINCIPIANTI, DIFESA PERSONALE, GUIDE PRATICHE
ANCHE TU STAI PARTECIPANDO AD UN CORSO DI SUICIDIO PERSONALE? (II° PARTE)
 …nella prima parte dell’articolo stavamo parlando di quanto sia importante capire come funziona qualcosa per poterla applicare in un contesto reale. (Se non l’hai già letta qui trovi la prima parte) Ho paragonato quello che si impara in alcuni…
Continue Reading →

ARMI, CORSI TRUFFA, CORSO PRINCIPIANTI, DIFESA PERSONALE, GUIDE PRATICHE
PERCHÉ IL KRAV MAGA NON C’ENTRA NIENTE CON LA COCA COLA
Krav Maga
Krav Maga: la verità che nessuno ha mai svelato prima!   L’altro giorno mi trovavo fuori per pranzo con un mio collaboratore e mentre chiacchieravamo in attesa che arrivasse il cibo siamo stati distratti dalle urla che venivano dal tavolo…

Alla prossima
Enrico Luciolli

CORSI TRUFFA, CORSO ISTRUTTORI, CORSO PRINCIPIANTI, DIFESA PERSONALE
KRAV MAGA TRAINING
CORSI ED ORARI
ISTRUTTORI
EVENTI
ARTICOLI
FOTO
VIDEO
CONTATTI
Italian (IT) English (UK)

Krav Maga Training
Cross Training
Krav Maga Training Winter Camp
Krav Maga Training Logo
Krav Maga Training è una A.S.D. (Associazione Sportiva Dilettantistica) riconosciuta dal CONI ed associata ASC, nata con lo scopo primario di diffondere ed insegnare il Krav Maga inteso come forma di difesa personale, attraverso l'organizzazione di corsi e seminari didattici. Krav Maga Training è inoltre iscritta all'albo delle associazioni sportive del comune di Brescia.

Cos'è il Krav Maga

Krav Maga Training - Cos'è il Krav Maga

Il Krav Maga è un sistema di combattimento nato a metà del secolo scorso per addestrare l'esercito dello stato di Israele. Si basa su un approccio scientifico e realistico al combattimento secondo cui, in una situazione di pericolo, gli obbiettivi primari sono la salvaguardia di se stessi e dei propri compagni e la neutralizzazione dell'ostacolo nel minor tempo e con il minor sforzo fisico possibile. Per raggiungere tale scopo é indispensabile agire su punti sensibili del corpo dell'aggressore, classificati in base all'entità del danno provocabile. Imi Lichtenfeld, ritenuto il "padre" del Krav Maga, ha perciò sintetizzato tecniche provenienti da diverse arti marziali e discipline di combattimento per creare un sistema estremamente efficace e veloce da apprendere in grado di contrastare attacchi a mani nude o con armi da taglio, da fuoco e contundenti. Il Krav Maga (letteralmente "combattimento corpo a corpo") viene inoltre indicato come un "sistema aperto", perchè viene costantemente aggiornato e migliorato sulla base delle esperienze di reale intervento Oggi Il Krav Maga viene largamente impiegato anche in ambito civile, dove si è affermato come il sistema ideale di difesa personale. A differenza di molte altre arti marziali il Krav Maga non è ritenuto una disciplina sportiva, non esistono infatti incontri o campionati di Krav Maga proprio a causa dell'assenza di regole utili alla salvaguardia dell'avversario,dato che in una situazione di scontro reale non esistono colpi vietati o interventi arbitrali.
Krav Maga e difesa personale

Krav Maga Training - Krav Maga e difesa personale

Il Krav Maga è nato in ambito militare ed è stato per anni appannaggio esclusivo di soldati e forze speciali. Nel corso degli anni è stato via via impiegato anche dalle forze dell'ordine e da personale addetto alla sicurezza, affermandosi poi come sistema ideale anche per la difesa personale in ambito civile. I tempi di apprendimento del Krav Maga sono ridotti rispetto alle arti marziali tradizionali e gli insegnamenti sono rivolti anche alle donne ed alle persone non più giovani, grazie all'impiego di tecniche studiate per fruttare al meglio le possibilità fisiche e psicologiche dei vari soggetti.
Nell'ottica di un sistema di autodifesa completo è essenziale:
Saper riconoscere e prevenire le situazioni rischiose per la propria incolumità.
Imparare a gestire lo stress psicofisico in situazioni d’emergenza.
Valutare gli atteggiamenti dell'aggressore nell'eventualità di uno scontro.
Avere un'adeguata preparazione fisica.
Conoscere ed eseguire le tecniche con velocità, precisione ed efficacia.
Saper utilizzare il proprio corpo e gli oggetti di uso comune come armi.
Conoscere le parti sensibili del corpo e la gravità del danno provocabile.
Conoscere la legislatura vigente in ambito di "legittima difesa".
Sapere che la difesa deve essere sempre e comunque proporzionata all'offesa!
Affiliazioni internazionali

Krav Maga Training - Affiliazioni internazionali

Krav Maga Training è un'associazione i cui membri desiderano apprendere tecniche di difesa civile e militare attraverso l'insegnamento di esperti qualificati. In materia civile, lo scopo è quello di contrastare atti criminali e violenti, rendendo le persone più vulnerabili e indifese in grado di prevenire il pericolo o, dove questo non sia possibile, di difendersi adeguatamente, in conformità con le leggi della Nazione a cui appartengono.
Ogni Paese può richiedere l'affiliazione, a patto che vengano seguite le linee guida stabilite da Krav Maga Training. In caso di affiliazione verrà nominato un RAPPRESENTANTE NAZIONALE, che diventerà l'unica persona autorizzata da Krav Maga Training per diffondere il suo sistema formativo, e per attivare altri istruttori. L'incarico di Rappresentante Nazionale è gratuito.
Ogni Istruttore:
può personalizzare il proprio insegnamento, ma deve sempre seguire le direttive del suo rappresentante nazionale;
deve essere aggiornato sulle tecniche ed i sistemi di istruzione offerti da Krav Maga Training, al fine di praticare e insegnare in modo corretto;
deve partecipare almeno occasionalmente alle riunioni e sessioni di formazione con la presenza di docenti internazionali di Krav Maga Training - Italia.
Krav Maga Training garantisce la disponibilità dei docenti per i corsi di formazione di vario genere, sia nel Paese che li richiede che nel Paese in cui ha sede l'associazione (Italia). Ogni associazione ed ogni istruttore di Krav Maga Training deve garantire che non verranno praticate discriminazioni in base a sesso, religione, etnia o condizioni socio-economiche; e deve inoltre dichiarare di essere guidato dai principi di uguaglianza e di promozione sociale. Scopo dell'associazione è l'insegnamento del Krav Maga come sistema di autodifesa, a persone di tutte le classi, età, razza, etnia o religione, anche come strumento pedagogico ed educativo.
Germedia
Krav-Maga-Training_0031.jpg


Informativa sui Cookie
© Krav Maga Training 2016
C.F. 98170750172 - iscrizione CONI 30129
All Rights Reserved.

Krav Maga Training
Cross Training
Krav Maga Training Winter Camp
Istruttori

Istruttori Ufficiali Krav Maga Training

Alberto Arietti

Alberto Arietti
Krav Maga Training Master - Brescia
Luca Goffi

Luca Goffi
Istruttore ufficiale KMT - Brescia
Luca Arietti

Luca Arietti
Istruttore ufficiale KMT - Brescia
Daniele Romiti

Daniele Romiti
Istruttore ufficiale KMT - Brescia
Nicola Pedrali

Nicola Pedrali
Istruttore ufficiale KMT - Brescia
Federica Scalvini

Federica Scalvini
Istruttrice ufficiale KMT - Brescia
Laura Arietti

Laura Arietti
Istruttrice ufficiale KMT - Brescia
Charlie Baldacchino

Charlie Baldacchino
Istruttore KMT - Malta
Andrea Moretti

Andrea Moretti
Aiuto Istruttore ufficiale KMT - Brescia
Claudio Mazzotti

Claudio Mazzotti
Aiuto Istruttore ufficiale KMT - Brescia

Referenti Krav Maga Training in Italia

Mattia Cigolini

Mattia Cigolini
KMT Personal Trainer
Davide Cannella

Davide Cannella
Referente KMT per Parma

Referenti Krav Maga Training internazionali

Keith Galea

Keith Galea
Referente KMT per Malta
Pedro Bennett

Pedro Bennett
Referente KMT per gli U.S.A.
Adrian Ignat

Adrian Ignat
Referente KMT per la Romania
Victor Caro Pizzarro

Victor Caro Pizzarro
Referente KMT per il Cile
Sheikh Salim Ali

Sheikh Salim Ali
Referente KMT per l'India
Adrian Matias Manzo

Adrian Matias Manzo
Referente KMT per l'Argentina
Fightermania: in forma col Krav Maga
Krav Maga: Cos'è, per chi è indicato, come ci si allena, benefici

AUTHOR CHIARA BELLERI PUBLISHED 13 APRILE 2016  COMMENTS 0
1592 200
Taekwondo, Capoeira, Brazilian Jiu Jitsu, Kickboxing, MMA sono solo alcune tra le arti marziali più in voga del momento. Dalla casalinga alla star dei rotocalchi, la fightermania non conosce tregua. Forse anche grazie ai film d’azione e fantasy, con quelle scene di combattimenti mozzafiato che possiamo vedere in Hunger Games, Divergent, i supereroi Marvel e DC Comics, sembra che le arti marziali si stiano finalmente prendendo la rivincita sugli sport più comuni.

Tra i vari stili di combattimento, ce n’è uno che sta davvero spopolando: il Krav Maga. Un’ottimo modo per tenersi in forma, ma anche apprendere le basi della difesa personale, guadagnando in forma fisica, riflessi e fiducia in sé stessi.

COS’E’ IL KRAV MAGA?

KMTOutdoorTrainig014

Krav Maga vuol dire letteralmente “combattimento con contatto/combattimento a corta distanza” e si tratta di un sistema di combattimento nato a metà del secolo scorso per addestrare l’esercito dello stato di Israele. Il combattimento viene affrontato con un approccio scientifico e realistico, i cui obiettivi sono la salvaguardia di se stessi, dei propri compagni e la neutralizzazione dell’ostacolo nel minor tempo e con il minor sforzo fisico possibile. Per fare ciò, si agisce sui punti sensibili del corpo dell’aggressore: occhi, gola, genitali, naso. Imi Lichtenfeld, ritenuto il “padre” del Krav Maga, ha perciò sintetizzato tecniche provenienti da diverse arti marziali e discipline di combattimento per creare un sistema estremamente efficace e veloce da apprendere in grado di contrastare attacchi a mani nude o con armi da taglio, da fuoco e contundenti.

KRAV MAGA: Per chi è indicato?

Praticare Krav Maga non richiede particolari doti fisiche o prestazioni fuori dal comune come nei film di spionaggio! Infatti, i tempi di apprendimento del Krav Maga sono molto ridotti rispetto alle arti marziali tradizionali, gli insegnamenti sono rivolti a tutti: donne, bambini e persone non più giovani, perché le tecniche sono studiate apposta per sfruttare al meglio le possibilità fisiche e psicologiche dei vari soggetti. Vedasi ad esempio, il film del 2002 con Jennifer Lopez, “Via dall’incubo” (video su YouTube).

Ma come si svolge realmente un allenamento tipico di Krav Maga?

KRAV MAGA: Allenamento tipo

Ho intervistato per voi Luca Arietti, istruttore ufficiale di Krav Maga Training, A.S.D. di sede a Brescia, che è una delle scuole di Krav Maga che ha più successo a livello internazionale grazie agli splendidi video pubblicati sul canale YouTube e all’esperienza e professionalità degli istruttori.



Nonostante il Krav Maga non implichi il possedere alcuna abilità fisica particolare, fisico allenato e reattività sono importanti nella reale applicazione delle tecniche. Gli istruttori Krav Maga Training hanno effettuato una selezione delle tecniche migliori e, grazie alla loro esperienza nei combattimenti, hanno personalizzato quelle che avevano lacune per renderle più efficaci in una situazione di scontro reale. Ma non è solo questione di tecniche, perché per eseguirle al pieno delle proprie potenzialità è necessario allenare sia il fisico che la mente, infatti ciò che distingue Krav Maga Training da un’altra palestra di Krav Maga è proprio l’attenzione alla preparazione atletica, caratterizzata da sforzi fisici intensi per raggiungere la capacità di gestione dello stress in situazioni ad alto rischio.

Un allenamento tipico tenuto dagli istruttori ufficiali Krav Maga Training è della durata di 2 ore.

1^ ora: riscaldamento, stretching, circuito

La parte più intensa è la prima ora, nella quale viene svolto un riscaldamento composto da corsa a livello sostenuto alternata ad andature, burpees e push-ups in velocità. Dopo la corsa si effettua un riscaldamento specifico delle articolazioni ad alta intensità: spalle, gambe e braccia con calci e combinazioni di pugni seguiti da esercizi di allungamento muscolare e un circuito.

Il circuito base si svolge in coppia, è composto da tre stazioni ed è prettamente aerobico: push-ups, colpitori, ginocchiate e pugni al sacco.

Il circuito per i più esperti è strutturato come un Interval Training con diverse postazioni a cui fare push-ups, battle rope, scalata della corda, esercizi con palle mediche, squats, kettlebells, addominali ecc.

2^ ora: sparring, tecniche, lotta a terra

La seconda metà dell’allenamento inizia con qualche round di sparring, un combattimento libero con un compagno in cui si possono applicare le tecniche imparate nelle lezioni precedenti, per poi procedere ad un ritmo meno intenso provando le varie tecniche di difesa: dalle semplici aggressioni, alla lotta a terra fino alla difesa da armi da fuoco, coltelli e oggetti contundenti. Spesso l’allenamento si conclude con 5-10 minuti di lotta a terra o sparring.

KRAV MAGA: Benefici

L’allenamentPretorians_sparring_028o è tipicamente aerobico, con picchi di intensità anaerobici. La stima delle calorie bruciate da una donna di 24 anni normopeso in due ore di allenamento si aggira attorno alle 800-900 kcal, con frequenza media cardiaca del 68% e massima del 97% (dati misurati con un cardiofrequenzimetro Polar ft4) contribuendo alla perdita di massa grassa e alla tonificazione. Esercizi propedeutici e circuito riassumono tutti i movimenti del corpo per migliorare resistenza, forza, reattività e velocità.

I benefici dell’allenamento non sono soltanto fisici: si guadagna anche nella gestione dello stress, sicurezza di sé e delle proprie capacità.

KRAV MAGA: Dove praticarlo

Le palestre che offrono corsi di difesa personale o Krav Maga sono numerose, ma le palestre dove seguire il metodo Krav Maga Training sono a Brescia, Milano, Parma, Cagliari e Pescara. Trovate tutte le informazioni sul sito ufficiale.


E non perderti il SUMMER CAMP 2016

3 giornate full-immersion di allenamento, approfondimento delle tecniche di difesa da attacchi a mani nude, aggressioni multiple, combattimento a terra, difesa da attacchi con coltello, bastone ed armi da fuoco, preparazione fisica e psicologica e impiego di diversi strumenti di difesa personale. L’appuntamento è a Gandellino (BG), nelle giornate di venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 Luglio 2016.

Il Camp è aperto a tutti, praticanti, istruttori e neofiti, perché le lezioni saranno differenziate e gli allievi suddivisi in base al loro grado di esperienza.
Come incrementare la potenza per tirare pugni devastanti

Krav Maga Training - Strong Punches

In fisica la Forza è espressa dalla seguente relazione:
F = m × a
Rispetto a tale definizione, la formulazione del medesimo concetto che comprenda anche gli aspetti fisiologici e psichici è notevolmente più complessa. Per fare un esempio, prendiamo in esame la forza di un pugno: in primis essa è relazionata al prodotto tra la massa corporea coinvolta nel movimento e la sua accelerazione, dunque alla forza del soggetto; tuttavia esistono innumerevoli tecniche per tirare un pugno, ognuna delle quali può essere più o meno efficace anche in rapporto al soggetto che le esegue. Per ipotesi, supponiamo ora di disporre di due soggetti identici, dotati di pari massa e capacità tecniche: nonostante questi vincoli è infatti possibile che uno dei due sferri un pugno con maggiore forza dell’altro; questo perché esiste la possibilità di allenare il corpo in modo mirato a tale scopo, e successivamente verrà descritto in che modo.
Finora abbiamo parlato puramente di forza; tornando alla teoria dei due soggetti, possiamo però affermare che il soggetto dotato di maggiore forza colpisca anche più velocemente. Per fare un esempio, pensiamo di muovere una bottiglia d’acqua flettendo il braccio il più rapidamente possibile, e cerchiamo poi di eseguire il medesimo gesto con due bottiglie. Appare subito evidente che la velocità del movimento e il carico sono inversamente proporzionali: aumentando la resistenza diminuisce la possibilità del muscolo di reclutare la sua “riserva di forza” rispetto alla forza necessaria per muovere il carico. Tradotto in parole semplici, muovo una sola bottiglia più velocemente perché mi è richiesta una minore percentuale della mia forza massimale. Con questo semplice espediente abbiamo dimostrato che aumentando la forza massimale si può incrementare anche la velocità di un movimento; ora faremo un ulteriore passo avanti dimostrando che, allo stesso modo, possiamo accrescere la nostra potenza. Innanzitutto chiariamo il significato, a volte ambiguo, di Potenza: essa è espressa dalla capacità di compiere un “Lavoro” il più rapidamente possibile:
P = ∂L / ∂t

Proprio perché dipende dal tempo, in fisica la Potenza è misurata in joule al secondo; senza entrare nello specifico aggiungendo complicate formule, diciamo semplicemente che il Lavoro rappresenta un trasferimento di Energia Cinetica lungo un percorso. Per Lavoro, in questo specifico caso, intendiamo lo spostamento di un arto (per esempio mentre sferriamo un pugno) a cui si oppone la Forza risultante tra Inerzia e Gravità. Dunque è dimostrato che la mia forza fisica, la mia velocità e la mia potenza sono proporzionali, e possiamo affermare che se miglioriamo i nostri massimali (allenando la forza) anche la nostra velocità e di conseguenza la potenza ne trarranno un beneficio. Essere più “potenti” (sia più forti che più veloci) significa trasferire una maggiore quantità di energia nello stesso arco di tempo, o addirittura in un lasso di tempo inferiore. Da ciò risulta evidente che un soggetto che incrementa in modo sostanziale la propria potenza è in grado di sferrare pugni devastanti (e qualunque altro tipo di colpo, calci, ecc).

Scendiamo un poco nel dettaglio della forza muscolare: la prima osservazione da considerare è che esistono diversi tipi forza, di lavoro e di tensione muscolare, ma soprattutto esistono innumerevoli fattori che influenzano e differenziano la forza nel corpo umano. Essa si divide in tre diverse tipologie: Forza massimale, Forza rapida e Resistenza alla forza.
1. La Forza massimale rappresenta la massima forza esprimibile dal sistema neuromuscolare durante una contrazione volontaria. Essa dipende da tre componenti: la sezione trasversale fisiologica del muscolo, la coordinazione intermuscolare (cioè la coordinazione tra i muscoli che lavorano congiuntamente) la coordinazione intramuscolare (tra le singole fibre che compongono il muscolo). Appare quindi evidente che la forza massimale è condizionata in primis dalle capacità del sistema nervoso e, solo in un secondo momento, dalla massa muscolare. Questo significa che è possibile aumentare di molto la propria forza senza un corrispondente aumento di massa muscolare; significa anche però che, quando il SNC (sistema nervoso centrale) ha “imparato” a sfruttare appieno il muscolo, l’unico modo di incrementarne la forza è aumentarne la massa. Questi sono aspetti fondamentali da tenere in considerazione quando si vuole migliorare la propria forza.
2. La Forza rapida rappresenta la capacità del sistema neuro-muscolare di muovere il corpo e gli arti alla massima velocità. Essa può essere facilmente compresa attraverso la rappresentazione della forza in un diagramma Forza-Tempo, in cui la curva è caratterizzata da un punto di partenza, definito “forza iniziale”, coincidente in questo caso con l’origine degli assi; successivamente si verifica una salita molto repentina della curva Forza-Tempo, che è misura ed indicatore della forza esplosiva. Infine si giunge al raggiungimento del massimo valore, in corrispondenza della forza massimale. Quindi l’espressione della forza rapida è data dalla forza iniziale, dalla forza esplosa e dalla forza massimale, ed è proprio quest’ultima che deve essere allenata se si vuole accrescere in maniera sostanziale l’espressione veloce della forza e quindi la potenza di un pugno. La forza rapida si basa sulle capacità del SNC ed è proporzionale alla forza massimale: questo significa che per compiere un gesto (come tirare un pugno) alla massima potenza è fondamentale allenare il gesto specifico per migliorare l’efficienza del SNC, poiché è questo che permette di sfruttare al massimo la forza generata dai muscoli.


3. La Resistenza alla forza è definita la capacità di opporsi alla fatica, con carichi maggiori del 30% del massimale. Appare subito evidente che anche questa capacità è direttamente correlata alla forza massimale, oltre che alla capacità dell’organismo di resistere al lavoro prolungato (sostenuta dal sistema cardiovascolare). Infatti ponendo una data resistenza esterna, se disponiamo di un’elevata forza massimale e la aumentiamo con l’allenamento, lo stesso sforzo si dimostrerà nel tempo più semplice da affrontare che in precedenza.
Dunque l’allenamento della forza è importantissimo, tanto che è la base di ogni gesto atletico e attività sportiva. Inoltre è fondamentale anche per aumentare velocità ed esplosività di un qualsiasi movimento. Basti pensare che i maratoneti, se non lavorano adeguatamente sulla forza, non potrebbero ottenere prestazioni elevate.
Ma vediamo ora come si allena nello specifico: abbiamo visto in precedenza che la forza è espressione di un muscolo trofico ma anche soprattutto di un SNC allenato. L’impulso nervoso gestisce la contrazione muscolare attraverso diversi fattori: l’intensità della scarica elettrica, la frequenza della scarica, la coordinazione intramuscolare (delle singole fibre) ed extramuscolare (tra tutti i muscoli che cooperano). Non è scopo di questo articolo entrare nel dettaglio della fisiologia, ma è sufficiente sapere che per dare all’organismo uno stimolo allenante è necessario un sovraccarico pari all’ 80-85% del massimale (carico inteso come utile per una ripetizione). Un carico di questa entità non consente un gran numero di ripetizioni, circa 6-8; nonostante ciò, per aumentare il più possibile la forza massimale è indispensabile lavorare con carichi leggermente maggiori e meno ripetizioni, intorno alle 2-4 o massimo 5. Senza entrare nei particolari, possiamo affermare che questo è dovuto al fatto che, alzando il carico, l’allenamento sarà rivolto maggiormente verso la componente nervosa.

Questo tipo di lavoro naturalmente non va eseguito per ogni singolo muscolo, ma solo per distretti muscolari attraverso esercizi base sinergici, come per esempio la panca piana, l’overhead, lo squat, gli stacchi e le trazioni. Sono tutti esercizi fondamentali, molto complessi dal punto di vista tecnico – esecutivo, che qualsiasi atleta è obbligato a conoscere e utilizzare se vuole eccellere nella propria disciplina, qualsiasi essa sia. È consigliabile eseguire questi esercizi attraverso un aumento piramidale del carico all’interno di una stessa seduta, partendo quindi da un carico molto basso che verrà incrementato di serie in serie, prestando sempre la massima attenzione all’esecuzione tecnica e quindi alla sicurezza articolare, dato che le sollecitazioni sono molto elevate.
Un'altra regola da osservare è quella del “non strafare”, e ripartire correttamente l’allenamento nell’arco della settimana: evitare grandi volumi di lavoro ed eseguire uno o massimo due esercizi base per seduta di allenamento, che può essere accompagnato da solo pochi altri esercizi, come ad esempio un crunch, un esercizio di pompaggio come i dips alle parallele o altri complementari simili. L’allenamento deve quindi essere molto breve e il più intenso possibile, poiché è il carico che dà lo stimolo, e deve essere il maggiore possibile. Forse, però, non tutti sanno che esiste un carico esterno e un carico interno. Il primo è dato dall’ammontare dei kg che carichiamo sul bilanciere; il secondo è dato dalla nostra capacità tecnica di eseguire correttamente l’esercizio e indirizzare il carico ai distretti muscolari che vogliamo sollecitare. Ciò sembra semplice, ma purtroppo non lo è; la maggior parte delle persone, infatti, è convinta di allenarsi “bene” solo perché avverte indolenzimento, mentre purtroppo il lavoro corretto non dipende solo da questo.

Riassumendo e concludendo, è necessario allenarsi con sovraccarichi importanti ma senza strafare, con la massima concentrazione e attenzione alla tecnica; dopodiché, se il nostro obbiettivo è quello di aumentare la potenza di un colpo, come per esempio un pugno, non ci basterà semplicemente aumentare i massimali, ma sarà necessario allenare anche il gesto specifico. L’efficacia del colpo è data infatti principalmente dalla componente tecnica e solo in un secondo momento dalla forza massimale che si possiede. Logicamente, otterremo il massimo risultato se riusciremo a migliorare su entrambi i fronti.
Mattia Cigolin Guardie del corpo: corpo, ma soprattutto mente

Krav Maga Training

Usa il cervello e togliti la maschera da “sono-superman-intoccabile-e-devo-salvare-il-mondo-da-solo”.
Rimani chi sei, e usa una maschera per proteggerti da tutto ciò che vedi e senti. Non ti si può cambiare, anche se essa ti cambia. L’ importante è non perdere i tuoi valori, il tuo onore e rispetto. Rispetto per te, rispetto per gli altri. Ricorda le parole che ti ha insegnato il nonno, i tuoi genitori, il tuo Sensei. Svolgi il lavoro quotidiano senza aspettare qualcosa in cambio. Tutti abbiamo un prezzo; fatti pagare per il tuo valore. “Moment awareness”: tieni gli occhi aperti, sempre. Non andare in giro come se fossi in battaglia, ma assorbi più possibile quello che succede intorno a te. Quello che vedi, quello che senti, quello che senti da dentro. “Connecting the dots”: fai ipotesi su quello che vedi, su quello che potrebbe accadere. Prova ad essere un passo avanti. Mettiti nella testa di coloro che vogliono darti scacco. “Prepare for the worst, hope for the best”: Preparati e basta. Non esagerare, ma comportati secondo la legge del tuo paese, usando il possibile per difenderti. Allenati. Sii serio ma rilassato. Aiuta il tuo cliente e soprattutto te stesso.
Buon Lavoro, Dom (www.bodyguardinfo.it) Tips for providing constructive feedback

Krav Maga Training

Providing constructive feedback could prove to be a grim task. It is particularly challenging when the party you are evaluating, in your opinion, requires moderate to extreme feedback and/or changes. I would like to share three tips that I have found to be effective and extremely beneficial when I need to get a message across.
Tip #1: Be Honest and Fair
Honesty and fairness goes a long way. By providing honest feedback you are preventing obstacles that may arise because of dishonesty, lies and biases. Fairness encourage you to weigh an individuals' ability based upon the environment and supports honest feedback.
Tip #2: Provide Timely Feedback
Image you are looking forward to feedback from your instructor. You are enthusiastic at the same time, full of anxiety. Stress weighs heavily as you wait; however, you are dismayed because the feedback is not provided within a reasonable time. The behavior of the instructor encourages resentment and encourages disrespect. It show a lack of diligence on the part of the instructor. We want to put our best foot forward. A best practice is to provide feedback within 24-48 hours, depending on what method and to what extent feedback is required.
Tip #3: Embed the Good with the Bad
Sandwich your feedback. when providing feedback focus on the good or positives first. Sandwich the negative or needed improvements between the positive note. Provide suggestions for improvement. Share encouraging words. Offer your student or client an opportunity to contact you if he or she has additional questions. It boils down to simple and effective communication. Remember that you are the evaluator and your opinions are suggestive and we all have room to improve and we all want to be seen in a positive light.
                   By Preceptor Pedro Bennett
Come costruire un coltello da allenamento in metallo

Krav Maga Training knife

Ciao ragazzi, oggi ho approfittato di una mezza giornata libera e, con la scusa del prossimo stage,  mi sono costruito un coltello da allenamento in alluminio. Se avete un minimo di dimestichezza con  trapano e flessibile ve la caverete in un paio d'ore.
MATERIALE OCCORRENTE:
Una barra di alluminio.
Un buon metro di cordino da 3mm.
Flessibile (smerigliatrice angolare) con disco da taglio (sottile) e disco abrasivo.
Trapano con punta per il metallo da 5/6mm.
Un paio di lime per metallo, media e fine.
Carta vetrata fine.
Ho scelto l'alluminio perchè è un metallo leggero, è facile da lavorare e non arrugginisce. Per procurarsi una barra della giusta misura basta cercare nel reparto tendaggi di un negozio di bricolage (come Leroy Merlin); si tratta di una barra di 40x3x600mm usata per tenere tese le tende da interno; costa circa 6€ e con essa potete costruirvi almeno un paio di coltelli. Partiamo dal disegno che, più o meno, assomiglierà a questo:


Trasferite il disegno sulla barra di alluminio con un pennarello indelebile, quindi cominciate a tagliarlo con il flessibile, curando con attenzione le parti curve. Dopo averlo tagliato, passate alla lama abrasiva e arrotondate TUTTO, facendo attenzione a non lasciare sbavature. Ripassate il tutto con la lima media, poi con quella fine e da ultimo con la carta vetrata; al termine il pezzo dovrà essere completamente liscio e arrotondato (soprattutto, niente punta!).


Ora create i due fori con il trapano; conviene usare una punta piccola (2mm) e ingrandire poi il foro con una punta da 5/6mm. Ricordatevi di rimuovere le eventuali sbavature.


Il passaggio finale consiste nel rivestire l'impugnatura del coltello con il cordino: piegatelo a metà e fatelo passare per il foro superiore, quindi proseguite lungo il manico incrociando i due capi fino a raggiungere il secondo foro alla base dell'impugnatura. Fate passare i due capi liberi del cordino nel secondo foro, fate un bel nodo e avrete finito il vostro coltello da allenamento!
                   Estote parati! NicolaArticolo sulle aggressioni

Krav Maga Training - Autodifesa femminile Aggressioni contro le donne negli ambienti urbani: cosa si può fare per prevenire il fenomeno e che tipo di difesa è possibile attuare?
Sono purtroppo frequenti le aggressioni, specialmente nelle ore serali e notturne, soprattutto contro le donne, negli ambienti urbani e spesso lungo il percorso da quando si parcheggia la propria autovettura, a quando si raggiunge la porta di ingresso della propria abitazione.
Tipologie di aggressione:
Innanzitutto, bisogna distinguere tra le tipologie possibili di aggressioni, perchè saper valutare in che pericolo si è incappati puo’ essere di grande aiuto.  Il rapinatore, per esempio, non cerca lo scontro fisico, anche se è piu’ che preparato ad affrontarlo. Potrà ricorrere a frasi di minaccia anche terribili, ma il suo scopo sarà solo quello di sottrarvi dei beni. Chiede il portafoglio? la prima difesa è sicuramente quella di darglielo. Se volete tutelarvi, ricordate di non tenere tutti i vostri soldi nel portafoglio, ma usate tasche nascoste oppure cinture portafoglio ecc.. Possibilmente, cercate di non fare sfoggio di gioielli in luoghi ed in orari a rischio. Ben piu’ pericoloso è l’attacco del drogato o dell’ubriaco, perchè si tratta di persone alterate e senza alcun freno inibitorio; il vantaggio, tuttavia, è che si tratta di persone in condizioni fisiche debilitate e quindi piu’ soggette a subire una vostra eventuale reazione. Tra tutti i possibili aggressori, il piu’ pericoloso è sicuramente il maniaco, perchè soffre di una alterazione psichica ma è in condizioni fisiche ottimali. Non ha alcun rimorso per le azioni che compie, anzi, spesso si sente molto gratificato dalle reazioni impaurite delle proprie vittime.
Alcune semplici regole comportamentali di prevenzione:
Analizziamo quindi alcune semplici regole comportamentali in relazione al contesto ambientale in cui potete trovarvi. Evitate tassativamente di effettuare prelievi da sportelli Bancomat in ore notturne o anche semplicemente in orari di buio, ad esempio nelle sere d’inverno. Se invece non avete potuto farne a meno, osservate bene, mentre vi allontanate dalla banca, l’ambiente circostante, e se vi accorgete che qualcuno vi segue non esitate ad infilarvi in un negozio o in un bar. Prima o poi il vostro inseguitore si stuferà e se ne andrà, ma se non lo farà non esitate a chiamare la Polizia o i Carabinieri. Se vi capita di rientrare a casa di notte, e siete sole, evitate di parcheggiare la vostra automobile nei piani interrati dei parcheggi pubblici o condominiali, perchè potrebbe esserci qualche malintenzionato che vi aspetta nascosto nell’ombra. Se poi entrate in casa da un portone condominiale, meglio salire lungo le scale piuttosto che usare l’ascensore: è meglio non trovarsi mai, da sole e di notte, in uno spazio così ristretto come la cabina di un ascensore. Se invece di giorno, mentre camminate in città o mentre siete al supermercato a fare la spesa, avete l’impressione che qualcuno vi stia seguendo, fermatevi di colpo e giratevi davanti ad una vetrata o davanti a qualunque oggetto che possa riflettere ciò che avviene alle vostre spalle: se la persona che pensate vi stia seguendo si ferma anch’essa, e se il fatto si ripete più volte, allora l’individuo ce l’ha proprio con voi, quindi dovrete comportarvi di conseguenza.
Cosa fare in caso di aggressione:
Se, nonostante tutte queste precauzioni vi dovesse capitare di trovarvi davanti qualcuno che vi intima di dargli i soldi e i gioielli? La prima difesa è accontentarlo, come già scritto; ma se non volete farlo, oppure se l’individuo non vuole denaro e... vuole proprio voi? Ebbene urlate, urlate piu’ forte che potete, ma non frasi sconnesse: gridate “Aiuto, polizia!”, e urlatelo in continuazione. Molti psicologi consigliano di gridare (vi sembrerà strano) “Al fuoco, al fuoco !”; questo perché la gente comune, spesso, se sente invocare la polizia, per paura di una situazione a rischio, scappa, ma se sente gridare che è scoppiato un incendio corre a vedere. Comunque sia, gridando otterrete due effetti: il vostro aggressore capirà di essere a sua volta in pericolo, ed inoltre voi, sfogandovi con le urla, probabilmente riuscirete a superare la paralisi da paura che molto spesso blocca qualunque movimento della persona aggredita. La situazione citata è realmente accaduta piu’ volte e, addirittura, le vittime dopo una sana urlata liberatoria, si sono lanciate contro il proprio aggressore, prendendolo ripetutamente a calci proprio... dove ogni maschietto ha il terrore di essere colpito. Il mio personale consiglio però è: se l’aggressore ha un’arma, dategli subito il portafoglio, perchè il rischio è che, per zittirvi, vi colpisca, anche con violenza. Se invece avete buone gambe, e se l’ambiente intorno a voi (è una condizione fondamentale per la fuga) non presenta ostacoli particolari, scappate piu’ velocemente che potete e, contemporaneamente, urlate a piu’ non posso! Se subite una aggressione mentre siete con amiche, rimanete in gruppo e urlate tutte insieme, non ha importanza se siete in spazi aperti o chiusi, vedrete che effetto!
Gli spray di difesa:
Probabilmente avrete già pensato di tenere, in borsetta o in tasca, uno spray difensivo che si puo’ trovare comunemente in commercio. Va benissimo, però ricordatevi che:
non tutti gli spray in commercio sono di uso legale, per cui rivolgetevi a negozianti seri;
è assolutamente inutile tenere lo spray nella borsetta: quando siete sole e in ambienti pericolosi, non esitate e tenetelo in mano;
provatelo almeno qualche volta (senza accecare nessuno, naturalmente): è fondamentale che capiate quale traiettoria e quale distanza dovete osservare per colpire negli occhi il vostro ipotetico aggressore.
In genere lo spray si può usare da una distanza dall’aggressore variabile da 60 cm. a circa 2 metri e mezzo. Non usatelo MAI in un ambiente chiuso dove siete anche voi, e tanto meno se il vento soffia dal vostro aggressore verso di voi. Dopo di avere spruzzato, allontanatevi velocemente trattenendo il respiro per qualche secondo. Esistono spray che spruzzano gelatina urticante, e che non creano pericoli (tranne che per la persona investita dal getto) se si spruzzano in ambienti chiusi oppure controvento. Evitate tassativamente di acquistare bombolette che vi obblighino a guardare dove è l’ugello di spruzzo per prendere la mira (in caso di aggressione non ne avreste il tempo e rischiereste di spruzzarvelo in faccia): la bomboletta deve avere un riferimento tattile, fisso e molto evidente. Il mio consiglio, se volete acquistare una di queste bombolette, è di frequentare un corso (in genere di poche ore) sul relativo uso. Ricordatevi infine che, se acquistate un prodotto vietato, correreste il rischio di essere incriminate per detenzione (ed eventualmente uso) di gas tossici in luogo pubblico, non so se mi spiego…
Tenete il cellulare preimpostato sul 113
Infine, ricordate che anche il vostro telefono cellulare potrà salvarvi in situazioni ad alto rischio purchè teniate pre-impostato, ad esempio, il numero 113, e purchè siate velocissime a far capire al vostro aggressore che, mentre lui vi aggredisce... siete in linea con la Polizia!
I corsi di difesa personale:
Se invece proprio ci tenete a dare una bella lezione ad un vostro ipotetico aggressore, oppure se semplicemente volete sentirvi piu’ protette, allora iscrivetevi ad un corso di difesa personale. Inutile pensare alle arti marziali: hanno dei tempi di apprendimento lunghissimi e insegnano a muoversi in un contesto sportivo da competizione, che non ha nulla a che vedere con la difesa urbana. Poichè questa affermazione può generare molti dissensi, specifico che chi scrive questo articolo pratica il karate (cintura nera) e varie arti marziali da più di quarant’anni, però è anche istruttore di autodifesa Krav Maga, metodo di origine israeliana (quindi ideato da persone che hanno da sempre dovuto fronteggiare situazioni di pericolosità urbana assolutamente estrema, preparandosi ad affrontare in qualunque momento ed in qualunque luogo aggressioni a mani nude o a mano armata, rivolte contro di loro addirittura in maniera casuale e senza alcun preavviso).Se, quindi, intendete iscrivervi ad un corso di autodifesa, controllate la serietà degli istruttori e dell'associazione di appartenenza. Non è difficile; per esempio rivolgetevi a strutture che sono chiamate a tenere docenze nei corsi omologati a livello Regionale per gli addetti alla Security, e controllate che gli istruttori siano individualmente iscritti ad un Albo riconosciuto dallo Stato. Avete a disposizione varie strategie per fronteggiare le possibili situazioni di pericolo che potete incontrare nel contesto urbano; ricordate però che la migliore difesa è la prevenzione, a partire dall'analisi del contesto ambientale: se un ambiente può essere pericoloso evitate di andarci, soprattutto in determinati orari e, se proprio non potete evitarlo, fatevi accompagnare da qualcuno! (purchè siate ben certe che si tratti di una persona amica, naturalmente... )

                   Ing. Alberto Arietti, Head Instructor Krav Maga Training a.s.d.
Articoli  La difesa personale: aspetti civili e penali
La difesa personale: aspetti civili e penali

Krav Maga Training - La difesa personale: aspetti civili e penali

Come parte integrante di un corso di difesa personale, un buon istruttore è tenuto a informare i propri allievi in merito alle conseguenze a cui sarebbero esposti in una situazione di pericolo, non solo da un punto di vista fisico, ma anche da un punto di vista giuridico. Parlare di cosa prevede il nostro ordinamento giuridico in caso di difesa personale è un argomento di grande respiro che, per motivi di tempo e di spazio, non possiamo trattare interamente qui; cercheremo quindi di affrontare gli argomenti che ci interessano più direttamente in modo semplice e chiaro. Per approfondire le vostre conoscenze potete altresì fare riferimento a testi più completi (trattati di giurisprudenza, il Codice Civile etc...) e chiedere informazioni nelle opportune sedi (come gli uffici di Polizia)
Lo Stato Italiano ha istituito, come strumento a difesa del cittadino e delle leggi, le Forze di Polizia, quindi è a loro che i cittadini devono fare affidamento in qualsiasi situazione di pericolo o, più semplicemente, per chiedere consigli su come comportarsi in determinate situazioni. Nel caso in cui, nostro malgrado, ci dovessimo trovare in una situazione di pericolo, dobbiamo cercare il sistema più semplice e veloce per allontanarci e cercare di memorizzare quante più informazioni possibili (ad esempio la descrizione dell'aggressore, la cronologia dei fatti, la direzione presa dal malvivente etc...) e chiamare il prima possibile i numeri di pronto intervento 112 o 113, raccontando quanto siamo riusciti a ricordare. Per quanto riguarda la legislazione, riportiamo alcuni articoli contenuti nel Codice Penale. Sostanzialmente, questo volume contiene un complesso di norme giuridiche mediante le quali lo Stato stabilisce quali comportamenti non devono essere tenuti (definito quindi i reati) e quali sanzioni sono previste per chi li dovesse attuare (definendo quindi le pene).
Partiamo con alcuni articoli definiti “Cause di esclusione dal reato”, che descrivono tutti quei comportamenti che normalmente sono considerati reati ma che, in casi eccezionali espressamente previsti dalla legge, diventano leciti e sono esenti dalla pena.
Difesa legittima (art. 52 c.p.)
“Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi costretto dalla necessità di difendere un diritto proprio od altrui contro il pericolo attuale di un offesa ingiusta, sempre che la difesa sia proporzionata all'offesa. Nei casi previsti dall'articolo 614, primo e secondo comma, sussiste il rapporto di proporzione di cui il primo al comma del presente articolo se taluno detiene legittimamente presente in uno dei luoghi ivi indicati usa un'arma legittimamente detenuta o altro mezzo idoneo a difendere:  a) la propria o altrui incolumità; ...”
Per cui la legge legittima il diritto di difendere i nostri diritti e quelli degli altri, ma ci sono dei vincoli:
Il pericolo attuale: quindi immediato, quando si è arrivati ad un punto in cui non è più possibile sottrarsi alla situazione di pericolo;
L'aggressione ingiusta: s'intende quando qualcuno viola un nostro diritto o reca un offesa creando la situazione di pericolo;
La difesa proporzionata: La difesa dev'essere proporzionata all'offesa, quindi ci dev'essere una proporzione fra il male minacciato e quello che l'aggredito potrebbe infliggere con un'azione. Non solo, il concetto di proporzione è applicato anche tra i mezzi a disposizione dell'aggredito e quelli usati (supponendo che noi siamo gli “aggrediti”);
La proporzionalità tra offesa e difesa è un concetto ricorrente in molti articoli del Codice Penale.
Con la Legge n. 59 del 13 febbraio del 2006 l'articolo 52 ha introdotto due nuovi commi:
“...b) i beni propri o altrui, quando non vi è desistenza e vi è pericolo d'aggressione. La disposizione di cui al secondo comma si applica anche nel caso in cui il fatto sia avvenuto all'interno di di ogni altro luogo ove venga esercitata attività commerciale, professionale o imprenditoriale.”
Il legislatore ha ipotizzato la situazione in cui qualcuno s'introduce all'interno di un'abitazione, oppure all'interno di un luogo privato, contro la volontà di chi ha diritto di escluderlo, oppure clandestinamente, o con l'inganno, oppure il fatto si svolge all'interno di un'attività commerciale/professionale. In questa occasione è possibile utilizzare l'arma legittimamente detenuta o altro mezzo a difendere, la propria o altrui incolumità, i beni propri o altrui, quando non vi è desistenza e vi è pericolo di aggressione. Fermo restando che in tutti i casi dev'essere applicato il concetto di proporzionalità, l'imminenza del pericolo e l'inevitabilità dell'uso delle armi come mezzo di difesa della propria o altrui incolumità, se legittimamente detenute.

Uso legittimo delle armi (art. 53 c.p.)
“Ferme le disposizioni contenute nei due articoli precedenti, non è punibile il pubblico ufficiale che, al fine di adempiere un dovere del proprio ufficio, fa uso ovvero ordina di far uso delle armi o di altro mezzo di coazione fisica, quando vi è costretto dalla necessità di respingere una violenza o di vincere una resistenza all'Autorità e comunque di impedire la consumazione dei delitti di strage, di naufragio, sommersione, disastro aviatorio, disastro ferroviario, omicidio volontario, rapina a mano armata e sequestro di persona. La stessa disposizione si applica a qualsiasi persona che, legalmente richiesta dal pubblico ufficiale, gli presti assistenza. La legge determina gli altri casi, nei quali è autorizzato l'uso delle armi o di altro mezzo di coazione fisica.”.
L'uso delle armi o, più in generale, “della forza”, prevede l'esclusione della pena solo per i pubblici ufficiali appartenenti alle forze dell'Ordine, oppure a personale che per motivi di ufficio può portare armi senza licenza. Le condizioni per “legittimare l'uso delle armi o altro mezzo di coazione fisica” e sono:
Adempiere ad un dovere d'ufficio: quindi chi compie l'azione è vincolato dal dovere impostogli dalla Legge o Autorità competente che ha impartito un ordine;
Necessità di respingere una violenza, vincere una resistenza, impedire un delitto, un disastro, una rapina o un sequestro di persona;
Il vincolo di proporzionalità, che comunque dev'essere scelto quello meno lesivo e venga graduato a seconda le esigenze del caso.
Al “comune cittadino” è riconosciuta solo se:
è espressamente richiesto dal pubblico ufficiale;
la richiesta è legittimata, quindi se esistono delle leggi che consentono al pubblico ufficiale di avvalersi dell'assistenza del comune cittadino;
Ovviamente se l'ordine è palesemente criminoso, non si può invocare “l'uso legittimo delle armi”, come giustificazione. Anzi, la responsabilità dell'azione ricade non solo su chi ha impartito l'ordine, ma anche su chi l'ha eseguito.

Stato di necessita (art. 54 c.p.)
“Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di salvare sé od altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona, pericolo da lui non volontariamente causato, né altrimenti evitabile, sempre che il fatto sia proporzionato al pericolo. La disposizione della prima parte di questo articolo si applica anche se lo stato di necessità è determinato dall'altrui minaccia; ma, in tal caso, del fatto commesso dalla persona minacciata risponde chi l'ha costretta a commetterlo.”
Quest'articolo consente a chi si trova in pericolo di poterne uscire commettendo un reato anche contro terzi; quindi, trattandosi di una causa di giustificazione che determina il sacrificio di innocenti, ha dei limiti rigorosissimi:
chi commette il reato deve trovarsi in una situazione di pericolo tale dal non potervisi sottrarre, situazione che non si stata causata da egli stesso;
la commissione del reato è assolutamente necessaria per salvarsi e proporzionata al pericolo;
Il Codice Penale ha previsto anche i casi in cui il comportamento di un soggetto vada oltre i presupposti di difesa.
Eccesso colposo (art. 55 c.p.)
”Quando, nel commettere alcuno dei fatti preveduti dagli articoli 51, 52, 53, 54, si eccedono colposamente i limiti stabiliti dalla Legge o dall'Autorità ovvero imposti dalla necessità, si applicano le disposizioni concernenti i delitti colposi, se il fatto è preveduto dalla legge come delitto colposo.”
Quando si fa un abuso del diritto di autodifesa, si commette un reato di tipo colposo (non intenzionale), a meno che durante gli accertamenti investigativi non emerga la volontarietà di commettere un reato, o altri elementi psicologici. Quando un individuo va oltre a quello che è considerato il diritto all'autodifesa, rischia di commettere un reato a tutti gli effetti. “I delitti contro la persona” sono un sistema di norme all'interno del Codice Penale, che hanno l'obbiettivo primario di tutelare il bene della vita e dell'incolumità fisica. In quest'occasione tratteremo solo alcuni articoli rivolti al "comune cittadino"; articoli che stabiliscono quali comportamenti sono considerati reato e quali pene sono previste.
Omicidio (art. 575 c.p.)
“Chiunque cagiona la morte di un uomo è punito con la reclusione non inferiore ad anni ventuno.”
E' un articolo molto semplice e volutamente generico, in quanto non entra in merito alla volontarietà del soggetto che commette l'omicidio (per quello ci sono degli appositi articoli, con attenuanti ed aggravanti).
Come abbiamo detto precedentemente quello che va a tutelare è la vita della persona.
Percosse (581 c.p.)
“Chiunque percuote taluno, se dal fatto non deriva una malattia nel corpo o nella mente, è punito a querela della persona offesa, con la reclusione fino a sei mesi o con la multa fino a €309. Tale disposizione non si applica quando la legge considera violenza come elemento costitutivo o come circostanza aggravante di un altro reato.”
Questo articolo ha come oggetto la tutela dell’integrità fisica della persona.

Lesione personale (art. 582 c.p.)
“Chiunque cagiona ad alcuno una lesione personale, dalla quale deriva una malattia nel corpo o nella mente, è punito con la reclusione da tre mesi a tre anni. Se la malattia ha una durata non superiore ai venti giorni, e non concorre alcuna delle circostanze aggravanti previste dagli articoli 583 e 585, ad eccezione di quelle indicate nel numero 1 e nell’ultima parte dell’articolo 577, il delitto e punibile a querela della persona offesa.”
L’obbiettivo di questo articolo è quello di tutelare l’integrità psico-fisica della persona. Nel commettere questo tipo di reato dev'essere evidente la volontà dell'aggressore di causare una lesione, che può avere come conseguenza una malattia fisica o mentale. Per malattia fisica, oltre alle alterazione fisiche, vengono tenute in conto di escoriazioni, graffi e contusioni. Da qui la necessità di differenziare la tipologia della lesione aggravando la pena a secondo dell'entità.
Rissa (art. 588 c.p.)
“Chiunque partecipa ad una rissa è punito con una multa fino a €309,00. Se nella rissa taluno rimane ucciso, o riporta lesione personale la pena, per il solo fatto della partecipazione alla rissa, è la reclusione da tre mesi a cinque anni. La stessa pena si applica se la uccisione, o la lesione, avviene immediatamente dopo la rissa e in conseguenza di essa.”
La legge vieta la rissa in ogni sua forma e tutela l’incolumità personale. Si può parlare di rissa quando alla “scazzottata” partecipano più di tre persone, coscienti di voler fare del male agli avversari e di difendersi dalle loro aggressioni. In caso di rissa la legittima difesa non è applicabile come causa di esclusione del reato; inoltre, l’attenuante della provocazione non è da prendere in considerazione in quanto tra i partecipanti della rissa la provocazione è reciproca. La pena è applicata a chiunque partecipi ad una rissa, non solo, ma se le conseguenze portano a lesioni o peggio alla morte di qualcuno, tutti quelli che vi hanno partecipato sono passibili delle conseguenze previste dalla legge, indipendentemente dalla colpa di ognuno.
Omicidio Colposo (art. 589 c.p.)
“Chiunque cagiona la morte di una persona è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni... ...Nel caso di morte di più persone, ovvero e di lesioni di una o più persone (852) si applica la pena che dovrebbe infliggersi per la più grave delle violazioni commesse aumentata fino al triplo, ma non può superare gli anni quindici.”
L'articolo viene riportato solo parzialmente, ma e sufficiente per capire che l'intento è quello di tutelare la vita da tutti quei casi o comportamenti che, in maniera involontaria, portano alla morte. In questi casi la legge è particolarmente severa: il soggetto che si macchia di questo reato è consapevole della condotta pericolosa (ad esempio: è alla guida di un veicolo in stato in ebbrezza), ma nonostante tutto persevera causando una lesione o la morte della vittima.

In conclusione, sapersi difendere è importante, ma lo è anche essere consapevoli della responsabilità della condotta personale, sia da un punto di vista civile che penale (nel caso di individui minorenni i responsabili sono i genitori o chi ne esercita la patria potestà). Nel caso di inesattezze o omissioni ci scusiamo fin da subito; ogni critica costruttiva può contribuire a migliorare il presente articolo ed è pertanto ben accetta! Condividere le conoscenze non fa altro che accrescere la nostra comunità.
                            Stefano Stella - Krav Maga Training
Difesa personale per guardie giurate e/o addetti al servizio di vigilanza e sicurezza (ex “buttafuori”)
Difesa personale per guardie giurate e/o addetti al servizio di vigilanza e sicurezza (ex “buttafuori”)

Krav Maga Training - Corsi addetti alla sicurezza

Durante i corsi annuali tenuti da Krav Maga Training vengono affrontate non solo le tecniche di autodifesa personale e di difesa terzi, ma anche quelle di tutela degli ambienti e delle persone relativamente ad un contesto di Sicurezza in luoghi sia pubblici che privati, anche suscettibili di grande affollamento. E' evidente che la formazione, in tal caso, deve essere non solo fisica ma anche psicologica.
Per chi desiderasse unire a questo tipo di apprendimento anche  una formazione lavorativa, Krav Maga Training propone concrete possibilità, rigorosamente inquadrate sotto il profilo giuridico e normativo. Krav Maga Training collabora infatti sul territorio (tenendo docenze nei corsi formativi di TSS) per la formazione degli addetti alla Security, dando inoltre la possibilità ai propri allievi di partecipare con opportune agevolazioni ai relativi corsi qualificanti.
TSS (target services solutions) è una struttura che si occupa di corsi di formazione ed è accreditata in Regione Lombardia per il rilascio di qualifiche valide su tutto il territorio nazionale. In merito alla qualifica di Addetto alla Sicurezza, i corsi sono di 90 ore, come stabilito legislativamente, e con frequenza serale oppure di sabato, per agevolare gli studenti lavoratori. Al termine del corso, dopo relativo esame, il partecipante riceverà un attestato valido ai sensi del DM n. 3310 del 06/10/2009, valido su tutto il territorio nazionale e requisito indispensabile per l'esercizio della professione. Sarà inoltre possibile chiedere di esercitare tale mansione continuativamente, oppure "spot", ad esempio durante taluni eventi oppure durante i week end, secondo le esigenze individuali. Sia Krav Maga Training che TSS cercheranno di aiutare l'inserimento degli allievi migliori presso agenzie di sicurezza, locali di intrattenimento etc...
I requisiti per l'iscrizione ai corsi sono fedina penale pulita, licenza media e, per gli stranieri, anche il permesso di soggiorno.
                   Ing. Alberto Arietti, Head Instructor Krav Maga Training a.s.d.

info@kravmaga.it 041-3190868
logo SIKM sito
HOME
SEDI & DOCENTI
CORSI & STAGE
DVD & MATERIALI
FOTO
DISCIPLINE COLLEGATE
CONTATTI
ASD AFFILIATE SETTORE KRAV MAGA

Cerca...
VAI













<
>
SCUOLA ITALIANA KRAV MAGA
corsi di difesa personale su metodo krav maga. L'autodifesa così come insegnata da Philippe Kaddouch. difesa da aggressioni armate, corsi di self defense contro bastone, coltello, e military krav maga. In italia dal 1999.
Privacy Policy
Area Riservata
IC - Instructor Community
CSEN
Affiliato CSEN


logo csen copy
facebook Pagina Facebook SIKM
facebook Pagina Facebook di Marco Buschini
ASO logo copy2 Sito A.S.O.
idss2 Sito IDSS
Novità
I nostri DVD di Krav Maga

copertine20tutte20quante20copia

Acquistali subito!!


Il primo DVD BERETTA sul tiro
Operativo e di Difesa
dvd tiro cop
Acquistalo subito!!
KRAV MAGA - LOTTA MILITARE ISRAELIANA DI AUTODIFESA


Il Krav Maga è la quintessenza della tattica per l'autodifesa, il combattimento corpo a corpo e la protezione di terza persona, insegna ad affrontare i reali pericoli della strada, e con un' intelligente ed immediata valutazione della pericolosità dell'aggressione e delle circostanze, anche ambientali in cui ci si trova, si impara a scegliere l'azione più opportuna da utilizzare per salvaguardare la propria incolumità.


Nelle tecniche del Krav Maga non vi è nulla di superfluo o estetico, ma solo estrema efficacia, istintività, condizionamento, velocità di esecuzione delle combinazioni fino all'eliminazione del problema, che può voler dire: sia dileguarsi che colpire e fuggire o arrivare alla risoluzione più estrema.

Particolarmente riconosciuto a livello mondiale è lo studio delle tattiche e delle tecniche per la protezione di terza persona contro gli attacchi e/o minacce armate, siano esse effettuate con armi bianche o da fuoco, comprese quelle automatiche e militari, ed essendo un vero sistema di autodifesa semplice e rapido da apprendere, si adatta ad ogni tipo di persona: uomini, donne, ragazzi, di qualsiasi corporatura e peso.

UN PO' DI STORIA:
Imi Lichtenfeld

Il Krav Maga è nato in Israele negli anni '40 ad opera di Imi Lichtenfeld , non certo per motivi artistici o sportivi ma per esigenze militari di sopravvivenza. Negli ultimi 50 anni si è evoluto e perfezionato sul campo di battaglia, durante le numerose guerre sviluppatesi in medio oriente. Fino a vent'anni fa era un esclusivo sistema insegnato esclusivamente ai reparti speciali dell'Israeli Defense Force e agli operatori della sicurezza nazionale. Successivamente, venne adattato per le esigenze civili ed insegnato negli ultimi dieci anni in molti stati del mondo, mantenendo sempre intatti i principi fondamentali per cui è nato.

IN ITALIA:

Il Krav Maga in Italia è stato diffuso a partire dal 1999 dal Maestro Philippe Kaddouch ex Istruttore dell'esercito israeliano che in quel anno ha formato Marco Buschini e altri pochi Maestri.

CHI LO ADOPERA:

Attualmente il Krav Maga è stato adottato da molti reparti speciali militari e di Polizia al mondo, è in uso in alcuni reparti speciali in Italia, in alcuni comandi di Polizia locale, e in vari reparti dell'Esercito.

PER LA DIFESA PERSONALE:
Dopo circa dieci anni, il Krav maga si è diffuso come metodo di difesa personale ed è insegnato nelle palestre italiane.

Approfittando però, ancora della scarsa conoscenza da parte dei più, molti "maestri" di arti marziali hanno inserito il Krav Maga nel loro "menu" di proposte di corsi per allargare il business proponendo mix di varie tecniche marziali e allenamenti improbabili per questo metodo.

Il Krav maga non è un arte marziale e gli allenamenti non prevedono uso di guantoni, caschi, paradenti, è contemplata solo la "conchiglia " paragenitali per gli uomini. Saltuariamente, in fase di test "feedback" si possono usare le protezioni. (caschetto, guantoni e paradenti)

Nel Krav maga, non si usano leve articolari o bloccaggi a terra, nella realtà in una aggressione che avviene per strada rimanere bloccato a terra o comunque tangente all'aggressore sarebbe un grave errore!!

Un aspetto che occupa circa il 50% dell'allenamento, è quello della preparazione psicologica. Il Krav maga nasce per una applicazione nel tentativo di sopravvivere ad una aggressione per strada o comunque non in palestra, per questo motivo la preparazione emotiva deve assolutamente far parte dell'addestramento globale, con tecniche particolari che mettono sotto stress il praticante come l'allenamento ad occhi chiusi o a sorpresa.

Anche se romanzato, nel film "fuori dall'incubo" con Jennifer Lopez, si possono vedere alcuni allenamenti di Krav Maga



STAGE REGIONALE LOMBARDIA

VOLANTINO REGIONALE LOMBARDIA



STAGE REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA

Locandina leggera Stage fvg 2017

COMMISSARIO TECNICO NAZIONALE KRAV MAGA (S.I.K.M.) FOUNDER

marco copy
     
M° Marco Buschini
cell. 3428660942 mail: founder@kravmaga.it
Istruttore di Krav Maga graduato con certificazione IKMF (Israele)
Istruttore di krav Maga militare con certificazione IKMF (Israele)
Istruttore di scorta tutela V.I.P. con certificazione IKMF (Israele)
Istruttore di Karate 5° dan con certificazione OKINAWA KARATE (GIAPPONE)
Istruttore di Karate 5° dan con certificazione HERITAGE GOJU (U.S.A.)
Istruttore tecniche operative con certificazione   LAW ENFORCEMENT TRAINING (U.S.A.)
Trainer di tiro BERETTA con certificazione FABBRICA D'ARMI PIETRO BERETTA SpA
Istruttore  Tactical Baton con certificazione  ASP (U.S.A.)Istruttore Spray OC con certificazione  DEFENCE TECHNOLOGY  (U.S.A.)
Trainer  Spray OC con certificazione  FOX LABS  (U.S.A.)
Istruttore Spray OC con certificazione  HOERNECKE (D)
Buschini SIKM

Sottufficiale della Polizia di Stato in quiescenza, nella sua vita ha accumulato molte esperienze nelle tecniche di combattimento sportivo ma sopratutto militare. Ha avuto innumerevoli esperienze di addestramento con formatori militari di tattiche di difesa in molti paesi esteri dagli stati uniti, paesi d'oriente e medio oriente, sud america e Europa.

Tra le varie esperienza è stato istruttore per alcuni anni, di tecniche Krav Maga nel "GOS", gruppo operativo speciale della Polizia di Stato, Istruttore di lotta corpo a corpo con armi "lunghe" del Reggimento paracadutisti 185°  "RAO" battaglione brigata folgore. Istruttore, di tecniche di difesa di scorta presso la Brigata "Friuli" per il team di scorta del Generale Comandante in missione in IRAQ. Istruttore di tecniche anti terrorismo per la compagnia aerea "ALPIEAGLES", Istruttore di tecniche di scorta e tutela per il personale di sicurezza  BENETTON GROUP,  Istruttore di tecniche di vigilanza e sicurezza per personale addetto all'antiterrorismo di porti e aeroporti. Dal 2004, istruttore professionista per le Forze di Polizia

template-joomspirit.com
Tutto il materiale presente sul sito (ove non espressamente indicato) è di proprietà
ASD. FEDERAZIONE SCUOLA ITALIANA KRAV MAGA - P.Iva 04255980288
SCUOLA ITALIANA KRAV MAGA
corsi di difesa personale su metodo krav maga. L'autodifesa così come insegnata da Philippe Kaddouch. difesa da aggressioni armate, corsi di self defense contro bastone, coltello, e military krav maga. In italia dal 1999.
Sei qui:    sedi & docenti
Privacy Policy
Area Riservata
IC - Instructor Community
CSEN
Affiliato CSEN


logo csen copy
facebook Pagina Facebook SIKM
facebook Pagina Facebook di Marco Buschini
ASO logo copy2 Sito A.S.O.
idss2 Sito IDSS
Novità
I nostri DVD di Krav Maga

copertine20tutte20quante20copia

Acquistali subito!!


Il primo DVD BERETTA sul tiro
Operativo e di Difesa
dvd tiro cop
Acquistalo subito!!
Queste sono le Regioni dove puoi trovare le nostre scuole:
Abruzzo
Emilia-Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Lombardia
Marche
Piemonte
Sardegna
Toscana
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto


Queste invece sono le Regioni ancora scoperte:

Basilicata
Calabria
Campania
Liguria
Molise
Puglia
Sicilia
Trentino Alto Adige

Chiamaci per sapere come attivare dei corsi nella tua Regione, ospitare uno stage o un corso Trainer per insegnare nelle palestre vicine a te.

      
SCUOLA ITALIANA KRAV MAGA
corsi di difesa personale su metodo krav maga. L'autodifesa così come insegnata da Philippe Kaddouch. difesa da aggressioni armate, corsi di self defense contro bastone, coltello, e military krav maga. In italia dal 1999.
Sei qui:    sedi & docenti
Privacy Policy
Area Riservata
IC - Instructor Community
CSEN
Affiliato CSEN


logo csen copy
facebook Pagina Facebook SIKM
facebook Pagina Facebook di Marco Buschini
ASO logo copy2 Sito A.S.O.
idss2 Sito IDSS
Novità
I nostri DVD di Krav Maga

copertine20tutte20quante20copia

Acquistali subito!!


Il primo DVD BERETTA sul tiro
Operativo e di Difesa
dvd tiro cop
Acquistalo subito!!
Docenti SIKM in ordine gerarchico
    

DIRETTORE TECNICO CAPO SCUOLA S.I.K.M.



MASTER TEACHER

MAESTRI/MASTER

ISTRUTTORI/INSTRUCTOR

ALLENATORI/TRAINER



REFERENTI REGIONALI


COMMISSIONE DISCIPLINARE
COMMISSARIO TECNICO NAZIONALE KRAV MAGA (S.I.K.M.)
FOUNDER


marco copy
     
M° Marco Buschini

cell. 3428660942
mail: founder@kravmaga.it


Istruttore di Krav Maga graduato con certificazione IKMF (Israele)
Istruttore di krav Maga militare con certificazione IKMF (Israele)
Istruttore di scorta tutela V.I.P. con certificazione IKMF (Israele)
Istruttore di Karate 5° dan con certificazione OKINAWA KARATE (GIAPPONE)
Istruttore di Karate 5° dan con certificazione HERITAGE GOJU (U.S.A.)
Istruttore tecniche operative con certificazione   LAW ENFORCEMENT TRAINING (U.S.A.)
Trainer di tiro BERETTA con certificazione FABBRICA D'ARMI PIETRO BERETTA SpA
Istruttore  Tactical Baton con certificazione  ASP (U.S.A.)Istruttore Spray OC con certificazione  DEFENCE TECHNOLOGY  (U.S.A.)
Trainer  Spray OC con certificazione  FOX LABS  (U.S.A.)
Istruttore Spray OC con certificazione  HOERNECKE (D)

Buschini SIKM

Sottufficiale della Polizia di Stato in quiescenza, nella sua vita ha accumulato molte esperienze nelle tecniche di combattimento sportivo ma sopratutto militare. Ha avuto innumerevoli esperienze di addestramento con formatori militari di tattiche di difesa in molti paesi esteri dagli stati uniti, paesi d'oriente e medio oriente, sud america e Europa.

Tra le varie esperienza è stato istruttore per alcuni anni, di tecniche Krav Maga nel "GOS", gruppo operativo speciale della Polizia di Stato, Istruttore di lotta corpo a corpo con armi "lunghe" del Reggimento paracadutisti 185°  "RAO" battaglione brigata folgore. Istruttore, di tecniche di difesa di scorta presso la Brigata "Friuli" per il team di scorta del Generale Comandante in missione in IRAQ. Istruttore di tecniche anti terrorismo per la compagnia aerea "ALPIEAGLES", Istruttore di tecniche di scorta e tutela per il personale di sicurezza  BENETTON GROUP,  Istruttore di tecniche di vigilanza e sicurezza per personale addetto all'antiterrorismo di porti e aeroporti. Dal 2004, istruttore professionista per le Forze di Polizia

Federkravmaga - Federazione Krav Maga Italia | Federazione Krav Maga Italia
Home  Chi Siamo  Palestre  News  Shop  Multimedia  Eventi


GLOBAL DEFENSYSTEM
synce 2004
asi
fesik
wkmf
kmred
cos
onu
nato
CHI SIAMO
FEDERKRAVMAGA ITALIA
SSD  FEDERKRAVMAGA  ITALIA  Srl
SETTORI
Non solo Krav Maga
Kapap, Cos, Women, Shooting e molto altro
NEWS
Ultimi aggiornamenti
…sulle nostre attività
CHIUSI (SI) DAL 6 AL 10 NOVEMBRE 2017 : Nono modulo – Corso di Difesa Personale Aziendale riservato al personale di RFI
06
NOV
8:30

MILANO 12 NOVEMBRE 2017 STAGE & AGGIORNAMENTI ISTRUTTORI ITALIA NORD OVEST : M° Alessandro Del Pia & Staff Tecnico Regione Lombardia
12
NOV
All day

ROMA 25 NOVEMBRE 2017 : Formazioni, verifiche, aggiornamenti Istruttori Federkravmaga Centro Italia
25
NOV
All day







Entra a far parte della nostra Federazione
Contattaci
Krav Maga ItaliaKRAV MAGA ITALIAKapap ItaliaKAPAP ITALIACOS Close Combat ItalyCOS CLOSE COMBAT ITALYKrav Maga RED italyKRAV MAGA RED ITALYWomenWOMENKidsKIDSSicurezzaSICUREZZAShootingSHOOTINGSurviveSURVIVEBlade – BatonBLADE – BATONArti MarzialiARTI MARZIALIFunctional KravFUNCTIONAL KRAV
asi
fesik
wkmf
kmred
cos
onu
nato
Krav Maga ItaliaKRAV MAGA ITALIAKapap ItaliaKAPAP ITALIACOS Close Combat ItalyCOS CLOSE COMBAT ITALYKrav Maga RED italyKRAV MAGA RED ITALYWomenWOMENKidsKIDSSicurezzaSICUREZZAShootingSHOOTINGSurviveSURVIVEBlade – BatonBLADE – BATONArti MarzialiARTI MARZIALIFunctional KravFUNCTIONAL KRAV
           Salva     PROGETTI SUL TERRITORIO
PROGETTI SOCIALI E PROFESSIONALI SVOLTI SUL TERRITORIO DALLA FEDERKRAVMAGA ITALIA
ATTENZIONE:
In questo elenco vengono citati solo i Progetti che possono essere
resi noti e per cui e’ stata data la liberatoria per pubblicarne lo svolgimento……
DAL 2004 LAMEZIA TERME (CZ) – Direzione M° Alessandro Del Pia (RM)
Ad oggi collaborazione privata per Addestramento Professionale Self Police con gruppo di Operatori della Guardia di Finanza di Lamezia Terme (CZ), Regione Calabria.
DAL 2005 ITALIA – Direzione Staff FEDERKRAVMAGA ITALIA
Collaborazione per ” Tutela Turisti ” nelle citta’ a rischio Italiane e Internazionali con il Tour Operator Viaggi Preziosi (LT), in varie Regioni Italiane.
2008 - 2015 VERONA – Direzione C. Parmelli ( VR )
Corsi di Antiaggressione Femminile nelle Circoscrizioni del Comune di Verona, Regione Veneto.
2010 BOLOGNA – Direzione L. Parmelli (MI)
Formazione Steward sportivi per lo stadio Dall’Ara di Bologna con l’ Istituto di formazione il Girasole di Bologna, Regione Emilia Romagna.
2010 ROMA – Direzione M° Alessandro Del Pia (RM)
Progetto ” Vivere Sicure si puo’ ” del Comune di Roma per l’ Antiaggressione Femminile e lo Stalking svolto presso il Comando della Polizia Municipale di Roma, Regione Lazio.
2010 CATANZARO – Direzione S. Leotta ( CZ )
Progetto per l′ Antiaggressione Femminile e lo Stalking per la Calabria presso la Provincia di Catanzaro.
2010 TREMESTIERI ETNEO (CT) - Direzione M° Alessandro Del Pia (RM)
Progetto ” Donna Sicura ” del Comune di Tremestieri Etneo (CT) per
l’ Antiaggressione Femminile e lo Stalking, Regione Sicilia.
DAL 2011 CALTANISSETTA – Direzione Istr. Marzia Mangione (CL)
Corso di Antiaggressione Femminile e Stalking per la Scuola Media Superiore ” Rosso di San secondo ” di Caltanissetta, Regione Sicilia.
2011 - 2015 UDINE – Direzione Niki Del Torre ( UD )
Formazione per gli Addetti alla Sicurezza nei pubblici locali ( legge Maroni) per la Provincia di Udine, Regione Friuli V.G.
2011 LA SPEZIA – Direzione Staff Fkmi Reg. Liguria
Formazione per gli Addetti alla Sicurezza nei pubblici locali (legge Maroni) per la Provincia di La Spezia, Regione Liguria.
2011/2012 LAMEZIA TERME (CZ) – Direzione Staff Federkravmaga Lamezia Terme
Addestramento Self Professional per Operatori della Sicurezza dell’ Aeroporto di Lamezia Terme (CZ), Regione Calabria.
2011 ROMA 17 DICEMBRE – Organizzazione e Direzione evento : Federkravmaga italia
Stage Interdisciplinare di Difesa Personale per la raccolta fondi a sostegno dell’ Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.
2011-2012 FRIULI V.G. – Direzione Istr. Niki Del Torre (UD)
Convenzione per addestramento Self Professional con Comando Regionale Guardia di Finanza del Friuli Venezia Giulia.
2011- 2014 CALABRIA – Direzione Staff Tecnico Federkravmaga Lamezia Terme
Convenzione per addestramento Self Professional con Comando Regionale Guardia di Finanza della Calabria.
2010 - 2015 CALTANISSETTA – Direzione Istr. Marzia Mangione (CL)
Corso di Antiaggressione Femminile e Stalking per l′ Istituto Superiore ” Sen. A. Di Rocco ” di Caltanissetta, Regione Sicilia.
2011 - 2012 LA SPEZIA – Direzione Fkmi Liguria
Corso di Antiaggressione Femminile e Stalking per la Provincia di La spezia – Regione Liguria , con il patrocinio della Provincia La Spezia.
2011 - 2015 CALTANISSETTA-Dir. Istr. Marzia Mangione (CL)
Corso di Antiaggressione Femminile e Stalking adottato nel piano studi delle prime terze classi dell′ Istituto Superiore Sen. A. Di Rocco di Caltanissetta, Regione Sicilia.
2011/2012 AMANTEA (CS) – Direzione Istr. Salvatore Leotta (CZ)
Corso di Antiaggressione Femminile e Stalking per l’ Istituto Superiore ” C. Mortati ” di Amantea ( CS ) Regione Calabria.
2012 AQUILA – Direzione Istr. Salvatore Leotta (CZ)
Corso di Autodifesa Professionale Krav Maga Police & Security presso la Scuola della GdF dell’ Aquila.
2012 LAMEZIA TERME ( CZ ) – Direzione Istr. Salvatore Leotta (CZ)
Corso di Autodifesa Professionale Krav Maga Military – Police riservato a Militari dell’ E.I. di sede a Lamezia Terme (CZ) in procinto di recarsi in missioni internazionali all’ estero.
2012 - 2015 AVIANO ( PN ) BASE USAF – Direzione Istr. Niki Del Torre (UD) – Istr. Mauro Vazzoler (PN)
Corso di Autodifesa Professionale Krav Maga Police & Military presso la Base Militare Usaf di Aviano ( PN ).
2012 POMPEI ( NA ) – Direzione M° Alessandro Del Pia – Istr. Pasquale Abbagnale ( NA )
Progetto di Antiaggressione femminile “Vivere sicure…si puo’ ” per il Comune di Pompei ( NA ).
2012 ZAFFERANA ETNEA ( CT ) – Direzione Istr. Marzia Mangione (CL)
Progetto Anti-bullismo per la Scola Elementare ” Matteo Maglia ” di Zafferana Etnea ( CT ).
2012 LAMEZIA TERME (CZ) – Direzione Istr. Salvatore Leotta (CZ)
Progetto Woman Protect – Vivere sicure…si puo’ – Antiaggressione Femminile per il Liceo Scientifico Galileo Galilei di Lamezia Terme (CZ).
2012 CISTERNA di LATINA (LT) – Direzione Istr. Antonio Massarella (LT)
Progetto Difesa Personale Professionale riservato agli Operatori certificati della Guardia Ambientale d’ Italia sezione di Cisterna di Latina (LT).
2013 AMANTEA (CS) – Direzione Istr. Salvatore Leotta (CZ)
Corso di Antiaggressione Femminile riservato al C.I.F. – Centro Italiano Femminile di Amantea Teresa Mannarino.
2013 AGROPOLI (SA) – Direzione Istr. Gennaro Verta (SA)
Convegno Teorico – Pratico sulla Legalità e Sicurezza delle Donne.
2013 - 2015 VARIE CITTA’ D’ ITALIA – Direzione Staff Self Professional Federkravmaga Italia
Progetto ” Self Pro Police & Security ” riservato ad Operatori Certificati del settore.
FOGGIA 2016 LA DIFESA PERSONALE E ANTIBULLISMO NELLA SCUOLA
Organizzata dalla Federkravmaga di Foggia, il 25 novembre scorso una giornata all' insegna della Difesa Personale e dell' Antibullismo. Oltre cinquecento gli studenti dell’Istituto Notarangelo-Rosati di Foggia, sede della Manifestazione : Direzione evento M° Gustavo Cagiano Coord. Federkravmaga Italia Prov. Foggia
FOGGIA GENNAIO 2016 LA DIFESA PERSONALE NELLA SCUOLA
Gennaio, la Federkravmaga Foggia ha organizzato un incontro con gli allievi e i docenti dei vari istituti professionali di Foggia, dove il Coordinatore e responsabile della Provincia di Foggia M° Gustavo CAGIANO ha dimostrato praticamente l’efficacia delle tecniche da adottare in presenza di vari tipi di aggressione. Un ringraziamento particolare al Preside Prof. De Vivo Raffaele e ai docenti tutti per la fattiva disponibilità e collaborazione finalizzata all’ottimo risultato raggiunto dell’ incontro odierno.
2014 CALTANISSETTA - Direzione Istr. Marzia Mangione (CL)
Progetto Teorico-Pratico – Difesa Personale Antiaggressione Femminile- Antibullismo -Stalking - FKMI CALTANISSETTA ISTITUTO STATALE PIETRO LEONE.
2014 MINEO (CT) – 8 E 9 MARZO : Direzione Istr. Massimiliano Salerno (CT)
Il Comune di Mineo in collaborazione con Sportello Donna e Federkravmaga Mineo in occasione della giornata Internazionale della Donna presenta il Progetto Teorico-Pratico ” Vivere sicure..si puo’….io lotto “
Seminario gratuito contro le violenze fisiche e psicologiche,, la discriminazione, lo stalking.
2014 ALIA (PA) – 8 MARZO : Direzione Istr. Marzia Mangione (CL)
Il Comune di Alia (PA) in collaborazione con la Federkravmaga Palermo
in occasione della giornata Internazionale della Donna presenta il Progetto
Teorico-Pratico ” Vivere sicure..si puo’….io lotto “
Seminario gratuito contro le violenze fisiche e psicologiche,, la discriminazione, lo stalking.
2014 SAN PIETRO CLARENZA (CT) – 9 MARZO : Direzione Istr. Marzia Mangione (CL) – Istr. Francesco Corselli (CT)
Il Comune di Alia (PA) in collaborazione con l’ Assessorato alle Pari Opportunita’ e la Federkravmaga Catania in occasione della giornata Internazionale della Donna presenta il Progetto Teorico-Pratico ” Vivere sicure..si puo’….io lotto “
Seminario gratuito contro le violenze fisiche e psicologiche,, la discriminazione, lo stalking.
2014 ROMA 8 – 9 MARZO : Direzione Istr. Valerio Pappalardo (RM)
In adesione alla campagna ” NOINO.ORG” la Federkravmaga Roma in occasione della giornata Internazionale della Donna presenta il Progetto Teorico-Pratico ” Vivere sicure..si puo’….io lotto “
Seminario gratuito contro le violenze fisiche e psicologiche,, la discriminazione, lo stalking.
2014 ANZIO (RM) 7 MARZO : Direzione M° Alessandro Del Pia (RM) – Staff Tecnico Fkmi Regione Lazio
Evento riservato al Corpo Dirigente, Docente, Operatori e Studenti del Chris Cappell College di Anzio (RM)” Vivere sicuri..si puo’…noi lottiamo “
Seminario gratuito contro le violenze fisiche e psicologiche,, la discriminazione, lo stalking.
2014 ANZIO (RM) 8-9 MARZO : Direzione M° Alessandro Del Pia (RM) – Staff Tecnico Fkmi Regione Lazio
Il Comune di Anzio, l’ Assessorato alle Politiche Culturali in collaborazione con l’ Assessorato alle Politiche Sociali e Federkravmaga Regione Lazio in occasione della giornata Internazionale della Donna presenta il Progetto Teorico-Pratico
” Vivere sicure..si puo’….io lotto “
Seminario gratuito contro le violenze fisiche e psicologiche,, la discriminazione, lo stalking.
2014 SERRADIFALCO (CL) 7 MARZO : Direzione Istr. Marzia Mangione (CL)
La Federkravmaga Caltanissetta in collaborazione con l’ Associazione F.I.D.A.P.A. in occasione della giornata Internazionale della Donna presenta il Progetto Teorico-Pratico ” Vivere sicure..si puo’….io lotto ” presso l’ Aula Magna dell’ Istituto Comprensivo di Serradifalco (CL).
Seminario gratuito contro le violenze fisiche e psicologiche,, la discriminazione, lo stalking.
IN OCCASIONE DELL' 8 MARZO OGNI ANNO IN VARIE CITTA’ D’ ITALIA : Direzione Staff Tecnico Federkravmaga Woman Protect
La Federkravmaga Italia in occasione della giornata Internazionale della Donna presenta il Progetto Teorico-Pratico ” Vivere sicure..si puo’….io lotto “
Seminario gratuito contro le violenze fisiche e psicologiche, la discriminazione, lo stalking.
8 MARZO 2016 ROMA
Come tutti gli anni lo Staff Tecnico Federkravmaga Italia - settore Woman Protect in occasione della giornata Internazionale della Donna presenta il Progetto Teorico-Pratico ” Vivere sicure..si puo’….io lotto “
Quest' anno oltre agli eventi gratuiti nei centri Federkravmaga di Roma e provincia, dimostrazione all’ emittente televisiva Gold TV durante la trasmissione “La Partita Perfetta “. Responsabile evento Istr. Valerio Pappalardo e Staff tecnico Federkravmaga Italia Provincia di Roma
DAL 2015-2017 IN VARIE CITTA’ D’ ITALIA PRESSO I CENTRI DECHATLON
Direzione Staff Tecnico Federkravmaga Woman Protect
La Federkravmaga Italia presenta il Progetto Teorico-Pratico ” Vivere sicure..si puo’….io lotto ” Seminario gratuito contro le violenze fisiche e psicologiche, la discriminazione, lo stalking.
MARZO 2015 CORSO DI ANTI-BULLISMO PRESSO ISTITUTO MARELLI DI ROMA
Direzione Staff Tecnico Federkravmaga:
Istr. Valerio Pappalardo – Istr. Massimiliano Proietti
La Federkravmaga Italia presenta il Progetto Teorico-Pratico ” Vivere sicure..si puo’….io lotto ” Seminario gratuito contro le violenze fisiche e psicologiche, la discriminazione, lo stalking.
ANNO 2016 - 2017 PROGETTO PER LE DONNE `` VIVERE SICURE SI PUO' `` NEI MUNICIPI DI ROMA CAPITALE
Svolto in tutti i Municipi di Roma Capitale, il progetto per le Donne `` Vivere sicure si può `` lo stesso con tematiche : Stalking, Antiaggressione e Difesa Personale. Direzione Tecnica : Istr. Valerio Pappalardo - Coord. prov. Roma e Staff Tecnico Regione Lazio.
ROMA 2016 - 2017 PROGETTO `` WOMAN PROTECT - vivere sicure...si può `` PER IL CeiS
Progetto `` Woman Protect - vivere sicure...si può `` svolto per il CeiS - Centro Italiano di Solidarietà (Roma) 16-21 Febbraio 2016 / 2-9 Marzo 2017 : Direzione Tecnica Istr. Valerio Pappalardo e Staff Federkravmaga Prov. Roma
UDINE 2016 - 2017 CORSI SOCIALI PER L' UTILIZZO DELLO SPRAY O.C. PER DIFESA PERSONALE
UDINE e Comuni della Provincia, Corsi sociali sull' utilizzo dello Spray O.C. per la Difesa Personale : Direzione Tecnica M° Niki Del Torre Coord. Federkravmaga Italia Friuli V.G.
ROMA 14 - 15 GENNAIO 2017 PROGETTO `` WOMAN PROTECT - DIRITTO DI DIFESA `` ANTIAGGRESSIONE FEMMINILE
Progetto `` Woman Protect - Diritto di difesa `` antiaggressione femminile in collaborazione con la Scuola di danze orientali Lelah Kaur Bellydance (Roma) 14-15 Gennaio 2017 : Direzione Tecnica Istr. Valerio Pappalardo Coord. Prov. Roma Federkravmaga Italia
PALOMBARA SABINA (RM) 2017 PROGETTO ``WOMAN PROTECT - ANTIAGGRESSIONE FEMMINILE `` PER ONLUS DIANOVA
ROMA - Progetto Woman Protect - Antiaggressione Femminile in collaborazione con la ONLUS DIANOVA (Palombara Sabina - RM) 20-27 Aprile: Direzione Tecnica Istr. Valerio Pappalardo Coord. Federkravmaga Italia Prov. Roma
ROMA 2017 PROGETTO ``DEFENSYSTEM KIDS - ANTIBULLISMO ``
Roma - Progetto `` Defensystem Kids - Antibullismo `` svolto Febbraio- Marzo 2017 per le Scuole 5° Elementari e Medie Gramsci,Tagliacozzo e Sarro: Direzione Tecnica Istr. Valerio Pappalardo Coord. Federkravmaga Italia Prov. Roma & Resp. Tecnico Nazionale Centro Sud settore Defensystem Kids
2017 - 2018 PROGETTO NAZIONALE DI SICUREZZA AZIENDALE PER RFI - RETE FERROVIARIA ITALIANA (GRUPPO FERROVIE DELLO STATO)
Federkravmaga Italia - settore Sicurezza : Presso il Centro di Formazione di RFI Rete Ferroviaria Italiana ( Gruppo Ferrovie dello Stato ) di Chiusi (SI) Corso di Formazione professionale per il Personale Aziendale di RFI sul territorio nazionale, specifica Difesa Personale Professionale. Inizio Aprile 2017 - termine Marzo 2018. Direzione tecnica del Corso : M° Alessandro Del Pia & Staff Tecnico Federkravmaga Italia - settore Sicurezza. Basilicata
Matera

MARCONIA (MT) - PALESTRA FULL SPORT
CIRONE Vito
Citta: MARCONIA
Calabria
Catanzaro

LAMEZIA TERME (CZ) PALESTRA SCUOLA ELEMENTARE 5° CIRCOLO SAVUTANO
PILI Marcello - Coord. Prov. Catanzaro
Citta: Lamezia Terme
Cosenza

CASTROVILLARI ( CS ) PALESTRA SELF DEFENSE KRAV MAGA
OLIVETO Vincenzo
Citta: Castrovillari
Reggio Calabria

SIDERNO MARINA (RC) - PALESTRA LIONS CLUB
PERRONACE Vincent - COORD. PROV. REGGIO CALABRIA
Citta: Siderno Marina
Emilia-Romagna
Bologna

BOLOGNA - CENTRO SPORTIVO BARCA
D' AMICO Leopoldo - Coord. Reg. Emilia R.
Citta: Bologna
Forli-Cesena

FORLI' - PALESTRA BODY PLANET
BANDINI Massimo - COORD. PROV. FORLI' CESENA
Citta: Forlì
Friuli-Venezia Giulia
Udine

UDINE : PALESTRA JUSTFITNESS
DEL TORRE NIKI 2° Dan - Coord. Regione Friuli V.G.
Citta: Udine
MOIMACCO (UD) - AREA FITNESS
Citta: Moimacco
Lazio
Latina

GAETA ( LT ) - PROSSIMA APERTURA
VENTURA Andrea
Citta: GAETA
APRILIA (LT) - PALESTRA MILLENNIUM BE LIFE
ABSI Hasan
Citta: Aprilia
APRILIA - PALESTRA SENSAZIONE
SPERANDIO Maurizio
Citta: Aprilia
Roma

ROMA - TUSCOLANO : PALESTRA SOLO ARTE
- PROIETTI Massimiliano
Citta: Roma
ROMA EUR - PALESTRA FONTE ROMA EUR
PAPPALARDO Valerio - Coord. Prov. Roma
Citta: ROMA
ANZIO (RM) - PALESTRA ENEA'S
VAUDI Nello
Citta: Anzio
SUBIACO (RM) : PALESTRA OLYMPIA
MASI Alessandro
Citta: Subiaco
ROMA - TRASTEVERE : PALESTRA TRASTEVERE FITNESS
MAFFEI Massimo
Citta: ROMA
LARIANO (RM) - PALESTRA BOXE VOLSCA
ABBAFATI Emiliano
Citta: Lariano
ROCCA PRIORA (RM) - BLUE GREEN SPORTING CLUB
- ROSATELLA Massimo
Citta: Rocca Priora
ARICCIA (RM) - PALESTRA IL DISCOBOLO
CACCIATORE Andrea
Citta: Ariccia
Liguria
Genova

GENOVA - PALESTRA PLANET GYM
ANGELINI Gianluca - Coord. Krav Maga Reg. Liguria
Citta: Genova
Lombardia
Bergamo

CORNATE D'ADDA
PIROVANO Antonello
Lecco

MONTICELLO BRIANZA
SALA Mauro
MERATE
PIROVANO Antonello
MANDELLO
SANNA Mirko - Coord. Prov. Bergamo
OLGINATE
SANNA Mirko - Coord. Prov. Bergamo
VALMADRERA
VISCARDI Paolo
Milano

MILANO : PALESTRA CENTRO SPORTIVO CARRARO
DE ANGELIS Massimo
Citta: Milano
MILANO - PALESTRA CENTRO RICREATIVO MERENGONI
Citta: Milano
CERNUSCO SUL NAVIGLIO
MUSSI Luca
Monza e della Brianza

CARATE BRIANZA
SALA Mauro
VIMERCATE
MUSSI Luca
BIASSONO
VISCARDI Paolo
MONZA
VISCARDI Paolo
Piemonte
Novara

NOVARA - PALESTRA ACTIVE DEFENCE
UBEZIO Fabio
Citta: Novara
Puglia
Bari

BARI - IRON GYM & FITNESS SNC
FLORIO LORENZO 5° Dan - Coord. Sud Italia
Citta: Bari
PUTIGNANO (BA) - PALESTRA JOY FIT
VAIRO Gianni
Citta: Putignano
BARI - PALESTRA STYLE GYM
SCARDIGNO Angelo
Citta: Cassano delle Murge
Foggia

FOGGIA - PALESTRA DLF SLIM GYM
Gustavo Cagiano
Citta: Foggia
ACCADIA ( FG ) : PALESTRA SCUOLA LICEO SCIENTIFICO
Citta: Accadia
Sardegna
Cagliari

SENORBI' (CA) - BAD BOYS GYM
ERRIU Carlo - COORD. PROV. CAGLIARI
Citta: Senorbì
Nuoro

NUORO - PALESTRA SPORT NO LIMITS
DEMONTIS Giancarlo - Coord. Reg. Sardegna
Citta: Nuoro
DORGALI (NU) - PALESTRA FITNESS CLUB
Citta: Dorgali
Sicilia
Caltanissetta

SAN CATALDO SCALO (CL) - PALESTRA ENJOY FITNESS
Citta: San Cataldo
CALTANISSETTA - PALESTRA FITNESS CLUB
MANGIONE Marzia - Coord. Prov. Caltanissetta
Citta: Caltanissetta
Catania

MINEO ( CT ) - PALESTRA R-EVOLUTION MIND & FITNESS
Citta: Mineo
CATANIA - CITY WELNESS CLUB
ARENA Giovanni - COORD. PROV. CATANIA
Citta: Catania
CATANIA - ONE PERSONAL TRAINING CENTER
ARENA Giovanni - COORD. PROV. CATANIA
Citta: Catania
Toscana
Arezzo

CORTONA (AR) - PALESTRA BODY LINE
PUCCI Dennis
Citta: Camucia di Cortona
Livorno

PIOMBINO ( LI ) : PALESTRA BODY LINE LAB
- MANGIOCCA Massimiliano
Citta: Piombino


Pagina 2 di circa 472.000 risultati (0,79 secondi)
FEDERAZIONE ITALIANA KRAV MAGA

Sito Ufficiale  
La Federazione Italiana Krav Maga detiene il ruolo di prima associazione ad aver portato questa disciplina nel nostro Paese.




http://www.albofederale.it



NEWS
Ospite alla cena di gala Hotel Sheraton Roma 9 dicembre

9 NOVEMBRE 2017
PHOTO
Abbiamo pubblicato una nuova foto

8 NOVEMBRE 2017
PHOTO
NUOVE FOTO AGGIUNTE
FEDERAZIONE ITALIANA KRAV MAGA Ricerca per SERVIZI SICUREZZA ITALIA 12 operatori per le seguenti cit...

8 NOVEMBRE 2017
PHOTO
https://youtu.be/6jUaDNunjS8 GUARDA IL VIDEO

8 NOVEMBRE 2017
PHOTO
EVENTI
FORMAZIONE INTERATTIVA BUSJACKING & URBAN DEFENCE
Busjacking & Urban Defence il primo Corso di Formazione Interattivo a bordo di un esclusivo Bus per ...

8/12/2017 10:00 - 13:00
ROME
EVENTO INTERNAZIONALE ARTI MARZIALI,DIFESA PESONALE,SICUREZZA
8/12/2017 - 10/12/2017
ROME
CORSI FORMAZIONE
HOTEL SHERATON ROMA PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA A info@fikm.it soggiorno gratuiti per i partecipanti a...

8/12/2017 - 10/12/2017
ROME
GALLERY
STAGE E GARE DI ARTI MARZIALI, MILANO 3-4 DICEMBRE 2016

RIPRESE SERVIZIO PER MEDIASET, 22 OTTOBRE 2016.

EVENTO MILANO 23.10.2016, SPORTINGCLUB MILANO3.

CERIMONIA DEL WORLD SUMMIT OF MARTIAL ARTS, BRUXELLES.


CONTATTI
E-mail

Nome

Cognome

Messaggio
Inserisci il codice del captcha
Approvo l'uso dei dati personali in base al D. Lgs 196/2003 il cui testo dichiaro di conoscere.  Invia
FEDERAZIONE ITALIANA KRAV MAGA

VIA MARSALA 29
Rome
393294426022
info@fikm.it

CONTATTI

MENU

Dirigenza Federale
News
Eventi
Gallery
Contatti
ORA SIAMO APERTI

Gli orari di oggi:
09:00 - 17:00
DIRIGENZA FEDERALE
LA NOSTRA STORIA



La Federazione Italiana Krav Maga detiene il ruolo di prima associazione ad aver portato questa disciplina nel nostro Paese, quando era solo una pratica nota nei paesi di oltreoceano.  La Federazione Italiana  Krav Maga è una Associazione dalle molteplici caratteristiche, che la rendono un punto di riferimento  nella promozione e nella divulgazione del Krav Maga in Italia da venticique anni. Questa pluralità di aspetti è confermata dai riconoscimenti e dagli accordi che continuamente la Fikm riceve e stipula con vari partners in Italia e nel Mondo e che ha saputo ottenere nel corso dei suoi numerosi anni di attività;  sin dalla sua costituzione, si impegna ponendosi come obiettivo prioritario la divulgazione del Krav Maga e la promozione di questo per tutti, e ciò attraverso ogni canale possibile di apprendimento, con particolare attenzione alla formazione e alla preparazione di tecnici, e Docenti in maniera valida, sicura e corretta. La Fikm è una associazione di dimensione nazionale che vanta  una struttura composta di propri Comitati Regionali presenti sull’intero territorio nazionale e presente sul territorio con migliaia di iscritti e centinaia di istruttori, di cui fruisce, per l’organizzazione, la gestione, lo sviluppo, lo svolgimento e la gestione delle attività con l’interesse rivolto a tutte le realtà sociali, attraverso l’indizione di manifestazioni, di incontri e stages formativi, di corsi di qualificazione per tecnici, rivolti anche al settore educativo e della sicurezza annoverando tra i suoi affiliati anche svariati individui appartenenti alle forze dell’ordine. La Fikm si avvale della dedizione e della passione dei suoi Docenti e tecnici verso la divulgazione del Krav Maga, che costituiscono il motore e l’essenza stessa di tutte le attività promosse. Nel mondo contemporaneo il bisogno della pratica sportiva assurge a elemento di non secondaria importanza, correlato sempre più alla necessità di protezione verso noi stessi. Il benessere psico-fisico che deriva da una regolare e sana attività sportiva e da un’acquisizione della maggiore sicurezza in se stessi è un fatto incontestabile e ricco di implicazioni positive, ma non sempre praticabile. Il nostro obiettivo è quello di renderlo possibile per tutti e in tutti i sensi, nel rispetto dell’età e delle condizioni fisiche di chi lo pratica con la garanzia di avere il supporto di personale in grado di fornire una valida istruzione ed assistenza. Il nostro  è il Krav Maga di tutti, quello praticabile in tutti i settori con tutte le sfaccettature, quello semplice ed efficace lontano dagli stereotipi classici, sempre in continua evoluzione. L’obiettivo di uno sport a misura d’uomo diviene concreto. La Fikm nel favorire e promuovere le esperienze delle diverse realtà umane presenti sul territorio organizza, nel corso della stagione sportiva, manifestazioni di carattere nazionale dove si arricchisce l’esperienza del singolo e del gruppo.

GIUSEPPE PALMA
Nato nel 1962, è Dirigente dal  1985.
Presidente Nazionale della FIKM, Federazione Italiana Krav Maga, del
Centro Italiano Formazione Operatori Della Sicurezza, della Lega Italiana Kick Boxing, Ciscam, Unione Palestre Italia-Svizzera-Repubblica San Marino, Unione Italiana Sport e Cultura nel Mondo.

Presidente Internazionale della
Federazione Internazionale Krav Maga.
Fa parte del Comitato Internazionale dello Sport e Arti Marziali.
Membro Unione Veterani Dello Sport CONI.
Membro ANDIS, Associazione Nazionale Dirigenti dello Sport.


IPPOLITO GIUMENTI
Vice Presidente Nazionale della FIKM

Pensionato Alitalia.

Dirigente Unione Veterani Dello Sport CONI.





FABRIZIO PELLEGRINI

Coordinatore Nazionale Federale della FIKM.

Delegato Nazionale CSEN.

Presidente Regionale Unione Veterani Dello Sport CONI.

Presidente Regionale Federazione Italiana Twirling CONI.


DIEGO NICOLELLA


Consigliere Nazionale FIKM.

STEFANO CARRONE

Referente Svizzera: Ticino.


GAETANO FASANO


Consigliere Nazionale FIKM.

LUIGI DE TULLIO


Consigliere Nazionale FIKM.



ANGELO SANNA
Consigliere Nazionale FIKM.



JOSE PINCAY
Consigliere Nazionali FIKM.


MARIO FURLAN
Consigliere Nazionali FIKM.

MAURO DE MARCHI
Commissario Tecnico Nazionale FIKM.

GIUSEPPE MONTALBANO
Consigliere Nazionale FIKM.



FRANCO ADAMO
Consigliere Nazionale FIKM.



ALBERTO SICHERA
Tecnico Federale FIKM.


CARLO MANCINI
Consigliere Nazionale FIKM.


GIUSEPPE CITO


Consigliere Nazionale FIKM.



SALVO GRASSO
Consigliere Nazionale FIKM

Commissario Tecnico Nazionale (FIKM – Federazione Italiana Krav Maga)

FRANCESCO GRIMALDI
Consigliere Nazionale FIKM.

ANTONELLO D'AGOSTINO


Consigliere Nazionale FIKM.


REMO PERIGINELLI
Consigliere Nazionali FIKM.




















FEDERAZIONE ITALIANA KRAV MAGA

VIA MARSALA 29
Rome
393294426022
info@fikm.it

CONTATTI

MENU

Dirigenza Federale
News
Eventi
Gallery
Contatti
ORA SIAMO APERTI

Gli orari di oggi:
09:00 - 17:00
Creato con un tocco di Majeeko ©
Risultati di ricerca
Krav Maga Global Italia
www.kmgitalia.it/
Controlla quali saranno i prossimi eventi organizzati da KMG Italia. Clicca sull'immagine o sul link per vedere quali sono i prossimi eventi aperti a tutti.
Benvenuto in Accademia Krav Maga Italia
www.accademiakravmagaitalia.it/
AKI - Accademia Krav Maga Italia - Difesa personale metodo Krav Maga.
KRAV MAGA ITALIA FDKM - YouTube
Video relativi a krav maga italia▶ 1:22
https://www.youtube.com/watch?v=c2juR8krAdg
05 gen 2015 - Caricato da Difesa Krav Maga
FDKM, formazione difesa krav maga, è un centro di formazione pere civili, militari, agenti di polizia e ...
KRAV MAGA ITALIA FDKM - YouTube
Video relativi a krav maga italia▶ 2:46
https://www.youtube.com/watch?v=mQyhYppxe18
19 mar 2013 - Caricato da Difesa Krav Maga
Krav Maga Italia FDKM. Corsi collettivi, corsi privati, corsi istruttori in tutta Italia. Lavora con noi.
Immagini relative a krav maga italia
Risultati immagini per krav maga italia
Risultati immagini per krav maga italia
Risultati immagini per krav maga italia
Risultati immagini per krav maga italia
Risultati immagini per krav maga italia
Risultati immagini per krav maga italia
Altre immagini per krav maga italia
Segnala immagini non appropriate
Cos'è il Krav Maga? Sintesi di una lezione di autodifesa. Presso ...
Video relativi a krav maga italia▶ 4:00
https://www.youtube.com/watch?v=oeklsnqGE98
27 giu 2012 - Caricato da Carlo Bruno
Video divulgativo sul Krav Maga, tecnica di autodifesa di origini israeliane, ... A cura dell ...
OIS KRAV MAGA ITALIA
www.kravmaga-ois-italia.org/
Massimo Mazzotta responsabile OIS Krav Maga Italia organizza corsi professionali in tutta italia di difesa operativa per civili, forze armate, operatori della ...
OIS KRAV MAGA ITALIA - Corsi Ragazzi
www.kravmaga-ois-italia.org/corsi_ragazzi.html
Massimo Mazzotta responsabile OIS Krav Maga Italia organizza corsi ... tramite il grado acquisito l'esperienza di pratica del OIS KRAV MAGA EMETH. Il corso e ...
OIS Krav Maga Italia - Home | Facebook
https://it-it.facebook.com › Luoghi › Orbassano › Organizzazione
Valutazione: 5 - ‎21 voti
OIS Krav Maga Italia, Orbassano. Piace a 1,3 mila persone. Sistema fondato da Aaron Elbaze nasce per affiancarsi alla lotta contro la criminalità....
Home - ASD IKMI Italia - International Krav Maga Institute
www.ikmi-italia.com/
Krav Maga IKMI, sistema di combattimento, autodifesa e protezione sviluppato in Israele e in costante aggiornamento, per rispondere alle esigenze di sicurezza ...
Ricerche correlate a krav maga italia
krav maga italia istruttori
corsi di krav maga bergamo e provincia
krav maga federazioni riconosciute
krav maga bologna
krav maga bologna via saffi
krav maga italia - la prima scuola a bologna
krav maga bologna prezzi
krav maga san lazzaro

Home Page
Krav Maga Global
Palestre KMG
Corsi istruttori
Video di Krav Maga
Eventi e stages
Shop Krav Maga
Contatti
Cerca …

Cosa sono i corsi Military e Law Enforcement nel Krav Maga?
da Massimo | Nov 3, 2017 | VIP protection, Military e Law enforcement | 0 commenti
La verità sui corsi Military e Law enforcement come specializzazioni per gli istruttori di Krav Maga.
Scopri perché non è un segreto che non ci sono segreti!
« Post precedenti
L’errore che tutti fanno nel scegliere un maestro di difesa personale.
L’errore che tutti fanno nel scegliere un maestro di difesa personale.
da Massimo | Nov 8, 2017 | Difesa Personale | 0 commenti
L’errore che tutti fanno nello scegliere un maestro di difesa personale è legato ad un inganno della nostra mente.
Scopri in questo video articolo qual è.
« Post precedenti

Eventi KMG Italia
Controlla quali saranno i prossimi eventi organizzati da KMG Italia.
Clicca sull’immagine o sul link per vedere quali sono i prossimi eventi aperti a tutti.
Nella stessa pagina troverai anche gli eventi riservati agli istruttori.
Se sei un istruttore e sei seriamente interessato a vedere come lavoriamo, verifica le date e manda una mail per richiedere la partecipazione. Ti contatteremo al più presto.
Stages in programma
Vai alla pagina
12345
Contatti
kmgitaly@krav-maga.com
Progettato da Elegant Themes | Sviluppato da WordPress
Massimo Fenu
Direttore KMG Italia - Expert 2
Pratico arti marziali da 30 anni e insegno professionalmente da 20.
Le arti marziali e la difesa personale sono parte integrante della mia vita.
Dal 2003 ho approfondito le mie conoscenze sulle metodologie di insegnamento e sviluppo personale.  Sono un Mental Coach certificato con il metodo SUN e Master Practitioner di PNL.
Mi sono formato presso l’European Security Academy nei corsi di Close Protection Operative e Security Driving
Per la Krav Maga Global ricopro attualmente la carica di Direttore Italiano e sono riconosciuto come:
Istruttore Krav Maga per civili Expert 2
Specilizzazioni: Law Enforcement, Swat, Combat and Fighting, Women, Kids.
Ogni anno mi aggiorno in Israele assieme agli altri istruttori della Krav Maga Global provenienti da tutto il mondo.
Puoi leggere il mio curriculum completo su LinkedIn
Guarda i miei corsi di difesa personale per imprenditori e liberi professionisti.
Gare e riconoscimenti:
2000 Primo classificato torneo Turisport Kickboxing Light Contact
2004 Insignito del titolo di “Miglior Schermidore” al Campionato Italiano di Scherma di Bastone
2005 Primo classificato al Campionato Italiano di Scherma di Bastone (Nova Scrimia).
Tra i suoi atleti figura la tre volte campionessa italiana di scherma di bastone (Nova Scrimia) Roberta Plaisant.
2014 Medaglia d’argento agli europei di Brasilian Jiu Jitsu IBJJF a Lisbona. Medaglia di bronzo agli open di Brasilian Jiu Jitsu IBJJF a Roma
2015 Medaglia d’argento agli europei di Brasilian Jiu Jitsu IBJJF a Lisbona
Pubblicazioni:
Ha scritto in collaborazione con Cristiano Corona il libro Ritenzione d’Arma.
Per Budo International ha partecipato alla realizzazione dei video di Nova Scrimia: “Abracar” e “Difesa da coltello”.
Di recente pubblicazione “Piccolo Manuale Strategico per Trainer di Arti Marziali”
Assieme all’istruttore Cristiano Corona ho scritto il manuale: “Armati”
Contattami scrivendo a kmgitaly@krav-maga.com
Direttore KMG Italia
Massimo Fenu

Referente Veneto
Alessandro Zizola

Referente Lazio
Danilo Maltoni

Referente Lombardia
Daniel Zelnick

Referente Trentino A.A.
Emanuele Collini

Referente Sardegna
Fabrizio Casula
Nord Italia

Gianni Scano
Torino

Maurizio Cianfano
Monza

Mauro Scrobogna
Trieste

Simon Grosso
Cuneo

Liberato Iaquinto
Brescia

Emanuele Collini
Trento

Daniel Zelnick
Milano

Alessandro Zizola
Treviso

Andrea Stella
Milano

Paolo Piras
Chioggia (Ve)
Centro Italia

Cristiano Fubiani
Viareggio

Pantaleo Spina
Roma

Alessio Silvi
Vignola

Danilo Maltoni
Roma

Lorenzo Restuccia
Roma
Sud Italia

Andrea Cau
Cagliari

Fabrizio Casula
Nuoro

Marco Giuseppini
Cagliari

Roberta Plaisant
Cagliari

Davide Soddu
Siliqua

Giorgia Spiga
Cagliari

Massimo Fenu
Cagliari

Daniele Facchino
Cagliari

Giovanni Flore
Nuoro

Nicol Casula
Oristano

Emmanuele Sanna
Cagliari

Luigi Lussu
Cagliari

Roberta Mascia
Cagliari
In formazione

Dino Silvestri
Istruttore in formazione – Saronno

Vilma Brunatti
Istruttrice in formazione – Torino
Condividi:
Cos’è il Krav Maga?
Il Krav Maga è un sistema di combattimento e difesa personale diverso da tutto ciò con cui puoi essere venuto a contatto. NON è street fighting, NON è un miscuglio di altre arti marziali.
Riconoscere il Krav Maga da qualcosa che viene venduto come tale è molto semplice:
Il Krav Maga ha una sua fisionomia tecnica ben precisa. Benché sia un sistema in continua evoluzione e adattamento il nucleo delle tecniche e i principi su cui si basano sono delle costanti. Questo perché rimane costante la biomeccanica del corpo umano e le reazioni istintive che in caso di pericolo il nostro cervello attiva.
Il Krav Maga ha una sua progressione e una sua logica nell’allenamento. Tale progressione e logica è ciò che consente di conseguire risultati in tempi brevi. Si possono conoscere tutte le tecniche di Krav Maga ma se manca il modo corretto con cui allenarle non si sta facendo Krav Maga… ed ovviamente non se ne hanno i benefici.
Il Krav Maga considera la difesa personale in tutti i suoi aspetti. Ogni elemento ha il suo peso: tattico, strategico, psicologico e fisico. Una lezione che è una serie di tecniche senza contesto NON è una lezione di Krav Maga.
Le lezioni sono progettate in modo da insegnare all’allievo a pensare e a risolvere i problemi sempre differenti che una situazione di pericolo può presentare. La realtà della strada è sempre diversa da quella che si trova in palestra. Per questo motivo la palestra deve insegnare come gestire una situazione e non ad imparare a memoria tecniche pre-confezionate.
Leggi la storia del Krav Maga.
Leggi la storia della Krav Maga Global.
La storia del Krav Maga
Il Krav Maga nasce in ambienti militari dal talento e dall’esperienza nei combattimenti reali di Imi Lichtenfeld attorno alla metà del XX secolo.
Imi era un pugile e lottatore d’eccezione oltre che un talento nelle discipline ginniche. Durante il periodo delle violenze antisemite si diede da fare per organizzare e addestrare gruppi di giovani che come lui avevano deciso di difendersi dalle squadre di picchiatori nazionalsocialisti.
Quando la situazione divenne insostenibile, decise assieme ad altri di fuggire in Palestina, all’epoca protettorato britannico.  Là addestro i corpi militari d’élite israeliani e, alla costituzione dello stato di Israele, venne nominato istruttore capo per l’addestramento delle Forze di Difesa Israeliane (IDF).
Il Krav Maga come sistema di difesa personale tecnico, tattico e strategico si sviluppò nel 1964 dopo il ritiro di Imi dall’esercito (per il quale rimase comunque consulente esterno ancora per molti anni) culminando negli anni ’80 con i primi corsi istruttori aperti a stranieri.
Eyal Yanilov, uno dei suoi collaboratori più stretti, assieme a cui scrisse il primo libro ufficiale sul sistema venne incaricato per diffondere il Krav Maga in tutto il mondo e sviluppare il metodo.
Oggi il Krav Maga viene utilizzato sempre più spesso nelle sue diverse componenti nelle aree di:
Difesa personale per civili.
Tecniche di controllo per le forze dell’ordine.
Tecniche di protezione terza persona per VIP Protection.
Tecniche specifiche in ambito bellico per reparti dell’esercito.
Se vuoi approfondire, leggi la pagina di Wikipedia dedicata al Krav Maga .
La tua formazione è la tua massima risorsa.
Per questo motivo se vuoi insegnare Krav Maga offrendo una difesa personale professionale di alto livello hai 3 scelte essenziali da fare:
Scegliere una formazione professionale.
Scegliere una federazione che ti segua dopo il corso.
Avere accesso ad aggiornamenti che innalzino il tuo livello.
La Krav Maga Global ritiene che i propri istruttori siano il miglior biglietto da visita.
Per questo motivo il corso istruttori è il più intenso e il più lungo di qualsiasi altro corso di perfezionamento che si possa fare in seguito. Si tratta di 24 giorni di allenamento dalla mattina alla sera più test finale.
Il General Instructor Course (GIC) è conosciuto anche con il motto “setting the standard” ovvero, “impostare la base”.
Ogni Istruttore formato dalla Krav Maga Global viene messo in grado di avere i requisiti tecnici, didattici e di leadership minimi per poter non solo aprire un corso ma anche farlo crescere e aumentare di numero.
Dove la maggioranza dei corsi istruttori sono incentrati sul passare le tecniche e poi ognuno si arrangi, nella Krav Maga Global si ritiene che l’Istruttore debba essere formato a tutto tondo.
Giusto per dare un’idea nei tre punti principali:
Tecniche e conoscenza dei principi attraverso cui funzionano. Il “core” del sistema Krav Maga.
Didattica. Come si insegna una tecnica, quali sono le progressioni e come la si modella a seconda della classe.
Leadership. In che modo si attraggono studenti e li si mantiene motivati in modo da farli crescere meglio.
Imparare, in particolare, imparare a difendersi mette in gioco tutta una serie di elementi che devono essere trattati con la massima attenzione. L’allievo deve apprendere non solo come eseguire delle tecniche, ma anche come farlo sotto stress.
Lo studente deve sviluppare consapevolezza per le tue capacità reali comprendendo all’interno di quali elementi si puoi muovere per rimanere nella legalità.
Ricorda questa frase:
Il Krav Maga è una disciplina che si impara facilmente, a meno di non cadere nelle mani sbagliate.
Questo vale dieci volte di più se parliamo della formazione di un Istruttore.



Per formare un istruttore con un alto livello di professionalità la Krav Maga Global opera:
Una selezione preliminare.
Una formazione dal punto di vista tecnico, didattico e psicologico/attitudinale. (il General Instrucor Course)
Il supporto nell’aggiornamento e verifiche periodiche degli standard.
La selezione preliminare.
La Krav Maga Global opera una selezione interna tra i suoi atleti meritevoli di accedere al corso istruttori ed una selezione esterna purché presenti parametri minimi di esperienza (4 anni di pratica certificata in sport da combattimento o arti marziali a contatto, oppure 4 anni di pratica di Krav Maga in un’altra federazione).
Una seconda selezione è basata sulla predisposizione della persona all’insegnamento, sulla sua capacità di lavorare in gruppo e di sapersi allenare e ovviamene sui requisiti tecnici e fisici per poter accedere ad un corso impegnativo come quello del GIC.
Come funziona il General Instructor Course?
Il General Instructor Course è il corso più impegnativo  e lungo che un istruttore affronta. Ventiquattro giorni, divisi in due o tre parti, per otto ore di lavoro e passa al giorno. Durante l’allenamento i candidati vengono istruiti su quelle che sono le tecniche del Krav Maga per civili, sulla didattica e la progressione attraverso cui si imposta il percorso degli allievi, e sulla gestione della classe come gruppo.
L’obiettivo è formare istruttori  capaci non solo di eseguire una tecnica ma di creare interesse nella classe. Il ruolo dell’insegnante è messo in primo piano. Gli atleti non vengono ad assistere ad uno spettacolo ma vengono, pagano e sudano per diventare atleti migliori, combattenti migliori. Per questo è essenziale che l’istruttore sia capace di  insegnare a chiunque a prescindere dal sesso e dall’età e di riuscire a costituire un gruppo solido capace di seguirlo nel tempo.
Il Corso ha una durata complessiva di 24 giorni diviso in 3 parti per un investimento complessivo di 2000€
Cosa succede dopo il corso. La rete di supporto.
Tristemente è molto comune che una volta consegnato il diploma, il neo istruttore si trovi a doversela “cavare da solo”. Il concetto di formazione che seguiamo è diametralmente opposto.
Il superamento del corso istruttori è l’inizio della formazione vera e propria. Il nuovo istruttore si trova ora in una fase cruciale durante la quale, nel contatto con una classe, ha bisogno di tutto il supporto possibile. Questo è possibile  attuarlo grazie agli aggiornamenti costanti ma soprattutto grazie all’esperienza di istruttori di lungo corso. Un database di risorse già pronte ed il contatto diretto con la rete di supporto fa sì che l’esperienza già presente sia messa a completa disposizione delle nuove leve.
Commenti di chi ha terminato il corso istruttori KMG
Guarda tutta la Playlist












Se sei interessato e hai i requisiti minimi:
Invia i seguenti dati attraverso il modulo qua accanto.
Nome e Cognome.
Breve curriculum marziale
Località dove ti alleni o insegni.
Numero di telefono e indirizzo mail.
Invia i tuoi dati.
Opinioni sul corso istruttori Krav Maga Global.
Commenti di chi ha terminato il corso istruttori KMG
L'OIS Krav Maga nasce direttamente da quello originale, creato da Imi Lichtenfeld (Imi Sde-Or) Capo Istruttore della IDF ISRAELE Defense Force, che ha servito IDF 1948-1964. Ha evoluto e sviluppato il suo metodo di autodifesa, la sua filosofia era di dare al combattente gli strumenti di base necessari per combattere il nemico, soprattutto in situazioni in cui il combattente non poteva addestrarsi a lungo. Questa filosofia era dettata dal luogo in cui si viveva con la necessità di difendersi rapidamente. Dalla nascita dello stato di Israele, il paese continua a confrontarsi non solo con le guerre, tensioni permanenti, terrorismo, agguati dietro ogni angolo di strada e non solo in aree ad alto rischio.</br>E' in questo contesto che negli anni '80, su richiesta del governo israeliano, GABRIEL SHAI, Istruttore anti-terrorismo celebre al tempo direttore del dipartimento di Krav Maga in ISA - Israel Security Agency (Shin Bet ) ha creato OKM - OPERATIVO KRAV MAGA. Ha sviluppato tecniche operative di Krav Maga per le unità speciali di sicurezza, i servizi segreti contro il terrorismo, così come l'adattamento di combattimento di particolari tecniche in spazi ristretti per Air-marshal.</p>
                               <p class="text_white">AARON ELBAZE, allievo di lunga data GABRIEL SHAI, collaborò con lui per lo sviluppo del sistema OKM, in qualità di esperto Internazionale e responsabile d'Europa / Africa, il suo ruolo era quello di modernizzare e sviluppare continuamente tecniche OKM e adattarle ai continui cambiamenti del nemico (Modus Operandi). Egli fu il primo ad adattare con successo la filosofia della formazione operativa ai vari gruppi civili (uomini, donne, bambini). Si è laureato nel luglio 2003, il grado di 6 ° Esperto per lo sviluppo del sistema di civili e bambini. L'OKM è ora ufficialmente riconosciuto dal Wingate Institute di Israele.</br>L’esperienza di AARON ELBAZE nella lotta contro la criminalità elevata e dei suoi vari incontri internazionali, oggi e a capo di un centro di ricerca e sviluppo, in cui esperti e di alta criminalità conferiscono lavorando insieme per fornire le migliori soluzioni e tecniche umanamente possibili. A garantire tramite le loro competenze specifiche l’efficacia dell’OIS sviluppata da AARON ELBAZE, ci sono “MILITARI ISRAELIANI, SICUREZZA INTERNAZIONALE, FBI, UNITA ITALIANE LOTTA ANTI-MAFIA etc… “</p>
                               <p class="text_white">Il lavoro di ricerca con persone diversamente abili, metodo d’integrazione "comportamento emozionale" nella gestione delle reazioni post-traumatiche, ha permesso lo sviluppo di un sistema basato sulla realtà e la fattibilità del programma di tecniche in tutte le circostanze e per tutti, civile e professionisti, senza compromettere l'efficacia del sistema
Con 27 anni di esperienza, <span class="bold">Aaron Elbaze</span> coinvolto in diverse parti del mondo per formare e assistere i servizi del governo nella lotta contro i trafficanti di droga, dei servizi di  alta criminalità e terrorismo,
nel 2012, in seguito al suo sviluppo, crea il suo sistema <span class="bold">OIS Operative Israeli System</span>, la creazione del OIS si basa su una <span class="bold">logica globale di autonomia</span> servendosi di una ricerca sempre più adatta alla realtà del momento.</br>
<span class="bold">OIS – EMETH KRAV MAGA</span> è considerato <span class="bold">l’unico metodo efficace</span>, una seria e costante formazione permette maggiore sicurezza nel mondo professionale e civile. Attualmente c’è una seria collaborazione con il <span class="bold">Wingate Academic College di Israele</span>, che ha soprannominato <span class="bold">"Vrai Systeme"</span> o Sistema <span class="bold">"Emeth"</span> in ebraico, vero-verità del sistema.
Massimo Mazzotta</span> 25 anni di esperienza nel settore marziale, inizia la pratica del karate stile “shotokan” nel 91 iniziando nel 2000 a insegnarla ai bambini, nel frattempo si dedica al Full contact e per due anni dal 1996 al 1998 al jeet kune do, kali, panantukan filippino e thai boxe e dal 2005 organizza viaggi studio direttamente in Thailandia, si avvicina al krav maga nel 2004 lavorando con più istruttori: Italiani e stranieri, nel 2009 ha la fortuna di iniziare un percorso formativo con il grande esperto <span class="bold">Aaron Elbaze</span> dove decide di seguirlo costantemente in Italia, Francia e in Israele. Oggi Massimo Mazzotta ricopre la <span class="bold">Direzione Tecnica Formativa dell'OIS KRAV MAGA in tutta Italia Ois Krav Maga Italia</h3>
</header>
<p>
Dall'inizio del 2013 data in cui nasce l'<span class="bold">OIS KRAV MAGA</span> fondata dall'esperto Internazionale <span class="bold">Aaron Elbaze</span> ufficializza <span class="bold">Massimo Mazzotta</span> primo ed unico rappresentante in tutta Italia dell'OIS KRAV MAGA EMETH. </br> Un lavoro impegnativo coinvolger&agrave; il rappresentante Massimo Mazzotta nel formare e <span class="bold">selezionare istruttori ed allievi in tutta Italia</span> che desiderano avvicinarsi al sistema OIS KRAV MAGA EMETH.
La formazione &egrave; indirizzata a civili dal bambino all'adulto, associazioni di volontariato, Istituti di Polizia Privata, Agenzie di sicurezza privata, Forze Governative, Personale Sanitario, Operatori Fiduciari, Rappresentanti e Titolari di Aziende.
Direttamente presso la sede <span class="bold">OIS TRAINING CENTER</span> di Orbassano (TO) o  presso le vostre sedi sar&agrave; possibile organizzare stage di presentazioni del sistema OIS KRAV MAGA diretto da Massimo Mazzotta, questo permetter&agrave; una conoscenza al sistema, una preparazione agli stage diretti dal formatore esperto Aaron Elbaze.
La protezione del VIP oggi è sempre più richiesta da parte del personaggio pubblico. La protezione del VIP oggi è sempre più richiesta da parte del personaggio pubblico.
Viene suddivisa in vari livelli di protezione, l’operatore esperto deve avere un’alta preparazione per garantire al VIP una protezione a qualsiasi tipo di minaccia.</p>
<p>
                                                        I corsi di formazione sono molto intensivi e richiedono un impegno costante per una durata di 6 settimane per 10 ore al giorno, comprenderanno più materie tra cui: logistica, primo soccorso, lingue, conoscenza del problema, lettura mappe, gestione dell’auto, conoscenza armi, conoscenza esplosivi, tecniche di difesa operativa, tecniche di protezione ravvicinata.
Viene suddivisa in vari livelli di protezione, l’operatore esperto deve avere un’alta preparazione per garantire al VIP una protezione a qualsiasi tipo di minaccia.</p>
<p>
                                                        I corsi di formazione sono molto intensivi e richiedono un impegno costante per una durata di 6 settimane per 10 ore al giorno, comprenderanno più materie tra cui: logistica, primo soccorso, lingue, conoscenza del problema, lettura mappe, gestione dell’auto, conoscenza armi, conoscenza esplosivi, tecniche di difesa operativa, tecniche di protezione ravvicinata. Un corso di difesa operativa indirizzato a tutti gli Istituti di Polizia Privata presenti in Italia.
Dopo aver esaminato e preso in seria considerazione la categoria delle guardie giurate, L’obiettivo dell’OIS KRAV MAGA  e formare anche nel privato della sicurezza armata operatori sempre più preparati alla prevenzione e all’azione.
</p>
HOME
IKMI
PROSSIMI EVENTI
STORICO EVENTI
MEDIA
CONTATTI
ALBO TECNICI E SEDI
WFKM-TKM
LIGHT BLOG
Italiano English (UK) Spanish (español) German (Germany) French (FR)

Previous
Next
16-17-18 FEBBRAIO 2018 CORSO ISTRUTTORI KRAV MAGA POLICE - BARI
12 Gen 2017 09:19
16-17-18 Febbraio 2018 Corso Istruttori Krav Maga Police - Bari
Start il 16 Febbraio alle ore 09:00

Read more...
11 - 18 MARZO 2018 - CORSO IN TECNICHE ANTITERRORISMO - ISRAELE
04 Giu 2017 06:13
11 - 18 Marzo 2018 - Corso in Tecniche Antiterrorismo - Israele
Il corso si svolgerà interamente nella Base "Imi Academy" - Posti limitati - Info: Questo [ ... ]

Read more...
24-25-26 NOVEMBRE 2017 - IKMI WINTER CAMP - SARAJEVO
02 Lug 2017 01:52
24-25-26 Novembre 2017 - Ikmi Winter Camp - Sarajevo
Ikmi National Winter Camp

24/25/26 Novembre 2017 – Sarajevo (Bosnia & Herzegovina)

Raduno [ ... ]

Read more...
8-10 DICEMBRE 2017 - CORSO FORMAZIONE ISTRUTTORI DI KAPAP - MARTINA FR...
18 Lug 2017 19:58
8-10 Dicembre 2017 - Corso Formazione Istruttori di Kapap - Martina Franca
Corso Formazione Istruttori di Kapap. Location: Base Militare 16° Stormo, Fucilieri dell'Aria - [ ... ]

Read more...
International Krav Maga Institute
International Krav Maga Institute sviluppa programmi completi di formazione attraverso corsi, stage intensivi, seminari dedicati all'utilizzo e alla pratica del krav maga da parte dei civili e addestramenti specialistici riservati ai membri delle Forze di Polizia, Forze Armate e agli Operatori della Sicurezza.

Histoire du Krav Maga

IKMI è  un'organizzazione dedicata allo studio e allo sviluppo del Krav Maga.  Ha una presenza capillare presente in tutta  Italia e in diverse nazioni del Mondo.

Krav maga, in ebraico vuol dire “combattimento ravvicinato”, è un sistema di autodifesa elaborato negli anni ’30 da Imi Lichtenfeld.
Originariamente creato per proteggere la comunità ebraica di Bratislava dopo la prima guerra mondiale, il sistema è stato rapidamente adottato anche da Tsahal e dal Mossad e, in seguito, da numerosi corpi speciali nel mondo.

Basato su movimenti naturali il krav maga non richiede una specifica preparazione fisica ed è adatto ad essere appreso, attraverso una pratica regolare, anche da chi non ha esperienza nelle arti marziali o negli sport di combattimento.

Questo metodo semplice, basato sui riflessi e la rapidità d’azione, si rivolge agli uomini, alle donne e anche ai ragazzi a partire dagli 8 anni (kids Krav Maga), comme avviamento alla difesa personale.


www.internationalkravmagainstitute.com

Anno PrecedenteMese PrecedenteAnno successivoMese successivo
Novembre 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Newsletter

Nome
Email
ISCRIVITI

Copyright © 2017 ASD IKMI Italia - International Krav Maga Institute - C.F. 93078210759 - n. registro Coni 159336
Design and theme by JooThemes.net - Free Joomla Templates.
Pagina 3 di circa 472.000 risultati (0,64 secondi)
Risultati di ricerca
Krav Maga Italia (@KravMagaItalia) | Twitter
https://twitter.com/kravmagaitalia
Traduci questa pagina
The latest Tweets from Krav Maga Italia (@KravMagaItalia). KRAV MAGA ITALIA nasce con la volontà di contribuire al miglioramento delle capacità difensive ...
Istituto Krav Maga Italia
https://www.difesapersonalekravmaga.it/
L'Istituto Krav Maga Italia è stato istituito per fornire il massimo livello di difesa personale, combattimento corpo a corpo sul territorio di Napoli.
Krav Maga Ferrara: Home
https://www.kravmagaferrara.it/
Corsi krav maga ferrara autodifesa. ... Gli istruttori della Krav Maga Italia seguono il metodo di insegnamento del Wingate Institute sede originaria della Krav ...
Krav Maga ICCS - Genova Sestri Ponente
iccskravmagaitalia.it/
L'ICCS è un'organizzazione internazionale di Krav Maga, creata in Israele e con sede a Gerusalemme. E' presente in molti paesi del mondo tra cui Italia, ...
KRAV MAGA - AUTODIFESA - DIFESA PERSONALE - corsi AKM ...
www.akm-italia.it/
AKM ITALIA Academy of KRAV MAGA non è solo una tecnica di difesa personale ma un percorso di crescita. Il Krav Maga è una tecnica di autodifesa moderna ...
Krav Maga Difesa Italia - KMDI - Krav Maga Rimini
www.kravmagadifesarimini.it/krav-maga-italia.html
Krav Maga Difesa Italia KMDI è un'associazione sportiva dilettantistica senza scopo di lucro che ha la missione di promuovere e divulgare le tecniche di difesa ...
Krav Maga Difesa Italia - KMDI
www.kravmagadifesaitalia.it/
Krav Maga Difesa Italia organizza corsi per Istruttore di Krav Maga, Istruttore Krav Maga Donna, Istruttore Krav Maga Police, Istruttore Krav Maga Security & Vip ...
Istruttori di Krav Maga: in Italia il 90% sono falsi istruttori!
www.federicofogliano.it/krav-maga-in-italia-il-90-sono-falsi-istruttori/
16 ago 2016 - Istruttori di Krav Maga: il problema è che il 90% di falsi istruttori insegnano tecniche inventate, prive di logica e principi.
Shop Krav Maga: Kravmaga arti marziali sport negozio online
www.shopkravmaga.it/
Shop krav maga on line, negozio kravmaga police self defense di articoli per arti marziali ... Shop Krav Maga, il 1° negozio in Italia online di kravmaga police self ...
KRAV MAGA ITALIA - LA PRIMA SCUOLA A BOLOGNA - Via Andrea ...
https://www.paginebianche.it/.../krav-maga-italia-prima-scuola-bologna.10947818
KRAV MAGA ITALIA - LA PRIMA SCUOLA A BOLOGNA - Via Andrea Costa 174 - 40134 Bologna (BO)44.4938211.31012: visualizza indirizzo, numero di ...
Annunci
Amazon.it - Krav Mag - Scopri tutte le offerte‎
Ann.www.amazon.it/sport/krav+mag‎
Valutazione per amazon.it: 5,0
Ampia selezione di prodotti sportivi. Spedizione gratis (vedi condizioni)
Sport acquaticiCamping e outdoorScarpe sportiveAngolo delle occasioniCiclismoOutlet
Krav Maga Italia - Compara i Migliori Negozi d'Italia‎
Ann.www.kelkoo.it/Krav+Maga+Italia‎
Trova i Prezzi più Bassi su Kelkoo!
Più di 900 Negozi · Offerte su Kelkoo · Trova il Miglior Prezzo · 10 Milioni di Offerte
Integratori alimentariProdotti per il VisoProdotti per i CapelliProfumiVari Benessere
Ricerche correlate a krav maga italia
krav maga italia istruttori
corsi di krav maga bergamo e provincia
krav maga federazioni riconosciute
krav maga bologna
krav maga bologna via saffi
krav maga italia - la prima scuola a bologna
krav maga bologna prezzi
krav maga san lazzaro
Indietro
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
Avanti

Chi Siamo
Cos' è il krav maga
Corsi
Kids - Junior
Lezioni Private
Eventi Futuri
Eventi Passati
Media
Contattaci

Facebook - Black Circle
Twitter - Black Circle
Google+ - Black Circle
YouTube - Black Circle
Pinterest - Black Circle
Instagram - Black Circle

Ivan Franco - Presidente - A.S.D Krav Maga Italia
Sede operativa: Via Verona n.76 - Acerra -
C.F. 93058860631
Tel.: 331/1594984
E-mail: info@difesapersonalekravmaga.it
Facebook Social Icon
Twitter Social Icon
Google+ Social Icon
YouTube Social  Icon
Pinterest Social Icon
Instagram Social Icon


Designed and Created by GraficArt
Num. 3485987580
E-mail. graficart2015@yahoo.it



La missione dell'Istituto Krav Maga Italia
La nostra missione è offrire la più alta professionalità e formazione di difesa personale (Krav Maga) attraverso un approccio strutturato e completo svolto in strutture e ambienti sani e protetti. L'obiettivo dei nostri Istruttori è quello di trasmettere ai nostri allievi fiducia, sicurezza e coraggio per affrontare situazioni ed imprevisti di ogni genere nelle realtà domestiche ed urbane, contribuendo anche ad uno stile di vita sano.

Chi siamo
L'Istituto Krav Maga Italia è stato istituito per fornire il massimo livello di difesa personale, combattimento corpo a corpo senza regole sportive (H2H) e difesa terze persone sul territorio di Napoli e provincia.
Siamo una realtà che vanta un team di istruttori
formatosi sotto la guida dei più gandi
Maestri di krav maga attualmente sullo
scenario mondiale!!

La didattica
L'attuale piano didattico prevede lo studio e l'applicazione di tecniche e tattiche mirate a far fronte ad ogni tipo di aggressione violenta, sia a mani nude che armate (coltelli, bottiglie, bastoni/bastoni telescopici, pistole, ecc.), contro un unico aggressore o aggressori multipli in qualunque tipo di scenario (in auto, in casa, in spazi ristretti, in acqua, ecc.) e su qualunque tipo di suolo.
Il Krav Maga dedica ampio spazio a tecniche di controllo: gestione
dello stress; situazioni di stati d'ansia elevati; situazioni di pericolo.
Insegna a utilizzare oggetti di uso comune per la difesa personale.
Il Krav Maga è oggi parte integrante dei sistemi di addestramento di Eserciti, reparti speciali, forze di polizia unità anti-terrorismo, servizi segreti di oltre 65 paesi nel Mondo.
Nella sua applicazione per civili, prevede certificazioni specifiche per la difesa personale specifica per le  donne, Krav Maga per bambini (kids - junior - teen), Combat and Fight e protezione di terza persona.
Il Maestro Imi Lichtenfeld
Imi Lichtenfeld (Sde-Or), nato a Budapest nel 1910 è stato un ginnasta, pugile e campione di lotta libera, Lichtenfeld fu incaricato dalle autorità israeliane di sviluppare un sistema di combattimento efficace e di rapido apprendimento per le truppe del neonato Esercito israeliano (IDF).
Il Krav Maga risponde infatti ai criteri di tipo militare, quali l' efficacia e la rapidità con cui si arriva alla neutralizzazione definitiva dell' avversario prima che questo possa diventare una minaccia. Dopo anni passati al servizio dell' Esercito (IDF, Shin Bet, forze speciali e Mossad) il Maestro Lichtenfeld si ritirò, ma non rinunciò a diffonere le tecniche apprese e raffinate negli anni, adattando il Krav Maga a scopi civili per renderlo praticabile anche a donne e ragazzi.

E-mail: info@difesapersonalekravmaga.it
Facebook Social Icon
Twitter Social Icon
Google+ Social Icon
YouTube Social  Icon
Pinterest Social Icon
Instagram Social Icon


Designed and Created by GraficArt
Num. 3485987580
E-mail. graficart2015@yahoo.it
Livelli e Gradi Istituto Krav Maga Italia
Livelli Pratictioner
I livelli Pratictioner sono il cuore del sistema. Imparerai a difenderti contro gli attacchi piu' comuni, inizierai a costruire una base relativa alle abilità di combattimento per evitare una situazione di pericolo e affrontare in ultima analisi un confronto. La formazione migliora anche la forma fisica, la forza, la flessibilità e la determinazione mentale, acquisendo coraggio riuscirai a combattere la paura!
Livelli Graduate
Potrai avere diritto e possibilità di intraprendere il programma di Graduate sei mesi dopo aver completato il grado di P5. Le competenze più avanzate vengono insegnate a livello Graduate, affrontando di volta in volta situazioni sempre più complesse. Bisogna ottenere una piena comprensione di tutti i livelli Pracitioner, avere la capacita e la determinazione per continuare a mantenere tutte le competenze acquistate per poi raggiungere i livelli più elevati procedendo attraverso il programma GRADUATE!
Livelli Expert
I gradi Expert vengono assegnati ad Istruttori che hanno acquistato con lo studio, con il lavoro, sudore e tempo una grande e vasta esperienza, ad istruttori che hanno una comprensione completa a 360 gradi del krav maga e del combattimento corpo a corpo senza regole sportive in tutti i suoi settori, ovvero quello civile, militare e low enforcement. È possibile sostenere l'esame di Expert 1 tecnicamente un anno dopo il raggiungimento del grado "Graduate 5". Il Krav Maga è insegnato nelle scuole israeliane per sviluppare nei ragazzi e bambini un primo approccio di autodifesa.
La didattica comprende l'assimilazione di soluzioni a possibili pericoli o situazioni di violenza che sono differenti per ogni età. Essi imparano come evitare o prevenire questi eventi, soprattutto nei casi in cui l'aggressore mira a punti specifici.
La formazione dei bambini/ragazzi deve puntare a riconoscere i possibili disagi e situazioni che potrebbero indurre al pericolo.

L' Istituto Krav Maga Italia utilizza metodi e materiali per promuovere in modo efficiente e realistico la disciplina, permettendo di acquisire le competenze in un breve periodo di tempo per difendersi meglio sia a scuola, nei luoghi domestici che in strada. Gli istruttori utilizzano un insegnamento che viene proposto sotto forma di schema/gioco, prediligendo una sempre maggior socializzazione, al fine di evidenziare anche aspetti psicofisici dei bambini e ragazzi.
Il Krav Maga favorisce la socializzazione, insegna il rispetto delle regole e la disciplina, sviluppa le capacità motorie, permettere ai bambini e ragazzi di scaricare le energie represse.
0532769754info@kravmagaferrara.it
Krav Maga Ferrara
HOME
STORIA
CHI SIAMO
CORSI
QUADERNI
GALLERY
CONTATTI
KRAV MAGA FERRARA


AUTODIFESA

Forniamo il più pratico sistema di formazione di autodifesa. Il Krav Maga è nato per le strade dalle esigenze dei civili messi in situazioni di violenza.
“Picchi come una ragazza” deve essere la frase più sottovalutata di tutti i tempi. Provare per credere.
SICUREZZA

Il Krav Maga è stato adottato da diverse forze dell’ordine e corpi speciali in tutto il mondo. Questo tipo di formazione rende gli agenti più preparati consentendo loro maggiori possibilità di scelta operativa prima di utilizzare tecniche letali.
PROFESSIONALITA’

Gli istruttori della Krav Maga Italia seguono il metodo di insegnamento del Wingate Institute sede originaria della Krav Maga. Vengono usati metodi di insegnamento all’avanguardia per offrire il più esteso programma di addestramento per la sicurezza.

KM Warriors
SCOPRI COSA FACCIAMO
Il Krav Maga è il più pratico sistema di formazione di autodifesa, nato per le strade dalle esigenze dei civili messi in situazioni di violenza, ma può essere anche molto divertente!

PROSSIMI STAGE
Sabato 28 Ottobre stage di Krav Maga
Sabato 28 Ottobre stage di Krav Maga
Sabato 14 Ottobre stage di Krav Maga
Sabato 14 Ottobre stage di Krav Maga
CONSULTA IL CALENDARIO COMPLETO
I QUADERNI DI KRAV MAGA FERRARA
Krav Maga sul Resto del Carlino
Krav Maga sul Resto del Carlino
Controllo nell’uso dell’arma corta durante le fasi operative
Controllo nell’uso dell’arma corta durante le fasi operative
LE STUPIDITA’ NEL TIRO : le leggende “urbane”
LE STUPIDITA’ NEL TIRO : le leggende “urbane”
Sicurezza in volo
Sicurezza in volo
Autodifesa Donna
Autodifesa Donna
I colori dell’allerta
I colori dell’allerta
Newsletter
Nome*

Nome
 
Cognome
Telefono*

Email*

Inserisci la tua email
Privacy*
Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa privacy ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003
INVIA
KRAV MAGA
Il Krav Maga è spesso considerato come il sistema più efficace di combattimento per autodifesa ed è utilizzato dalle forze militari e di polizia in molti paesi. Combinando alcuni dei migliori elementi di arti marziali orientali e stili di lotta occidentali, il Krav Maga insegna tecniche di combattimento che possono essere utilizzati in situazioni reali e tutti i partecipanti imparano a difendersi contro strette improvvise, strangolamenti, armi e molto altro. Il Team di KM Warriors ti accompagnerà attraverso un emozionante allenamento fisico che non hai mai sperimentato. Preparati ad una sessione di sudore mentre impari a salvarti la vita.

I corsi di Krav Maga Ferrara sono stati concepiti per dare l’opportunità di avvicinarsi a questo affascinante addestramento anche a chi vi ha sempre rinunciato per motivi di tempo o di lavoro


FACEBOOK
TWITTER
GOOGLE PLUS
LINKEDIN
PINTEREST
KM WARRIOR
Krav Maga Warriors è un gruppo di studio diretto dall’istruttore della Krav Maga Italia Pier Luigi Lisco e Istruttore di IAKSA Krav Maga. E’ formato da uomini e donne di ogni età che intendono approfondire questo efficace metodo di combattimento per autodifesa. Il gruppo è tesserato Krav Maga Italia A.S.D. che è una associazione sportiva riconosciuta e iscritta al registro CONI, affiliata all’ente di promozione sportiva AICS e tesserato Los Rumberos  A.S.D. ASI

ULTIME NOTIZIE
0
Sabato 11 novembre stage di Krav Maga
Krav Maga Ferrara
novembre 6, 2017
Sabato 28 Ottobre stage di Krav Maga
0
Sabato 28 Ottobre stage di Krav Maga
Krav Maga Ferrara
ottobre 21, 2017
CONTATTI
I corsi si svolgono a Ferrara presso la Palestra New Millennium in Via Darsena 86, il Sabato Mattina h 10.00 – 12.00 sotto forma di STAGE INTENSIVI. La formazione dei corsisti è affidata agli Istruttori della KRAV MAGA ITALIA e IAKSA Krav Maga Pier Luigi Lisco e Sergio Mastropasqua.
Via Darsena, 86,44122 Ferrara FE
0532 769754
info@kravmagaferrara.it
© 2016 Krav Maga Ferrara info@kravmagaferrara.it presso New Millenium FITNESS FIRST S.S.D.P.Iva 01907250383 Credits DigiFe LA STORIA
Il  KRAV MAGA (letteralmente lotta a contatto) è spesso considerato come il sistema  più efficace di combattimento per autodifesa. Nasce dall’idea di Imi Lichtenfield, campione e grande esperto di sport da combattimento con l’intento di insegnare l’autodifesa ad inermi cittadini vessato dai soprusi di alcuni gruppi nazisti che operavano negli anni ’40 nell’attuale Repubblica Ceca.
Il metodo prendeva spunto dalle tecniche dei vari sport da combattimento orientale (karate judo ecc.) e occidentali (boxe lotta ecc.) e in particolare sviluppava le tecniche più efficaci ma nel contempo facili da appendere e memorizzare.
Da allora il metodo evolutosi e perfezionato in Israele, patria di Imi Lichtenfield, viene utilizzato da molti corpi speciali militari e civili in tutto il mondo ed è in costante aggiornamento. Gli istruttori della Krav Maga Italia seguono il metodo di insegnamento utilizzato dal Wingate Institute sede originaria della Krav Maga
Nei corsi di Krav Maga, verrà insegnato come difendersi da strette improvvise, strangolamenti, minacce o attacchi da coltello bastone bottiglie sedie e altro ancora.
Verrà insegnato come disarmare l’aggressore, come trovare le vie di fuga, come evitare attacchi di massa, utilizzare uscite di sicurezza, dove e come ripararsi.
Difendersi da tentativi di violenza contro le donne

Per quanto sopra detto il Krav Maga rappresenta uno dei più efficaci metodi di antiaggressione femminile.
Nei corsi Avanzati e Speciali si apprende come reagire ad attacchi armati (pistole fucili) o attacchi all’interno o esterno di un’auto (carjacking), nonché la protezione di terza persona e la difesa in condizioni disagiate (ad esempio con un arto ferito o una mano impegnata). Come allertare i sistemi di emergenza locale, trasporto feriti, e molte altre cose utili nella quotidianità per evitare di essere colti di sorpresa o peggio impreparati sfruttando, a scopo difensivo/offensivo,  oggetti usati nella quotidianità come chiavi, penne, ecc. , si apprenderà inoltre l’uso di oggetti speciali come il kubotan o gli spray al capsico.

La nostra missione è quella di fornire il livello più alto di formazione insieme alla migliore esperienza possibile.

In ambito nazionare fare riferimento a Pratictioner e gradi come da sito KRAV MAGA ITALIA
CHI E’ PIER LUIGI LISCO

Pier Luigi Lisco è un istruttore della Krav Maga Italia (Instructor Pratictioner) e Istruttore di secondo livello di IAKSA Krav Maga
Medico dello sport
Primo Capitano dell’Esercito (riservista UNUCI)
Cintura Nera 5° DAN di Karate Shotokan, ha praticato numerosi sport come sci, moto enduro, wind surf, equitazione, in particolare è Istruttore Subacqueo e Master di nuoto.
Attualmente è il Direttore Sanitario dei Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Ferrara.
Agonista di Tiro Dinamico Sportivo FIDTS Bronzo 3000 per Pistola.
Ha completato i corsi di Tiro Operativo come scorta armata PSD Tactical Pistol di 2° livello ESIM
Ha inoltre partecipato all’addestramento PSD di 3° livello con allenamento al fuoco di interdizione con armi leggere da attacco terroristico, bonifica aeromobile e liberazione ostaggi.
Image module
CHI E’ SERGIO MASTROPASQUA

Sergio Mastropasqua è un istruttore della Krav Maga Italia (Instructor Pratictioner) e Istruttore di secondo livello di IAKSA Krav Maga

Cintura nera 5° DAN Karate Shotokan
Istruttore di Karate Shotokan
Bronzo 3000 Tiro Dinamico Sportivo
Laureato in Scienze Organizzative e Gestionali.

Pratica Karate dal  1984 e ha raggiunto i gradi di cintura nera 5° dan karate Shotokan e il 3° dan della Japan karate Association. E’ istruttore di karate dal 1996. Ha iniziato a praticare Krav Maga dal 2005.KRAV MAGA ICCS
ORARI E PREZZI
DOVE SIAMO
CONTATTI
DOMANDE FREQUENTI
STAGE ED EVENTI
MAGAZINE
ICCS IN ITALIA
ICCS NEL MONDO
GALLERY
LEZIONI PRIVATE
ABBIGLIAMENTO ICCS
SIATE L'ARMA DI CUI AVRETE BISOGNO!|
Che cos’è l’ICCS?
L’ICCS è un’organizzazione internazionale di Krav Maga, creata in Israele e con sede a Gerusalemme.
E’ presente in molti paesi del mondo tra cui Italia, Francia, Spagna, Belgio, Regno Unito, Svezia, Australia, Stati Uniti, Sud Africa e molti altri. In Italia l’ICCS ha sede a Genova, Roma e Torino.

In cosa consiste il Krav Maga?
Il Krav Maga ICCS è un sistema di combattimento creato per salvare vite, progettato in modo tale che chiunque possa comprenderlo e in modo da essere realmente utile nella vita di tutti i giorni. L’obiettivo è insegnare alle persone il modo migliore e più efficace per non essere vittima, proteggere se stessi e i propri cari.
Quello che fa la differenza è la mentalità. Quando si viene aggrediti per strada non c’è spazio per coreografie, ma occorre terminare lo scontro nel minor tempo possibile.
Un’aggressione dura in media tra i 3 e i 12 secondi, dopodiché una persona ha la meglio sull’altra.
In uno scontro da strada, non soltanto non ho il tempo di avere un atteggiamento difensivo, ma non me lo posso nemmeno permettere. Il Krav Maga non si basa sulla difesa personale: l’obiettivo di chiunque venga aggredito è fare in modo che sia l’aggressore a doversi difendere.

Perchè il Krav Maga ICCS è diverso?
Il Krav Maga ICCS è differente da qualsiasi cosa abbiate visto, o provato prima.
Il suo fondatore, Sharir Richman, non è solo un veterano dell’esercito israeliano con una comprovata esperienza sulle operazioni anti-terrorismo, ma ha anche esperienza di insegnamento di Krav Maga sia nell’esercito israeliano, che in società di sicurezza israeliane private, nonché a civili, militari e personale d’azienda in tutto il mondo.
Il Krav Maga ICCS è diverso perchè ciò che viene insegnato è stato veramente testato sotto pressione: le tecniche ICCS sono basate su metodi collaudati e testati dai militari israeliani direttamente sul campo di battaglia, e sono volutamente scelte per i più moderni scenari di combattimento corpo a corpo.
Durante i test, così come durante gli allenamenti, utilizziamo delle protezioni in modo da poter tranquillamente andare a piena forza, velocità e a contatto pieno.

Conclusione
L’ICCS rappresenta la futura generazione per l’allenamento di Krav Maga.
I nostri studenti imparano a vincere un combattimento. Questo è il motivo per cui il Krav Maga è stato creato, ed è questo che vogliamo insegnare a livello globale.


ORARI E PREZZI

DOVE SIAMO

CONTATTI

DOMANDE FREQUENTI


Gli ultimi articoli ICCS!
cosa rende diverso il krav maga iccs
Perchè l’ICCS è diversa?
Molte persone pensano che l’ICCS sia uguale agli altri sistemi di Krav Maga, con l’unica differenza che con i giubbotti da allenamento ci colpiamo al massimo. Questo è lontano dalla realtà tanto quanto il polo nord dista dal polo sud. … Leggi tutto

6 NOVEMBRE 2017
Aggressione Krav Maga
Mai sottovalutare l’aggressore
Se insegnate alle persone Krav Maga, o sport da combattimento, ecco alcune parole di saggezza: non è un gioco. Bisogna sempre essere pronti per un combattimento, come se si stesse per affrontare la persona più pericolosa al mondo. Mai sottovalutare … Leggi tutto

23 OTTOBRE 2017
La distanza nel combattimento
Quando ci si allena nel combattimento, è estremamente importante sentirsi a proprio agio , in qualsiasi tipo di confronto, a tutte le distanze. Tuttavia, la distanza più importante, che ironicamente è anche la più trascurata, è chiamata “pocket”. È la … Leggi tutto

10 OTTOBRE 2017
Imparare a combattere Krav Maga Iccs Genova
Da chi imparare a combattere?
Per l’allenamento basato sulla realtà, il mercato offre numerosi stili, approcci e metodi di allenamento tutti diversi l’uno dall’altro. Quindi, come si fa a sapere da chi sia meglio imparare? La risposta è semplice: bisogna trovare qualcuno che effettivamente abbia … Leggi tutto

27 SETTEMBRE 2017
Krav maga Iccs Genova Resistenza
Resistenza mentale
Il vantaggio più grande che una persona possa avere per vincere in un combattimento reale è la resistenza mentale. Questa caratteristica svilupperà l’aggressività di una persona, e come sapete l’aggressività copre sempre l’assenza di tecnica, ma la tecnica non coprirà … Leggi tutto

26 SETTEMBRE 2017
disarmo da coltello
Disarmo da Coltello
In un attacco di coltello ci sono due cose che una persona deve fare per sopravvivere: attaccare la mano col coltello e controllare la mano col coltello. Dopo aver raggiunto questi due obiettivi, sarete liberi di colpire l’aggressore e creare … Leggi tutto

18 LUGLIO 2017
CONTATTI
ICCS Krav Maga Genova
Via Merano 101R GE Sestri Ponente 16154
3493466108
info@iccskravmagaitalia.it
CHI SIAMO
L’ICCS è un’organizzazione internazionale di Krav Maga, creata in Israele e con sede a Gerusalemme. L’obiettivo del Krav Maga ICCS è insegnare alle persone il modo migliore e più efficace per non essere vittima, proteggere se stessi e i propri cari.
PAGINE
KRAV MAGA ICCS
ORARI E PREZZI
DOVE SIAMO
DOMANDE FREQUENTI
CONTATTI
MAGAZINE
STAGE ED EVENTI
ICCS IN ITALIA
ICCS NEL MONDO
GALLERY
LEZIONI PRIVATE
ABBIGLIAMENTO ICCS
SOCIAL LINKS
Facebook  LinkedIn  RSS
© 2017 Krav Maga Iccs Italia - Genova Che cos’è l’ICCS?
L’ICCS è un’organizzazione internazionale di Krav Maga, creata in Israele e con sede a Gerusalemme.
E’ presente in molti paesi del mondo tra cui Italia, Francia, Spagna, Belgio, Regno Unito, Svezia, Australia, Stati Uniti, Sud Africa e molti altri. In Italia l’ICCS ha sede a Genova, Roma e Torino.

In cosa consiste il Krav Maga?
Il Krav Maga ICCS è un sistema di combattimento creato per salvare vite, progettato in modo tale che chiunque possa comprenderlo e in modo da essere realmente utile nella vita di tutti i giorni. L’obiettivo è insegnare alle persone il modo migliore e più efficace per non essere vittima, proteggere se stessi e i propri cari.
Quello che fa la differenza è la mentalità. Quando si viene aggrediti per strada non c’è spazio per coreografie, ma occorre terminare lo scontro nel minor tempo possibile.
Un’aggressione dura in media tra i 3 e i 12 secondi, dopodiché una persona ha la meglio sull’altra.
In uno scontro da strada, non soltanto non ho il tempo di avere un atteggiamento difensivo, ma non me lo posso nemmeno permettere. Il Krav Maga non si basa sulla difesa personale: l’obiettivo di chiunque venga aggredito è fare in modo che sia l’aggressore a doversi difendere.

Perchè il Krav Maga ICCS è diverso?
Il Krav Maga ICCS è differente da qualsiasi cosa abbiate visto, o provato prima.
Il suo fondatore, Sharir Richman, non è solo un veterano dell’esercito israeliano con una comprovata esperienza sulle operazioni anti-terrorismo, ma ha anche esperienza di insegnamento di Krav Maga sia nell’esercito israeliano, che in società di sicurezza israeliane private, nonché a civili, militari e personale d’azienda in tutto il mondo.
Il Krav Maga ICCS è diverso perchè ciò che viene insegnato è stato veramente testato sotto pressione: le tecniche ICCS sono basate su metodi collaudati e testati dai militari israeliani direttamente sul campo di battaglia, e sono volutamente scelte per i più moderni scenari di combattimento corpo a corpo.
Durante i test, così come durante gli allenamenti, utilizziamo delle protezioni in modo da poter tranquillamente andare a piena forza, velocità e a contatto pieno.

Conclusione
L’ICCS rappresenta la futura generazione per l’allenamento di Krav Maga.
I nostri studenti imparano a vincere un combattimento. Questo è il motivo per cui il Krav Maga è stato creato, ed è questo che vogliamo insegnare a livello globale.E’ necessario avere esperienza in arti marziali o una preparazione atletica particolare?
No, non è necessaria alcuna esperienza pregressa in arti marziali, né una preparazione atletica specifica.

E’ necessario avere un abbigliamento particolare?
No, bastano scarpe da ginnastica e un abbigliamento comodo.

E’ necessaria un’attrezzatura specifica?
Sono indispensabili un paradenti, e per gli uomini una conchiglia. I guantoni sono facoltativi, è possibile utilizzare quelli forniti in palestra.

E’ possibile effettuare una prova gratuita?
Naturalmente sì, si può partecipare ad una lezione o venire tranquillamente ad assistere, senza necessità di preavviso.

E’ possibile iscriversi in qualsiasi periodo dell’anno senza rimanere indietro con il programma?
Si, è possibile iscriversi in qualunque momento dell’anno. Ogni argomento viene periodicamente ripreso per tutti i partecipanti.

Ci sono limiti di età?
Assolutamente no, il gruppo di allenamento è molto eterogeneo. Ci sono persone di tutte le età, sia uomini che donne.


Per qualsiasi altra domanda, siamo a disposizione! Puoi inviare un’e-mail a info@iccskravmagaitalia.it o chiamare il numero 3493466108. Krav Maga ICCS Genova

GENOVA – GE Sestri Ponente
PALESTRA ANSALDO
Via Merano 101 R
GENOVA – PRA’ PALMARO
Via Montanella 4
Krav Maga ICCS Roma

ROMA – Zona Monteverde
PALESTRA VERY YEAH
Via Francesco Massi 10
ROMA – Metro A – Giulio Agricola
PALESTRA YAMA GYM
Via Quinto Sertorio 24
Krav Maga ICCS Torino

TORINO
PALESTRA KEN KO
Via Asti 29 Bis
TORINO – S. Chieri
CENTRO SPORTIVO S. LUIGI GONZAGA
Via Santena 13
Krav Maga ICCS Israele
Sede Centrale – Gerusalemme

Krav Maga ICCS Francia
– Lagnieu – Nizza – Angoulemme

Krav Maga ICCS Spagna
– Madrid

Krav Maga ICCS Belgio
– Tournai

Krav Maga ICCS Regno Unito
– Londra

Krav Maga ICCS Svezia
– Goteborg

Krav Maga ICCS USA
– Arizona (Prescott)
– Florida (Tampa, Estero, Oklahoma, Inverness, Sarasota)

>Krav Maga ICCS ECUADOR
– Ecuador

Krav Maga ICCS Sydney
– Sydney
CHI SIAMO
Team Management
Staff Docenti
Codice Etico Deontologico AKM ITALIA
Riconoscimenti
Collaborazioni e Consulenze
Partners
Credits
Legal Disclaimer
Contatti
Statuto
GALLERIE
Donna Sicura
Festival Arti Marziali
Full Contact
Gruppi AKM ITALIA
CORSI
KRAV MAGA
Cos’è il Krav Maga
Krav Maga & Hollywood
Imi Lichtenfeld
Le caratteristiche del Krav Maga
I principi del Krav Maga di Imi Lichtenfeld
IDF Israel Defense Forces
Abbigliamento Protezioni Armi
Krav Maga F.A.Q.
Altre Informazioni
Giorni – Orari – Centri
Corsi Istruttori Krav Maga
Kick Boxing Ragazzi e Adulti
STUDI
La Differenza che fa la Differenza
RICHIESTA INFORMAZIONI
CENTRI TECNICI
Subscribe to our RSS FeedFollow Us on TwitterBe our fan on Facebook
KRAV MAGA AKM-ITALIA.IT krav maga milano
HOME
CONTATTI
DOVE SIAMO
GIORNI – ORARI – CENTRI
ISTRUTTORI KRAV MAGA
DICONO SU DI NOI
KRAV MAGA
Krav Maga Milano AKM ITALIA A.S.D. Sede legale: via L.da Vinci, 257 Trezzano sul Naviglio Centri Tecnici in Piemonte e Lombardia
AKM GALLERY


Cerca
Cerca
SHARE
1  2









ARCHIVIO
Archivio
RSS GAZZETTA.IT
Croazia quasi in Russia Grecia fatta a pezzi: 4-1
Croazia quasi in Russia Grecia fatta a pezzi: 4-1 Grande partita a Zagabria: un errore di Karnezis regala a Modric il rigore del vantaggio, poi monologo con Kalinic, Perisic e Kramaric
Rodriguez sbanca Belfast Svizzera, Mondiale vicino
Rodriguez sbanca Belfast Svizzera, Mondiale vicino Un penalty (molto dubbio) del milanista regala la vittoria agli elvetici che ipotecano così la qualificazione a Russia2018
ADMIN
Accedi
RSS degli articoli
RSS dei commenti
WordPress.org

AKM ITALIA Academy of Krav Maga
DICEMBRE 12, 2011   ADMIN   NO COMMENTS
AKM Academy of Krav MagaAKM ITALIA Academy of  KRAV MAGA non è solo una tecnica di difesa personale ma un percorso di crescita.  Il Krav Maga è una tecnica di autodifesa moderna per uomini, donne e antibullissmo per bambini di tutte le età, ideata e utilizzata dalle forze speciali israeliane. Ci siamo posti l’obiettivo di aiutare persone di qualsiasi età, sesso e condizione sociale ad accrescere la consapevolezza dei propri mezzi attraverso  il Krav in quanto è volto a sviluppare la sicurezza personale intesa come capacità di gestire  situazioni di violenza “da strada” o domestica e la nostra missione è fare in modo che le persone siano motivate, determinate e sicure in ogni situazione… A.K.M. KRAV MAGA ITALY è presenti a MILANO, Lombardia, Piemonte, Italia …   [leggi anche]

Leggi Tutto
KRAV MAGA ACADEMY AKM ITALIA
NOVEMBRE 05, 2017   ADMIN
complimenti a tutti presenti per il grande impegno dimostrato oggi,
bravissimi KRAVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVV



Leggi Tutto
ACADEMY of KRAV MAGA AKM ITALIA
OTTOBRE 27, 2017   ADMIN
l’intento della AKM ITALIA A.S.D. e del KRAV MAGA

è quello di formare persone consapevoli dei propri mezzi e inserire nella società

(non dei pazzi esaltati)

ma persone capaci di gestire le situazioni di pericolo mantenendo il controllo.

alla popolazione civile NON SERVE un addestramento militare

cosi come ai militari NON serve per il loro ruolo un addestramento civile,

ricordiamo inoltre che non a tutti militari serve fare allenamenti da CORPI SPECIALI

nemmeno in ISRAELE!!!




Leggi Tutto
GIORNATA AL DECATHLON AKM ITALIA KRAV MAGA
OTTOBRE 15, 2017   ADMIN

GRAZIE AMICI PER IL BEL POMERIGGIO ALLA DECATHLON DI CORSICO


Leggi Tutto
KRAV MAGA AKM ITALIA ORA DI PRANZO
OTTOBRE 07, 2017   ADMIN
NOVITA’ AKM ITALIA:

I CORSI KRAV MAGA VI ACCOMPAGNANO ANCHE ALL’ORA DI PRANZO!

PRESSO LA PALESTRA BEAUTY ISLAND A BRESSO (OMAR 3493523717)
LA PALESTRA BENE-FIT A CINISELLO BALSAMO (OMAR 3493523717)
E
LA PALESTRA GONZAGA SPORT CLUB A MILANO (VITTORIO 3482632100)



Leggi Tutto
AKM ITALIA ANTIBULLISMO KRAV MAGA
SETTEMBRE 15, 2017   ADMIN

AKM ITALIA ANTIBULLISMO METODO KRAV MAGACorsi di antibullismo


Leggi Tutto
ACADEMY AKM ITALIA CORSI KRAV MAGA 2017/2018
SETTEMBRE 03, 2017   ADMIN
CARI AMICI ECCO ALCUNE DEI NOSTRI CENTRI PER CHI VOLESSE AVVICINARSI AL
KRAV MAGA AKM ITALIA SELF DEFENSE SYSTEM

Lunedì  ore 14.15/15.45 KRAV MAGA
MILANO Via Settembrini 17/A

Lunedì  ore 20.00/22.00 KRAV MAGA
CORSICO (MI) Viale Italia 22/24

Lunedì  ore 20.30/22.00 KRAV MAGA
ALESSANDRIA (Piemonte) Via Moccagatta Vittorio

Lunedì  ore 20.15/21.45 KRAV MAGA
CINISELLO BALSAMO (MI) Via De Amicis 67

Martedì  ore 18.30/19.30 KRAV MAGA (Bambini)
Martedì  ore 20.30/22.00 KRAV MAGA
PADERNO DUGANO (MI) Viale deii’Industria 57

Martedì  ore 20.10/21.45 KRAV MAGA
DESIO (MB) Via XXV Aprile 2

Martedì  ore 20.00/22.00 KRAV MAGA
SAN DONATO MILANESE (MI) Via Martiri di Cefalonia 46

Martedì  ore 21.00/22.30 KRAV MAGA
CARONNO PERTUSELLA (VA) Via S. Margherita 504

Mercoledì  ore 18.00/19.00 KRAV MAGA (Bambini)
Mercoledì  ore 20.00/22.00 KRAV MAGA
CORSICO (MI) Viale Italia 22/24

Mercoledì  ore 18.30/19.30 KRAV MAGA (Bambini)
Mercoledì  ore 20.00/21.30 KRAV MAGA
BRUGHERIO (MB) Via E. Fermi 8

Mercoledì  ore 20.00/21.30 KRAV MAGA
BOVISIO MASCIAGO (MB) Corso Milano 88

Mercoledì  ore 20.30/22.00 KRAV MAGA
PASSIRANA (MI) Via Buozzi (ingresso Via Firenze)

Mercoledì  ore 20.30/22.30 KRAV MAGA
PONTE SESTO (MI) Via Ludovico 14

Giovedì  ore 18.30/19.30 KRAV MAGA (Bambini)
Giovedì  ore 20.00/21.30 KRAV MAGA
MILANO – AFFORI Via Iseo 10

Giovedì  ore 20.00/22.00 KRAV MAGA
BOLLATE (MI) Via Varalli 20

Giovedì  ore 20.30/22.00 KRAV MAGA
MILANO Via Privata Pantigliate 4

Giovedì  ore 20.30/22.00
CERCHIATE – Pero (MI) Via Giovanna d’Arco

Giovedì  ore 20.30/22.00 KRAV MAGA
BRESSO (MI) Via Leopardi 5

Venerdì  ore 17.00/18.00 KRAV MAGA (Bambini)
Venerdì  ore 19.30/21.00 KRAV MAGA
MILANO Via Settembrini 17/A

Venerdì  ore 20.00/21.30 KRAV MAGA
PADERNO DUGANO (MI) Viale deii’Industria 57

Sabato  ore 14.30/16.00 KRAV MAGA
POGLIANO MILANESE (MI) Via Piave 18/20



Leggi Tutto
KRAV MAGA ACADEMY AKM ITALIA – STAGIONE 2017/2018
AGOSTO 03, 2017   ADMIN
PRENOTA IL TUO CORSO

KRAV MAGA SELF DEFENSE SYSTEM

STAGIONE 2017/2018

per informazioni clicca sul centro tecnico a te più vicino e compila il form.





Leggi Tutto
ACADEMY KRAV MAGA AKM ITALIA MILANO
LUGLIO 20, 2017   ADMIN
COMPLIMENTI NONOSTANTE SIA LA FINE DI LUGLIO
SIAMO ANCORA UN GRAN BEL GRUPPO DI KRAVVVVVVVVVV


Leggi Tutto
AKM ITALIA AUGURA A TUTTI DELLE BUONE VACANZE
LUGLIO 17, 2017   ADMIN

BUONE VACANZE AMICI AKM ITALIA
CI VEDIAMO IN SETTEMBRE
PER UNA NUOVA AVVENTURA
DI KRAV MAGA.

Leggi Tutto
Academy of Krav Maga AKM ITALIA
LUGLIO 03, 2017   ADMIN
SONO APERTO LE ISCRIZIONI PER LA STAGIONE 2017/2018


Leggi Tutto
« Older posts
CALENDARIO DI EVENTI
NOVEMBRE  2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5
6 7 8 9
10
11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30
COS’È IL KRAV MAGA

CORSO KRAV MAGA AKM ITALIA

Centri Tecnici
Milano Centro Est – vicinanza P.zza della Repubblica – Stazione Centrale – Porta Venezia – P.le Loreto
Milano Sud Ovest – Primaticcio / Bande Nere
Milano – Affori
Alessandria – Piemonte
Bollate – Milano
Bovisio Masciago – Monza Brianza
Bresso – Milano
Brugherio – Monza Brianza
Casciago – Varese
Cerchiate – Pero
Cinisello Balsamo – Milano
Caronno Pertusella – Varese
Corsico – Milano Centro Tecnico Principale
Desio – Monza Brianza
Paderno Dugnano / Cusano Milanino
Passirana – Rho
Paullo – Milano
Pogliano Milanese – Milano
Ponte Sesto – Rozzano – Milano
San Donato Milanese – Milano
Monza Brianza
Settimo Milanese – Milano
METEO

Meteo Milano
© 2017 KRAV MAGA AKM-ITALIA.IT. P.iva 06733890963 All Rights Reserved.
Powered by WordPress | Designed by: best suv | Thanks to trucks, infiniti suv and toyota suv Codice Etico Deontologico AKM ITALIA

I Docenti KRAV MAGA di A.K.M. ITALIA sono tutti diplomati a seguito di un duro
e articolato percorso di studio e pratica con una durata di almeno quattro anni
nelle discipline di competenza  e hanno conseguito la qualifica dopo avere svolto le ore
minime previste dal ciclo formativo, a seconda dell’inquadramento,
superando un esame teorico – pratico di “abilitazione all’insegnamento”.
A.K.M. Italia, nel rispetto degli utenti-consumatori, con la piena consapevolezza
che l’insegnamento della difesa personale deve essere svolto “solo”
da tecnici competenti e pienamente informati che dal loro
lavoro dipende la “sicurezza” delle persone, non ammette ai corsi
per aspiranti docenti soggetti esterni che non dimostrino,
tramite documentazione ufficiale, un idoneo curriculum.
Inoltre, una volta terminato il percorso formativo e superato l’esame,
i docenti neo-diplomati che intraprendono l’insegnamento presso
qualsiasi struttura, vengono seguiti, valutati e assistiti da un tecnico
esperto fino al raggiungimento della piena autonomia.

GIL ATTESTATI KRAV MAGA  SONO VALIDI SOLO AL INTERNO DELLA AKM ITALIA A.S.D.

A seconda delle specializzazioni e della qualifica,
i Docenti di A.K.M. ITALIA insegnano:
Krav Maga
per Civili, Forze dell’Ordine, Operatori della Sicurezza, Militari
Operatori sociali e Sanitari.

I Docenti e i Praticanti della A.K.M. ITALIA
sono regolarmente tesserati e assicurati presso:

C.S.E.N Centro Sportivo Educativo Nazionale
La Direzione Tecnica del Settore Krav Maga è affidata Cos’è il Krav Maga

SICUREZZA E BENESSERE

Il Krav Maga è innanzitutto una disciplina di difesa personale pratica, veloce da apprendere e versatile.

Ma il Krav Maga AKM ITALIA è un sistema che si presta per molti scopi, per mezzo della preparazione fisica aiuta a sviluppare in modo armonico e mantenere in forma tutti i gruppi muscolari (tonicità e forza), la flessibilità articolare (tendini, legamenti ecc…) e naturalmente la resistenza (apparato cardiocircolatorio).
Le tecniche di difesa personale vengono integrate da esercizi di condizionamento emotivo (sotto stress, rilassamento, respirazione ecc…) per acquisire calma interiore, controllo delle emozioni e lucidità mentale in situazioni limite.
Ricordiamo, che l’esercizio fisico è il migliore antidepressivo naturale in quanto produce la serotonina, il cosiddetto “ormone della felicità”.





IL CONDIZIONAMENTO PSICOLOGICO
Il praticante di Krav Maga, grazie al lavoro svolto in palestra, impara a prevenire situazioni di potenziale pericolo perché matura una visione più ampia della realtà che lo circonda, delle situazioni e dei luoghi in cui si trova.
Sviluppa maggiore attenzione che consente di avere sempre un grado di “presenza cosciente” anche se assorto o affaccendato in altro.
Apprende come reagire nei casi di  minaccia adottando sistemi psicologici capaci anche di evitare lo scontro fisico.
La pratica del Krav Maga produce la capacità di reagire istintivamente in caso di aggressione e in luoghi diversi e con modalità diverse (al chiuso, all’aperto, a piedi, in auto, su un mezzo pubblico ecc…).
Il Krav Maga dona una grande resistenza psicologica nelle condizioni di iperstress della vita “metropolitana” , rende sicuri anche nelle relazioni sociali e in quelle che richiedono grande concentrazione e decisione.





KRAV MAGA SELF DEFENSE SYSTEM (DIFESA PERSONALE)
La rivoluzione del Sistema Krav Maga sta nel fatto che, pur attingendo le sue tecniche dai più disparati stili di combattimento (Ju-Jitsu, Judo, Lotta libera, Boxe, Karate, Kung Fu, Silat, Kali ecc…), possono praticarlo tutti: bambini, ragazzi, uomini, donne e anche persone mature. Proprio perché non servono particolari doti fisiche o atletiche e, tanto meno, esperienza nelle arti marziali.
Oltre all’allenamento fisico, nel Krav Maga si allena in gran parte la mente a fronteggiare pericoli reali cosiddetti “da strada”, dove non ci sono regole o arbitri che fermano l’incontro quando uno dei due contendenti si fa male.
Inoltre, al contrario delle arti marziali tradizionali, le quali richiedono molto allenamento e un impegno fisico e di tempo non indifferente per raggiungere un buon livello, il Krav Maga consente di ottenere progressi in tempi rapidi.





UNA PRATICA SICURA
Molti si chiederanno se la pratica del Krav Maga sia sicura, cioè se durante l’allenamento ci si fa male.
Bene, la risposta è che si usano delle protezioni e che è molto più facile farsi male in una partita di calcetto piuttosto che durante una lezione di Krav Maga.
Per la cronaca, secondo le statistiche C.O.N.I., le arti marziali e le pratiche da combattimento (ad eccezione di quelle estreme), sono le discipline sportive che registrano il minor numero di infortuni. E poi, il rischio, seppur minimo, di farsi male in palestra, è sempre minore di quello che si potrebbe correre in caso di una vera e propria aggressione dove in pericolo c’è la propria vita.Krav Maga & Hollywood
“Via dall’incubo”
con Jennifer Lopez



Jennifer Lopez si è preparata con le tecniche di combattimento del Krav Maga per il film “Via dall’incubo“.

Il Krav è considerato una delle più letali ed efficaci arti marziali del mondo, anche se i suoi istruttori spesso obiettano alla stessa definizione di arte marziale. La Lopez si è preparata al Krav Maga sotto la guida di  Wade Allen, esperto di arti marziali che ha collaborato con Simon Crane, regista e coordinatore delle sequenze acrobatiche.

“Voleva riuscire a fare da sola, senza controfigure. Ha finito col dimostrarsi incredibilmente brava”, ha dichiarato dopo le riprese Simon Crane. “C’è davvero lei dietro il 95% delle acrobazie che si vedono nel film”.>>

(Note del produttore del Film)

Sono anche altre le produzioni cinematografiche di Hollywood che hanno come protagonista il Krav Maga con il quale si sono cimentati i relativi interpreti:

– “Tombraider 2″ (Angelina Jolie)

– “Terminator 3″ (Shannon Elizabeth)

– “Collateral” (Tom Cruise).

Krav Maga e divi di Hollywood
Il Krav Maga, tra i personaggi di Hollywood, è apprezzato sia come semplice ed efficace sistema di difesa personale che come metodo di fitness. Tra i più noti sostenitori e praticanti si citano: Angelina Jolie, Jennifer Lopez, Jennifer Garner (resa famosa dal telefilm “Alias“), Cameron Diaz, Lucy Liù, Patrick Swayze. Imi Lichtenfeld


Imi Lichtenfeld
Imi Lichtenfeld, ideatore del Krav Maga, nasce a Budapest nel 1910 ma cresce nei sobborghi di Bratislava, all’epoca capitale della Slovacchia.
Fondamentale per l’educazione di Imi fu la figura del padre, Samuel, un circense esperto di lotta e sollevatore di pesi.
In questo clima di grande passione per le attività fisiche e sportive, Imi muove i primi passi nel mondo del combattimento.
Nel 1928 vinse il Campionato giovanile slovacco di lotta libera, e l’anno dopo nella categoria leggera e media vince il Campionato “master” di lotta libera nazionale.
Lo stesso anno vinse anche una competizione internazionale di ginnastica e un torneo nazionale di boxe.
Gli anni seguenti sono caratterizzati da un susseguirsi di successi sportivi che testimoniano l’incredibile predisposizione di Imi per gli sport da combattimento.
Con il crescere delle ideologie naziste e antisemite in Europa, la situazione peggiora, e anche a Bratislava la comunità ebraica risente del clima intimidatorio della metà degli anni trenta del secolo scorso.
In questo periodo Imi si trova spesso a combattere con simpatizzanti nazisti o semplici antisemiti e affina le sue tecniche di combattimento nella scuola più dura: la strada.
La situazione vede una tale frequenza di queste situazioni che Imi, assieme ad alcuni amici ebrei, costituisce un gruppo che si addestra specificatamente agli scontri con le bande sempre più numerose e spregiudicate di antisemiti.
Nel 1940, con i panzer tedeschi impegnati su ogni fronte e con la politica di repressione verso la popolazione ebraica, Imi lascia Bratislava verso la Palestina, sfuggendo all’immane tragedia dell’Olocausto.
Nel 1944, quando ormai l’attenzione dalla guerra si sposta al dopoguerra, seguendo i moti irredentisti del popolo ebraico, partecipa alla costituzione dell’esercito israeliano.
Personalmente addestra diverse unità di elite di Hagana e Palmach.
Per oltre vent’anni Imi Lichtenfeld mise a disposizione della forza di difesa israeliana la propria esperienza nel combattimento corpo a corpo contribuendo a forgiare la leggenda delle unità speciali israeliane.
Dopo anni passati al servizio dell’esercito Imi si ritira non rinunciando però a diffondere le tecniche apprese e raffinate in anni di servizio.
Adatta il Krav Maga a scopi civili per renderelo praticabile anche da donne e bambini, al fine di permettere a ogni persona di muoversi liberamente.
Questa filosofia risente naturalmente del clima di costante vigilanza a cui, nei ghetti prima e nel neonato Stato ebraico poi, si è formato Imi Lichtenfeld.
Il Krav Maga sarà la sua passione fino al 9 gennaio 1998, giorno della sua morte.
Tra i suoi eredi si segnala Eyal Yanilov amico, collaboratore e discepolo che molto ha contribuito alla diffusione del Krav Maga nel mondo. Le caratteristiche del Krav Maga

Le caratteristiche del Krav Maga
Il Krav Maga è una “tecnica di combattimento” semplice ed efficace e generalmente non viene considerata dai suoi stessi istruttori una delle tradizionali arti marziali in particolare di origine orientale, in quanto, nata recentemente, ha come obiettivo di essere studiata per essere appresa in breve tempo ed essere usata in un contesto bellico.
Il Krav Maga punta ad un approccio offensivo mentre le altre altri marziali tradizionali, soprattutto di matrice orientale, tendono ad associare anche un sistema filosofico e spirituale, il Krav Maga risponde essenzialmente a criteri di tipo militare quali la rapidità con cui si ottiene il risultato atteso, che è la neutralizzazione del nemico.
Tante arti marziali tradizionali anche quelle da cui il Krav Maga ha attinto, come Judo, Ju-Jitsu, Kung fu ecc…) prediligono lasciare all’avversario la prima mossa, il Krav Maga punta alla neutralizzazione dell’avversario ancor prima che egli possa concretizzare la minaccia, con un insieme di colpi a diretti a punti sensibili.

Questo approccio, adatto ad ambienti ad alto rischio come le turbolente piazze mediorientali, potrebbe a prima vista non sembrare adatto a situazioni di vita quotidiana: infatti l’approccio anticipatorio potrebbe portare a complicazioni di natura penale.
Per questo il Krav Maga come sistema di difesa personale deve essere insegnato da istruttori qualificati ed esperti che formano il praticante in maniera adeguata nelle palestre di Krav Maga, affinché lo possa prima prevenire e solo nel caso estremo reagire secondo la pericolosità della situazione (violenza da strada, tentativi di stupro, aggressioni a mano armata ecc…).
Il Krav Maga è classificato come sistema di combattimento ravvicinato e ciò si evidenzia anche nella sua scarsa propensione a essere praticato come sport agonistico. I principi del Krav Maga di Imi Lichtenfeld

Non fatevi male
Significa arrivare ad un alto livello di competenza nell’autodifesa.
Comunque, se vi fate male, dovete sapere come sostenere l’attacco e come agire correttamente nelle nuove condizioni che si sono create.

Siate modesti
Non vantatevi delle vostre capacità ed evitate i conflitti non necessari.
Dominate il vostro ego e controllate il vostro stato mentale, in modo che non vi tradiscano durante un confronto. Siate pronti ad accettare le critiche e gli insegnamenti delle altre persone.

Agite correttamente
Fate la cosa giusta, nel posto giusto, al momento giusto. Il vostro stato fisico e mentale danno indicazione alle vostre abilità per gestire un confronto fisico.
Utilizzate appieno le vostre capacità, approfittate al massimo degli elementi e delle condizioni che prevalgono nel luogo dove vi trovate, in modo da affrontare la situazione efficacemente.

Diventate esperti, così non dovrete uccidere
Il praticante esperto di Krav Maga non ha bisogno di infliggere danni fisici non necessari ai propri avversari ed è capace di terminare il confronto fisico in breve tempo ed in maniera efficace. Abbiate rispetto delle altre persone, anche durante un incontro pericoloso. D’altro canto, date retta al vecchio adagio:
“Se qualcuno viene ad uccidervi, uccidetelo per primi”, con riferimento alla situazione in cui non avete altra scelta, perché si tratta della scelta tra “voi o lui”.
E’ anche essenziale affinare la propria abilità nel riconoscere il livello di gravità di un possibile attacco. Ciò è particolarmente importante per i giovani, ai quali debbono essere insegnati i valori dell’autocontrollo e della necessità di evitare la violenza, ma che, allo stesso tempo, debbono acquisire la capacità di difendersi efficacemente. Questo atteggiamento significa: per prima cosa, cercate di evitare il confronto, ma, se siete aggrediti, rispondete con un livello appropriato di forza sufficiente a neutralizzare la minaccia ed a togliervi dalla situazione di pericolo.

Evitate i danni fisici
Calcolate attentamente i rischi di ogni specifica azione ed evitate il pericolo, se possibile.
Le vostre azioni dovrebbero essere principalmente basate sull’autodifesa; il Krav Maga pone fortemente l’accento sull’uso delle tecniche di difesa.
Le tecniche del Krav Maga sono state sviluppate come ampliamento dei riflessi naturali del corpo.
Queste risposte naturali sono state successivamente perfezionate, affinate ed indirizzate ad andare incontro alle esigenze di chi si deve difendere in una data situazione.

Difendetevi e contrattaccate nel modo più veloce e diretto possibile
da qualsiasi posizione di partenza, prendendo in considerazione la sicurezza e l’opportunità della vostra azione.

Rispondete correttamente, secondo e come richiesto dalle circostanze, valutando attentamente la natura della vostra risposta e la forza dell’attacco (allo scopo di evitare danni fisici non necessari).

Colpite correttamente in qualsiasi punto vulnerabile, nel modo necessario per prevalere sull’aggressore.
Utilizzate qualsiasi attrezzo od oggetto disponibile nelle vicinanze per la difesa ed il contrattacco.

Nel Krav Maga non ci sono regole, limitazioni tecniche o di correttezza sportiva.
Il principio che costituisce il fondamento dell’addestramento: l’avanzamento da capacità limitate a capacità più ampie (che includano “l’allenamento mentale”) e da una singola tecnica specifica ad un’azione improvvisata, secondo le dinamiche della situazione.

La diffusione del metodo
Seguendo la diffusione resa possibile grazie ai primi studenti di Imi Lichtenfeld, oltre che in Israele, il Krav Maga si è diffuso in paesi dove forte è la presenza delle comunità ebraiche o si sono sviluppati solidi canali di collaborazione in ambito militare e di intelligence.
Per questo le principali scuole di combattimento e la maggior diffusione di questi sistemi si trovano negli USA, in Russia e in Francia, paesi tutti che hanno forti legami con Israele e il mondo ebraico.
Il Krav Maga è insegnato nelle accademie dei più famosi servizi segreti (Mossad, CIA ecc…) e corpi speciali di polizia (come l’FBI) con una sempre più massiccia presenza in europa. AKM ITALIA fa parte dei primi a diffondere il Krav Maga in ITALIA. IDF Israel Defense Forces

IDF Israel Defense Forces
Le Forze di Difesa Israeliane, internazionalmente note con l’acronimo IDF (Israel Defense Forces – dal Tseva Haganahle-Israel – Esercito di Difesa di Israele e spesso citate anche come Tzahal), sono le forze armate di Israele.
Esse furono fondate ufficialmente nel 1948 «per difendere l’esistenza, l’integrità territoriale e la dello stato di Israele» e «proteggere gli abitanti di Israele e combattere ogni forma di terrorismo che minacci la vita quotidiana», in sostituzione e miglioramento, in termini di prestigio, rigore, di organizzazione e di equipaggiamento militare, delle precedenti organizzazioni armate come la e la sua «sezione operativa» chiamata Palmach, composta da gruppi di ex membri della Brigata Ebraica (che combatté sotto bandiera britannica durante la ) e le organizzazioni clandestine Etzel (o Irgun) e Lehi, alle quali però fu concessa una certa libertà d’azione, sino alla fine della guerra di indipendenza del dopo la quale sarebbero state smantellate.
E’ senz’altro un dato rilevante il fatto che circa 3,2 milioni dei 7,1 milioni di abitanti di Israele sono permanentemente sotto le armi o assegnati all’Esercito, alla Marina, all’Aviazione, alla Polizia, alla Guardia di frontiera, ai Servizi segreti, alle forze paramilitari dei coloni, all’industria militare, ai laboratori di ricerca scientifica. Krav Maga F.A.Q.
Quanto dura un Corso di Krav Maga?
Qualche anno fa, quando eravamo contattati da coloro che desideravano avere informazioni sul Krav Maga, ci veniva spesso chiesto: “Quanto dura il corso?”.
Rispondevamo: in che senso? Invero restavamo alquanto spiazzati… Poi ci siamo resi conto che in giro ci sono molti istruttori (?) di Krav Maga che vendono corsi a “pacchetto” di 10 o 20 lezioni (talvolta a prezzi impressionanti) affermando che il Sistema Israeliano è adatto a tutti, veloce, istintivo, efficace, rapido da apprendere e “mettere in pratica”.
Per ciò che concerne il fatto che sia adatto a tutti, la velocità delle sue tecniche e l’istintività che caratterizzano il Sistema siamo d’accordo. Sulla rapidità di apprendimento “potremmo” esserlo.
Ma la cosa che sconcerta maggiormente sono il messaggio e la promessa dati nella pubblicità di questi corsi: “Ci si può difendere con il Krav Maga dopo 10 o 20 ore di frequenza!”.
Davvero si può pensare di potersi difendere “in strada” (non in palestra) dopo avere frequentato 10 o 20 ore di Krav Maga?
Vi fidereste se qualcuno vi proponesse un corso di guida veloce di 10 o 20 ore promettendovi che, una volta acquisite le tecniche, sarete in grado di partecipare ad una competizione automobilistica pilotando una vettura che tocca i 300 orari?
Vi fidereste se qualcuno vi proponesse un corso di una qualsiasi disciplina che non conoscete promettendovi che in 10 o 20 ore di corso sarete in condizione di sfoderare le vostre doti grazie alle tecniche acquisite?
Sapete cosa succede quando qualcuno vi aggredisce per strada? Il cuore inizia a battere all’impazzata, il respiro si fa corto, il viso sbianca poiché tutte le risorse energetiche vengono indirizzate al resto del corpo. Soprattutto il sangue viene indirizzato alle gambe
per prepararsi al combattimento o alla fuga. La vista si annebbia, i suoni sembrano distorti (in verità si acuisce l’udito ma per noi umani è una sensazione sconosciuta), le mani e le gambe tremano, la sudorazione si accentua notevolmente ecc… La confusione regna sovrana!
Quando l’aggressione ha inizio, sapreste mettere in atto una tecnica di autodifesa in meno di mezzo secondo nelle condizioni appena descritte?
Sapreste indirizzare la paura (“istinto di sopravvivenza”) nella giusta direzione facendola divenire una vostra alleata?
Vi ricordereste, in una condizione psico-fisica di iperstress, una tecnica di Krav Maga pronta per l’uso che avete appreso in una mezzora? (se le ore di questi corsi a “pacchetto” sono 20 e vengono acquisite 40 tecniche, si parla di mezzora a tecnica….).
I “veri” insegnanti di Krav Maga non promettono il miracolo del “full immersion”.
Il Krav Maga non è un sistema complicato (pur attingendo da diverse arti marziali le sue tecniche), è adatto a tutti, è istintivo ed è molto efficace. Però le tecniche vengono insegnate un passo per volta in modo da farle acquisire “davvero” il che significa saperle adoperare nell’arco di poche frazioni di secondo in caso di necessità.
La nostra esperienza diretta dell’efficacia del Krav Maga proviene da molti dei nostri praticanti che, nell’ambito della loro professione a rischio, sono stati aggrediti e se la sono cavata senza riportare traumi e, soprattutto, mettendo fuori combattimento l’avversario. In diversi ci sono riusciti avendo frequentato solo 3 o 4 mesi di corso!
Ma questo è avvenuto poiché il “vero” Krav Maga non è “solo tecnica”. Il Krav Maga è anche una condizione mentale che, in caso di necessità, fa scattare l’istinto di sopravvivenza che ha permesso alla specie umana di arrivare fino ai giorni nostri seppure circondata da esseri molto più grandi e forti.
Nella A.K.M. Italia puntiamo molto su questi aspetti che si possono rivelare utilissimi non solo in caso di aggressione, rapina ecc… ma anche nella vita quotidiana. Poiché vengono riprogrammati i processi mentali connessi agli stati di paura e tensione, si impara a comunicare verbalmente o con il corpo e, soprattutto, si acquisiscono idonee competenze atte a prevenire l’aggressione e lo scontro fisico.
Il Krav Maga, per essere davvero “efficace”, va praticato. Più lo si pratica, maggiori saranno le possibilità di resistere ad una aggressione e salvare la vita: quella propria e delle persone che sono con noi.
Anche la A.K.M. Italia propone corsi e seminari di poche ore in materia di prevenzione, sicurezza e autodifesa. Ma tutto ha luogo al fine di una mera “presentazione” del Krav Maga e della sua efficacia. Nessun istruttore della A.K.M. Italia dirà mai che il Krav Maga
diventa efficace con 10 o 20 ore di corso.
Per tornare alla domanda iniziale, oggi sappiamo cosa rispondere pensando in modo sconsolato a tutti quegli istruttori o pseudo-istruttori che propongono i “pacchetti” ore. Le persone, non conoscendo il Krav Maga, vengono spinte a buttare letteralmente via il proprio denaro in qualcosa che non serve e che gli da false prospettive. Corsi Istruttori Krav Maga
AKM ITALIA Academy of KRAV MAGA DIFESA PERSONALE organizza regolarmente corsi per Istruttori di Krav Maga Israeliano (qualifica Trainer/Istruttori) finalizzati al conseguimento dell’attestazione necessaria.

LE DATE DEI CORSI SONO IN COSTANTE AGGIORNAMENTO, si consiglia quindi di consultare il Calendario Di Eventi su la Home Page www.akm-italia.it per rimanere aggiornati sui prossimi appuntamenti

Master Krava Maga Docente AKM ITALIA VITTORIO PORRECA



Nuovi Corsi Intensivi KRAV MAGA AKM ITALIA di sei domeniche

Sono aperte le iscrizioni per sei domeniche intensive  di Krav Maga AKM ITALIA

obbligatorio :
Casco/Guantoni/Paradenti/Coltello/Bastone/Pistola

per informazioni:
Docente Vittorio Porreca 348.26.32.100
oppure
Docente Omar  3493523717 Kick Boxing Ragazzi e Adulti

La parola kickboxing è stata inventata in Giappone negli anni sessanta. In quel periodo le uniche forme di combattimento a contatto erano il full contact karate, la muay thai, il Sambo russo ed il Sanda cinese. I promoter giapponesi, vedendo il successo dei match di boxing tailandese, decisero di eliminare i colpi di gomito, ginocchio e le prese. Rimase uno sport da combattimento nel quale gli atleti usano pugni e calci alle gambe, al tronco ed al viso.
Si usano i calzoncini corti come nella boxe e nelle boxe thailandese. Nacque la “kickboxing giapponese”, poi abbreviata in Kick Boxing o parola unica Kickboxing.
Gli americani precedentemente avevano iniziato a fare gare di kung fu e di karate a contatto pieno (full contact), celebri precursori gli atleti ed attori Bruce Lee e Chuck Norris.
Unirono quindi le tecniche di pugilato a quelle di karate e kung fu, e nacque il “Full Contact Karate”. Campioni furono Bill Wallace e Joe Lewis, inseriti nella Hall of Fame delle arti marziali americane. Da qui nacque la confusione dei nomi e degli stili, in quanto usando anche nel Full Contact Karate i pugni e calci, chiamarono anche quella Kick Boxing.




Oggi sono previste quattro specialità:

Light contact che prevede uno scambio di colpi ad impatto limitato con l’obiettivo di toccare il più possibile l’avversario.
Semi contact che prevede lo scambio veloce di colpi dove vince chi colpisce per primo l’avversario, i combattimenti sono molto simili alle gare di karate, la velocità agevola i colpi d’incontro.
Full contact “pieno impatto” dove i colpi sono portati a fondo e il suo scopo principale è la ricerca del KO, sono obbligatorie le protezioni per testa, e gambe.
Tecniche di pugno
Le tecniche di pugno utilizzate nella kickboxing sono sostanzialmente le stesse del pugilato classico: diretti, ganci, montanti e combinazioni dei tre:

diretto: colpo sferrato stendendo completamente il braccio in avanti, a colpire il volto o il busto dell’avversario. È un pugno fondamentale, e viene portato sfruttando la torsione della gamba d’appoggio, della schiena e delle spalle
gancio: pugno sferrato mantenendo il braccio piegato, ad uncino, ruotando la spalla
montante: colpo sferrato dal basso verso l’alto, a cercare solitamente il mento dell’avversario, anche se può essere diretto anche al busto o all’addome.
Tecniche di calcio
Esistono diverse tecniche di calcio nella kickboxing; di queste alcune vengono considerate fondamentali, altre sono varianti o tecniche speciali che possono essere utilizzate in combattimento. Ad ogni modo, le tecniche fondamentali di gamba utilizzate nella kickboxing comprendono il calcio frontale, il calcio laterale ed i calci circolari:

calcio frontale: sferrato portando la gamba al petto e poi stendendola in avanti, per colpire con la pianta del piede, il tallone o, raramente, la punta
calcio laterale: simile al calcio frontale ma sferrato da posizione laterale, ruotando la gamba d’appoggio di 45° e andando a colpire con l’altra utilizzando la pianta o il tallone
calcio circolare o rotante: sferrato muovendo la gamba con una traiettoria -appunto- circolare, colpendo con la tibia o con il collo del piede. Viene realizzato torcendo tutto il corpo, a partire dal piede d’appoggio che, nell’esecuzione, ruota di 45° in avanti nella direzione del movimento. Può essere diretto alle gambe dell’avversario, e si parla in questo caso di calcio basso (low kick), al fianco (calcio medio o middle kick) o, infine, al volto (calcio alto o high kick)
KRAV MAGA Centri Tecnici AKM ITALIA / Nord Italia / Lombardia / Piemonte
Corsi e Stage di Krav Maga

Antibullismo Bambini

Difesa Personale Adulti

Antiaggressione e Difesa Personale







Centri, Palestre e corsi di Difesa Personale metodo Krav Maga a Milano, in Lombardia e Piemonte

Centro Tecnico Principale Krav Maga Corsico (MI)
( Italia / Lombardia / Milano / Piemonte )

CORSICO (MI) – Centro Omnicomprensivo
Viale Italia n° 22/24 (S.S. Vigevanese – vicinanze IKEA)

Krav Maga – Self Defense System Adulti
Lunedì dalle ore 20.00 alle ore 22.00 (Adulti da 15 anni)

Krav Maga – Self Defense System Bambini  
Mercoledì dalle ore 18,00 alle ore 19,00 (Bambini/Ragazzi da 7 a 15 anni)

Krav Maga – Self Defense System Adulti
Mercoledì dalle ore 20,00 alle ore 22.00 (Adulti da 16 anni)

Docente Istruttore M° Vittorio Porreca

Per informazioni clicca QUI  
clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

__________________________________

DESIO (MB) – Centro Tecnico Hatlex Desio (Monza)

Via XXV Aprile n°2

Krav Maga – Self Defense System
Martedì dalle ore 20.15 alle ore 21.45
Docenti Trainer Daniele / Trainer Alberto

Per informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

__________________________________

Centro Tecnico Bollate (Milano)

BOLLATE (MI) – Centro Scolastico I.T.C.S. Primo Levi
Via Varalli n° 20

Krav Maga – Self Defense System
Giovedì dalle ore 20,00 alle ore 22,00
Docente Trainer Luca

Per informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

__________________________________

Centro Tecnico San Donato Milanese (Milano)

SAN DONATO MILANESE (MI) – Centro Scolastico
Via Martiri di Cefalonia n° 46

Krav Maga – Self Defense System

Martedì dalle ore 20.00 alle ore 22.00

Docente Istruttore M° Vittorio Porreca

Per informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

__________________________________

Centro Tecnico Settimo Milanese (Milano)

SETTIMO MILANESE (MI)  il corso si è trasferito visita il sito e trova il Centro più vicino

Krav Maga – Self Defense System

dalle ore  alle ore

Docente

Per informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

__________________________________

Centro Tecnico Pogliano Milanese / Nerviano / Lainate / Rho

POGLIANO MILANESE (MI)
Via Piave n° 18/20

Krav Maga – Self Defense System
Sabato dalle ore 14.30 alle ore 16.00
Docente Istruttore M° Vittorio Porreca / Trainer Emanuela

Per informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

__________________________________

Centro Tecnico Caronno Pertusella (Varese)

CARONNO PERTUSELLA (VA) Via Santa Margherita, 504
Krav Maga – Self Defense System

Martedì dalle ore 21.00 alle ore 22.30

Docenti Trainer Andrea

Per informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

__________________________________

Centro Tecnico Milano 2°

MILANO – FISIC CENTER
Via Pantigliate n° 4 (Zona MM Primaticcio / Bande Nere)

Krav Maga – Self Defense System

Giovedì dalle ore 20,30 alle ore 22,00
Sabato dalle ore 10,00 alle ore 11,30
Docente Istruttore M° Vittorio Porreca

Per informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

__________________________________

Centro Tecnico Milano 1° (Zona Piazza Repubblica, Stazione Centrale, Porta Venezia)

MILANO  – Gonzaga Sport Club
Via Settembrini n° 17/A (angolo Via Vitruvio)

Krav Maga – Self Defense System
Lunedì dalle ore 14,15 alle ore 15,45
Docente Istruttore M° Vittorio Porreca

Krav Maga – Self Defense System – (KRAV MAGA KIDS)
Venerdì dalle ore 17,00 alle ore 18,00
Docente Istruttore M° Vittorio Porreca

Krav Maga – Self Defense System
Venerdì dalle ore 19,30 alle ore 21,00
Docente Istruttore M° Vittorio Porreca

Per informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

____________________________________

Centro Tecnico Milano Sport (zona Affori)

MILANO  AFFORI
Via Iseo 10 – Milano Sport

Krav Maga – Self Defense System (Krav Maga KIDS)
Giovedì dalle ore 18,30 alle ore 19,30

Krav Maga – Self Defense System Adulti
Giovedì dalle ore 20,00 alle ore 21,30

Docente  Trainer Salvatore

Per informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

_________________________________________

Centro Tecnico Ponte Sesto – Rozzano (Milano)

PONTE SESTO – ROZZANO (MI) – Centro Tecnico Aisha
Via Ludovico Ariosto n° 14 – Pontesesto Rozzano

Krav Maga – Self Defense System Bambini / Ragazzi
Mercoledì dalle ore 19.15 alle ore 20.15

Krav Maga – Self Defense System Adulti
Mercoledì dalle ore 20.30 alle ore 22.30
Docente Trainer Luca

Per informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

__________________________________

Centro Tecnico Passirana – Rho (Milano)

PASSIRANA – RHO (MI) – Palestra della scuola elementare
ingresso in Via Firenze

Krav Maga – Self Defense System
Mercoledì dalle ore 20,30 alle ore 22.00
Docente Istruttore Fabrizio / Trainer Alberto M.

Per informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

__________________________________

Centro Tecnico Brugherio – Monza Brianza

BRUGHERIO (MONZA BRIANZA) – Centro CFB
Via Enrico Fermi n° 8

Krav Maga – Self Defense System Bambini / Ragazzi
Mercoledì dalle ore 18.30 alle ore 19.30

Krav Maga – Self Defense System Adulti
Mercoledì dalle ore 20,00 alle ore 21.30

Docente Istruttore Omar / Trainer Marco / Trainer Monica

Per informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

________________________________

CERCHIATE – PERO (MI)
Centro Tecnico Cerchiate frazione Pero (Milano)

CERCHIATE – PERO (MI)
Via Giovanna d’Arco

Krav Maga – Self Defense System
Giovedì dalle ore 20,30 alle ore 22,00
Docente  Trainer Alberto M.

Per Informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

___________________________

Centro Tecnico Alessandria (Piemonte)
ALESSANDRIA – Centro Sportivo Pianeta Sport
Via Moccagatta Vittorio
Krav Maga – Self Defense System
Lunedì dalle ore 20.30 alle ore 22.00
Docente Istruttore FABRIZIO
Per Informazioni clicca QUI
clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.
_____________________________
BOVISIO MASCIAGO (MB)

Centro Tecnico Bovisio Masciago

c/o Gymnasium Belotti
Corso Milano n° 88

Krav Maga – Self Defense System

Corsi di Autodifesa

Mercoledi dalle ore 20,00 alle ore 21,30
Docente Trainer Diego

Per Informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

_____________________________

BRESSO (MI)

Centro Tecnico Bresso – Milano

BRESSO – Palestra Beauty Island
Via Leopardi n° 5, Bresso(MI)

Krav Maga – Self Defense System
Giovedì dalle ore 20,30 alle ore 22,00
Docente Istruttore Omar

Per Informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

_________________________
Casciago – Varese il corso si è trasferito visita il sito e trova il Centro più vicino
Centro Tecnico Casciago – Varese

Krav Maga – Self Defense System
Docente


Per Informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

__________________________


Centro Tecnico Cinisello Balsamo (MI)

Centro Bene – Fit
via E. De Amicis, 67

Krav Maga – Self Defense System
Lunedì dalle 20,15 alle ore 21,45

Docente Istruttore Omar

Per Informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

____________________________________

Centro Tecnico Paderno Dugnano / Cusano Milanino (Milano)

PADERNO DUGNANO / CUSANO MILANINO (MI) – Olimpia Club
Viale dell’Industria n° 57

Krav Maga – Self Defense System Bambini (6/14 anni
Martedì dalle ore 18.30 alle ore 19.30
Docente Istruttore Omar / Trainer Salvatore
Krav Maga – Self Defense System Adulti
Martedì dalle ore 20.30 alle ore 22.00
Docente Istruttore Omar

Krav Maga – Self Defense System Adulti
Venerdì dalle ore 20.00 alle ore 21.30
Docente Istruttore Omar

Per Informazioni clicca QUI

clicca su CONTATTI e compila il FORM sottostante indicando il Luogo del CENTRO TECNICO, le verranno inviate tutte le informazioni per i nostri corsi.

small logo
Home
Chi sono
Corsi
Krav Maga
Appuntamenti
Blog
Contatti
  Previous Post Next Post   

Istruttori di Krav Maga : in Italia il 90% sono falsi istruttori!

Oggi vedo istruttori di Krav Maga nascere in ogni luogo, quasi tutte le palestre propongono corsi di Krav Maga.
Ma qual è il livello di preparazione e professionalità? Nella quasi totalità dei casi è prossimo a zero.

Corsi di un fine settimana (quando va bene) o poco più, diplomano migliaia di incapaci che si atteggiano a Jason Bourne e si fanno chiamare presuntuosamente “maestro”.
Compaiono sulla scena falsi istruttori che non sanno come giustificare il loro falso titolo e quindi danno spiegazioni fantasiose quali “Conosco il Krav perché ho fatto il militare”, “In Israele?” chiedo io, “No in Italia, perché?” …ok, non faccio più domande.
Oppure vantano curricula spettacolari che vanno dalla Zumba al Body building.
Sono quelli che io chiamo i “marchettari da palestra”, che tanto piacciono – ahimé! – a molti titolari di centri fitness: per 10 euro all’ora possono insegnare Krav Maga, Fit Boxe, Zumba e Pilates. Tutti titoli certificati da qualche ente di promozione e presi con corsetti di poche ore alle volte quasi totalmente teorici.



Credo che nessuno (o quasi!) prenderebbe in considerazione un corso di poche ore, un fine settimana al massimo, che faccia ottenere a chiunque, senza alcuna preparazione richiesta, una cintura nera di Karate o Judo. Sarebbe percepito come una buffonata o una truffa per vendere false cinture nere.


Allora perché hanno tanto successo questi corsi per falsi istruttori di Krav Maga?

Io ho conosciuto il Krav Maga a metà anni novanta in Francia.
Sono istruttore IKMF dal 2003, quando ho iniziato ero uno dei primi e rarissimi istruttori in Italia. Dal 2007 mi occupo esclusivamente di Krav, avendone fatto la mia professione. Dal 2012 sono direttore nazionale IKMF Italia e dal 2014 mi è stato dato anche l’incarico per l’Europa.
Ho calcolato di avere all’attivo almeno 8000 ore di insegnamento tra corsi, seminari e lezioni private, e di aver frequentato almeno 2500 ore di formazione di Krav Maga.
Ho avuto ai miei corsi oltre 2000 persone.
Ogni anno investo diverse migliaia di euro nella mia formazione e in attrezzature.

Dico questo non per vantarmi. Nonostante tutto mi considero sempre un allievo e penso di avere ancora tantissime cose da imparare in questa disciplina.


avi_federico
Mentre mi alleno con Avi Moyal, nr 1 di IKMF Italia e allievo diretto di Imi Lichtenfeld

L’unico vantaggio che credo di aver guadagnato in tutti questi anni di attività, penso sia l’autorevolezza per poter parlare del Krav Maga e della difesa personale in senso più lato.

Il Krav Maga in quanto disciplina è un nome che non è stato possibile proteggere. Di conseguenza chiunque può utilizzarlo. Inoltre è stata diffusa la falsa idea che sia sinonimo di un insieme di pezzi vari di diverse discipline marziali, e con questa scusa personaggi di bassa qualità, che hanno avuto poco o zero successo in altre arti marziali o sport da combattimento, si sono riciclati autonominandosi maestri di Krav Maga. C’è anche chi ha creato il proprio stile del tipo “Krav Maga metodo tizio caio”. Povero Imi!


Imi Lichtenfeld tra il 1948 e il 1964 sviluppò le tecniche e tattiche di combattimento per tutte le unità combattenti d’Israele, creando di fatto il sistema denominato “Krav Maga”. Scopri di più su Imi e le origini del Krav Maga.

Lungi da me essere contrario alla nascita di nuovi istruttori, tutt’altro!


Il proliferare di istruttori di per sé mi fa solo piacere, è segno infatti dell’importanza e della richiesta del Krav Maga.

Il problema è che il 90% di falsi istruttori insegnano tecniche inventate, prive di logica e principi, che sono estremamente pericolose per le persone che in buona fede le imparano!
Inoltre spesso i falsi istruttori, non sapendo da che parte girarsi dopo il corsetto di 4 ore, imparano su YouTube e con altrettanta leggerezza pubblicano video improbabili pieni zeppi di errori e orrori.

Tutto ciò scredita la disciplina e fa il gioco dei detrattori del Krav Maga che utilizzano le tecniche e i video dei falsi istruttori per criticare il sistema di Imi.


Ecco perché gli istruttori professionisti non possono più sopportare l’esercito degli improvvisati e hanno il dovere di smascherarli. Io per primo!

Se dunque non vuoi farti prendere in giro dai falsi istruttori (e dai centri fitness che seguendo le loro, peraltro legittime, logiche di business ricercano marchettari tuttologi di Bodybuilding-Zumba-Krav) scopri qui 3 semplici domande da rivolgere a chi si propone come istruttore di Krav Maga e capire se ti stai rivolgendo alla persona giusta.Quel che avevo sempre cercato si chiamava in un modo strano…
Biografia di Federico Fogliano .  Ho scoperto il Krav Maga agli albori, quando la prima scuola IKMF era stata appena aperta in Europa.
Avevo vissuto un periodo in Francia e il mio amico più caro Stephane, un eccellente combattente con cui mi allenavo spesso, era entrato in contatto con un istruttore di Krav Maga appena arrivato da Israele.

Era il 1996, e in quel momento realizzai che tutto ciò che avevo cercato fin dalla gioventù in varie discipline marziale, e che non avevo mai trovato, si chiamava in quel modo strano: Krav Maga.
Per qualche anno è stato proprio Stephane, che quell’anno era diventato, primo in Europa, istruttore IKMF, a parlarmi del krav e insegnarmi i fondamentali durante i nostri saltuari incontri in Francia o in Italia.
Poi nel 2002 il salto: ho conosciuto Philippe Kaddouch, l’israeliano che aveva formato il mio amico. Era l’Istruttore Capo di IKMF in Europa.
Ho iniziato ad allenarmi con lui a Ginevra e poco dopo ho iniziato il mio Corso Istruttori.

Da quel momento ho insegnato Krav ininterrottamente fino ad oggi, ho continuato ad allenarmi, a imparare, a frequentare ogni anno tutti i corsi istruttore, a svolgere numerosi e vari corsi di aggiornamento e specializzazione in Svizzera, Francia, Italia e poi Olanda, Inghilterra e ovviamente spesso in Israele.
Philippe Kaddouch
Gli inizi con Philippe Kaddouch
Brevetto Law Enforcement
Brevetto Law Enforcement
Federico Fogliano Avi Moyal
Con Avi Moyal alla stesura del libro sul Krav
stephane
Stephane, l'amico di una vita
“Museo del krav maga”
Oggi sono uno dei cosiddetti veterani del krav europeo.
Avi Moyal, il mio capo e presidente mondiale di IKMF, mi ha definito “Federico Fogliano è il museo del krav maga”, ma sono sempre assetato di aggiornamenti e evoluzione.

Sono tra i pochi professionisti che hanno dedicato il 100% del proprio tempo a questa disciplina, facendone una ragione di vita oltre che una professione.
Nel 2011, dopo che le vicissitudini della vita ci avevano separato per quasi 10 anni, ho ritrovato il mio caro amico Stephane. Ci siamo rivisti a Parigi. Aveva perso le gambe in guerra, ma nulla aveva scalfito il suo spirito guerriero.

Poco dopo sono stato chiamato in Israele da Avi Moyal, che dopo 5 giorni indimenticabili trascorsi tra allenamenti e chiacchierate, mi ha affidato il compito di riaprire la filiale italiana di IKMF, di cui oggi sono Direttore Nazionale.

Così ho affrontato questa nuova sfida.
Alla fine del 2012, all’apertura ufficiale, ero praticamente l’unico istruttore.
Oggi siamo quasi 50 tra i “vecchi istruttori” che hanno ripreso fiducia nel progetto IKMF e i “nuovi” formati nei corsi istruttori annuali.
Nel 2014 Avi Moyal mi ha nominato Direttore Regionale Europeo, dandomi l’incarico di coordinare i vari paesi (30 inclusa la Russia) e sviluppare quelli in cui non siamo ancora presenti.
Una grande passione
Attualmente dedico una parte del mio tempo al lavoro molto impegnativo di direzione, ma continuo a mantenere almeno il 50% del tempo per l’insegnamento che è la mia vera passione.

Nel 2014 ho raggiunto, primo in Italia, il grado di Expert I e ho accumulato negli anni quasi tutte le specializzazioni di istruttore di krav maga: difesa donna e bambini, nell’area civile, e Protezione VIP, Security e Law Enforcement & Swat nell’area professionale.
E non ho certo intenzione di fermarmi! A luglio 2016 ho conseguito un altro record personale: sempre primo e unico in Italia ho ottenuto la qualificazione di Expert II, una soddisfazione enorme.
Vivo a Biella dove ho fondato nel 2002 la mia scuola che oggi è composta da 6 istruttori e circa 200 allievi.
Tengo corsi e lezioni private a Torino e Milano e ricevo spesso allievi e istruttori da tutta Italia.

La mia passione per l’insegnamento mi ha portato negli anni ad approfondire gli aspetti psicologici dei conflitti e della comunicazione ottenendo un Master in Coaching e in PNL.
Ho tenuto diversi corsi per aziende e organizzazioni in cui la filosofia del krav maga diventa un potente strumento di potenziamento delle qualità umane e professionali e ho collaborato con importanti realtà come Dale Carnegie, Ekis, Risorsa Uomo, UPBeduca.

In gioventù ho frequentato la Scuola Militare Alpina di Aosta e ho prestato servizio come Ufficiale presso il Btg Susa. L’esperienza militare è stata per me molto formativa e anche a distanza di oltre 20 anni mantengo diversi contatti con questo ambiente.

Sono padre di due bambini che frequentano i miei corsi di Krav Maga e mi rendono molto orgoglioso.

Federico Fogliano KRAV MAGA PER LA DIFESA PERSONALE
Il Krav Maga è riconosciuto a livello internazionale come il miglior sistema di difesa personale e combattimento, adottato e studiato dalla maggior parte dei professionisti della sicurezza e dei corpi speciali militari e di polizia in tutto il mondo.
Il Krav Maga è il sistema
di difesa personale che risponde
a precise esigenze dei militari
essere estremamente efficace in situazioni reali
essere di veloce apprendimento (l’esercito ha poco tempo per formare i suoi uomini prima di mandarli in azione)
essere efficace contro i nemici più forti e numerosi (Israele è sempre stato circondato da paesi ostili e molto numerosi)
consentire alle persone formate di auto-allenarsi anche da soli per mantenere un alto livello di efficacia nel tempo
essere in grado di risolvere problemi in continua evoluzione
“Krav Maga” in lingua ebraica significa “combattimento a contatto” ed è un sistema tattico totalmente pratico che insegna a prevenire, gestire e risolvere ogni tipo di aggressione e minaccia violenta.
Il Krav Maga prepara le persone a difendersi, a difendere gli altri
e a combattere secondo i più moderni canoni scientifici,
basati tra l’altro sullo studio della biomeccanica e della psicologia del combattimento.
Non esistono regole
La pratica del Krav Maga è qualcosa di unico, che ha poco a che vedere con le arti marziali e qualunque altro sport da combattimento.
Non è uno sport
Non prevede gare e tornei. L’addestramento è finalizzato a incrementare la capacità di difendersi e sopravvivere in uno scontro reale.
Facile e rapido
Il Krav Maga è basato su un approccio logico e pratico, e su una mentalità occidentale, il che lo rende di facile e rapido apprendimento.
Funziona!
Il Krav Maga funziona molto bene nello stress di una situazione reale, ecco perché si dice “funziona meglio nella realtà che in palestra!”.
Il Krav Maga è il miglior
sistema di difesa personale,
che ti mette in grado di:
reagire a un attacco di sorpresa
difenderti a mani nude
impedire di estrarre un’arma
gestire più avversari
uscire da accerchiamenti
combattere anche se ferito
adattare il combattimento
proteggere gli altriLE ORIGINI DEL KRAV MAGA
Il Krav Maga è il sistema di difesa personale e combattimento
sviluppato in Israele a partire dal 1948 all’interno dell’esercito.
Oggi è riconosciuto a livello internazionale come il miglior sistema di autodifesa e combattimento, adottato e studiato dalla maggior parte dei professionisti della sicurezza,
dei corpi speciali militari e di polizia in tutto il mondo.
Imi Lichtenfeld, il creatore del Krav Maga
Le origini del Krav Maga risalgono a molti anni or sono…Il sistema di combattimento e autodifesa “Krav Maga” è stato creato da Imi Lichtenfeld, un ebreo nato a Budapest nel 1910 e cresciuto a Bratislava.
In gioventù si alleno con il padre Samuel, ispettore di polizia e atleta, e praticò boxe, lotta e nuoto, sport nei quali ottenne risultati eccellenti e titoli di campione negli anni 20 e 30.

Negli anni trenta, poco più che ventenne, si trovò a fronteggiare le persecuzioni naziste scontrandosi numerose volte nelle strade e creando un’unità di difesa del ghetto ebraico.
In questo periodo si rese conto di ciò che è essenziale in un combattimento da strada e cominciò a sviluppare tattiche di autodifesa basate su aggressioni reali.

A seguito dell’invasione della Cecoslovacchia abbandonò l’Europa per raggiungere la Palestina, dove venne scelto per formare al combattimento le unità d’élite ebraiche Haganah e Palmach.
Imi Lichtenfeld
Imi Lichtenfeld in gioventù
Avi Moyal
Imi Lichtenfeld con Avi Moyal
Imi Lichtenfeld
Imi Lichtenfeld, 1910-1998
“So that one may walk in peace”
Dopo la nascita di Israele, nel 1948, divenne capo istruttore di fitness e combattimento corpo a corpo per l’esercito israeliano (IDF).

Dal 1948 al 1964, anno in cui andò in pensione dall’esercito, sviluppò le tecniche e tattiche di combattimento per tutte le unità combattenti, creando di fatto il sistema denominato “Krav Maga” (che in ebraico significa appunto combattimento a contatto).

Dalla metà degli anni 60, fino al giorno della sua morte, sopravvenuta il 9 gennaio 1988, si dedico allo sviluppo del Krav Maga per scopi civili e per le forze di polizia, seguendo il suo motto “così che ognuno possa camminare in pace”.

Aprì due scuole a Tel Aviv e Natanya, e nel 1995 fondò, insieme ai suoi più stretti istruttori, la IKMF – International Krav Maga Federation, con lo scopo di diffondere professionalmente il Krav Maga in tutto il mondo.
IKMF - INTERNATIONAL KRAV MAGA FEDERATION
IKMF è stata fondata nel 1995 da Imi Lichtenfeld,
il creatore del Krav Maga,
e oggi è la più grande e ricercata organizzazione mondiale di Krav Maga,
presente in oltre 80 paesi nel mondo.
IKMF dal 1995
IKMF – International Krav Maga Federation è stata fondata nel 1995 da Imi Lichtenfeld (Sde-Or), creatore del Krav Maga, per portare questa disciplina al di fuori di Israele.

Per seguire lo sviluppo dell’IKMF nel mondo, Imi selezionò i suoi più fedeli ed esperti istruttori, tra cui l’attuale Presidente Avi Moyal.

Oggi l’IKMF, unica realtà al mondo a poter vantare di essere stata fondata dal creatore della disciplina Imi Lichtenfeld, è la più grande e ricercata organizzazione mondiale di Krav Maga, presente in oltre 80 paesi del mondo.
In ogni paese è presente un Direttore Nazionale che è responsabile dello sviluppo della pratica del Krav Maga e della crescita dell’organizzazione, assistito e rappresentato da istruttori locali.

IKMF addestra e allena allievi, con o senza basi di Krav Maga o altre discipline marziali, e istruttori civili, personale e istruttori militari.
Avi Moyal
Avi Moyal
Avi Moyal
Riunione operativa con Avi Moyal
IKMF oggi
IKMF oggi è una organizzazione ben strutturata, diretta da Avi Moyal, che conta su un team di G.I.T. (Global Instructor Team) di altissimo profilo.

I G.I.T. sono affiancati dai membri del C.I.T. (Continental Instructor Team) e dell’E.I.T. (Expert Instructor Team).

IKMF è suddivisa in 5 settori:

Krav Maga Civile
Law Enforcement
Military
VIP Protection
Customized (progetti speciali)
Insegnare Krav Maga, formare istruttori di qualità e aprire centri in tutte le città per dare un contributo a salvare dalla violenza quotidiana la vita di donne, uomini e bambini.
Questo l’impegno concreto di IKMF perché, come insegnò Imi Lichtenfeld,
“ognuno possa camminare in pace“.
IKMF Italia
La filiale italiana di IKMF è diretta dal fondatore Federico Fogliano, che nel 2014 è stato nominato da Avi Moyal Direttore Regionale Europeo di IKMF.

Nel 2012 IKMF Italia è stata completamente riorganizzata e oggi conta quasi 40 istruttori attivi sul territorio nazionale.

È una filiale molto attiva nel panorama internazionale, organizza spesso eventi, seminari e corsi con i G.I.T. israeliani.

A ottobre 2014 ha ospitato a Roma il Meeting Internazionale dei Direttori Europei presieduta dal Presidente Avi Moyal.
IKMF Biella
Il Team IKMF Biella
LE NOSTRE AREE DI INTERVENTO
GLI ALLIEVI
Ogni persona che si avvicina ai nostri corsi, a prescindere da forma fisica, precedenti esperienze, età, sesso e altre variabili viene formata al massimo livello di efficacia nella difesa personale e nel combattimento, curando con scrupolo gli aspetti tecnici, mentali e fisici.
VEDI I CORSI
GLI ISTRUTTORI
Curiamo in modo meticoloso la figura dell’istruttore, il punto di riferimento non solo tecnico e fisico, ma anche morale e di crescita personale degli allievi, offrendo professionisti di altissimo profilo tecnico e umano, in linea con gli elevati standard di IKMF.

VEDI I CORSI
I PROFESSIONISTI
L’area professionale è il punto massimo delle nostre competenze. Gli istruttori che hanno seguito percorsi di specializzazione particolari e approfonditi sono abilitati a insegnare ai professionisti della sicurezza: forze dell’ordine, militari, protezione VIP.

VEDI I CORSI

Alla sua morte il suo lavoro e la sua visione venne portata avanti dagli istruttori da lui scelti per condurre IKMF, tra cui l’attuale presidente Avi Moyal.Krav Maga per gli istruttori militari nella Legione Straniera
Nel mese di febbraio IKMF ha organizzato e condotto un corso unico al mondo: la formazione degli istruttori militari di Krav Maga all’interno del 2° REP, il reggimento più prestigioso della Legione Straniera, a Calvi in Corsica.

IKMF e Legione Straniera, un legame forte e duraturo
Il rapporto con la Legione Straniera dura da 7 anni. Il mio caro amico e collega Jean-Paul Jauffret, corso e con una lunga esperienza operativa nel mondo militare e di polizia, tiene regolarmente corsi a Calvi e ha formato negli anni centinaia di legionari, guadagnandosi la fiducia e la stima dei sottufficiali e dell’alto comando della Legione Straniera. Al punto che il Colonnello ha deciso di aprire le porte di Camp Raffalli a un corso congiunto per legionari e istruttori di krav maga IKMF.

Quando lo scorso ottobre Jeanpaul mi ha telefonato per dirmi che aveva avuto la conferma dal Colonnello la cosa mi ha emozionato non poco, anche perché ho sempre avuto un “debole” personale per la Légion. Ho passato la notizia agli istruttori italiani che sono letteralmente impazziti e in otto si sono “arruolati” nelle prime 24 ore per partecipare ai 10 giorni di massacrante formazione!


Un team di docenti di altissimo livello
Il corso per istruttori militari è stato tenuto dal GIT Israel Cohen, Expert 3 e capo della divisione militare di IKMF, ex incursore della marina israeliana, e da Jeanpaul Jauffret, Expert 4, EIT e Istruttore Capo di Krav Maga per la Legione Straniera. È stato per me un grande onore, oltre che un importante riconoscimento professionale, essere invitato al corso e aver partecipato in supporto ai due super istruttori, formando per alcuni giorni legionari e istruttori.

Tra i docenti un altro carissimo amico, primo istruttore di krav maga in Europa e istruttore mio e di Jeanpaul, Stephane Chatton. Invalido di guerra mutilato di entrambe le gambe in un attentato in Irak nel 2006, ha tenuto un corso sull’Adaptive krav maga, il krav adattato alle persone disabili come metodo per addestrare reduci e feriti.


Le tecniche
Il curriculum militare è interessante perché, molto più semplice ed essenziale di quello civile, addestra i soldati a reagire in condizioni di estremo stress e sviluppa le capacità di avere sempre reazioni istintive finalizzate alla sopravvivenza ed alla neutralizzazione del pericolo.

Le tecniche sono state principalmente: difesa corpo a corpo con arma lunga alla mano (contro attacchi a mani nude, all’arma bianca e con altri tipi di armi), lavoro in squadra in scenari urbani, tecniche di reazione a contatto all’interno di abitazioni, tecniche di immobilizzazione e arresto. Un lavoro molto simile a quello che svolgo 2 volte all’anno addestrando i Ranger antibracconaggio in Africa.


corso istruttori militari
Corso Istruttori militari


I legionari, un reparto di lunghe e forti tradizioni
Ho apprezzato immensamente lo spirito dei legionari, un reparto di lunghe e forti tradizioni, dove disciplina e rispetto sono estremamente tangibili. 1300 uomini di 90 diverse nazionalità e mediamente con un temperamento alquanto forte, possono convivere ed essere uniti come un’unica famiglia solo con forti valori e spirito di corpo.

Allo stesso tempo ho trovato, come nella maggior parte dei corpi speciali, tutte persone estremamente gentili, molto umili e pronte a imparare. Insegnare tecniche di combattimento corpo a corpo a un Adjutant Chef con 25 anni di servizio nei paracadutisti del 2°REP, o a un americano ex Navy Seals non è semplice. Ma l’aspetto meraviglioso è l’approccio di questi guerrieri che, nonostante innumerevoli missioni e decorazioni, sono umili e attenti, desiderosi di capire, di migliorare, di confrontarsi. Ci siamo confrontati su vari aspetti e mi hanno testimoniato come molte delle tecniche di krav maga IKMF che hanno appreso negli anni, sono state progressivamente integrate nella formazione al combattimento dei legionari.

I 20 istruttori IKMF, provenienti da Francia, Italia, Grecia, Belgio e Svizzera, hanno tenuto il massacrante ritmo dei legionari, e i legionari sono stai al passo con il livello di condizionamento tecnico dei nostri istruttori. Si sono addestrati insieme, condividendo tecniche e sudore, fatica e cameratismo.

Inoltre, grazie alla struttura messa a disposizione dal comando, è stato possibile utilizzare il Percorso di guerra, con ostacoli, muri e fossati, il Percorso d’audacia, con passaggi in quota su cavi a 15 metri, salite e discese con corde pertiche e carrucole, e l’area CQB in cui addestrare le tecniche di krav maga nello scenario di un combattimento urbano. Ogni sera poi, dopo la cena alla mensa, una lezione di approfondimento tra cui: principi di sniping, antiterrorismo in zone di guerra (tenuta da Stephane Chatton), psicologia del combattimento e gestione dello stress, oltre a una visita della caserma, incluso l’esclusivissimo pub dei Caporal Chef dove anche il Colonnello può entrare solo se invitato, e una lezione sulla storia della Legione e del 2°REP.

Insomma un’esperienza unica ed entusiasmante!

A Biella 2 nuovi istruttori militari
Per me poi motivo di orgoglio particolare è stato avere al corso un nutrito gruppo di istruttori italiani che d’ora in avanti mi affiancheranno anche in questo tipo di formazioni avendo ottenuto il brevetto di Istruttore Militare IKMF. E tra essi due miei allievi, attualmente istruttori attivi nella scuola di Biella: Carl Dale Masetti e Marco Bergamo. Mi sembra ieri quando sono arrivati ai miei corsi per imparare un po’ di difesa personale… sono passati circa otto anni e sono tra i migliori istruttori che abbia mai incontrato…complimenti!Perché il Krav Maga in Italia deve cambiare e perché deve farlo ora

accordo tra le tre grandi organizzazioni internazionali di Krav Maga IKMF KMG e AIKM-RD

Protocollo d’intesa raggiunto tra le federazioni AIKM-RD, IKMF e KMG
Il panorama marziale in Italia sta cambiando rapidamente.

In meglio e in peggio, come sempre accade quando ci sono grandi “rivoluzioni”.

Semplifichiamo, ovviamente, ma non ci scostiamo dal nucleo della faccenda.

Sul versante degli sport da combattimento si può tracciare una linea pre e post MMA e BJJ.

Sul versante della difesa personale una altrettanto netta tra pre e post Krav Maga.


Come sempre, quando un fenomeno diventa di moda, è preda di chi, con pochi scrupoli, fiuta l’affare e ci si tuffa contando sulla buona fede delle persone.

Sta succedendo per le MMA e il BJJ, sta succedendo per il Krav Maga.

Con una differenza: nel Krav Maga è peggio.


La difesa personale infatti è un’area grigia in cui, mancando una controprova come le gare negli sport da combattimento, si può dire tutto ed il contrario di tutto.

Chi fa il furbetto, triste dirlo, ha gioco facile almeno sul breve periodo.


Per contro il Krav Maga, proprio in questo periodo storico, ha una valenza enorme nelle risorse che può offrire.


Il praticante di Krav Maga è una persona che, conscia delle sue possibilità e dei suoi limiti, sa come agire per prevenire e trattare le situazioni a rischio.

Molto lontano dall’immagine di “Rambo della domenica”, che molti istruttori impreparati propagandano, il Krav Maga offre un metodo scientifico per far si che i cittadini possano imparare a difendersi nel rispetto della legge.

Inoltre condivide gli stessi valori di rispetto reciproco, correttezza e crescita personale che dovrebbero essere alla base di ogni disciplina sportiva.

Imi Lichtenfeld creò il Krav Maga affinché le persone vivessero in pace e fossero utili e meglio inserite nella società.


Questa è la vera e unica storia del Krav Maga come sistema e metodo.


Ora ci è richiesto di scriverla di nuovo la storia, portando il Krav Maga su un altro livello.

Vogliamo tracciare una nuova linea che divida in modo netto chi fa Krav Maga e si è formato per insegnarlo da chi ha comprato un diploma.

Ci rendiamo conto di usare parole molto dure ma chi paga per diventare istruttore in 2 giorni non può pensare davvero di avere titolo per insegnare alcunché.


Di qui la necessità di realizzare il protocollo d’intesa e la costituzione di un comitato per iniziative congiunte tra le nostre 3 federazioni.


Dalle parole, ai fatti.

Ci siamo messi in contatto tra rappresentanti della AIKM-RD, IKMF e KMG e ci siamo incontrati a Pisa, grazie anche alla collaborazione dell’amico Stefano del Rosso e di Giuseppe Orsini dell’Acsi.

Forti del rispetto reciproco e della linea comune sul piano personale e professionale abbiamo lavorato alla realizzazione del protocollo di intesa che puoi leggere in allegato e di avviare una serie di iniziative congiunte al fine di far conoscere e rispettare il vero Krav Maga. Tra queste spiccheranno attività su temi sociali particolarmente sentiti come la prevenzione alla violenza sulle donne, in un quadro più ampio di prevenzione della violenza e la lotta la fenomeno del bullismo.


Il documento traccia quelle che sono le linee essenziali per riconoscere una federazione valida da altre che del Krav Maga sfruttano solo il nome (spesso anche molto male).


L’ambizione è che il Krav Maga diventi una disciplina universalmente riconosciuta e non “falsificabile”.

Gli standard formativi ci sono, così come l’identità del nucleo delle tecniche.

Non differentemente da Pugilato, Karatè, Judo o Lotta libera, non deve essere più possibile “inventarsi” istruttore di Krav Maga.


Siamo certissimi di non essere i soli a condividere queste linee guida.
On Combat, psicologia del combattimento

Ho letto, e continuo a leggere, numerosi libri e studi sul tema della psicologia del combattimento, ma On Combat del Col. Dave Grossman resta sempre per me il numero uno.
On Combat è un volume fondamentale, capace di aprire gli occhi su cosa succede in una situazione reale di combattimento.

Ecco 5 motivi per cui leggere On Combat, psicologia del combattimento.

è scritto da una persona che ha vissuto e vive sul campo e non da un teorico privo di esperienza concreta
è scritto in maniera accattivante, coinvolgente; parla al cuore delle persone e leggendolo ti sembra di essere in addestramento con l’autore
riporta numerosissimi casi reali, esempi pratici, storie vissute che permettono di calarsi nella situazione
va a spiegare in maniera semplice e allo stesso tempo scientifica cosa accade nella testa delle persone di fronte a una minaccia mortale e come prepararsi per migliorare la propria capacità di reazione
spiega bene cosa fare prima (addestramento, molto utile per tutti gli istruttori), durante (fondamentale per operatori e civili che potrebbero trovarsi ad agire in una situazione di conflitto) e dopo (come aiutare una persona che ha superato un conflitto e riporta una situazione di stress post-traumatico).
Personalmente posseggo questo libro da diversi anni, da poco dopo la sua prima edizione italiana del 2009, e l’ho letto e riletto più volte. Anzi spesso me lo porto nello zaino e trovo sempre spunti estremamente utili per la gestione di un aspetto così delicato e strategico come la psicologia del combattimento.


psicologia del combattimento



L’effetto della paura
Una delle prime cose che ci insegna Grossman è l’effetto della paura, le conseguenze in termini di pulsazioni cardiache e le conseguenti alterazioni della capacità percettive e motorie. È questo un elemento fondamentale per la psicologia del combattimento che spiego spesso durante i miei corsi, al punto che in palestra ho un pannello che riporta proprio lo schema di Grossman.
stressSi possono identificare una serie di condizioni psicologiche, convenzionalmente identificate con i colori: bianco – giallo – rosso – grigio – nero.
In una prima fase, fino a circa 145 bpm, il corpo si prepara a combattere, sacrifica le abilità motorie fini a favore di quelle complesse e beneficia di una riduzione dei tempi di reazione visuale e cognitiva. Il sangue defluisce dalle estremità e dalla superficie rendendo il corpo pronto allo scontro (condizione rossa). Alla fine della scala, sopra 175 bpm, abbiamo la condizione nera, in cui il panico crea un crollo delle capacità cognitive e motorie fino a rendere la persona incapace di combattere. In mezzo vi è una zona definita grigia, è quella in cui le persona addestrate riescono a combattere con lucidità, mentre chi non si è preparato inizia a scivolare nella condizione nera.
Da questo schema traiamo molti spunti per impostare un addestramento realistico sul principio dell’inoculazione di stress, e insegnare tecniche di respirazione tattica per controllare il battito cardiaco in situazioni di massimo stress.


Le distorsioni percettive in combattimento
La seconda parte del libro è dedicata alle diverse distorsioni percettive in combattimento: esclusione uditiva, intensificazione sonora, visione a tunnel, esclusione sensoriale del dolore, azione percepita a rallentatore, comportamento automatico, afonia, paralisi… solo per citare alcuni dei fenomeni.
E ancora alterazioni radicali dei ricordi: distorsione, cancellazione e alterazione della memoria. Il tutto documentato da ricerche scientifiche e casi reali esposti in maniera avvincente come leggere un romanzo.


Come si forgiano i guerrieri
La terza parte del libro è dedicata a come forgiare i guerrieri, a come preparare fisicamente e psicologicamente gli esseri umani ad affrontare al meglio ciò che può accadere in battaglia o durante una aggressione. Si tratta di una parte estremamente utile per tutti gli istruttori e fornisce numerosi spunti interessanti da condividere durante i corsi.

Infine l’ultima parte del libro sulla psicologia del combattimento riguarda cosa accade dopo lo scontro: le reazioni, lo stress post-traumatico e come trattare reduci e sopravvissuti.


on-combatIn sintesi uno dei libri più interessanti e completi sull’argomento. Sicuramente il testo che tutti i praticanti e istruttori di krav maga dovrebbero leggere e rileggere per portare l’addestramento e la pratica sempre più vicini alla realtà.
Le porte sono aperte a chiunque condivida la filosofia di lavoro e gli standard concordati nel protocollo d’intesa.

Questa svolta, deve essere una svolta condivisa.


Federico Fogliano – direttore IKMF Italia

Massimo Fenu – direttore KMG Italia

Giacomo Taddei – direttore AIKM-RD Italia

Clicca qui per leggere il protocollo di intesaDifesa da strangolamento: le tecniche Krav Maga
La difesa da strangolamento è una delle prime tecniche che si insegnano in krav maga, perché si tratta dell’aggressione più letale più frequente.

La vittima dello strangolamento è donna
segni strangolamento Lo strangolamento a due mani è un tipo di aggressione la cui vittima è prevalentemente femminile.
Uno studio americano del 2000, condotto su 300 vittime di aggressioni in cui era stato effettuato uno strangolamento, ha dimostrato che il 99% delle vittime erano donne.
Un altro recente studio, sempre condotto in U.S. su 16500 adulti, ha fatto emergere che il 9,7% delle donne ha subito almeno una volta un tentativo di strangolamento da parte del partner.


Lo strangolamento è molto frequente nell’aggressione da parte di un uomo verso una donna, e oltre il 50% delle donne vittime di abusi hanno dichiarato di aver subito tentativi di strangolamento.

Lo strangolamento è un’aggressione brutale e potenzialmente letale
La vittima viene presa di sorpresa e la sua reazione naturale generalmente è quella di portare le mani verso la gola, dall’esterno, per cercare di liberare la presa inserendo le dita tra la mano dell’aggressore e la propria trachea (cosa che normalmente non funziona).

Lo strangolamento frontale statico comporta due pericoli in contemporanea:

lo sfondamento della trachea, sulla parte frontale, che è irreversibile e richiede una pressioni di pochi Kg concentrati un un paio di cm2
il blocco delle arterie carotidi sul lato del collo con conseguente privazione di ossigeno al cervello, e il blocco della vena giugulare che impedisce al sangue deossigenato di uscire dal cervello; è sufficiente una leggera pressione sulle carotidi per 10 sec a provocare la perdita di coscienza. Se lo strangolamento sanguigno persiste dopo 4 o 5 min sopravviene la morte cerebrale.
In caso di stretta al collo è importante osservare i sintomi successivi che possono rilevare traumi gravi anche in caso di interruzione dell’aggressione:

difficoltà a respirare, voce roca o perdita della voce, tosse, difficoltà a deglutire, perdita di bave, nausea, vomito, alterazioni comportamentali, allucinazioni, mal di testa, stordimento, vertigini, perdita di urina e feci, aborto spontaneo, lingua e labbra gonfie.

Sono sintomi che possono indicare gravi lesioni interne come frattura della laringe o dell’osso ioide, emorragie, edema polmonare e altre e possono causare la morte anche a 36 ore di distanza dal trauma.


difesa-da-strangolamento-2


È quindi importantissimo, in caso di aggressione con strangolamento durante la colluttazione, farsi visitare al più presto da un medico, anche se sembra di non avere nulla.
Nelle ore successive all’aggressione è tipica la comparsa di petecchie specialmente attorno agli occhi e alla bocca, e altri segni distintivi che permettono di riconoscere le persone che sono state vittime di questo tipo di aggressione.


Krav Maga e difesa da strangolamento
Dal punto di vista del krav maga gli aspetti principali dello strangolamento sono i seguenti:

un vero strangolamento è un’aggressione letale
la vittima viene presa totalmente di sorpresa (in caso contrario dovrebbe reagire per deviare ed evitare l’aggressione), quindi allenatevi a non farvi prendere di sorpresa, ad anticipare la difesa
l’aggressore è probabilmente più forte, più grande e più violento della vittima
la vittima ha al massimo 2 secondi per reagire e aprire le mani dell’aggressore
dopo aver aperto la presa dell’aggressore deve fare qualcosa per impedire che riprenda l’aggressione (colpire genitali, naso, ecc…)
è importante finire l’azione con pugni, calci, scanning e correre verso la via di fuga.

Difesa da strangolamento, come allenarsi
allena le difese interne (difesa interna 1.5 dal livello P1 e i giochi di zombie) per sviluppare l’attitudine a prevenire, anche all’ultimo istante
allena gli strangolamenti partendo da una situazione a occhi chiusi per simulare l’effetto sorpresa (le mani dell’aggressore possono stringersi al tuo collo solo se non le hai viste prima
allena la sensazione di strangolamento (facendo attenzione!): chiedi al tuo partner di stringere progressivamente e cerca di resistere 2-3 secondi prima di aprire lo strangolamento.

Video per apprendere le tecniche di difesa da strangolamento
È possibile trovare una descrizione completa della tecnica di difesa da strangolamento frontale statico sul nostro sito video www.kravmagadvd.com nell’area relativa alle tecniche del livello P1.
Come sempre, i nostri istruttori sono a disposizione per spiegare la tecnica durante gli orari di lezione, anche privatamente: SCOPRI I CORSI.3 domande per smascherare i falsi istruttori di Krav Maga
I falsi istruttori di Krav Maga, che hanno racimolato un finto diploma con corsi farsa di poche ore, portano discredito alla disciplina.
Il Krav Maga non è uno sport ma un’arma di difesa e come tale occorre scegliere i suoi istruttori con molta cura.
Non farti ingannare da questo esercito di improvvisati! Ecco come smascherare i falsi istruttori.

Negli ultimi anni stiamo assistendo in Italia al proliferare di istruttori di Krav Maga, fenomeno che di per sé non può che farmi piacere, testimoniando l’importanza e la richiesta crescente di Krav Maga.

Il problema, come ho già avuto modo di sostenere in un precedente articolo, è che il 90% di falsi istruttori di Krav Maga insegnano tecniche inventate, prive di logica e principi, che sono estremamente pericolose per le persone che in buona fede le imparano!
Inoltre spesso i falsi istruttori, non sapendo da che parte girarsi dopo il corsetto di 4 ore, imparano su YouTube e con altrettanta leggerezza pubblicano video improbabili pieni zeppi di errori e orrori.

Tutto ciò scredita la disciplina e fa il gioco dei detrattori del Krav Maga che utilizzano le tecniche e i video dei falsi istruttori per criticare il sistema di Imi Lichtenfeld, il creatore del Krav Maga.


Ecco perché gli istruttori professionisti non possono più sopportare l’esercito degli improvvisati e hanno il dovere di smascherarli. Io per primo!

Se sei tra coloro che non amano farsi prendere in giro da falsi istruttori (e da centri fitness che seguendo le loro, peraltro legittime, logiche di business ricercano marchettari tuttologi di Bodybuilding-Zumba-Krav) come potresti valutare chi ti si propone come istruttore di Krav Maga?

Esistono secondo me tre domande chiave, vediamole insieme.


1. Da chi sei stato formato? Chi è stato il tuo istruttore al corso istruttori?
Esistono pochissime scuole internazionali che possono vantare una relazione diretta con il fondatore Imi Lichtenfeld. In Italia sono tre.
Studiate la storia del Krav Maga e chiedete a chi vi si propone come istruttore quanti passaggi ci sono tra lui e il fondatore.
Ammesso che sappiano chi è stato Imi Lichenfeld, il 90% non sapranno rispondere.
Spesso il “corso istruttori” viene – ahimé! – tenuto da un altro (falso) istruttore che, alle volte, è diventato tale solo pochi mesi prima!


2. Quanti anni di pratica hai fatto e quanto è durato il tuo corso istruttori?
Il Krav è molto veloce da apprendere, ma 2 o 3 anni di pratica regolare sono il minimo per poter accedere a un corso istruttori, la cui durata non deve essere inferiore alle 180 ore.


3. Cos’altro fai nella vita? Quali altre discipline insegni?
Ci sono ottimi istruttori di Krav che hanno un altro lavoro o che insegnano altre discipline, ma è ovvio che un professionista che insegna Krav Maga 6 giorni su 7 avrà ben altra esperienza e capacità di chi dedica un paio d’ore la settimana dopo il lavoro.
Se insegna altre discipline, attenzione: se è esperto di Fitness, Personal training, Zumba, Fit boxe ecc… probabilmente è il marchettaro con tutti i diplomi, che va benissimo per chi vuol fare un po’ di sport, ma di certo non un professionista della difesa personale.
Se invece insegna Karatè, MMA, Kickboxe, ecc… sicuramente è più sullo spirito del combattimento: il punto cruciale sta nel capire qual è la sua disciplina prevalente e quanto ha dedicato al Krav (vedi domande 1 e 2). Il rischio è che si tratti di un ottimo karateka o fighter da ring che ha dedicato la propria vita alla sua disciplina e poi si sia interessato un po’ al Krav, continuando a insegnare in realtà la disciplina di provenienza con qualche mossa di Krav qua e là.

Dunque rivolgi queste domande ai presunti istruttori, indaga un po’, vai a fondo. Se le risposte non sono soddisfacenti o chiare, lascia perdere e continua a cercare un vero istruttore di Krav Maga. Sono la minoranza, ma non sono pochi!
Quando ho iniziato io a metà anni Novanta gli istruttori erano veramente pochi e per allenarmi 2 volte alla settimana facevo 250 km ogni sera.
Oggi è molto più facile trovare un professionista, ma magari non è proprio quello della palestra davanti a casa…

Sii esigente! Se mai dovesse capitarti di utilizzare il Krav Maga nella realtà, sarà per salvare la pelle tua o di un tuo caro. In quel momento sarai solo con le tecniche che qualcuno ti ha insegnato: se non sono buone potresti non avere neanche la possibilità di tornare a lamentarti da chi te le ha insegnate.
Chiedi sempre il perché di ogni tecnica e di ogni soluzione. Un vero istruttore ragiona per principi e deve sempre sapere il perché. I falsi istruttori di Krav Maga nel migliore dei casi risponderanno candidamente “perché me l’hanno insegnato così”.
Se la risposta non ti convince cerca un altro istruttore, a cui porre la stessa domanda.

Il krav maga non è sport, è un’arma da difesa e come tale deve essere scelta con molta cura.
Una scacciacani da lontano assomiglia a un pistola vera, ma nessuno vorrebbe trovarsi in un conflitto a fuoco con un giocattolo che fa solo “bum”.LEIC un italiano tra i top dell’antiterrorismo
Lo scorso gennaio si è svolto in Israele uno dei corsi professionali più impegnativi e selettivi del settore del Krav Maga e della sicurezza: il LEIC (Law Enforcement Instructor Course) organizzato da IKMF, la più antica e diffusa organizzazione mondiale di Krav Maga, la micidiale disciplina israeliana di autodifesa e combattimento.

LEIC,  il top del Krav Maga internazionale
Il corso LEIC, 10 giorni di ritmo serrato, è stato tenuto personalmente dal Master Avi Moyal, presidente mondiale di IKMF e allievo diretto del creatore del Krav Maga Imi Lichtenfeld e da quest’ultimo selezionato per costituire Ikmf e portare avanti il suo lavoro.
Ad assistere Avi Moyal, un team di esperti ai top mondiali: Israel Tamir, Expert 4 e Capo della Divisione Law Enforcement, 25 anni di esperienza di insegnamento e di servizio in diverse unità d’élite dell’esercito israeliano, tra cui Golani e Carmeli; Israel Cohen, Expert 3 e Capo della Divisione Militare e SWAT, anche lui con un’esperienza ultraventennale nel krav maga e un lungo servizio nei corpi speciali della marina e nell’antiterrorismo; Benny Mayer e Doron Balahcen, istruttori tattici tra i più apprezzati esperti israeliani del settore.


leic04


Al corso LEIC hanno partecipato una trentina di persone, per metà istruttori di Krav Maga provenienti da tutto il mondo e per metà membri di unità SWAT.
Tra questi Federico Fogliano, italiano, Expert I, direttore IKMF Italia e Direttore per Europa e Russia. Ha partecipato unitamente a un Team Italia da lui appositamente preparato composto di 4 istruttori provenienti da diverse regioni italiane che si sono allenati con colleghi di tutto il mondo: Israele, Francia (tra cui l’istruttore ufficiale di krav maga della Legione Straniera), Olanda, Grecia, Germania, Romania, Lituania, Cina e Singapore.


Un corso ad alto impatto tra tecnica e strategia
Il corso LEIC è stato tenuto in parte presso la base addestrativa utilizzata regolarmente da IKMF a Cesarea, a nord di Tel Aviv sul mare, e in parte appoggiandosi a una struttura governativa per utilizzare specifiche aree quali la città per il CQB e il poligono di tiro.

I primi giorni il focus è stato sulla resistenza, aggressività e su tutte le tecniche di polizia dalle soft, finalizzate a eseguire un controllo di routine, a quelle di immobilizzazione e arresto, fino alle situazioni più estreme di neutralizzazione ed evacuazione di terroristi armati o dotati di cintura esplosiva.


leic03


Nella seconda parte del corso ci si è concentrati più sugli scenari, sulla pianificazione ed esecuzione della missione (anche in area CQB), sull’utilizzo delle armi e di tutte le dotazioni (bastoni, manette, torce, pepper-spray, teaser) e sui programmi e sulle modalità didattiche per formare gli operatori ai vari livelli di intervento e ad affrontare specifiche missioni.

Gli ultimi due giorni i partecipanti hanno dovuto sostenere ben 5 esami per poter ottenere il sudato e agognato brevetto.


“Il corso più impegnativo e complesso che abbia fatto!”
A dirlo è Federico Fogliano, che con 15 anni di carriera alle spalle e una forte passione che lo porta costantemente ad aggiornarsi e rimettersi in gioco, di corsi ne ha fatti a decine.


Avevo già ottenuto lo stesso brevetto IKMF nel 2004 ma ho voluto rifrequentarlo da zero per aggiornarmi e sfidare me stesso. L’ho trovato affascinante e due cose mi hanno colpito particolarmente: la prima è stata quella di avere un avvicendarsi armonico di 5 personaggi, tra i più importanti al mondo, ognuno con il suo enorme bagaglio di vissuto e il suo modo di trattare l’argomento. La seconda è stata quella di condividere il corso con istruttori di paesi molto diversi (culture, problematiche e leggi differenti) e con un nutrito gruppo di giovani SWAT operativi con cui è stato molto costruttivo condividere esperienze e punti di vista.

“Fisicamente e mentalmente è stato molto stancante – continua Federico – ogni giorno eravamo in addestramento serrato dalle 8 della mattina fino alle 6 di sera con giusto 45 minuti di pausa per pranzare. Alle 6 cena e dopo una rapida doccia (sensazione meravigliosa) ancora in aula per lezioni teoriche e compiti… mi è sembrato di tornare ai tempi della SMALP (Scuola Militare Alpina – Allievi Ufficiali Complemento) ma con 25 anni in più!”.


leic02
“La professionalità e l’umiltà dei nostri istruttori, sempre disponibili a domande e approfondimenti, è stata una componente essenziale del successo del corso. Non me ne sono stupito solo perché li conosco tutti da anni e so come lavorano.
Molto interessanti sono state anche le lezioni teoriche in cui abbiamo approfondito come integrare i principi del krav maga in un protocollo operativo. Abbiamo fatto simulazioni in team per preparare le missioni in cui il ruolo dell’istruttore di krav maga, in sinergia con gli altri specialisti, è quello di ipotizzare lo scenario in base ai dati dell’intelligence ed estrarre dal proprio bagaglio le tecniche specifiche per il completamento dell’operazione e farle allenare velocemente agli uomini che entreranno in azione.
Anche la metodologia didattica e la realizzazione di programmi addestrativi per i vari tipi di unità è ben diversa dalla didattica classica: viene eliminato tutto il superfluo e si va a mirare all’essenziale delle competenze necessarie, riducendo i tempi di apprendimento e mantenendo un ritmo serrato.”


Un corso positivo ed estremamente pratico
Ora Federico Fogliano e gli altri membri del Team Italia (Daniele Stazi, Expert1 Roma; Andrea Bonera, G3 Brescia; Marco Solaroli, G1 Faenza) sono pronti per collaborare con le forze di Polizia e Militari per trasmettere ai reparti la loro esperienza.

Una nota di merito particolare: con il Team Italia ha partecipato al corso anche il “decano” di IKMF Italia Furio Corsi di Roma, istruttore G4 di 68 anni che ha seguito tutto il corso senza mollare un colpo e ha guadagnato anche lui il brevetto di Istruttore Law Enforcement. Un esempio per tutti, da buon ex paracadutista della Folgore, che ha stupito gli israeliani dicendo, al momento della consegna del diploma: “Lo sapete che per qualche settimana sono più vecchio del vostro Stato di Israele?”.

Chi siamo
PALESTRE
Pagina 6 di circa 472.000 risultati (0,88 secondi)
CHI SONO
HOME
Formazione Corsi Istruttore  
Una scuola che si impegna ogni giorno nel settore della difesa personale.
Self Defence Krav Maga Italia con presidente Leonardo Casalinuovo appartenente alle forze dell’ordine, nasce con l’obiettivo di diffondere i più efficaci metodi di difesa seguendo la linea del KRAV MAGA , applicando in modo preciso e meticoloso i principi e metodi del fondatore, il Maestro IMI LICHTENFELD.
I principi fondamentali su cui si basa la nostra scuola sono;
1) Insegnare solo il vero ed originale metodo KRAV MAGA
2) Mantenere sempre e costantemente un alto livello di preparazione degli allievi
3) Aggiornamenti e miglioramento continuo nell’insegnamento delle tecniche.
33
Leonardo Casalinuovo si distingue già all’età di quattordici anni per le sue doti fisiche nella pratica a livello agonistico della kick Boxing, partecipando nel corso degli anni a più di quaranta incontri, ottenendo un titolo italiano nel 1999, e nello stesso anno un sesto posto nelle qualifiche per il campionato del mondo. Durante il suo percorso si specializza nella pratica della THAI BOXE con il maestro campione del mondo Francesco Lincetto . Ad oggi Leonardo detiene la cintura nera II° DAN.
Dopo la carriera da agonista, nel 2007 segue un corso della durata di 9 mesi per diventare istruttore di sport da combattimento con la federazione WFC ed inizia ad allenare vari atleti, ottenendo risultati a livello nazionale. Nel periodo di allenatore inizia a conoscere il KRAV MAGA e subito se ne appassiona, iniziando così un percorso di formazione. Nel 2013 inizia una collaborazione come tecnico con la WTKA ITALIA KRAV MAGA, diretta dal Maestro Rosario Citarda, e qui conosce Stefano Persechini, tecnico di questa Federazione. Leonardo Riconosce in Stefano la sua stessa motivazione e principi nel portare avanti l’insegnamento del KRAV MAGA e decide quindi di affidargli il ruolo di Vice Presidente della Self Defence krav Maga Italia, iniziando un percorso straordinario, che vede oggi Leonardo e Stefano impegnati nell’insegnamento del KRAV MAGA a 360 gradi.
Nel mese di maggio del 2015 dopo un’attenta verifica tecnica con esame finale da parte della Commissione tecnica Arti Marziali CSAin Regione Lombardia, settore Self Defence e Krav Maga, Leonardo CASALINUOVO viene promosso al grado di MASTER.

Così che ciascuno possa camminare in pace.
IMI LICHTENFELDI NOSTRI ISTRUTTORI:
Scegliamo solo i migliori istruttori per i nostri corsi.
leo
Leonardo CASALINUOVO
MASTER, Presidente e responsabile CSAin regione Lombardia settore Self defence e Krav Maga, istruttore di Sport da Combattimento, cintura nera II° di Kick- Boxing.
antonio-mastaglio-cc
Antonio MASTAGLIO
Master di Krav Maga e self defence, cintura nera e maestro di judo.
Responsabile corsi e istruttori.
Villanova-verena
Villanova Verena
Nata a Brescia nel 1976 è mamma di due bambine a cui dedica tutta la sua vita. Nel 2013 si avvicina al Krav Maga ottenendo l’attestato di istruttore nel 2016.
Grazie alla sua esperienza con i bambini come mamma e come catechista ha deciso di specializzarsi sul tema anti bullismo per piccoli e adolescenti.
oscar-gozzoli
Oscar Gozzoli
Oscar Gozzoli, nasce a Brescia nel 1968, nella vita è libero professionista, come attività sportiva frequenta vari corsi di arti marziali tra i quali Karate, Viet vo dao e Wing Chun. Da quattro anni pratica il Krav Maga per il quale nel 2016 consegue la qualifica di istruttore di I° livello.
fabio milini
Fabio Milini
ISTRUTTORE, istruttore 1 livello Krav Maga, esperto in sport da Combattimento.KRAV MAGA UNION
HOME
CHI SIAMO
NEWS
PALESTRE
FOTO
VIDEO
CONTATTI
stg
FOTONEWS
STAGE KRAV MAGA – DOMENICA 22 NOVEMBRE 2015
STAFF KMU — 22 NOVEMBRE 2015
IL KRAV MAGA (קרב מגע)

SISTEMA DI COMBATTIMENTO RAVVICINATO E AUTODIFESA DI ORIGINE ISRAELIANA.


STAGE KRAV MAGA UNION – DOMENICA 10 APRILE 2016 A SEREGNO


NEWS

krav-maga-union-stage-aprile-2016 (40)
11
APR 2016
KRAV MAGA UNION – STAGE 10 APRILE 2016

Lo stage sarà aperto a tutte le qualifiche e, a tutti quelli che si vogliono avvicinare per la prima volta alla difesa personale Krav Maga…

STAFF KMU  0
locandina_stage
10
GEN 2016
STAGE KRAV MAGA – DOMENICA 31 GENNAIO 2016

Lo stage sarà aperto a tutte le qualifiche e, a tutti quelli che si vogliono avvicinare per la prima volta alla difesa personale Krav Maga…

STAFF KMU  0
stg
22
NOV 2015
STAGE KRAV MAGA – DOMENICA 22 NOVEMBRE 2015

Lo stage sarà aperto a tutte le qualifiche e, a tutti quelli che si vogliono avvicinare per la prima volta alla difesa personale Krav Maga…

STAFF KMU  0
LE NOSTRE PALESTRE


KRAV MAGA - PALESTRA SEISHIN DO

KARATE CLUB VERDELLINO ZINGONIA

CLUB ARTI ORIENTALI CANTU' & LIMIDO COMASCO ASD

KU SHIN KAN KARATE CERRO

ASD KARATE DO CANZO

PALESTRA ASD SPORT BARIANO
COPYRIGHT © KRAV MAGA UNION / TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI / WEBMASTER - LESNIC KRAV MAGA UNION – KMU
Il gruppo Krav Maga Union – KMU nasce nel novembre 2014 dalla volontà di quattro società tesserate FIK (Federazione Italiana Karate), già attive da anni nell’ambito del Krav Maga, di dare vita ad un progetto comune di studio, approfondimento e divulgazione del metodo Israeliano di difesa personale. Il principio ispiratore delle quattro società fondatrici, ASD-KCVZ Verdellino, ASD Sport Bariano, ASD-Seishin-do Seregno, ASD Karate-Do Canzo, e quindi del KMU, è quello di una apertura e di un continuo confronto con le realtà nazionali ed internazionali nell’ambito del Krav Maga, al fine di crescere e migliorare continuamente nella pratica e nella proposta del metodo di difesa Krav Maga.
Palestre di Krav Maga Union
KU-SHIN-KAN-KARATE-CERRO_web
21
OTT 2015
KU SHIN KAN KARATE CERRO

L’ A.S.D KU SHIN KAN KARATE CERRO esiste di fatto nel territorio bergamasco dal 2009. E’ un’associazione apolitica e non ha fini di lucro.

CERRO  0
ASD-KARATE-DO-CANZO_web
21
OTT 2015
ASD KARATE DO CANZO

ASD Karate Do Canzo – KRAV MAGA e DIFESA PERSONALE a Canzo e dintorni. Un valido metodo di autodifesa Facile, Efficace e coinvolgente.

CANZO  0
0006
08
OTT 2015
PALESTRA ASD SPORT BARIANO

L’ASD Sport Bariano viene fondata da Antonio Silvani nel 2012. Una Onlus che si impegna nell’organizzazione e gestione di corsi di Karate e Krav maga (Difesa personale) nelle palestre di Bariano, Morengo, Treviglio, Spirano, Azzano san Paolo ed Urgnano mettendo a vostra disposizione maestri e istruttori qualificati.

BARIANO  0
Primo-stage-KM001
08
OTT 2015
KRAV MAGA – PALESTRA SEISHIN DO

Società senza scopo di lucro è nata nel 2009, grazie all’iniziativa di Fabio Raimondo che, dopo una pratica di krav maga, ha scelto di mettere a disposizione di tutti gli insegnamenti tecnici ed umani ricevuti dai suoi Maestri.

FABIOSAN  0
Primo-stage-KM004
08
OTT 2015
KARATE CLUB VERDELLINO ZINGONIA

Il krav maga è una sintesi armonica di tecniche derivate dalle arti marziali, da sistemi di lotta a mani nude.

ZINGO  0
CLUB-ARTI-ORIENTALI-CANTU_smal_webl
07
OTT 2015
CLUB ARTI ORIENTALI CANTU’ & LIMIDO COMASCO ASD

KRAV MAGA e DIFESA PERSONALE a Cantu’ e Limido Comasco: MENTE CORPO TECNICA
Risvegliare il nostro istinto di autodifesa attraverso il KravMaga metodo semplice, rapido ed efficace. CKM L'ORIGINE
Che cos’è il CKM
Il Commando Krav Maga è un sistema di difesa personale fondato su un approccio estremamente pragmatico alle aggressioni in strada; basate sulla biomeccanica del corpo umano, le tecniche del CKM sono studiate in modo da essere applicate efficacemente da uomini, donne o bambini di qualsiasi corporatura, in situazioni di stress fisico e psicologico.  

Fondato da Moni Aizik, ex membro delle Forze speciali dell’Esercito israeliano, il CKM si inserisce nella tradizione dei sistemi reality-based israeliani, come il Krav Maga tradizionale; tuttavia, a differenza di questi sistemi, il CKM viene continuamente aggiornato per migliorarne l’efficacia dal punto di vista biomeccanico e per adattarlo alle aggressioni e alle armi più comuni, che si evolvono nel tempo.
 
Immagine
L’espressione “Krav Maga”, in lingua ebraica, significa “combattimento a contatto”, mentre il termine
“Commando” richiama la mentalità che il CKM adotta nel fronteggiare un aggressore. Poiché il combattimento in strada è totalmente imprevedibile, chi viene aggredito deve uscire dalla mentalità di vittima: esclusivamente nel caso in cui lo scontro fisico non sia in alcun modo evitabile, l’obiettivo principale sarà reagire il più velocemente possibile creando uno shock all’aggressore per aprirsi una via di fuga.

L’allenamento di un allievo CKM è composto da varie parti:
Innanzitutto un’ adeguata preparazione fisica, perché una buona forma fisica è la prima arma di difesa personale.
Si passa poi all’insegnamento delle tecniche di difesa, simulando scenari dai più semplici ai più complessi.
Alla parte tecnica si accompagna lo studio della psicologia dell’aggressione e della fisiologia del
combattimento. Il CKM non incita alla violenza, ma ricerca una soluzione appropriata alla situazione che si prospetta.
L’allenamento si completa con la simulazione di un’aggressione reale non cooperativa, che sottoporrà l’allievo gradualmente, tramite un’intensa attività cardio, allo stress subito in uno scenario reale.

www.commandokravmaga.com
Risultati di ricerca
Krav Maga Brescia e Concesio
www.kravmagaconcesio.it/
Self Defence Krav Maga Italia organizza corsi di difesa personale e Krav Maga Brescia, Concesio.
Stage Nazionale e Sede d'esami Krav Maga - Opes Italia
www.opesitalia.it/4891-2/
14 giu 2016 - KRAV MAGA. E' previsto per il giorno 18 giugno 2016, dalle ore 9.00 alle ore 15.00, lo Stage Nazionale e Sede d'esami organizzato dal settore ...
Lezioni private di Krav maga, annunci di insegnanti efficaci di Krav maga
https://www.superprof.it/lezione/krav-maga/italia/
Valutazione: 4,8 - ‎378 voti
Lezioni private di Krav maga con i nostri insegnanti privati di Krav maga in Italia, annunci di insegnanti di Krav maga. I nostri insegnanti sapranno ...
IKM Krav Maga Milano: Aggiornato 2017 - Tutto quello che c'è da ...
https://www.tripadvisor.it › Europa › Italia › Lombardia › Milano › Attrazioni: Milano
Valutazione: 5 - ‎5 recensioni
IKM Krav Maga Milano, Milano: 5 recensioni, articoli e 2 foto di IKM Krav Maga Milano, n.9 su TripAdvisor tra ... IKM Krav Maga Milano (Italia) - Foto e indirizzo.
KRAV MAGA UNION | Krav Maga in Lombardia e Monza Brianza ...
www.kravmagaunion.it/
KRAV MAGA UNION - Stage e Corsi Krav Maga in provincia di monza brianza. Il Krav Maga (קרב מגע) è un sistema di combattimento ravvicinato e autodifesa di ...
Commando Krav Maga Roma
www.commandokravmagaroma.com/
Home Page del Sito Ufficiale del Commando Krav Maga Roma (CKM Roma), direttore Vincenzo D'Agostino.
WTKA Italia Krav Maga | Wtka Italia
wtkaitalia.it/wtka-italia-krav-maga/
12 lug 2011 - Le Segreteria Nazionale WTKA Italia ringrazia il Maestro Rosario Citarda Presidente WTKA Italia Settore Krav Maga per la continua ed ...
ᐅ Orari T.D.K.M.I. -Total Defense Krav Maga Italia | Via delle Antille 29 ...
https://www.oraridiapertura24.it/.../Ostia%2520Lido%2520RM-T.D.K.M.I.%2520-To...
Orari di apertura T.D.K.M.I. -Total Defense Krav Maga Italia ➤ Via delle Antille 29/35, 00121 Ostia Lido RM ☎ Numero di telefono ✓ Indirizzo ✓ Altre offerte nelle ...
I.M.A.A KRAV MAGA ITALIA: KRAV MAGA
www.imaakravmagamilano.com/p/krav-maga.html
Il Krav Maga è la quinta essenza della tattica per l'autodifesa, il combattimento corpo a corpo e la protezione di terza persona, insegna ad affrontare i reali ...
Krav Maga Catania
www.kravmagacatania.it/
Krav Maga Catania. E' nato in ITALIA il primo KRAV MAGA TRAINING CENTER. UNICA ACCADEMIA DI VERO KRAV MAGA. ISCRITTA AL CONI. logo-coni-2 ...
Ricerche correlate a krav maga italia
krav maga italia istruttori
corsi di krav maga bergamo e provincia
krav maga federazioni riconosciute
krav maga bologna
krav maga bologna via saffi
krav maga italia - la prima scuola a bologna
krav maga bologna prezzi
krav maga san lazzaro
FOTO1

MAESTRO FIKBMS (CONI) DI DIFESA PERSONALE METODO KRAV MAGA
3° DAN CINTURA NERA DI KICKBOKING ANDREA BUFFO

INFORMAZIONI TECNICHE SPORTIVE

INIZIA A PRATICARE LA KICKBOXING A PALERMO NEL 97, CON IL MAESTRO G. CALAJO’

(CAMPIONE DEL MONDO W.A.K.O. 99) FINO AL 2001. CONTINUA A CATANIA CON IL  

MAESTRO R.WAGNER (CAMPIONE EUROPEO). CONSEGUE LA CINTURA NERA E

CONQUISTA IL TITOLO ITALIANO DI KICKBOXING NEL 2005,  SUCCESSIVAMENTE DECIDE

DI ABBANDONARE L’ATTIVITA’ AGONISTICA, E CONTINUARE LO STUDIO DI ALTRE DISCIPLINE.

NEGLI ANNI SUCCESSIVI SI ACCOSTA ALLA ANTICA ARTE DELLA MUAI  THAY BORAN. NEL 2007

INIZIA A PRATICARE IL K-1 SEGUITO DAL MAESTRO M.RUSSO. NEGLI ANNI A SEGUIRE

ABBANDONA IL RING ED INIZIA LO STUDIO DELL’AUTODIFESA REALE DA STRADA,

CONSEGUENDO IL RICONOSCIMENTO DI ISTRUTTORE DI KRAV MAGA (DISCIPLINA

ISRAELIANA). IMPEGNATO ALL’INSEGNAMENTO, TUTTORA CONTINUA I SUOI STUDI ,

PERFEZIONANDO LE SUE TECNICHE PRATICANDO STAGE (ITALIA/ISRAELE) E SEMINARI CON
MAESTRI INTERNAZIONALI DI SELF DEFENCE E KRAV MAGA.

Diplomi e attestati:
1. Praticante di kick boxing dal 1997
2. Campione italiano WKA Padova 2006
3. Cintura nera terzo grado FIKBMS
4. Istruttore primo grado Krav Maga FIKM , Catania 2009
5. Specializzazione Antiaggressione femminile, Roma 2009.
6. Corso Self defence presso la “ CONDOR INTERNATIONAL SECURITY INSTITUTE “ a Tel Aviv, 2009 Israele.
7. Istruttore secondo grado Krav Maga FIKM , catania 2010
8. Corso di “ Baton” con Didier Leclinche Roma 2010
9. 1 International Self defence con “Soke Takayuki Kubota 10* dan, Catania 2010
10. Seminario internazionale con “Roy Elhanayan” , Roma 2011
11. Stage tactical Krav Maga security con Aloni Amnon , Palermo 2011
12. Seminario Krav Maga Protect con” Itay Gil “ ,Roma 2012
13. Maestro di Difesa PERSONALE FIKBMS, Messina 2013
14. Instructor seminar con “ Itay Gil “ Palermo 2015
15. Seminario internazionale terror knife attack con “Avi Moyal” Roma 2016
16. Istruttore di Krav Maga FIKBMS , Catania 2016
17. Seminario international antiterrorismo con “Idan Abolnik “ Catania 2017.

Docente  per corsi di:

1)Police Self Defence
2) Protection VIP o terza persona
3)Difesa da armi
4) Antiaggressione femminile
5) carjaking (Difesa in auto)
6) Tecniche per servizi di sicurezza o ex buttafuori
7) krav maga e difesa personale
 
ESPERIENZE PROFESSIONALI

07 Aprile 2010 organizzatore e docente di un corso di protezione personale rivolto agli Operatori dell’ Aeop-Sicilia.

il 29 maggio 2010 Promotore e organizzatore e docente del primo evento Italiano di difesa personale all’interno della stazione metropolitana “Borgo” in collaborazione con la FCE.

Il 02 ottobre 2010 Docente per un corso con la Provincia di Siracusa di  Antiaggressione Femminile in collaborazione con il sindacato della Polizia di Stato denominato Autonomi di Polizia ADP e l’Associazione di volontariato denominata A.N.G.E.L.I., in collaborazione con la Federazione Italiana di KRAV Maga.

11 settembre 2011  Stage di Autodifesa Tattico Operativa “ Driver Safety & Security” per gli appartenenti  Forze di Polizia e Forze Armate.

iI 26 aprile 2009 e il 22 ottobre 2011 Promotore e organizzatore e docente per aver realizzato uno Addestramento Professionale di Krav Maga Police all’interno del Reparto Mobile di Catania riservato alle forze dell’ordine.

Il 6 Febbraio 2012 Promotore e docente per aver realizzato uno Addestramento Professionale di Krav Maga Military al  personale militare del 62^ Reggimento Fanteria nella Caserma Sommaruga di  Catania.

L’ 11 e il 19 Aprile 2012 docente, in collaborazione con il Centro A.N.G.E.L.I. (antiviolenza –antistpro- antistalking), in collaborazione con il Sindacato Autonomo di Polizia di Stato denominato SAP,ho eseguito delle lezioni itineranti, su tre istituti scolastici della provincia di Siracusa, di autodifesa con il Metodo KRAV MAGA.

25 e 27 settembre  2012 docente per un Master Class di Autodifesa femminile organizzato dall’università del policlinico Vittorio Emanuele di Catania.

il 9 NOVEMBRE 2012 Promotore e organizzatore e docente per aver realizzato il secondo Addestramento Professionale di Krav Maga Police all’interno del Reparto Mobile di Catania riservato al personale della Polizia di Stato.

il 13 MARZO 2013 Ho organizzato in collaborazione con il maestro di JEET UNE DO Andrea Scalia uno stage all’interno dell’Irisch pub “STAGE’S HEAD” di catania.

IL 19 MAGGIO 2013 organizzatore e docente per il  primo ” VIP PROTECTION” seminario basato sulla protezione terza persona e protezione ravvicinata vip con autovettura.

IL 24/25/26 MAGGIO 2013 KICK ENERGY 2013  presso CALANOVELLA (ME) docente per la FIKMS settore Self Defence.

8 Marzo 2014 organizzatore e docente per uno stage antiaggressione femminile in occasione della festa delle donne presso la palestra Altair di Catania.

15 Febbraio 2014 organizzatore e docente per un corso di difesa personale con l’uso del kubotan presso la palestra Altair di Catania.

Maggio 2014 dimostrazione di Krav Maga in occasione della festa per lo sport presso la scuola polivalente Ettore Majorana di San Giovanni la Punta di Catania.

Settembre 2015 organizzato dall’accademia di Krav Maga , docente di Police Self Defence , Roma.

Aprile 2015 organizzatore e docente Esclusivo allenamento in piscina con tecniche di krav maga unito allo stress data dalla completa immersione, unito alla resistenza dell’acqua, Piscina Altair , catania.

Febbraio 2017 organizzato dall’IPASVI docente di difesa personale per 7000 operatori sanitari della Provincia di Catania.

Maggio 2017 organizzatore del primo international stage antiterrorismo con “IDAN ABOLNIK “ Catania.
KRAV MAGA CATANIA
STAGE DI KALAH 9-10 DICEMBRE 2017
CHI SONO
CONTATTI
AUTODIFESA RAGAZZI
AREA RISERVATA
CORSI ED ORARI
DESCRIZIONE
KRAV MAGA TRANING CENTER
PARLANO DI NOI
STAFF
VIDEO
VECCHI RICORDI..
BLOG
EVENTI E STAGE
2009
AUTODIFESA
2010
CORSO PROTEZIONE PERSONALE AGLI OPERATORI DELL’ASSOCIAZIONE EU OPERATORI DI POLIZIA. 24 MARZO 2010
DONNA BASTA PAURA 5 DICEMBRE 2010
KRAV MAGA POLICE 25 APRILE 2010
KRAV MAGA TRAINING IN ACQUA. 17 OTTOBRE 2010
PLAYA BONITA E DIFESA PERSONALE IN METRÒ LUGLIO 2010
STAGE ISRAELI COMBAT , TEL AVIV, GENNAIO 2010
2011
STAGE TACTICAL KRAV MAGA CON ALONI AMNON 4 APRILE 2011
1ST INTERNATIONAL SELF DEFENSE COURSE – 2011
CORSO ANTIAGGRESSIONE FEMMINILE A LENTINI PRESSO CENTRO ANTI VIOLENZA “ANGELI” 6 MARZO 2011
SEMINARIO CON ROY ELGHANAYAN 21 MARZO 2011
STAGE POLICE SELF DEFENCE 26 AGOSTO 2011
2012
13 FEBBRAIO 2012 STAGE FIKBMS MILITARY 2012
24 NOVEMBRE 2012
6 MAGGIO 2012
A SCUOLA DI… DIFESA PERSONALE. 11/19 APRILE 2012
CORSO DI KRAV MAGA E ANTIAGGRESSIONE FEMMINILE 13 NOVEMBRE 2012
DIPLOMA FIKBMS
IL COMBAT TEAM È ISCRITTA AL REGISTRO DEL CONI
MASTER CLASS DI AUTODIFESA 25/27 SETTEMBRE 2012
SPECIAL PARTNERSHIP
STAGE DI AUTODIFESA FEMMINILE 04/ 03/ 2012
STAGE FIKBMS MILITARY 2012
STAGE KRAV MAGA OLIMPIA GYM LINGUAGLOSSA
2013
THE DEFENDERS STAGE DI AUTODIFESA 13/03/2013
2 MARZO 2013
MASTER FIT EVENT 24 NOVEMBRE 2013
PASSAGGI DI GRADO FINE ANNO ACCADEMICO 4 LUGLIO 2013
PIEGHEVOLE 13 OTTOBRE 2013
PROTECTION VIP 19 MAGGIO 2013
STAGE CALANOVELLA ( ME) 3 GIUGNO 2013
STAGE NAZIONALE FEDERALE, CATTOLICA 25/28/04
2014
PASSAGGI DI GRADO 19/01/2014
STAGE ANTI AGGRESSIONE DONNA 8 MARZO 2014 CATANIA
STAGE DI KRAV MAGA CON IL KUBOTAN CATANIA 15 FEBBRAIO 2014
COPPA ITALIA DI DIFESA PERSONALE FIKBMS 2014
LIVESICILIA.WEB INTERVISTA IL MAESTRO ANDREA BUFFO
NON SOLO KRAV MAGA…CAMPIONATI ITALIANI KICKBOXING 2014
A SCUOLA DI KRAV MAGA PRESSO IL POLIVALENTE DI SAN GIOVANNI LA PUNTA
ESIBIZIONE AL PALACATANIA 2014
PASSAGGI DI GRADO FINE ANNO ACCADEMICO 2013/14
2015
CORSO POLICE SELF DEFENCE ROMA 27 SETTEMBRE 2015
PASSAGGI DI GRADO FINE ANNO ACCADEMICO 2015
8 MARZO 2015 COMBAT TEAM
STAGE IN ACQUA DI KRAV MAGA 12 APRILE 2015
ULTIMO COLLEGIALE 2015
STAGE CON ITAY GIL THE PROTECTOR
ESAMI DI CINTURA GIUGNO 2015 CROSSFIT CATANIA
CORSO POLICE SELF DEFENCE ROMA
CORSO CON SHOCKNIFE
STOP VIOLENCE ” CORSO GRATUITO DI AUTODIFESA FEMMINILE”
2016
AL VIA IL CORSO DI AUTODIFESA FEMMINILE ORGANIZZATA DALL’ACLI CATANIA 2016
SPECIAL TRAINING DI LUGLIO 2016
2^ PASSAGGI DI GRADO 2016
2017
STAGE DI KALAH 13-14 MAGGIO 2017
1^ CORSI DI AGGIORNAMENTO DI DIFESA PERSONALE IPASVI
TUTTE LE STRADE PORTANO AL KRAV MAGA TRAINING CENTER
KRAV MAGA CATANIA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA     
Privacy & Cookies Policy
ASD COMBAT TEAM Sede Legale via B.S. Di Stefano 6

Cap 95123 , Catania. CF 93174470877 Cell. 3313730781

andreakravmaga@hotmail.it HOME
CHI SIAMO
FORMAZIONE
ISTRUTTORI
KAPAP - KRAV MAGA
Settore Kapap Krav Maga Csen
המרכז האירופאי להדרכת קרב מג
Centro Europeo di Formazione in Kapap Krav Maga
Corsi Istruttore Kapap Krav Maga  per l’insegnamento valido su tutto il territorio nazionale giuridicamente riconosciuto in base al Decreto Legislativo 23/07/1999 n. 242

Chi siamo

Europe Krav Maga Training® : Denominazione e marchio di proprieta' del maestro Alfonso Torregrossa , Ogni uso non autorizzato del nome o del marchio anche parziale o per similitudine, sarà perseguito legalmente.
La EKMT si avvale di un team di esperti e professionisti di Krav Maga e della Self Defense. Competenza, preparazione tecnica , professionalità, forte passione per il Krav Maga e la difesa personale ,caratterizzano un team di professionisti di altissima qualità tecnica . Il team è composto prevalentemente da esperti del campo del Krav Maga e della Self Defense è attiva con i suoi Istruttori in Italia e all'Estero .
La più alta carica all'interno della asd Europe Krav Maga Training® è ricoperta dal Presidente e Direttore Tecnico Alfonso Torregrossa :
Capo Istruttore  Krav Maga Haganah
Diplomato Chief Master Teacher Krav Maga presso il Collegio di Stato Israeliano ICSI Israeli College for Security and Investigations ,
esperto in Close Combat
esperto in self defense police
Riconosciuto International Kapap Association  e dal Ministero dello sportd'Israele  .  
Responsabile della International Kapap Association - Israel - per la Regione Sicilia
diplomato Master Teacher Kapap Level (C) presso International Kapap Association
Resp. Nazionale settore :  Kapap Krav Maga Csen
"Do what you can, but do it right"


Considerazioni Alfonso Torregrossa




Dopo aver iniziato la pratica del l Krav Maga nel 1997 e aver studiato sotto diversi Maestri noti di Krav Maga esteri , sono gradualmente giunto a un'ipotesi che andava contro il senso comune e le testimonianze di diversi Istruttori Israeliani che affermano di aver trascorso lunghi anni studiando al fianco del fondatore. Avevo partecipato a numerosi seminari tenuti da Istruttori Israeliani e avevo fatto diversi viaggi in varie parti del mondo durante i quali avevo incontrato e praticato con molti dei maestri più noti. La mia teoria era semplice: il Krav Maga come lo conosciamo oggi non è l'arte praticata e insegnata da IMI , ma piuttosto il complesso delle forme derivate da esso, sviluppate da allievi importanti che hanno studiato sotto la guida del fondatore . I quali per diritto di discendenza hanno creato la nascita di Federazioni e Organizzazioni con costi abbastanza onerosi . Questo spiegherebbe la considerevole diversità negli stili. Dove ognuno mettte del proprio . Questo non va inteso come una critica verso queste, forme moderne, ma piuttosto come un'osservazione, basata su ricerche storiche, che contrasta con la visione più diffusa.
In ultima analisi ho codificato il nostro Metodo Krav Maga Haganah che vuol dire la difesa del Krav Maga come la intendiamo noi liberi da schemi e da organizzazioni che si occuppano solo di fare business e non alla reale crescita dei propri Istruttori .







ATTENZIONE
La R.L. n. 61 del 01/10/2002 art.8-3° comma, sancisce che nelle palestre, nelle sale ginniche, e in tutte le strutture sportive aperte al pubblico dietro pagamento di corrispettivi a qualsiasi titolo, anche sotto forma di quote sociali d’adesione, i corsi finalizzati al miglioramento dell’efficienza fisica devono essere svolti con la presenza di un Istruttore qualificato specifico per disciplina.
Precisando che si intende istruttore qualificato per disciplina solo quelli in possesso di brevetti rilasciati dalla Regione, o dalle Federazioni Nazionali o Enti di promozione sportiva riconosciuti dal C.O.N.I.
Si ribadisce che, un'associazione sportiva (federazione privata) che in Italia rilascia direttamente attestati, brevetti o titoli, fornirà ai propri allievi e ai propri tecnici soltanto un titolo associazionistico che ha valore esclusivamente nel proprio ambito ma che Non fornira' nessuna garanzia in ambito legale
PER VEDERE QUALI FEDERAZIONI o ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA siano riconosciuti dal CONI collegatevi al sito www.coni.it
Kapap Krav Maga  Caltanissetta
Caltanissetta è stata la prima Città per antonomasia di Krav Maga in Sicilia è rimane la genesi, la madre dalla quale tutto è nato ed il riferimento nel territorio Nazionale e Internazionale per la serietà e diffusione del Krav Maga - Kapap

Scuola Krav Maga Italia Caltanissetta c/o Samurai Dojo Via Ernesto Vassallo, 47
93100 Caltanissetta - Italy
Phone +39 380.31.01.373


Corsi di Krav Maga-Kapap Italia
Il tuo punto di riferimento per il Krav Maga e Kapap in Italia a Caltanissetta e in Sicilia.
Corsi collettivi
Corsi personalizzati e/o intensivi
Personal Coaching
Antiaggressione femminile
info  cell 380 3101373
alfonso.torregrossa@libero.it
www.ikasicily.org
CHI SIAMO
FORMAZIONE
ISTRUTTORI
KAPAP - KRAV MAGA
Settore Kapap Krav Maga Csen
המרכז האירופאי להדרכת קרב מג
Centro Europeo di Formazione in Kapap Krav Maga
Corsi Istruttore Kapap Krav Maga  per l’insegnamento valido su tutto il territorio nazionale giuridicamente riconosciuto in base al Decreto Legislativo 23/07/1999 n. 242

Qui è il benvenuto colui che anela a imparare con sincerità e umiltà


Centro Sportivo Educativo Nazionale
Con la nomina ufficiale del Referente Nazionale Alfonso Torregrossa da parte del Presidente Nazionale CSEN Francesco Proietti nasce CSEN KAPAP KRAV MAGA , il nuvo settore Nazionale in continua espansione .


Join us Today
The Europe Krav Maga Training® provides a friendly community of successful Krav Maga , Kapap schools. The Association has no political agenda and an open approach to training and learning. We welcome new instructors whether from existing Krav maga organisations or those new to Krav Maga. We welcome guest instructors and trainers from Krav Maga and other disciplines. The commercial success of the Europe Krav Maga Training® is a byproduct of the methods and standards of our training. Whilst the Europe Krav Maga Training® is a commercially successful organisation, this is not our prime objective. We are first and foremost an Association of Krav Maga Instructors. This makes us unique in the industry



Benvenuti nella Scuola Ufficiale Kapap Krav Maga Caltanissetta
Nel sito della EKMT , la prima scuola ufficiale in Sicilia interamente dedicata alla Israeli Self Defense - Krav Maga Kapap, il miglior sistema di difesa personale esistente al mondo.
Caro Visitatore,un sito WEB non potrà mettere in risalto il nostro spirito di missione (che noi, Istruttori , abbiamo acquistato dopo anni di impegno), ma potrà, certamente, diventare un ottimo “forum” per uno scambio di idee, di esperienze e di conoscenze. Consentitemi di rinnovare, a tutti, il mio più caloroso benvenuto!
Alfonso Torregrossa
Capo Istruttore EKMT
Master Teacher Kapap IKA
Resp. Nazionale Kapap Krav Maga CSEN


La metodologia didattica è ispirata principalmente dall'approccio esperienziale che si trasforma in momento didattico vero e proprio. L'apprendimento scaturisce principalmente dalla pratica, integrata a momenti di teoria, di dimostrazioni individuali ed in coppia, da discussioni e confronti sulle singole esperienze marziali e non. E' il trainer che stabilisce i modi ed i tempi d'allenamento, individuando, in relazione alle capacità di apprendimento e all'elasticità mentale e fisica dei propri discenti, gli intervalli di tempo intercorrenti tra un incontro ed il corso successivo, sì da permettere ai praticanti di -sedimentare- ciò che è stato loro insegnato. Per questa motivazione è richiesto ai praticanti impegno, serietà, pazienza e responsabilità. Questa particolare specializzazione richiesta ai trainer, che si acquisisce dopo corsi tarati ad hoc ed altamente qualificati, è da collegarsi alla natura stessa della attività sportiva dove l'azione didattica non si sostanzia nell'erogazione di lezioni concettuali, ma, prendendo le mosse dai momenti applicativi che sono propri delle attività pratica, si concretizza nei feedback e nella gestione di momenti di sistematizzazione e riflessione. In tal senso, pur essendovi un accurato rimando ai riferimenti concettuali cui fanno capo le singole tecniche, il momento della trasmissione di contenuti è da considerarsi come un'integrazione alle attività condotte all'interno della palestra e non come il nucleo fondante degli stessi.
Per Tecnici già abilitati sono predisposti corsi di formazione ad hoc, più che altro di approfondimento e di aggiornamento. I corsi di formazione poi sono invece creati appositamente per tutti coloro i quali sono interessati a diventare Istruttori. In quest'ultimo caso è richiesto come requisito di base l'essere incensurati e maggiorenni. Ulteriore -skills- è la comprovata esperienza in una qualsiasi arte marziale, al di là di ciò non esistono, per alcuno, restrizioni di sorta alla pratica del Krav Maga nei nostri centri.
A quanti desiderano diventare futuri Istruttori è data l'opportunità di usufruire di una serie di interessanti vantaggi fra i quali:
Imparare un'attività intraprendendo la carriera d'Istruttore ;
Usufruire di programmi tecnici consolidati;
Elevare considerevolmente il proprio livello tecnico, motorio, culturale in un tempo relativamente breve rispetto al
Lista parziale delle materie insegnate durante il corso :
Diverse tecniche di difesa e attacco
• Difesa contro vari modi di strangolamento
• Difesa contro vari modi di afferrare, prendere per i capelli, per il vestito
• Difesa contro diverse minacce/ attacchi col coltello, bastone, arma da fuoco.
• Cadere, rotolare.
• Il combattimento : diverse tecniche, strategia.
• Lista parziale degli argomenti teorici e delle conferenze
• Introduzione al Krav-Maga
• I principi del Krav-Maga secondo IMI, fondatore del metodo
• I punti sensibili del corpo umano
• Anatomia
• Biomeccanica
• Tecniche di allenamento mentale
• Pedagogia & gestione del ruolo d 'istruttore
• Uso di oggetti correnti per difendersi
• Pronto soccorso

Il corso Istruttore è un corso di formazione tecnica dedicato a chi desidera ottenere una conoscenza a 360° nell'ambito della Israeli self Defense . Indicato per tutti gli appassionati di arti marzaili e autodifesa reale , operatori del settore: istruttori, personal trainer e tecnici, interessati ad aumentare la propria professionalità e ad apprendere la nostra filosofia, garanzia di successo e qualità.
Il primo di questi è il corso ALLENATORE , ove vengono spiegate , illustrate e tradotte in pratica le tecniche di base Krav Maga e della Self Defence
Acquisite le conoscenze di base l'allievo trainer è autorizzato a partecipare al Corso Istruttore .

Il corso di formazione istruttore offre la possibilità d'insegnare le diverse tecniche di difesa personale che rappresentano la base del Krav Maga, ed altre tecniche appositamente tarate su ogni possibile situazione di vita in cui ci si potrebbe imbattere o in relazione alla categoria di persone con cui ci si può a relazionare. Il Krav Maga permette di acquisire, tra l’altro, una fiducia in se stessi che difficilmente si riesce a conquistare altrove attraverso la pratica di altri sport.

La EUROPE KRAV MAGA TRAINING ® mette a disposizione molte opportunità per gli istruttori di Arti Marziali per imparare a tenere corsi di Krav Maga – Haganah – Kapap .
Sono benvenuti anche nuovi aspiranti istruttori che desiderano iniziare il loro percorso di insegnamento del programma Israeli Self Defense .
Chiunque sia interessato a diventare un socio istruttore deve frequentare un corso di formazione per istruttori e tenere aggiornata la propria certificazione attraverso una varietà di corsi offerti dalla EUROPE KRAV MAGA TRAINING ®
Il primo passo per diventare un istruttore è partecipare ad uno dei seguenti corsi introduttivi:
-allenatore
-Istruttore 1° livello , 2° livello, 3° livello, 4° livello, 5°livello
-Maestro
COSA OCCORRE PER POTER PARTECIPARE ALLA FORMAZIONE :
- essere un nostro socio
- età minima 25 anni
- idoneità fisica alla pratica
- esperienza in arti marziali - dimostrata
- aver praticato krav maga - minimo grado cintura blu -marrone
- qualifica tecnica in arti marziali
- non aver riportato condanne penali
- passione e determinazione
Richiedi info per associarti e poter partecipare al corso di formazione Istruttore Krav Maga
con autorizzazione e certificazione EPS CONI (Ente di promozione sportiva riconosciuti dal C.O.N.I. )per l’insegnamento valido su tutto il territorio nazionale giuridicamente riconosciuto in base al Decreto Legislativo 23/07/1999 n. 242
a conclusione si riceverà :
- Diploma di Istruttore dell’ente di promozione sportiva CONI
- Inserimento sull’albo ufficiale degli istruttori
- Diploma Europeo EKMT
- Pass port Internazionale e Nazionale
- Uniforme Istruttore

ATTENZIONE : molte leggi regionali ormai sanciscono che nelle palestre, nelle sale ginniche, e in tutte le strutture sportive aperte al pubblico dietro pagamento di corrispettivi a qualsiasi titolo, anche sotto forma di quote sociali d’adesione, i corsi finalizzati al miglioramento dell’efficienza fisica devono essere svolti con la presenza di un istruttore qualificato specifico per disciplina. Precisando che si intende istruttore qualificato per disciplina solo quelli in possesso di brevetti rilasciati dalla Regione, o dalle Federazioni Nazionali o Enti di promozione sportiva riconosciuti dal C.O.N.I. In ogni caso sono ritenuti validi anche i titoli rilasciati dagli Enti pubblici o eventuali titoli accademici, come la laurea in Scienze motorie ma in tal caso sono da considerarsi professionisti.
I brevetti rilasciati dalla Europe Krav Maga Training® avranno validità in quanto emessi direttamente dall' Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal C.O.N.I.
PER VEDERE QUALI FEDERAZIONI o ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA siano riconosciuti dal CONI collegatevi al sito www.coni.it


Corso Istruttore Nazionale  Kapap - Krav Maga CSEN
prenota in tempo solo 4 posti
info cell 3803101373
Prossimo appuntamento Domenica
21 maggio 2017 Caltanissetta
Formazione Certificata C.S.E.N.
1° Ente Nazionale Riconosciuto dal CONI
Il nostro obiettivo è semplicemente quello di offrire garanzia, legalità e trasparenza con Professionalità: attraverso una direzione tecnica di formazione all'avanguardia nel settore , ed uno staff tecnico interamente qualificato dal nostro Ente e in Israele .
Con entusiasmo: attraverso la passione che ogni giorno ci spinge a seguirti per perseguire la tua formazione completa a 360°.
Divertendosi: poichè la formazione non è solo sudore e fatica ma anche aggregazione, condivisione e, soprattutto, divertimento.
Legalità : Corso Istruttore con diploma Nazionale giuridicamente riconosciuto in base al Decreto Legislativo 23/07/1999 n. 242 !
Partecipa al prossimo nuovo Corso per Istruttori !!
Scuola asd Samurai Dojo - Via Vassallo, 47 Caltanissetta
Per info Master Teacher Alfonso Torregrossa
-Resp. Tecnico Nazionale Kapap Krav Maga Csen
-Capo istruttore Europe Krav Maga Training
-Diplomato presso Collegio di stato d'Israele ICSI Chief Master Teacher Krav Maga 7° dan
cell 3803101373
www.europekravmagatraining.it

Pagina 7 di circa 472.000 risultati (0,66 secondi)
Risultati di ricerca
Ostia, la Total Defense Krav Maga Italia scende in campo a sostegno ...
www.ilquotidianodellitorale.it/ostia-la-total-defense-krav-maga-italia-scende-in-campo-a...
17 dic 2016 - “La tua prima linea di difesa sei tu!” Recita così il messaggio lanciato in queste ore dalla Total Defense Krav Maga Italia (Tdkmi) di Ostia, ...
3 Days Krav Maga Training in Italy - BookMartialArts.com
https://www.bookmartialarts.com/krav-maga.../3-days-krav-ma...
Traduci questa pagina
All packages from Krav Maga Training Camp, Brescia, Italy. Select martial arts training camps and holidays from 102 organizers worldwide on ...
Associazioni | AKI Accademia Krav Maga Italia - Comune di Bolgare
www.comune.bolgare.bg.gov.it/servizi/menu/dinamica.aspx?idArea=699...ID...
A.K.I. Accademia Krav Maga Italia. Indirizzo sede. via P. Mascagni, 6/C. 24050 ZANICA. Nominativo di riferimento. Presidente: Defendi Alfredo. via Vite Vecchia ...
Vincenzo Pirolozzi: sinonimo di Krav Maga ad Ostia ed in Italia Dal ...
www.pontilenews.it/.../vincenzo-pirolozzi-sinonimo-di-krav-maga-ad-ostia-ed-in-itali...
15 mag 2015 - Vincenzo Pirolozzi si è avvicinato al krav maga a 16 anni e da allora non lo ha più abbandonato. Per lui il krav maga “è la massima ...
La Federazione Krav Maga Italia si tinge di rosa | UrloWeb - Notizie da ...
urloweb.com › Home › Municipi › Municipio IX
22 nov 2013 - kravmaga. La Federazione Krav Maga Italia organizza uno stage gratuito di antiaggressione femminile. In occasione dell'imminente Giornata ...
Chi Siamo - Europe Krav Maga Training
europekravmagatraining.it/Chi%20siamo%20.html
Krav Maga Kapap Italia sicilia. ... Europe Krav Maga Training® : Denominazione e marchio di proprieta' del maestro Alfonso Torregrossa , Ogni uso non ...
Krav Maga Italia - la Prima Scuola a Bologna - Bologna, Vedi su MAPPA
https://bologna.virgilio.it/mappa/...bo/krav-maga-italia-prima-scuola-bologna/
Krav Maga Italia - la Prima Scuola a Bologna - Via Andrea Costa 174, 40134 BOLOGNA (BO) - Sport Impianti e Corsi - Varie Discipline - Info e Contatti: Numero ...
Uguaglianziopoli l’Italia delle disuguaglianze: povertà, disabilità, ...
https://books.google.co.uk/books?id=ZrI_6jPOiWEC
Antonio Giangrande
Armi di quarantaquattresima generazione, addestrati al judo, al pugilato, al Krav Maga, finanche al Monopoly da competizione; abbiamo testate, contro testate, ...
Krav Maga - Maestro della realtà o allievo dell'illusione?
https://books.google.co.uk/books?isbn=8892648241
Gaetano Lo Presti - 2017 - ‎Sports & Recreation
Dalla creazione della prima federazione sul Krav Maga avvenuta nel 1978 ad ... professionista e autorizzato in un paese come l'Italia che non vi riconosce il ...
Corsi Krav Maga Difesa Personale Corsico A.K.M. ITALIA KRAV ...
www.emagister.it › Arti marziali › Krav Maga Difesa Personale
Corsi Krav Maga Difesa Personale a Milano. Arti marziali. Sport e tempo libero. KRAV MAGA E FORZE MILITARI, DI POLIZIA E DI SICUREZZA NAZIONALE Il ...
Ricerche correlate a krav maga italia
krav maga italia istruttori
corsi di krav maga bergamo e provincia
krav maga federazioni riconosciute
krav maga bologna
krav maga bologna via saffi
krav maga italia - la prima scuola a bologna
krav maga bologna prezzi
krav maga san lazzaro

WOKM - World Original Israeli Krav Maga and All Style Federation
Nessuna recensione · Scuola di autodifesa
Via Giarre, 8 · +39 327 151 5689
INDICAZIONI
ASD Ronin
Nessuna recensione · Scuola di arti marziali
Via T. Cannizzaro, 262 · +39 340 735 1848
Oggi chiuso
INDICAZIONI
Palestra Iron Club
5,0
(2) · Palestra
Strada Statale 114 - Km. 4.800, Messina, Me 98100, Località Pistunina · +39 090 633340
INDICAZIONI
Altri luoghi
Krav Maga Messina - Promo - YouTube
Video relativi a krav maga messina▶ 1:12
https://www.youtube.com/watch?v=_RRl4IAMAgI
03 set 2012 - Caricato da alessiosan89
http://www.kravmagaitaly.it/krav_maga_messina.html http://www.facebook.com/kravmaga.messina http ...
Krav Maga IKMI Messina - Home | Facebook
https://it-it.facebook.com › Luoghi › Messina
Valutazione: 5 - ‎3 voti
Krav Maga IKMI Messina, Messina. Piace a 91 persone. IKMI è l'unica federazione che si occupa del Krav Maga riconosciuta dall' FIKBMS ( CONI ) come da...
Hashita KRAV MAGA Messina - Home | Facebook
https://it-it.facebook.com › Luoghi › Messina › Organizzazione
Valutazione: 5 - ‎3 voti
Hashita KRAV MAGA Messina, Messina. Piace a 155 persone · 4 persone sono state qui. http://www.asdronin.it.
Krav Maga Messina - Krav Maga Messina
kravmagamessina.altervista.org/krav-maga-messina.html
Il Krav Maga a Messina è divulgato nella sua massima espressione dal Maestro Gaetano Lo Presti, unico in città ad avere le reali competenze di insegnamento ...
Krav Maga Messina
kravmagamessina.altervista.org/
Sito Ufficiale del Krav Maga a Messina. Academy diretta dal Maestro Gaetano Lo Presti, Presidente della WOKM Federation, federazione mondiale di Krav ...
Gaetano Lo Presti - Krav Maga Messina
kravmagamessina.altervista.org/gaetano-lo-presti.html
Gaetano Lo Presti è nato a Messina, Sicilia, Italia. E' il presidente fondatore della WOKM. Appassionato da sempre delle arti marziali e sport da combattimento, ...
Krav Maga a Messina, dove e con chi praticarlo? | Yahoo Answers
https://uk.answers.yahoo.com/question/index?qid=20130804141817AAoWJYA
04 ago 2013 - Ti auguro da nessuna parte.Senza esclusione alcuna.A messina trovi ottimi insegnanti di diverse discipline,ma nel krav maga trovi l ...
Krav Maga Messina - Corsi Difesa Personale Krav Maga e WDS ...
kravmagamessina.blogspot.com/
27 set 2012 - Difesa Personale Krav Maga a Messina diretta dal Master Teacher Gaetano Lo Presti. Istruttore di tecniche operative militari e di polizia!
Corsi di arti marziali a Messina: i migliori 20. Prezzo Krav maga
https://www.prontopro.it › Messina › Messina › Corsi di arti marziali
Scopri gratuitamente i prezzi per corsi di arti marziali a Messina. Ricevi preventivi per krav maga, karate e altri servizi.
krav maga sicilia Corso Istruttore Krav Maga Messina | kravmagasicilia
www.kravmagasicilia.it/corso_kravmagamessin/
Ma soprattutto pretendi il meglio del tuo corso e non accontentarti del minimo ed indispensabile … impara il Krav Maga di alto livello … magari un giorno lo ...
Ricerche correlate a krav maga messina
palestre krav maga messina
krav maga messina gaetano lo presti
gaetano lo presti krav maga
gaetano lo presti messina
Title
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.
Torna ai contenuti